Blog
Un blog creato da venditore_diaquiloni il 10/08/2007

Riflessi dell'anima

Tutto quanto concerne l'anima si svela spontaneamente ed ogni sforzo razionale non fa che allontanarla. Questo perché la sua natura non è fenomenica. Si coglie col cuore, come una poesia o un'opera d'arte. Si sente, si ama, ma nessun concetto, come ombra fugace, è ad essa adeguato.

 
 

 

« La poesia

In memoria

Post n°70 pubblicato il 12 Novembre 2010 da venditore_diaquiloni

 

 

Entro nella stanza e sei seduto sulla tua poltroncina, lo sguardo nel vuoto e la mente chissà dove. Ti chiamo: “papà”. E tu mi cerchi smarrito nella stanza con i tuoi occhi chiari, un po’ sorpresi, un po’ sorridenti. Ti accarezzo il viso e tu mi prendi la mano.

 “Come stai?”. Tu vorresti rispondermi, ma la tua bocca articola flebilmente solo sconnessi fonemi dolorosamente incomprensibili; allora mi guardi e nel tuo sguardo leggo impotenza e rassegnazione, affetto e rimpianto, un grido di aiuto, che entrambi sappiamo che non riuscirò a darti.

Ora comunichiamo così, il tuo sguardo triste e le mie inutili parole forse per te quasi incomprensibili, mentre restiamo seduti, l’uno a fianco all’altro, la tua mano fredda che stringe la mia, come se si aggrappasse ad una speranza, e sul tuo volto una smorfia, che io so essere un malinconico sorriso.

Ti aiuto ad alzarti per camminare un po’ per casa. Ti sostengo, perché le tue gambe non ti reggono più, i tuoi passi sono stentati. Fai tanta fatica e dopo pochi metri, devo aiutarti a sedere. Mi giunge in un filo di voce un “grazie”, tenero ed immotivato.

Talvolta, la rabbia si legge nei tuoi occhi. Oggi, in un attimo di lucidità verbale, mi hai detto “Non doveva succedermi questo!”. E hai ragione, papà, non doveva, non è giusto, non a te Ti prendo la mano, papà, sii tranquillo: per tutto il tuo cammino verso quella fine che tu, sempre più spesso, invochi come una preghiera e che, sola, può porre termine alla tua sofferenza immane, io sarò vicino a te.

 

vda

 

Giacomo Puccini - Gianni Schicchi: "O mio babbino caro", soprano Angela Gheorghiu

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/aquiloni/trackback.php?msg=9499814

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
xxxangela
xxxangela il 27/11/10 alle 07:48 via WEB
tesoro mio angelo dolce sono sempre accanto a te anche in questi istanti atroci per il tuo cuore sai bene che il disegno del nostro Dio e' piu' grande dei nostri pensieri e che tutto cio' che accade ha un senso incapibile spesso ma e' tutto un disegno d 'Amore .Il tuo papa' e' fortunato ad avere un figlio come te e pur non potendo ascoltare le sue parole puoi ascoltare e parlare al suo cuore...ti stringo anima dolce
 
 
venditore_diaquiloni
venditore_diaquiloni il 27/11/10 alle 15:24 via WEB
Mio caro angelo, forse avrei dovuto mettere una data; mio padre non c'è più da quasi cinque anni e questo scritto è di qualche settimana prima che se ne andasse. La sua presenza è nel cuore e spesso ritorna alla mente, magari sollecitato da una musica come questa ed è ancora tristzza, anche se stemperato nella tenerezza dei ricordi. Un abbraccio
 
   
xxxangela
xxxangela il 27/11/10 alle 18:45 via WEB
scusami angelo mio sono certa che lui ti sia cmq accanto ora piu' di prima senza limiti dell'umana natura credo ti stringa sempre al suo cuore un bacio dato dal cuore
 
Duchessadgl4
Duchessadgl4 il 03/12/10 alle 21:57 via WEB
Queste parole sono commoventi e un groppo sale alla gola. Nelle cose inevitabili della vita c'è la perdita dei nostri genitori ed è per tutti. I nostri cari però sono unici e in certi istanti ritornano più vivi che mai nel ricordo: soltanto così non sono morti del tutto. Un abbraccio. Paola
 
giglio_2009
giglio_2009 il 13/12/10 alle 17:18 via WEB
Ero passata per un saluto pensando che come amica non sono sempre assidua, ma...ho ricevuto un dono: la tua nima così trasparente e sonora come l'acqua di una cascata amazzonica. E' questa l'immagine che mi hanno fatto vedere ho 2sentire2 le tue parole. Credimi, passare per queste pagine, mi ha toccato profondamente, tanto da pensare che sei un amico che non merito. Un abbrasccio, giglio
 
 
venditore_diaquiloni
venditore_diaquiloni il 18/04/11 alle 19:12 via WEB
In realtà. sono io che non merito un'amica come te. Sono scomparso e vedo solo ora questo tuo messaggio. Comunque è bello vedere che c'è qualcuno che non ti dimentica anche se non ci sei. Un abbraccio a te. Aldo
 
giglio_2009
giglio_2009 il 12/04/11 alle 13:46 via WEB
Sappi che avrei voluto un padre così; lo avrei voluto malato, che si fosse fatto accudire da me in modo che avrei potuto ricordare i suoi occhi, il suo amore per me e invece, malgrado anche il mio sia malato, a distanza di anni ( è ormai vicino ai 90) non mi rimarrà che ricordare solamente il suo lagnare: "quando vieni a trovarmi?" So che provi tanto dolore, il tuo papà sarà sempre vicino a te, negli attimi vissuti con lui e nel suo amore. Un abbraccio, Giglio
 
Duchessadgl4
Duchessadgl4 il 15/05/11 alle 23:50 via WEB
Ogni tanto entro qui ad ascoltare questa stupenda romanza. La soprano ha una voce incantevole. Anch'io penso molto al mio papà, anche se è da molto che è mancato. Un abbraccio, caro Aldo.
 
 
venditore_diaquiloni
venditore_diaquiloni il 17/05/12 alle 15:54 via WEB
Sono passati ormai più di otto anni da quando se n'è andato, ma quei ricordi mi commuovono ancora oggi. Era molto tempo che non entravo più nel blog, ti ringrazio di avermi fatto ricordare il periodo così gioioso in cui corrispondevo con te e con molti altri amici. Un abbraccio forte, carissima Paola.
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 

AREA PERSONALE

 
hit counters
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 

VASCO - VIVERE

 

WATERMARKS

 

MUSICHE DELLA NATURA

 

BACH - CORALE BWV 839

 

E. MORRICONE - DA NUOVO CINEMA PARADISO