Creato da braveheart800 il 08/04/2007
l'è el mè paes

Padania in Festa

Spot Lega Nord

 

VIENI CON NOI!

immagine
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Tag

 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 5
 

Area personale

 

Ultime visite al Blog

painzcristina.chiappagigettoerpiunavy67TOVARlSHstefanoborghesidaddy47Denissenkovbaol0rosannablufihopelove10madmetaljpsantinatoehlagunakromam.napoli8
 
 

 

Lufthansa, sì all'hub Malpensa

Post n°319 pubblicato il 30 Giugno 2009 da braveheart800

ItaliaOggi 
Numero 153, pag. 8 del 30/6/2009 
 
Lufthansa, sì all'hub Malpensa 
 
L'a.d. del vettore tedesco, Mayrhuber, conferma gli obiettivi di investimento sullo scalo varesino 
Chiesti dieci slot in più da utilizzare a partire da ottobre 
Niente «promesse eccessive» sullo sviluppo di Malpensa, ma l'importante conferma che tornerà a essere un hub. È la linea dell'amministratore delegato di Lufthansa, Wolfgang Mayrhuber, che ieri ha incontrato il sindaco di Milano, Letizia Moratti, e il numero uno di Sea, Giuseppe Bonomi, per il primo di una serie di incontri destinati a essere «regolari».
Il suo «modus operandi», ha detto, Mayrhuber, è quello di «procedere passo dopo passo», non creare «aspettative eccessive». Per questo il manager ha evitato di stabilire una data per il ritorno dell'hub, ma è chiaro che in un periodo in cui il trasporto aereo è colpito duramente dalla crisi, già confermare gli obiettivi di investimento sullo scalo varesino non era un risultato scontato.
Se poi, come è stato evidenziato a Palazzo Marino, questi investimenti sono già superiori a quelli previsti (nove aerei a Malpensa contro sei) e all'ultima conferenza Iata sono stati chiesti dieci slot in più da utilizzare a partire da ottobre, si capisce quanto il vettore tedesco creda nel mercato locale. Il bacino di utenza potenziale di Malpensa, ha ricordato Letizia Moratti, è di 17-18 milioni di passeggeri in grado di raggiungere lo scalo in un'ora e mezza. Per renderlo reale servono però collegamenti stradali e ferroviari migliori di quelli attuali.
Per questo il sindaco di Milano ha confermato a Mayrhuber che da dicembre il treno Malpensa express, che collega l'aeroporto alla stazione di Cadorna, ribattezzato metropolitana ad alta velocità, avrà treni in partenza ogni 15 minuti e impiegherà 25 minuti a percorrere il tragitto. Sono state inoltre finanziate infrastrutture viarie e ferroviarie come la Milano-Torino, la Milano-Roma, la Brebemi e la Pedemontana.
Oltre al trasporto di passeggeri, la partnership strategica con Lufthansa include il settore manutenzione, con l'affidamento esclusivo dell'hangar di Malpensa a Lufthansa technik dal 1° luglio, e il settore cargo. Da Malpensa parte già il 50% delle merci italiane, ma sono 600 mila le tonnellate commerciali che potenzialmente potrebbero volare dallo scalo varesino, incrementando il traffico. Attualmente Lufthansa Italia opera 182 frequenze settimanali su Malpensa e altre 300 sono operate dai vettori di Star alliance.
«In questa industria», ha sottolineato ancora Mayrhuber, «è difficile fare utili, ma Lufthansa è ferma nelle sue intenzioni e aumentare la nostra presenza a Malpensa è indice dell'importanza che ha per noi questo mercato. Lufthansa Italia è volta a lavorare per questa area del mondo e lo dimostrano i nostri investimenti non solo in aerei, ma anche in manutenzione e infrastrutture».
Dal canto suo, Bonomi ha ricordato che il vettore tedesco, per quota di mercato, «è già oggi il nostro vettore di riferimento al terminal 1 di Malpensa», e a maggior ragione lo sarà a giugno 2010, quando si riuniranno a Malpensa i numeri uno di tutte le società di gestione degli scali europei.
Quanto alla partenza dei primi voli a lungo raggio targati Lufthansa, «serve prima costruire un network di traffico a corto e medio raggio». Per ribadire il concetto, l'amministratore delegato del vettore tedesco ha usato una metafora: «Per diventare professore ogni bambino deve prima fare l'asilo, le elementari, le superiori e l'università». In ogni caso, Lufthansa Italia «sta crescendo più velocemente del previsto» e si prepara a diventare professore.
Infine, in merito al ricorso alle autorità europee per rompere il monopolio di Alitalia sulla rotta Linate-Fiumicino, Mayrhuber ha detto di non essere stato al corrente dell'azione legale, ma ha aggiunto che «sicuramente vorremo tenere aperta la nostra posizione su questa rotta».

