Creato da: ameliemi il 28/03/2009
ironia realtà amore e un pò di politica

 

SAI COSA FA UN LADRO AFFAMATO?

MANGIA IL PIEDE DI PORCO!

 

 

 


 

AL MARE

Papà, mi compri il materassino a forma di bagnino?
Ma non esistono.
Ma come, la mamma dietro lo scoglio ne sta gonfiando uno.

 

SERPENTE IN VACANZA AL MARE:

                       BOA

 

COME PUò CHIAMARSI IL CANE DI UN TOSSICO DIPENDENTE:

CANNE.

 

 

COME SI CHIAMAVANO QUELLI CHE SEGUENDO LE ORME DI FRENCH ZAPPA, SONO VENUTI DOPO DI LUI?

-

FRENCH SEMINA e FRENCH RACCOGLIE.

 

 

SAPETE COS'è UN TARTUFO?

UNA TARTINA NON IDENTIFICATA!

 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 7
 

Ultime visite al Blog

mary.dark35BarkPsychosisgiuseppemoccia.74profumo_di_caffeCAIOGIULIVOblankshinebarbara_lied.forcinac.barbara74bal_zacangigigioil_parresiastapeppeluongopattypas660leolove70
 

Ultimi commenti

Ti auguro che questa giornata DOMENICALE inizi con...
Inviato da: ladysprincess85
il 15/11/2009 alle 11:14
 
tutto sacrosantamente VERO
Inviato da: carlof12009
il 22/10/2009 alle 21:51
 
La cruda realta... Con simpatia Cinzia
Inviato da: caterpilarcinzia
il 20/10/2009 alle 23:03
 
Spassosissimo e azzeccatissimo! ;)
Inviato da: alizzi
il 20/09/2009 alle 11:33
 
Io conoscevo...Gallina vecia..magnatela ti.. bellissimi...
Inviato da: FRANCII83
il 10/09/2009 alle 15:13
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 

Le immagini e alcuni articoli in questi post sono reperiti nel web quindi valutati di pubblico dominio. Se gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo all'autrice del blog che provvederà prontamente alla rimozione del materiale utilizzato.

 

 

 

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Barzelletta del giorno

 Un uomo si fa tatuare sul pisello il nome della sua fidanzata Wendy,

di modo che quando c'e l'ha normale

si vede solo "wy" e quando gli va in tiro tutto il nome.

Un giorno in palestra questo tizio,

fa la doccia vicino a un uomo di colore,

glielo guarda e vede che anche lui ha tatuato "wy" e sorpreso dice:

"Anche tu Wendy?" e l'uomo di colore:

"No, Welcome to Malboro Country!!!"

 

 

 

L'ITALIANO DI UOMINI E DONNE

Post n°48 pubblicato il 10 Settembre 2009 da ameliemi

L'Italiano delle Donne

Si = No - No = Si - Forse = No

Mi dispiace = Ti dispiacerà

Abbiamo bisogno = Voglio

Decidi tu = La decisione giusta dovrebbe essere ovvia

Fai come ti pare = La pagherai in seguito

Dobbiamo parlare = Ho bisogno di lamentarmi di qualcosa

Certo, fallo pure se vuoi = Non voglio che tu lo faccia

Non sono arrabbiata = Certo che sono arrabbiata, cretino!

Sei così mascolino = Potevi anche fartela la barba!

Certo che stasera sei proprio carino con me = Possibile che pensi sempre al sesso?


Spegni la luce = Ho la cellulite

Questa cucina è così poco pratica = Voglio una casa nuova

Voglio delle nuove tendine = e tappeti, e mobili, e carta da parati

Ho sentito un rumore = Mi ero accorta che stavi per addormentarti

Mi ami? = Sto per chiederti qualcosa di costoso

Quanto mi ami? = Ho fatto qualcosa che non ti piacerà sentire

Ho il sedere grosso? = Dimmi che sono stupenda

Devi imparare a comunicare = Devi solo essere d'accordo con me

Niente, davvero = è solo che sei un tale stronzo


L'Italiano degli uomini

Ho fame = Ho fame

Ho sonno = Ho sonno

Sono stanco = Sono stanco

Andiamo al cinema? = Mi piacerebbe fare sesso con te

Posso portarti fuori a cena? = Mi piacerebbe fare sesso con te

Posso chiamarti qualche volta? = Mi piacerebbe fare sesso con te

Posso avere l'onore di un ballo? = Mi piacerebbe fare sesso con te

Bel vestito! = Bella gnocca!

