Un blog creato da Dr.Sadix il 30/03/2006

Dr.Sadix Lab

Il piacere della scienza estrema

 
 
 
 
 
 

AREA PERSONALE

 
 
 
 
 
 
 

TAG

 
 
 
 
 
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Febbraio 2023 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28          
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

FACEBOOK

 
 
 
 
 
 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 4
 
 
 
 
 
 
 

 

 
« Esperimento No.0008Il motivo di tanta assenza »

Esperimento No.0009

Post n°15 pubblicato il 23 Giugno 2006 da Dr.Sadix
Foto di Dr.Sadix

E' arrivata l'estate e la temperatura si è alzata, per cui c'è bisogno di rinfrescare il laboratorio. Già in questi giorni, sto facendo dei test sulla sopportazione umana al calore, costringendo il mio assistente Mr.Masok a stare vestito come un eschimese freddoloso, ma non è ciò che tratterò oggi.

Infatti, l'esperimento odierno è nato dal fatto che nel laboratorio sto montando un ventilatore (e qui per "montando" non intendo l'accoppiamento, ma il processo di costruzione di qualcosa).

Prima di far partire l'esperimento, ho chiesto al mio assistente di controllare se c'era corrente nella presa elettrica, smontandola e mettendoci le mani dentro. Ne ho avuto la conferma sentendo l'odore di carne arrosto provenire dal corpo di Mr.Masok, al quale ho fatto simpaticamente un gavettone, che ha fatto sì che la corrente diventasse maggiore.

Dopo aver staccato la corrente, ho staccato Mr.Masok dalla presa e abbiamo montato il ventilatore seguendo le istruzioni, ma senza mettere la protezione per le pale, che abbiamo usato poi come scolapasta. Appena montato, ho attaccato la spina alla presa e ho premuto il pulsante per farlo partire, ma non è successo nulla.

Allora ho chiesto al mio assistente di rimanere fermo con la testa attaccata alle pale del ventilatore, mentre io sono andato a riattaccare la corrente che avevo staccato prima per togliere il corpo di Mr.Masok dalla presa. Il ventilatore allora è partito tagliando i capelli del mio assistente e sfregiandogli un po' la faccia.

Adesso che il ventilatore funziona, abbiamo fatto partire l'esperimento vero e proprio.
Per prima cosa ho usato tutte le banconote del portafogli di Mr.Masok, posizionandole davanti al ventilatore (puntato verso la finestra) e lasciandole cadere (come potete ben vedere in figura,in cui è rappresentata una patata". Ho notato che "delle banconote, lasciate cadere di fronte ad un ventilatore, volano via". Infatti sono volate fuori dalla finestra e per strada si è sentito urlare "evviva, sono ricco!".

Successivamente, ho voluto verificare che questa cosa avvenisse per qualsiasi oggetto, quindi ho preso il cellulare nuovo di Mr.Masok e l'ho posizionato davanti al ventilatore, l'ho lasciato e ho notato che è caduto a terra, rompendosi in mille pezzi. Quindi "un cellulare lasciato cadere in prossimità di un ventilatore, non vola via, ma cade a terra rompendosi".

Ho voluto proseguire l'esperimento, prendendo anche il palmare del mio assistente, che vedendomi da lontano, ha avuto l'idea di sdraiarsi a terra, in modo che se il palmare cadesse come ha fatto il cellulare, lui potrebbe evitare di farlo rompere. Però ho cambiato idea all'ultimo momento ed al posto de palmare ho preso un'incudine, che ho posizionato davanti al ventilatore e l'ho fatta cadere, notando che non è volata via, ma ha schiacciato Mr.Masok. Da qui ho scoperto che "un'incudine, lasciata cadere in prossimità di un ventilatore, non vola via, ma finisce a terra". Subito dopo, ho esultato per questa scoperta, colpendo con un martello il palmare del mio assistente.

Come ultima prova, ho voluto verificare che gli odori si propagano anche grazie allo spostamento d'aria. Ho posizionato Mr.Masok bendato e picchiato di fronte al ventilatore, chiedendogli di riconoscere gli odori che gli arrivavano. Sono andato in cucina e ho preso tutto il suo pranzo, portandolo in laboratorio. Ho posizionato un piatto di lasagne tra il ventilatore e il mio assistente, al quale ho chiesto che odore sentiva e mi ha risposto correttamente, dopo di che mi sono mangiato il suo piatto di lasagne. Poi è stato il turno del suo pollo arrosto, Mr.Masok ha indovinato ancora ed io mi son mangiato anche quello, poi son passato alla frutta, al dolce ed al caffè, tutti indovinati e tutti divorati da me. Per finire, ho chiamato il mio amico Sycho Kid e gli ho detto di posizionarsi davanti al ventilatore con il braccio alzato, in modo da esporre l'ascella. A questo punto Mr.Masok ha provato a dire qualcosa, ma è caduto a terra svenuto ed io ho potuto scoprire che "gli odori si propagano nella direzione dello spostamento di aria".

Anche oggi abbiamo imparato qualcosa di nuovo, non mi resta che darvi appuntamento al prossimo esperimento!

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 
 
 
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
 
 
 
 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

giovannifio_1977maxi1947BIRRINO982tommy39BariItaliaschicio1gnoseologoPirlaDiSaggezzasabimat80cp19bllizzz1ZAFIRA86toorresalottergspsicologiaforenseultimoni
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
 
 
 
 
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom