Creato da calypso13 il 22/10/2007

So unsexy

No pressure Over Cappucino

 

 

Post N° 16

Post n°16 pubblicato il 06 Dicembre 2007 da calypso13

Il giorno dopo mi chiamò lui.Così,per sapere come stavo.Il mercoledì anche. E scherzando,una parola tira l'altra mi disse "Antipatica...che fine hai fatto ieri sera?? Non potevamo uscire??" "E tu mica mi hai invitata??Sbaglio o eravamo rimasti per mercoledì sera??Cioè stasera.." "E va bè...che c'entra??Se ti faceva piacere potevamo uscire anche ieri sera..." "Che ne so...sei tu quello che ha mille impegni..Comunque se ci sei rimasto così male che ieri sera non ci siamo visti...possiamo farlo stasera.."  "No...stasera non posso.Torno tardi...per questo volevo vederti ieri sera!!Ora mi tocca aspettare fino a domani!!" "Ma la colpa è tua tesoro...".
Ci vedemmo il giovedì sera.Andammo sempre nello stesso locale.Quell'atmosfera aveva stregato anche lui.E quella sera la sala era tutta per noi.Non c'era nessuno.
Ci sedemmo e ordinammo da bere.Cavolo,quanto era bello!Ogni volta che incatenava i suoi occhi ai miei ero scossa dai brividi...Quando poi appoggiò le mani sulle mie gambe...riuscìì a sentire che gli stessi brividi scuotevano anche lui.
Dopo un paio d'ore lui guardò l'orologio "Cavolo!!!Già sono le 23,20!!!Ma siamo arrivati adesso!!Ma mi spieghi come accidenti è possibile che quando sto con te il tempo vola in un attimo???" "Beh...forse perchè stare con me ti piace..." "Forse??Ancora hai qualche dubbio??" Sorrisi.E ringraziai il cielo che c'era poca luce lì dentro così che non si accorse che ero diventata rossa come un pomodoro.
A quel punto il primo cocktail era finito.Ma nessuno dei due aveva intenzione di andar via.Sapevamo entrambi che quel feeling che si stava creando a poco a poco,se fossimo usciti di lì si sarebbe perso.Così lui propose un secondo giro di Capiroska.
Eravamo sempre seduti spalla a spalla appoggiati al muro,poi io mi sporsi un pò in avanti e mi girai a guardarlo.Incatenò i suoi occhi ai miei,la mano tra la guancia e il collo e mi baciò.Un bacio dolce,delicato.Il sapore delle sue labbra,il tocco della sua lingua...Le ginocchia non mi reggevano più.Lo stomaco era diventato burro. In assoluto il miglior bacio della mia vita.E di baci,in 10 anni,ne ho dati veramente tanti!
Restammo lì a baciarci altri buoni 10 minuti.Poi decidemmo di andar via.Quando mi alzai mi girava la testa.E non credo fosse per l'alcol.O non solo per quello almeno.
Durante il tragitto in macchina mi lasciò senza parole...Mi disse che erano almeno cinque mesi che ci pensava.Era dalla sera del compleanno di mia mamma che gli martellavo in testa."E allora perchè hai aspettato così tanto per farti avanti??" "1- perchè eri fidanzata.Non sapevo come l'avresti presa se ci avessi provato. 2- è per tutta la situazione di contorno...vista l'amicizia che è nata tra i miei e i tuoi, avevo paura di rovinare tutto.Anche perchè a casa mia ti adorano,lo sai. Se stasera tornassi e dicessi quello che è successo farebbero festa per una settimana..." Scoppiai a ridere...Lo sapevo,sua mamma in particolare per me stravede!! "..E a dir la verità, questa cosa mi blocca un pò anche adesso.Vedi.. in genere io sono uno che si fa un sacco di problemi per tutto..." "Capisco..anche a me tutta questa situazione pesa un pochino.Però a differenza tua,io me ne frego.Nel senso che non voglio farmi problemi. Quello che m'interessa è stasera.Ora.Adesso.Siamo qui,io e te.Stiamo bene.Stop. Mi basta questo.A domani e ai problemi che verranno ci penseremo domani.Io voglio vivermela e prenderla così come viene.E non voglio perdermi niente per colpa di quello che potrebbe succedere..." Mi guardò,sorrise."Hai ragione.Hai tremendamente ragione.Al diavolo tutto.Per una volta non voglio farmene problemi.Sto benissimo, sono contentissimo... Sono qui e non vorrei essere da nessun'altra parte.A domani ci penseremo domani.Ora voglio pensare solo a stasera..." Mi baciò.E mi baciò ancora.E ancora.E ancora.Non riuscivamo a staccarci..e quando lo facevamo non riuscivamo a smettere di sorridere. "Perchè sorridi??" "Perchè sono contento..e non sai quanto!".
Poi,quando la cosa stava iniziando a prendere una piega HOT,mi guarda e mi dice "Non sai che voglia che ho...ma ora è tardi.Può essere che sia bello lo stessoanche adesso...ma non voglio correre rischi.Ci tengo che tra di noi sia speciale...." Lo abbracciai.Lo riempìì di baci per un'altra mezz'oretta e poi tornammo a casa. Quella notte non chiusi occhio.Le farfalle nello stomaco mi diedero il tormento ....