Sembri tesa, ti faccio un massaggio? = Ti voglio accarezzare

Cosa c'è che non va? = Non vedo perchè ne stai facendo una tragedia

Cosa c'è che non va? = Attraverso quale insignificante trauma psicologico auto-inventato stai combattendo ?

Cosa c'è che non va? = Immagino che di fare sesso stanotte non se ne parla...

Sono annoiato = Scopi?

Ti amo = Facciamo sesso, adesso!

Ti amo anch'io = Va bene, l'ho detto, ma ora scopiamo

Si, mi piace il tuo taglio di capelli = Mi piacevano di più prima

Si, mi piace il tuo taglio di capelli = Cinquanta euro e non è cambiato nulla!

Parliamo = Sto cercando di fare una buona impressione su di te in modo che tu creda che sono una persona profonda e forse allora acconsentirai a fare sesso con me

Mi sposerai? = Voglio che diventi illegale per te andare a letto con altri uomini

(mentre si fanno compere)
Mi piace di più quell'altro = Prendi uno qualunque di questi cazzo di vestiti ed andiamocene a casa!

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

proverbi

Post n°47 pubblicato il 10 Settembre 2009 da ameliemi

  • Can che abbaia fa casino
  • Chi fa da se' fa piu' fatica
  • Chi la fa tiri la catena
  • Chi dorme non piglia sonniferi
  • Il riso abbonda sulla bocca dei cinesi
  • Gallina vecchia prima o poi muore
  • Chi di spada ferisce gli danno 14 anni senza condizionale
  • Non c'e' peggior sordo di chi non sente
  • Chi va con lo zoppo va piano piano
  • Chi va piano arriva dopo
  • Rosso di sera sta andando a fuoco una montagna
  • Occhio per occhio occhio al quadrato
  • Il lupo perde il pelo e diventa calvo
  • Ride bene chi ha i denti
  • Occhio non vede, ci servono gli occhiali
  • Una mano e' uguale all'altra
  • Chi va piano va sano e viene tamponato poco lontano (Marcello Marchesi).
  • Una mano lava l'altra e tutte e due rubano
  • Nascere cavallo e morire Di Pietro
  • Chi trova un tesoro trova un amico
  • Il mondo e' bello perche' e' avariato
  • La lingua batte dove il clito ride
  • Il pitale di Damocle
  • Chi lascia la strada vecchia per la nuova arriva prima perche' e' asfaltata
  • Mogli e buoi, sempre corna sono
  • Se son rose sfioriranno
  • Chi s'inferma e' perduto
  • L'unione fa la forza ma chi fa da se' fa per tre. E allora riuniamoci a tre per volta!
  • Una mela al giorno toglie un medico di torno e una mela ogni sei ore toglie quattro medici?
  • Chi la fa, l'aspetti. Chi non la fa, si purghi
  • Chi dorme non piglia l'Aids
  • E' piu' facile per un cammello passare per la cruna di un ago se questa e' lievemente oliata. (Kehlog Albran)
  • La miglior difesa e' l'assenza. (Ira)
  • Non e' bello il bidello, ma e' bello cio' che piace. (Ira)
  • Meglio una gallina oggi, che un uomo domani. (Ira).
  • Chi l'ha dura e' stitico. (Ira)
  • Volare e' utile, atterrare e' necessario. (Eros Drusiani)
  • Gallina vecchia fa schifo! (Elio e le Storie Tese)
  • Donna baffuta fa piu' schifo ancora della gallina vecchia. (Elio e le Storie Tese)
  • Ama il tuo prossimo: non questo, il prossimo!
  • Meglio avere la siringa piena che la moglie drogata
  • Gallina vecchia si fa il lifting
  • Tanto va il lardo al gatto che ci lascia lo zampone
  • Meglio una gallina oggi che fa l'uovo anche domani
  • Il danaro non e' tutto, ci sono anche i diamanti (Paperon de' Paperoni)
  • Al cuor non si comanda (Ma se non obbedisce, trapiantalo)
  • Beati gli ultimi se i primi sono onesti
  • I tonti cornano
  • Non fare oggi quello che potresti fare dopodomani
  • Casa mia per piccina che tu sia, mi costi una cifra in tasse
  • Occhio per occhio sessantaquacchio
  • La salma e' la virtu' dei morti (Alessandro Bergonzoni).
  • L'erba del vicino sara' pure piu' verde, ma la tua te la fumi
  • Can che abbaia lo sbattono fuori dal condominio
  • Can che abbaia non dorme
  • La gatta frettolosa fece i gattini ciechi; quella lenta fini' sotto una macchina.
  • Troie ce ne son tante, ma come le donne!
  • Errare e' umano, muggire e' bovino
  • Errare humanum est, perseverare ovest.
  • Errare e' umano, perseverare e' upiede
  • Il fine giustifica i mezzi; il rozzo se ne sbatte i coglioni.
  • "Non tutti i mali vengono per nuocere" come disse il dottore al malato.
  • A tavola e a letto nessun rispetto (proverbio italiano).
  • L'occasione rende l'uomo ladro ... e la donna puttana.
  • In vino veritas, in scarpe Adidas.
  • Chi la fa l'aspetti, chi non la fa, GUTTALAX!
  • Volere e' potere, volare e' potare!
  • L'uomo e' il capo della famiglia, ma la donna e' il collo e muove il capo dove vuole (Proverbio cinese ).
  • L'imbecille cade sulla schiena e si sbuccia il naso. (Proverbio Yiddish).
  • Non esistono donne brutte. Dipende solo da quanta vodka bevi (proverbio russo).
  • Partire e' un po' morire, ma morire e' partire un po' troppo...
  • Rosso di sera, hanno riacceso la ciminiera
  • Russo di sera, cecchino gli spara
  • Se a mezzogiorno il re ti dice che e' notte fonda, tu contempla le stelle (proverbio persiano).
  • Tra il dire e il fare c'e' di mezzo "e il"
  • A capel donato non si guarda in crocchia
  • L'ormone fa la forza
  • Tanto va la grana al lardo che la lascia al secondino
  • Moglie e bue sono corna tue!
  • Meglio sordi che R.A.I.
  • Accampa cavillo che l' I.R.P.E.F. cresce
  • Chi invita paga, e i conti sono suoi
  • Chi dice gonna dice panno
  • Rode bene chi rode ultimo
  • Chi dorme non figlia pesci
  • Chi tardi arriva e' gia' a meta' dell'opera

