Creato da peschina80 il 20/11/2006
superare le difficoltà con un sorriso,è l'unica arma che abbiamo
Desiderata

Va' serenamente in mezzo al rumore e alla fretta
e ricorda quanta pace ci puo' essere nel silenzio.

Finche' e' possibile senza doverti arrendere conserva
i buoni rapporti con tutti.

Di' la tua verita' con calma e chiarezza, e ascolta gli altri,
anche il noioso e l'ignorante, anch'essi hanno una loro storia da raccontare.
Evita le persone prepotenti e aggressive, esse sono un tormento per lo spirito.

Se ti paragoni agli altri, puoi diventare vanitoso e aspro,
perche' sempre ci saranno persone superiori ed inferiori a te.

Rallegrati dei tuoi risultati come dei tuoi progetti.
Mantieniti interessato alla tua professione, benche' umile;
e' un vero tesoro rispetto alle vicende mutevoli del tempo.

Sii prudente nei tuoi affari, poiche' il mondo e' pieno di inganno.
Ma questo non ti impedisca di vedere quanto c'e' di buono;
molte persone lottano per alti ideali, e dappertutto la vita e' piena di eroismo.

Sii te stesso. Specialmente non fingere di amare.
E non essere cinico riguardo all'amore,
perche' a dispetto di ogni aridita' e disillusione esso e' perenne come l'erba.

Accetta di buon grado l'insegnamento degli anni,
abbandonando riconoscente le cose della giovinezza.

Coltiva la forza d'animo per difenderti dall'improvvisa sfortuna.
Ma non angosciarti con fantasie.

Molte paure nascono dalla stanchezza e dalla solitudine.
Al di la' di ogni salutare disciplina, sii delicato con te stesso.

Tu sei un figlio dell'universo, non meno degli alberi e delle stelle;
tu hai un preciso diritto ad essere qui.
E che ti sia chiaro o no, senza dubbio l'universo va schiudendosi come dovrebbe.

Percio' sta in pace con Dio, comunque tu Lo concepisca,
e qualunque siano i tuoi travagli e le tue aspirazioni,
nella rumorosa confusione della vita conserva la tua pace con la tua anima.

Nonostante tutta la sua falsita', il duro lavoro e i sogni infranti,
questo e' ancora un mondo meraviglioso. Sii prudente.

Fa di tutto per essere felice. 

 

FACEBOOK

 
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

 

« Ma quanti bigotti esisto...

PANE E NUTELLA

Post n°27 pubblicato il 08 Settembre 2007 da peschina80
 
Tag: my life

Sono ore che mi ingozzo. Sono ore che piango. Sono giorni che non esco.

Sto qua in apatia, senza un motivo apparente.

Ma dentro di me so cosa è.

Sento che non mi ama più come prima, sento che si sta allontanando anche se lui nega.

Ho paura di perderlo, stavamo progettando il nostro futuro insieme.

Mi sento una fallita, sia nello studio che nella vita affettiva, mi sento in colpa verso i miei, verso chi mi vuole bene. Sono una bugiarda.

Fingo che vada tutto bene e invece è uno schifo.

Non so come uscirne, sento di essere depressa.

Mi fa male vedermi così, io che ero il ritratto della felicità.

Non so davvero come uscirne.

Scusate lo sfogo, ma ne avevo e ne ho tanto bisogno.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/dolceamarezza/trackback.php?msg=3225336

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
rosynastar80
rosynastar80 il 09/09/07 alle 16:17 via WEB
devi reagire, trova qualcosa di bello nella quotidianità, i momenti duri purtroppo esistono, ci sono... Se lui non ti rende felice lascialo, ne troverai un altro. Non aver paura di affrontare la vita, va gustata fino in fondo, goditi la tua giovinezza senza farti tanti problemi. sii te stessa e sii felice di esserlo. un abbraccio!
(Rispondi)
Pugliesebello
Pugliesebello il 28/09/07 alle 23:25 via WEB
Aaaaa... come ti capisco! Potrei riscrivere parola per parola tutto quello che hai scritto tu (coniungandolo al maschile)! E' strano arrivano momenti della vita... in cui sembra che tutto ruoti male... dallo studio (anche se sto per laurearmi ma a 28 anni e non mi sento soddisfatto), alla vita affettiva (Sento che non mi ama più come prima, sento che si sta allontanando anche se lei nega), mi sento in colpa verso i miei, fingo che vada tutto bene e invece è uno schifo e mi sento obbligato a fingere che vada tutto bene. Mal comune mezzo gaudio? nn direi!
(Rispondi)
 
