« REQUIEMOCCHI DI BAMBINO »

VECCHIA QUERCIA

Post n°207 pubblicato il 13 Giugno 2016 da diablodelicado

 

VECCHIA QUERCIA

Quando rimani seduto immobile,
sulla roccia a strapiombo sul ghiacciaio eterno;
nel silenzio dei tuoi pensieri puoi sentire
il canto delle balene d'agosto.
Nell'istante in cui gli occhi si chiudono nel vento,
inspiri il blu intenso del cielo
e affidi le tue angustie ed i tuoi dolori
agli sbuffi bianchi che ti accarezzano i capelli.
Non ci sono risposte a condurre
a valle i tuoi passi.
Non ci sono fiori a segnare il sentiero
sicuro del tuo futuro.
Non ci sono calici da alzare in tuo onore
e sorrisi di ammirazione.
Tutto rotola nella mente con la leggerezza
di piume colorate:
vorresti spiegare le ali e seguire le correnti calde,
saltare di roccia in roccia sino a farti scoppiare il cuore.
E' allora che guardi le tue mani screpolate
con le vene scure a serpeggiare tra le nocche ossute:
ti alzi e pensi al giorno che verrà,
raccogli il tuo zaino di dolore
e spingi avanti il bastone di quercia.

(06/06)

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Marzo 2023 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

I miei Blog preferiti

 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 12
 

Ultime visite al Blog

diablodelicadomirtilla.adiablovelenosoanastasiaxap.posta.per.tejogger1letizia_arcuriEssehbicamelia1520quattrozeroquattroamorino11MinistradelCaossssElemento.Scostantepaperinopa_1974
 

Ultimi commenti

Chi puņ scrivere sul blog

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
<script type="text/javascript" src="http://widgets.amung.us/classic.js"></script><script type="text/javascript">WAU_classic('vqt55pwn538d')</script>