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

CAMBIARE IL PANNOLINO

Post n°46 pubblicato il 18 Luglio 2009 da ameliemi

1. Il pannolino può essere cambiato per tre ragioni:

a) perché lo dice la mamma;
b) perché lo dice la suocera;
c) perché il bimbo ha cagato.

Naturalmente il gesto perde, nei primi due casi, gran parte della sua drammaticità.
Il vero, autentico, cambio di pannolino prevede la presenza della merda.
Di solito accade così:
La mamma prende in braccio il bambino, lo annusa un po' e dice, con voce gaia e piuttosto cretina:
'E qui cosa abbiamo fatto, eh? Sento un certo odorino... Cosa ha fatto l'angioletto?'
Poi la mamma va di là e vomita. A questo punto si riconosce il padre di destra e il padre di sinistra.
Il padre di destra dice: 'Che schifo!' e chiama la tata.
Il padre di sinistra prende il bambino e lo va a cambiare.


2. Il pannolino si cambia, rigorosamente, sul fasciatoio. Il fasciatoio è un mobile che quando lo vedi a casa tua, capisci che un sacco di cose sono finite per sempre, tra le quali la giovinezza.
Comunque è studiato bene: ha dei cassettini vari e un piano su cui appoggiare il bambino.
Far star fermo il bambino su quel piano è come far stare una trota in bilico sul bordo del lavandino. E' fondamentale non distrarsi mai.
Il neonato medio non è in grado quasi di girarsi sul fianco ma è perfettamente in grado, appena ti volti, di buttarsi giù dal fasciatoio facendoti il gesto dell'ombrello: pare che si allenino nella placenta, in quei nove mesi che passano sott'acqua.
Dunque: tenere ben ferma la trota e sperare in bene.