peschina80
peschina80 il 30/09/07 alle 14:26 via WEB
ciao pugliese, purtroppo non a tutti va sempre bene... dire che a me quasi mai va bene! SPero solo di avere qualche soddisfazione in futuo, magari in altre cose, di farmi una famiglia ad esempio... spero bene, anche per te baci
(Rispondi)
vita1954c
vita1954c il 24/12/07 alle 18:38 via WEB
Insomma..... un Buon Natale a tutti coloro che sono più sfortunati di noi ed infine a tutti gli amici cari che ho trovato in questo blog. Ognuno di voi è dentro il mio cuore e per ognuno di voi questa sera ci sarà una preghiera a Gesù Bambino perchè possa esaudire almeno un vostro desiderio. BUON NATALE. Carla
(Rispondi)
vita1954c
vita1954c il 30/12/07 alle 19:17 via WEB
Ho depositato sul tuo c/c numero 2008 presso la Banca della felicità, 365 di salute, fortuna e amore. Divertiti a prosciugare il conto.... Buon 2008 Carla
(Rispondi)
vita1954c
vita1954c il 17/01/08 alle 22:57 via WEB
Vogliamo aiutare Diana? Volete amici miei aiutarla? Compiamo un piccolo atto d'amore e di bontà, rinunciamo per una volta ad un taglio di capelli, ad una messa in piega, ad un rimmel e inviamo a lei qualcosa che possa aiutarla a trovare una casa. Questo è quello che oggi chiedo a voi......leggi da me..un abbraccio grande. Carla
(Rispondi)
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 

Lentamente muore chi diventa schiavo dell'abitudine, ripetendo ogni
  giorno gli stessi percorsi,
  chi non cambia la marcia,
  chi non rischia e cambia colore dei vestiti,
  chi non parla a chi non conosce.
  Muore lentamente chi evita una passione,
  chi preferisce il nero su bianco
  e i puntini sulle "i" piuttosto che un insieme di emozioni,
  proprio quelle che fanno brillare gli occhi, quelle che
  fanno di uno sbadiglio un sorriso, quelle che fanno battere il cuore
davanti all'errore e ai sentimenti.
  Lentamente muore chi non capovolge il tavolo,
  chi e' infelice sul lavoro,
  chi non rischia la certezza per l'incertezza per inseguire un sogno,
   chi non si permette almeno una volta nella vita di fuggire ai
consigli sensati.
  Lentamente muore chi non viaggia,
  chi non legge,
  chi non ascolta musica, chi non trova grazia in se stesso.
  Muore lentamente chi distrugge l'amor proprio, chi non si lascia
  aiutare; chi passa i giorni a lamentarsi della propria sfortuna o
  della pioggia incessante.
  Lentamente muore chi abbandona un progetto prima di iniziarlo,
  chi non fa domande sugli argomenti che non conosce, chi non
  risponde quando gli chiedono qualcosa che conosce.
  Evitiamo la morte a piccole dosi, ricordando sempre che essere
  vivo richiede uno sforzo di gran lunga maggiore del semplice fatto
  di respirare.
  Soltanto l'ardente pazienza porterà al raggiungimento di una
  splendida felicità.

P. Neruda

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

mariomancino.mvirgylomizar_ameriluna46ilarianaccaratoo_splendidosognomatteopassarellirodolfo666Blondangel84pipolo_acominato.paolobebbebAngiolettaSmilealfredoiudioly_602007
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.