 
 
 

Post N° 15

Post n°15 pubblicato il 04 Dicembre 2007 da calypso13

...Il sabato mattina passò a trovarmi al negozio.Ero in imbarazzo..ma al tempo stesso così contenta di vederlo.Era passato giusto per un saluto.Ci vedemmo anche il pomeriggio in giro.Ma non stava molto bene.Infatti il giorno dopo fu bloccato a casa da una colite. Maledizione!!Avevo contato le ore,i minuti e anche i secondi... L'idea di dover aspettare un altro giorno mi sembrava inconcepibile.Ma così fu.
Il giorno dopo mi mandò un sms "Allora...ce la facciamo stasera ad andarci finalmente a mangiare questa pizza??". Restammo per le 20,30 in piazza.
Parcheggiai la mia macchina e ci avviammo con la sua senza una meta precisa. Cercavamo di fare i disinvolti e di parlare tranquillamente del più e del meno... ma eravamo un pochino in agitazione tutti e due.Era tutto così strano...
Andammo nella mia pizzeria preferita: Immersa in un giardino vicino al mare.
Mangiammo benissimo..ma io avevo addosso una sensazione strana. Mi sentivo inquieta come non mi capita neanche durante gli esami. Mi sentivo come se non fossi all'altezza.Ero intimidita. Non mi era MAI capitato di esserlo con un uomo. Ho sempre avuto il controllo della situazione.Quella sera,i nvece, mi sentivo vulnerabilissima. Ma allo stesso tempo contentissima.Non avrei voluto essere in nessun altro posto al mondo.
Finita la pizza decidemmo di andare a bere qualcosa in un localino lì vicino.Il mio preferito anche in questo caso. Che lui conosceva solo a metà.Nel senso che era stato solo ai tavolini fuori.La parte più bella del locale non l'aveva mai vista. La sala interna:tavolini bassi,cuscini,candele e chill out come sotto fondo musicale.
Restò a bocca aperta. Gli piacque tantissimo. Prendemmo posto e ordinammo da bere.Stemmo lì dentro quasi due ore...Quante cose ci siamo detti quella sera neanche me lo ricordo.La tensione tra di noi si era alleggerita un pò... spalla a spalla ogni tanto mi sfiorava la gamba con la sua.Ma ancora c'era così poca confidenza tra di noi.. C'era un muro che entrambi avevamo paura a sfondare.
Quando dai condizionatori anti fumo iniziò ad arrivare un'arietta fresca decidemmo di andar via,in macchina col riscaldamento a palla.Tornammo in paese,arrivammo alla mia macchina. "Che dici??Andiamo via o ti va di fare un altro giro??" "Sei tu che devi lavorare domani... per me non ci sono problemi" "Dai..allora facciamo un altro giro."
Si fermò alla stazione dei pullman.In giro non c'era un'anima. Stemmo li dentro faccia a faccia a parlare per un'altra mezz'ora.In cui non feci altro che pensare "ora mi bacia ora mi bacia". Invece non lo fece.E capìì che quella sera non lo avrebbe fatto.Mi riaccompagnò alla macchina.Mi ringraziò della bella serata.Gli diedi due bacini sulle guance e mi disse "Ci...sentiamo??Magari se ti va un'altra pizza in settimana... mercoledì magari..ora vediamo"  "Certo che mi va...fammi sapere tu..". Gli sorrisi e scesi dalla macchina.

 
 
 

Post N° 14

Post n°14 pubblicato il 30 Novembre 2007 da calypso13

Scusate la latitanza...
Se non vi ho più aggiornato è perchè le novità ho pensato più a viverle che a scriverle....
In ogni caso cercherò di raccontarvi quanto sta succedendo il prima possibile!
Un abbraccio, Calypso!

 
 
 

Post N° 13

Post n°13 pubblicato il 17 Novembre 2007 da calypso13

I treni si perdono.O forse fanno solo ritardo.O forse ancora..passano anche due volte.