3. Una volta spogliato il bambino, appare il pannolino contenente quello cheGadda chiamava "l'estruso".
E' il momento della verità.
Si staccano due pezzi di scotch ai lati e il pannolino si apre.
La zaffata è impressionante.
E'singolare cosa riesca a produrre un intestino tutto sommato vergine: cose del genere te le aspetteresti dall'intestino di Bukowski, non di tuo figlio.
Ma tant'è: non c'è niente da fare.
O meglio: si inventano tecniche di sopravvivenza.
Io, ad esempio, mi son convinto che tutto sommato la merda dei bambini profuma di yogurt.
Fateci caso: se non guardate potrebbe anche sembrare che vostro figlio si sia seduto su una confezione famiglia di Yomo doppia panna.
Se guardate è più difficile.
Ma senza guardare... Io con questo sistema sono riuscito ad ottenere ottimi risultati: adesso quando apro uno yogurt sento odor di merda.


4. Impugnare con la mano sinistra le caviglie del bambino e tirarlo su come una gallina. Con la destra aprire la confezione di salviettine profumate e prenderne una.
Neanche il mago Silvan ci riuscirebbe: le salviettine vengono via solo a gruppi di ottanta.
Scuotete allora il blocchetto fino a rimanere con tra le dita un numero inferiore a cinque salviette.
A quel punto, di solito, la gallina-trota, stufa si stare appesa come un idiota, dà uno strattone: se non vi cade, riuscirà comunque a spargere un po' di cacca in giro.
Tamponate ovunque con le salviettine profumate.
Ritirate su il pollo e con gesto rapinoso pulite il sedere del bambino. Posate le salviettine usate nel pannolino e richiudetelo.
A quel punto la vostra situazione è: nella mano sinistra un pollo-trota coi lineamenti di vostro figlio.
Nella mano destra, una bomba chimica.


5. NON andate a buttare la bomba chimica: la trota scivolerebbe per terra. Quindi, posatela nei paraggi (la bomba, non la trota) registrando il curioso profumo di yogurt che si spande per l'aria.
Senza mollare la presa con la mano sinistra, usate la destra per detergere a fondo e poi passate all'olio. Ve ne versate alcune gocce sulla mano. Esse scivoleranno immediatamente giù verso il polso, valicheranno il confine dei polsini, e da li spariranno nell'underground dei vostri vestiti.
La sera ne troverete traccia nei calzini.
Completamente lubrificati, passate alla Pasta di Fissan, un singolare prodotto nato da un amplesso tra la maionese Calvè e del gesso liquido, ne riempite il sedere del pollo e naturalmente ve ne distribuite variamente in giro per giacche, pantaloni, ecc. A quel punto avete praticamente finito.
A quel punto il bambino fa pipì.


6. Il bambino non fa pipì a caso. La fa sul vostro maglione. Voi fate un istintivo salto indietro.
Errore.
La trota, finalmente libera, si butta giù dal fasciatoio. Ritirate su la trota e non raccontate mai alla mamma l'accaduto.


7. Prendere il pannolino nuovo:
Capire qual è il lato davanti (di solito c'è una greca colorata che aiuta, facendovi sentire imbecilli). Inserire il pannolino tra le gambe del bambino e chiudere.
Il sistema è stato studiato bene: due specie di pezzi di scotch e il pannolino si chiude. Sì, ma quanto si chiude? Così è troppo stretto, così è troppo largo, così è troppo stretto, così è troppo largo.
Si può arrivare anche ad una ventina di tentativi.
E' in quel momento che il bambino comincia ad intuire di avere un padre scemo: giustamente manifesta una certa delusione, cioè inizia a gridare come un martire.
Da qui in poi si fa tutto in apnea e in un bagno di sudore.


8. Nonostante i decibel espressi dal bambino, mantenere la calma e provare a rivestire il bambino.
E' questo il momento degli automatici. Quando Dio cacciò gli uomini dal paradiso terrestre disse: partorirete con dolore e dovrete chiudere le tutine dei vostri figli con gli automatici.
Per chiudere un automatico bisogna avere: grandissimo sangue freddo, mira eccezionale, culo della madonna. Il numero degli automatici presente in una tutina è sorprendente e, perfidamente, dispari.


9. Se nonostante tutto riuscite a rivestire il bambino, avete praticamente finito. Vi ricordate che avete dimenticato il borotalco: il culetto si arrosserà. Pensate ai bambini in Africa e concludete: si arrossirà, e che sarà mai. Quindi prendete il bambino e lo riconsegnate alla mamma. Lei chiederà: 'L'hai messo il borotalco?'. Voi direte: 'Sì'. Con convinzione.


