Creato da peschina80 il 20/11/2006
superare le difficoltà con un sorriso,è l'unica arma che abbiamo
Desiderata

Va' serenamente in mezzo al rumore e alla fretta
e ricorda quanta pace ci puo' essere nel silenzio.

Finche' e' possibile senza doverti arrendere conserva
i buoni rapporti con tutti.

Di' la tua verita' con calma e chiarezza, e ascolta gli altri,
anche il noioso e l'ignorante, anch'essi hanno una loro storia da raccontare.
Evita le persone prepotenti e aggressive, esse sono un tormento per lo spirito.

Se ti paragoni agli altri, puoi diventare vanitoso e aspro,
perche' sempre ci saranno persone superiori ed inferiori a te.

Rallegrati dei tuoi risultati come dei tuoi progetti.
Mantieniti interessato alla tua professione, benche' umile;
e' un vero tesoro rispetto alle vicende mutevoli del tempo.

Sii prudente nei tuoi affari, poiche' il mondo e' pieno di inganno.
Ma questo non ti impedisca di vedere quanto c'e' di buono;
molte persone lottano per alti ideali, e dappertutto la vita e' piena di eroismo.

Sii te stesso. Specialmente non fingere di amare.
E non essere cinico riguardo all'amore,
perche' a dispetto di ogni aridita' e disillusione esso e' perenne come l'erba.

Accetta di buon grado l'insegnamento degli anni,
abbandonando riconoscente le cose della giovinezza.

Coltiva la forza d'animo per difenderti dall'improvvisa sfortuna.
Ma non angosciarti con fantasie.

Molte paure nascono dalla stanchezza e dalla solitudine.
Al di la' di ogni salutare disciplina, sii delicato con te stesso.

Tu sei un figlio dell'universo, non meno degli alberi e delle stelle;
tu hai un preciso diritto ad essere qui.
E che ti sia chiaro o no, senza dubbio l'universo va schiudendosi come dovrebbe.

Percio' sta in pace con Dio, comunque tu Lo concepisca,
e qualunque siano i tuoi travagli e le tue aspirazioni,
nella rumorosa confusione della vita conserva la tua pace con la tua anima.

Nonostante tutta la sua falsita', il duro lavoro e i sogni infranti,
questo e' ancora un mondo meraviglioso. Sii prudente.

Fa di tutto per essere felice. 

 

FACEBOOK

 
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

 

« Un pò di poesia...PANE E NUTELLA »

Ma quanti bigotti esistono ancora in Italia?

Post n°26 pubblicato il 07 Settembre 2007 da peschina80
 

Stavo leggendo un articolo su libero, e leggendo una risposta ad uno di questi, sono rimasta sotto choc, quindi ve la riporto qua sotto, prima di commentare, anche se si commenta da sola:

madre di famiglia ha scritto ( 7 settembre 2007, ore 19:11)

Trovo Simona Ventura di una indecenza estrema e ritengo moralmente indegno di una dipendete Rai affidare la selezione del suo guardaroba a una coppia di stilisti omosessuali.La Rai in quanto rete nazionale e come tale espressioen di una societa cristiana dovrebbe censurare tali scelte e imporre alla signora Ventura un look piu adeguato.Vestendo abiti disegnati da omosessuali che messaggio mandiamo ai nostri bambini?siamo alla deriva

Cioè ma scherziamo???? siamo nel 2007 e ancora esiste gente che discrimina gli omosessuali???

trovo vergognoso e indecente ciò che la signora ha scritto.

Si faccia un esame di coscienza, lei che è una così brava persona piena di valori morali, cosa vuole insegnare ai suoi figli, la DISCRIMINAZIONE???

E poi lei che è così cristiana non sa che Dio ci ha creato tutti uguali???

Non sono le preferenze sessuali che ci diversificano, sono le persone IGNORANTI E BIGOTTE come lei che fanno sì che la solidarietà umana non esista più.

I suoi bambini invece di scandalizzarsi per i vestiti disegnati da omosessuali, dovrebbero vergognarsi di avere una madre gretta e ignorante come lei.


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/dolceamarezza/trackback.php?msg=3225169

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
Nessun Commento
 
 

Lentamente muore chi diventa schiavo dell'abitudine, ripetendo ogni
  giorno gli stessi percorsi,
  chi non cambia la marcia,
  chi non rischia e cambia colore dei vestiti,
  chi non parla a chi non conosce.
  Muore lentamente chi evita una passione,
  chi preferisce il nero su bianco
  e i puntini sulle "i" piuttosto che un insieme di emozioni,
  proprio quelle che fanno brillare gli occhi, quelle che
  fanno di uno sbadiglio un sorriso, quelle che fanno battere il cuore
davanti all'errore e ai sentimenti.
  Lentamente muore chi non capovolge il tavolo,
  chi e' infelice sul lavoro,
  chi non rischia la certezza per l'incertezza per inseguire un sogno,
   chi non si permette almeno una volta nella vita di fuggire ai
consigli sensati.
  Lentamente muore chi non viaggia,
  chi non legge,
  chi non ascolta musica, chi non trova grazia in se stesso.
  Muore lentamente chi distrugge l'amor proprio, chi non si lascia
  aiutare; chi passa i giorni a lamentarsi della propria sfortuna o
  della pioggia incessante.
  Lentamente muore chi abbandona un progetto prima di iniziarlo,
  chi non fa domande sugli argomenti che non conosce, chi non
  risponde quando gli chiedono qualcosa che conosce.
  Evitiamo la morte a piccole dosi, ricordando sempre che essere
  vivo richiede uno sforzo di gran lunga maggiore del semplice fatto
  di respirare.
  Soltanto l'ardente pazienza porterà al raggiungimento di una
  splendida felicità.

P. Neruda

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

mariomancino.mvirgylomizar_ameriluna46ilarianaccaratoo_splendidosognomatteopassarellirodolfo666Blondangel84pipolo_acominato.paolobebbebAngiolettaSmilealfredoiudioly_602007
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.