Avevo ormai gettato la spugna.Credevo veramente che ormai non c'era più speranza.Credevo che a quel punto l'imbarazzo per quello che ci eravamo detto era talmente tanto che avremmo semplicemente fatto finta di niente.Amici come prima e amen. Lunedì abbiamo ricominciato a sentirci di nuovo. Ma eravamo tornati al punto di partenza.Quei pochi progressi che avevamo fatto erano allegramente andati a farsi fottere.In tutti quei giorni ogni parola era calibrata.Ogni frase detta e non detta. Forse perchè a quel punto era difficile riprendere il discorso... o forse perchè sapevamo per certo che questo fine settimana ci saremmo visti.Per cui tutti e due avevamo paura a sbilanciarci.
Mi chiese di preciso quando arrivavo.Gli dissi che ancora non lo sapevo.Partivo giovedì sera o venerdì pomeriggio.Dipendeva tutto dall'esame.Dall'ora che finivo.
Ieri mattina andai a fare l'esame.Eravamo più di un centinaio.Credevo che prima delle 5 non avrei finito.A mezzogiorno e mezzo, invece, già sbandieravo ai quattro venti il mio bel cedolino con tanto di trenta scritto a caratteri cubitali.
Così decisi di partire ieri sera.Arrivata a casa preparai le valigie e alle 20,30 presi i il pullman.A mezzanotte inoltrata arrivai a casa dei miei
Quel giorno c'eravamo sentiti giusto con un sms.Tanto per dirgli come era andato l'esame.Poi più nulla.
Oggi non sapevo cosa fare.Se chiamarlo o no.Se scrivergli e cosa.No.Neanche morta. Ora se voleva,la prossima mossa toccava a lui.
Così oggi pomeriggio sono uscita con una mia amica di vecchia data.Quella con cui ho diviso il banco dalla prima elementare alla terza media.Quella con cui anche se non ci frequentiamo più tanto,ogni volta che ci incontriamo è sempre come se ci fossimo lasciate il giorno prima.
Lei poteva dirmi qualcosa.Lei ed Alex si conoscono abbastanza bene.Forse avrebbe potuto darmi qualche consiglio.E proprio mentre passeggiavamo per il corso lui passa in macchina.Lei si gira a guardarlo.Io avrei volentieri fatto finta di non vederlo. Altro che imbarazzo...avrei voluto sparire!!Invece lui ha fatto il giro e si è fermato vicino a noi.
"Eccola qui...fammi salutare prima questa signorina qui!!"Si è avvicinato e mi ha dato due bacini.Abbiamo parlato un pò del più e del meno.Cazzate."Ora devo andare..ci vediamo dopo,ok??"
Dopo che la mia amica se n'è andata io camminavo da sola,quando l'ho visto con la coda dell'occhio.Ho fatto finta di non vederlo.Lui invece mi ha chiamata.Ha attraversato di corsa la strada e mi ha raggiunto. Che bello che era.Cazzo.
"Allora...quando sei arrivata??" "Ieri sera tardi.Dopo mezzanotte.Non c'è stato nenache nessuno che è venuto a prendermi.I miei mi hanno lasciato la macchina alla stazione..." "Potevi mandarmi un messaggino..venivo io". Ero lì a guardarlo senza parole. "Ti ho cercata su msn oggi...mi ha risposto tuo papà!!" Sono scoppiata a ridere. "Si..in effetti lo lascio sempre acceso.E lui sta spesso li vicino." Siamo rimasti lì a chiacchierare per un pò.Poi prima di andarsene mi ha chiesto "Che fai stasera??Esci??" "Boh...ancora non so...credo di si..." "Beh...allora...fatti sentire ok??".
Non solo mi aveva spiazzata.Mi aveva proprio messa fuori combattimento. Ora toccava a me la prossima mossa???E che accidenti gli avrei detto??Sapevo che comunque sarebbe uscito con i suoi amici.Mi presentavo lì come una deficiente a dirgli cosa??Da sola poi?? ...Lo odiavo.
Poi mi sono decisa.Sono uscita un pochino più tardi.Dopo le dieci.E gli ho mandato un sms. "Allora??Sei in giro?Dai se ci sei ti dò anche qualche news.." Le news in questione riguardano la faccenda che ci ha fatti conoscere. "Io sono in piazza.Sto aspettando degli amici per andare a bere qualcosa da qualche parte.Che notizie sono?? positive??" Sono arrivata in piazza.Diluviava.Non lo vedevo.Gli scritto dov'ero e mi ha raggiunta in macchina.Abbiamo parlato un pò.Non di noi.Ma neanche di cazzate. Ci siamo aperti un pò.Ci siamo raccontati qualche cosa di personale. Abbiamo messo a nudo un pò chi eravamo veramente. Siamo stati lì quasi un'oretta. Poi sono arrivati i suoi amici. Dovevano andare non so dove.
"Senti...signorina..domani sera io e te ci andiamo a mangiare una bella pizza!D'accordo??" Volevo morire. "Accidenti...domani sera non posso!" "Come non puoi???" "No..domani sera è il compleanno di Francesca.Non posso non andarci..." Francesca sarebbe una collaboratrice di mio papà da più di 20 anni. Per me è come una seconda mamma. "Che sòla che sei..." "Dai..lo sai...Francesca...è Francesca!Dai.. facciamo domenica sera??" "Capisco..lo so come siete in quel negozio.Una grande famiglia.Lo so quanto siete uniti.Non mi permetterei mai..Comunque domenica va bene. Però domani sera sarebbe stato perfetto..ce ne andavamo io e te..a mangiare fuori..." e io volevo morire.Ero andata in un brodo di giuggiole. Non riuscivo a crederci.Mi aveva invitata.Io e lui.E basta.Un appuntamento. "Lo so...il problema è che non so neanche a che ora finiamo...Dai...domenica sera!" "Allora..facciamo così signorina...intanto restiamo per domenica sera.Poi ci aggiorniamo comunque per domani sera.Magari se non fai troppo tardi..." Con un sorriso a 85 denti,che mi andava da un orecchio all'altro, "Va bene...restiamo così". "Vedi..potevamo uscire anche stasera.Solo che ho detto ai ragazzi che andavo con loro..e ora mi sembra brutto..." "No..non ti preoccupare..capisco..." "Beh...comunque la colpa è tua...che non mi hai detto quando arrivavi.Non mi hai detto se ieri o oggi...io pensavo che arrivavi oggi..e poi che ne so...magari eri stanca del viaggio..e non ti andava di uscire..." "Beh... ma se tu non chiedi..." Mi ha guardato con quegli occhioni verdi "Hai sempre ragione tu,eh??" "Eh si..." "Va bene piccolina...a domani allora!" E' sceso dalla mia macchina e io sono andata via.
A distanza di due ore ho ancora un sorriso da ebete stamapato sulla faccia!!!!!!!
Arriverà mai domenica sera??????????

 
 
 

Post N° 12

Post n°12 pubblicato il 12 Novembre 2007 da calypso13

Avete mai avuto la sensazione di aver perso il treno??(No,non quello delle ferrovie dello stato...quello di sicuro non lo si perde mai!!)Il treno...l'occasione.Quella che credevate di avere in pugno..quella che avete pensato "ormai è fatta!" e poi,tiè, nel giro di un attimo tutto è cambiato??
Ecco...è quello che sento sia successo con Alex.Mi sa che è da mettere in archivio ormai.
Anche se a fatica, sembrava che avessimo scoperto che qualcosa sotto tra di noi c'era..o almeno poteva esserci.A tratti esplicitamente,a tratti velatamente comunque c'eravamo detti di piacerci.Fino a dieci giorni fa.Poi..puff..non ho capito cos'è successo.Ha iniziato a farsi sentire di meno,sempre di corsa e a evitare elegantemente l'argomento.Siamo tornati più indietro del punto di partenza. Si è creato un abisso tra di noi...l'unica cosa che siamo capaci di fare è...gli indifferenti. Come se nulla fosse successo,come se nulla ci fossimo detti.Non si accenna più a quando ci vedremo.Nè tantomeno a quello che potrebbe succedere (il che in teoria dovrebbe avvenire questo fine settimana!).
Abbiamo perso il treno. O almeno IO sento di averlo perso.Perchè lui non mi sembra molto dispiaciuto per questa grave perdita.
Forse non è neanche mai passato questo benedetto treno.Arrivo quasi a pensare di essermelo immaginato... Ma non può essere.Le nostre conversazione le ho lette e rilette...e qualcosa di vero sotto c'era.E lo conosco anche abbastanza bene per sapere che non mi stava prendendo per i fondelli.E non sono neanche una stupida da non capire quando si scherza e quando si parla sul serio.E' stato un momento.. un attimo in cui tutto è cambiato.Lui è cambiato.
Non so cosa sia successo...
Però so che più di quello che ho fatto non potrei fare.Più di quanto ho spinto non potrei spingere. Non fa parte del mio carattere...del mio modo di essere e di fare. Forse sarebbe stato bello. Forse no.
Ma ora non voglio più pensarci.Se il treno è passato... pazienza...non ho fatto in tempo a saltarci sopra...

 
 
 
Successivi »
 
 
 
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
 

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

maledetta82andreaaesterluna0abramo50ArvaliusMora_Carolitainfedele2005giriniselena8primavergocciarcobalenogrjennyIl_tuo_professoretania.e.shuranenicchia