10. Ripercussioni fisiche e psichiche. Fisicamente, cambiare un pannolino, brucia le stesse calorie di una partita di tennis. Psichicamente il padre post-pannolino tende a sentirsi spaventosamente buono e in pace con sé stesso. Per almeno tre ore è convinto di avere la nobiltà d'animo di Madre Teresa di Calcutta.
Quando l'effetto svanisce, subentra un irresistibile desiderio di essere single, giovane, cretino e un po' di destra.
Alcuni si spingono fino a consultare il settore 'Decappottabili' su Gente & Motori.
Altri telefonano ad una ex-fidanzata e quando lei risponde mettono giù. Pochi dicono che devono andare a comprare le sigarette, escono e poi, tragicamente, ritornano.
In casa li avvolge la sicurezza del focolare, il tepore dei sentimenti sicuri, e un singolare, acutissimo profumo di yogurt.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

LA DIETA DEL SESSO

Post n°45 pubblicato il 17 Luglio 2009 da ameliemi

Fate più sesso. E' il consiglio di una nota rivista statunitense che ha pubblicato un divertente studio sul rapporto tra performance amatoria e perdita di calorie.

Se durante un amplesso normale e un po' banalotto (10 minuti nella posizione del missionario) si bruciano dalle 200 alle 300 calorie, la passione sfrenata e l'attenzione ad alcuni particolari possono aiutarvi a unire l'utile al dilettevole, trasformando i vostri incontri d'alcova in veri e propri allenamenti mangia-grassi! Vediamo in dettaglio alcune mosse e la loro efficacia dietetica.

 

- Slacciarle il reggiseno:12 kcal
- Slacciarlo con una mano sola: 47 kcal
- Spogliare completamente la partner passiva: 80 kcal
- Spogliare completamente il partner passivo: 95 kcal
- 20 minuti di preliminari (per lui) : 107 kcal
- 20 minuti di preliminari (per lei): 87 cal.
- 10 minuti di rapporto sessuale (missionaria): 250 kcal
- 10 minuti di rapporto sessuale (lei sopra): lei 300 kcal, lui 130 kcal
- 10 minuti di rapporto sessuale (da dietro): lei 200, lui 350 più benefici agli addominali
- 10 minuti di rapporto sessuale in piedi: 600 kcal e probabile colpo della strega per lui
- Sigaretta sul letto dopo il rapporto: 12 kcal
- Rivestimento in fretta e furia e discesa dalla tromba delle scale per arrivo del legittimo/a consorte: 110 kcal

 

TROVATO NEL WEB

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

TIPOLOGIE DI UOMINI

Post n°44 pubblicato il 17 Luglio 2009 da ameliemi

Elenco dei tipi di uomini che si possono trovare


 

  • lo sborone: il primo pensiero quando lo conoscete è "chi è questo strONZO!?"... fidatevi del vostro istinto. Vi fa credere di essere perfetto mentre in realtà è soltanto uno sfiGAto che si crede un grande uomo. Diffidate da quelli con una macchina dal colore improbabile (bisogno di affermazione nella massa), da quelli che portano in colletto delle polo alzato (bisogno di affermazione sessuale), da quelli che vi fanno credere di essere la donna ideale (bisogno di affermazione territoriale).
     
  • il misterioso: sta sempre zitto immerso nei suoi pensieri... in realtà non ne ha! Strimpella la chitarra nella solitudine della sua cameretta, corre dietro a donne impossibili e non vi noterà mai perchè è troppo depresso per uscire con qualcuno.
     
  • il simpatico: vi farà morire dal ridere con le sue barzellette, con le gag in mezzo alla strada, con le imitazioni... lo colpirete in testa con un martello dopo l'ennesima figuraccia. Come amico è uno spasso, come fidanzato è un suicidio
     
  • il duro: grugnisce, tiene i pugni in tasca e vi chiama con appellativi poco carini. E' il peggio che vi possa succedere perchè vi lasciate prendere dalla sindrome della crocerossina per cercare di "salvarlo". Fidatevi, sotto la scorza da macho non c'è veramente NULLA.
     