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

VIVA WORLD CUP

Post n°318 pubblicato il 17 Giugno 2009 da braveheart800

Questo il programma della 3a edizione, VIVA WORLD CUP che si svolgerà in Padania dal giorno 22 al 27 Giugno 2009.

A questa manifestazione calcistica parteciperà la Nazionale di Calcio della Padania, già campione nel 2008 della Viva World Cup che si è disputata in Lapponia.

L'ingresso negli stadi è gratuito.

Ecco il calendario delle partite:

22 GIUGNO a Novara c/o Stadio Silvio Piola

17.00: Gozo - Provenza

21.00: Padania - Occitania

23 GIUGNO a Varese c/o Stadio Franco Ossola

17.00: Provenza - Lapponia

21.00: Occitania - Kurdistan

24 GIUGNO a Brescia c/o Stadio Mario Rigamonti

17.00: Lapponia - Gozo

21.00: Kurdistan - Padania

25 GIUGNO a Varese c/o Stadio Franco Ossola

17.00: 1ª Semifinale

21.00: 2 ª Semifinale

26 GIUGNO a Brescia c/o Stadio Mario Rigamonti

17.00: Finale 5° e 6° posto

21.00: Finale 3° e 4° posto

27 GIUGNO a Verona c/o Stadio Marcantonio Bentegodi

15.00: Friendly Match

17.00: Finale 1° e 2° posto

Sosteniamo la nostra Nazionale!

PADANIA LIBERA!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

PONTIDA 2009

Post n°317 pubblicato il 14 Giugno 2009 da braveheart800

                                           

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

EUROPA, BERLUSCONI FRENATO DAL FANGO

Post n°316 pubblicato il 08 Giugno 2009 da braveheart800

 

 


ZOOM +

 

Lega al 10%. Gossip-boomerang per Franceschini (-7)

Pdl lontano dall’obiettivo del 40%, ma per il Pd è autentica débacle
Il Carroccio ripete il boom del ’96, i pettegolezzi premiano Di Pietro

di Redazione. Milàn – “Sono soddisfatto”. E’ lapidario Umberto Bossi davanti al 10 e mezzo strappato dalla Lega Nord alle Europee. Forse non ci credeva neppure lui, che poco prima dello spoglio aveva messo le mani avanti: “Alla nostra gente di questa Europa importa poco, da noi ci si muove di più per le politiche”. Invece i padani hanno premiato il Carroccio col voto per Bruxelles per l’impegno dimostrato in un anno di governo, ma anche per le sfide che i leghisti si apprestano ad affrontare in Europa. Lo ricorda bene Roberto Cota, presidente dei deputati leghisti, il primo ad azzardare un’analisi del voto.

VOTI OPERAI. “La Lega avanza anche in Emilia e Toscana – rileva il segretario nazionale piemontese -. Sta diventando movimento di riferimento, chi votava a sinistra ora vota Lega. Le battaglie sull'immigrazione pagano. Noi daremo voce a un'Europa diversa, la Turchia non deve entrare in Europa”. In realtà il 10,5 delle Europee traina il Carroccio su tutto il territorio padano.

VOTI MANCATI. In Veneto tra Lega e Pdl si è giocata una battaglia all’ultimo voto. Ed è per meno di un punto percentuale che alla Lega (28,4%) è sfumato il sorpasso sul Pdl (29,3%). Un peccato, ma non è certo il Carroccio a recriminare per i voti mancati: il Pdl resta ben lontano dal 40-45% a cui puntava Silvio Berlusconi, anche se la formazione del centrodestra cresce rispetto al 32,5% delle europee del 2004 dalla (somma dei voti di Fi e An) e cala leggermente rispetto al 37,5% delle ultime politiche.

VOTI DIROTTATI. Berlusconi se l’è presa con l’astensionismo: l’affluenza è stata solo del 66,5% (nel 2004 era del 72,9%) e tra i “disertori” dei seggi potrebbero esserci tanti elettori del Pdl rimasti colpiti dalle badilate di fango scagliate dalla sinistra contro il Cavaliere durante la campagna elettorale. Una strategia che non ha portato gli sperati vantaggi a Dario Franceschini.

VOTI INCASSATI. Il Cicca-Cicca segna dunque l’ennesimo autogoal nella porta del Pd, che carambola più in basso di 7 punti rispetto alle politiche del 2008, a quota 26%. Il livore antiberlusconiano premia invece Tonino Di Pietro che ringrazia Franceschini del travaso e incassa: l’Italia dei valori raddoppia e arriva all’8%. Ed ora tocca agli scrutini delle amministrative.

WWW.ILPADANO.COM

8 giugno 2009

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

TUTTI A PONTIDA!!!!

Post n°315 pubblicato il 05 Giugno 2009 da braveheart800

      image

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

FEDERALISMO E' LEGGE!

Post n°314 pubblicato il 24 Maggio 2009 da braveheart800

                                      

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

STOP CLANDESTINI!

Post n°313 pubblicato il 24 Maggio 2009 da braveheart800

                                            

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

PERCHE' VOTARE LEGA NORD!

Post n°312 pubblicato il 10 Maggio 2009 da braveheart800

                                        

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

APPROVATO IL PACCHETTO SICUREZZA

Post n°311 pubblicato il 06 Maggio 2009 da braveheart800

Oggi, alla Camera dei deputati, è stato approvato un importante trattato internazionale volto al contrasto della criminalità e all'accertamento del Dna in contrasto all'immigrazione clandestina.
Si tratta di un altro importante successo del pacchetto sicurezza, inserito nel programma di governo dalla LEGA NORD e dal Ministro dell'Interno Maroni.
Il trattato di Prum, chiamato anche «Schengen 2», è stato firmato a Prum (Germania) il 27 maggio 2005 tra sette Paesi dell'Unione europea (Belgio, Francia, Germania, Spagna, Lussemburgo, Paesi Bassi, Austria) ed è aperto all'adesione e ratifica di altri Paesi dell'Unione.
Rispetto agli accordi di Schengen è un completamento, poiché mira a rafforzare la cooperazione transfrontaliera nella lotta ai fenomeni del terrorismo, della immigrazione clandestina, della criminalità internazionale e transnazionale e permette lo scambio di informazioni concernenti dati informatici relativi a impronte digitali e dati genetici (DNA).
L'Accordo di Prum enumera i settori di applicazione e, in particolare, prevede disposizioni concernenti lo scambio di dati relativi a DNA e impronte digitali, lo scambio di informazioni su persone inquisite, sugli autoveicoli e i proprietari degli stessi, sul possibile utilizzo di Sky Marshalls a bordo degli aerei da parte dei Paesi che intendano avvalersi di tale strumento, sulla falsificazione di documenti, sui rimpatri congiunti e i pattugliamenti congiunti di frontiera. Per quanto attiene alla lotta all'immigrazione clandestina è previsto anche l'invio di Ufficiali di collegamento esperti in falsi documentali nei Paesi di origine dei flussi migratori irregolari.
L'Accordo prevede anche la possibilità di costituire squadre miste per forme di intervento comune nel territorio di uno degli Stati contraenti e la mutua assistenza in occasione di manifestazioni di massa, catastrofi ed altre gravi calamità.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

IL FEDERALISMO FISCALE E' LEGGE!!!

Post n°310 pubblicato il 30 Aprile 2009 da braveheart800

Mercoledi' 29 aprile è una data che entrerà nella storia. In quella Lega e in quella di tutto il Paese. Oggi, il Senato ha dato il via libera definitivo al ddl sul federalismo che diventa dunque legge dello Stato. A favore hanno votato Pdl, Lega e Italia dei Valori. Il Pd si è astenuto (tranne Marco Follini, che ha espresso voto contrario) e l'Udc ha votato contro. I voti favorevoli sono stati 154, i contrari 6 e 87 gli astenuti. Grande soddisfazione nelle fila del Carroccio che, pur sottolineando l'importanza del dialogo, che ha portato all'approvazione del ddl dopo 6 mesi di dibattito in Parlamento, rivendica anche quella che e' una propria battaglia. "Questa battaglia - scandisce tra gli applausi il capogruppo Federico Bricolo - l'abbiamo iniziata da soli, con la stampa e i partiti della Prima Repubblica contro. L'abbiamo portata avanti fuori dai palazzi e col popolo. E' stata una battaglia dal basso e per questo ringraziamo i tanti militanti che da anni con le scritte, i manifesti, i gazebo, hanno continuato a portarla avanti". Sono gli stessi toni usati dal ministro dell'Interno Roberto Maroni ("E' un giorno storico"), e dal capogruppo alla Camera, Roberto Cota: "Non si torna piu' indietro, e' la fine del centralismo". Tutti i ministri della Lega sono in Aula al momento del si' finale e i senatori sventolano i fazzolettoni verdi con il simbolo del Carroccio. Poi Umberto Bossi si è riunito con i suoi per festeggiare.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »

 


PADANIA FREEDOM  CAMPAIGN MADE IN PADANIA

immagine

                                                         immagine

 

Italy VS Eu

 

Spot Lega Nord

 

 

15 settembre 1996:Nasce la Padania

 

MGP BRIANZA

SOLIDARIETA' AL POPOLO
MYANMAR, SCOSSO DALLA
FEROCE REPRESSIONE
MILITARE DELLA CINA
PERCHE' IN CERCA DELLA
PROPRIA LIBERTA'

 

Dichiarazione d'Indipendenza della Padania

 

Il Leghista



 

Serenissimi:Patrioti Veneti

 

I manifesti storici della Lega Nord