  • il seduttore: è semplicemente bellissimo, e non manca di fartelo notare. Accanto a lui c'è sempre parcheggiata la gnoccolona di turno che si intona perfettamente alla sua abbronzatura lampados. Sexy come un California Dream Man ma desolatamente senza un cervello, quando si spoglia correte il rischio di trovarvi impanate come una cotoletta nel suo olio profumato-lucida-bicipiti.
     
  • l'animale da discoteca: si dimena come un pazzo per tutta la notte con la camicia inzuppata tipo monsone, credendosi l'erede naturale di Ricky Martin. Al bar della discoteca vi lancia uno sguardo ammaliatore ma poi vi accorgete che sono solo le occhiaie causate dall'ennesima notte in bianco. Se lo cuccate pregate che non sia troppo fatto o bevuto e non stramazzi per terra prima del "dunque". Da non confondersi con il tamarro: indossa sempre cappellino da baseball, giubbino in jeans e occhialazzi giganti da sole. Cicca sempre accesa in mano.
     
  • il modaiolo: l'uomo più trendy del globo, sembra uscito dalla pubblicità di Calvin Klein. Frequenta i locali giusti e la gente giusta, non degna di uno sguardo chi non è firmato da capo a piedi. Con lui correte il rischio di rimanere in un angolo perchè i suoi amici chic vi hanno scambiata per la sua colf, oppure di avere un esaurimento nervoso dopo aver speso tutto lo stipendio per gli occhiali di Gucci già passati di moda.
     
  • il bambino: sembra perfetto, pende dalle vostre labbra, vi chiede consiglio per tutto, è sempre d'accordo con voi. E perchè?! Semplicemente perchè non ha idee sue, si aggrappa alla prima persona che lo degni di attenzione per non fare la fatica di mettersi in gioco. Vi mollerà per una con il seno più grosso del vostro. Sperate di stufarvi di fargli da mamma.
     
  • lo sportivo: fisico da urlo (ma non sempre), impegnato nei mille allenamenti che fa durante la settimana. Se inventano un nuovo sport lui lo pratica già, oppure lo guarda in tv. E' ossessionato e ossessionante, venderebbe l'anima per la sua squadra del cuore e venderebbe voi per vincere il torneo di beach volley. Egocentrico, esibizionista, logorroico, urlategli in faccia che non ve ne frega nulla della sua ultima partita di calcetto: è una liberazione. Consigliata la variante il calciatore: è più difficile abbordarlo, ma almeno è pieno zeppo di soldi e voi finirete a fare la letterina di passaparola (bella roba, eh?!)
     
  • l'amicone: vi conoscete da una vita ma per lui siete attraenti come una bustina di the. Sul più bello che vi siete innamorate vi racconterà della sua nuova ragazza, trattandovi nel solito modo cameratesco e non accorgendosi assolutamente di nulla.
     
  • l'alternativo: sporco, stracciato, con l'aria sognante. I vostrio genitori lo odieranno, anche perchè per conquistarlo vi sarete dovute fare piercing, dreadloks e ascoltare giorno e notte musica ska. Vi accorgerete presto che non c'è nulla di alternativo in lui e oltre la maschera è uguale a tutti gli altri.
     
  • l'intellettualoide: geniale, con una mente stupenda, lo sguardo acuto e penetrante, la battuta sempre pronta. Lo amerete per la sua cultura, per il parlare forbito, per la classe. Lo odierete perchè tenterà di fare di voi una sua copia-adepta e se non ci riuscirà vi tratterà come l'essere più ignorante della terra dopo il vostro cane.
     
  • il cesso: è brutto, antipatico, appiccicoso. Vi siete attaccate a lui perchè sembrava essere l'unico che vi degnava di uno sguardo. VI fa delle scenate di gelosia enormi e non serve molto neppure per l'autostima: vabbeh, vicino a lui sembrate delle strafike ma il resto del mondo dubiterà fortemente dei vostri gusti estetici
     
  • il cocco di mamma: di buona famiglia, educato, attento, premuroso. Vostro padre lo vuole portare a giocare a golf con lui, vostra madre lo ha invitato per una serata a casa vostra a sorseggiare grappa alla prugna sul divano. E' semplicemente NOIOSO
     
  • il Narciso: vi ascolta, vi consiglia sui vestiti, sui profumi e sulle acconciature, viene volentieri a fare shopping con voi per poi passare ore a specchiarsi nelle vetrine dei negozi. Sexy, ambiguo, chic... è spassionatamente gay.

 TROVATO NEL WEB

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »