Creato da drunkenbutterfly0 il 12/12/2013
blog
 

 

Violenza

Post n°243 pubblicato il 27 Settembre 2019 da drunkenbutterfly0

Esistono vari tipi di violenza. Tra questi ho indubbiamente conosciuto la violenza verbale e psicologica.

Ne ho subita e ne sto subendo praticamente da quando ho memoria perché a farla nei miei confronti è chi mi dovrebbe invece sostenere, far sentire protetta e amata, ovvero mio padre.

Non le conto più le volte che mi sono sentita trattare come una stupida, urlare contro nel momento in cui non ero sull'attenti come lui avrebbe voluto. Non c'è da stupirsi poi, se nella vita mi sono sempre sentita un'insicura e un gradino sotto a tutti.

Quando vedo padri amorevoli, che adorano le proprie figlie, non nego che provo un misto di tenerezza e invidia. Vorrei sapere cosa si prova ad essere amate così.

Lo so che mi vuole bene, sono abbastanza grande per aver conosciuto e capito che tipo di persona lui sia, ma questo non mi basta per giustificare i suoi atteggiamenti troppo spesso assolutamente esagerati, arrivo a dire cattivi e gratuiti nei miei confronti.

Non so se riuscirò mai a perdonarglielo. 

Ma a volte mi dico che il mal voluto non è mai troppo perché addirittura ci lavoro insieme senza aver il "coraggio" di mollare e avere finalmente una mia totale indipendenza. Ho un senso del dovere troppo forte e probabilmente anche un po' di presunzione che mi fa pensare che lo lascerei in difficoltà.

Ma mi è rimasto solo lui, mia madre, che era l'opposto, se nè andata presto senza che io abbia mai avuto il coraggio di chiederle perché ha scelto una persona come lui. A lei non andava tanto meglio rispetto a me, ma ha sempre avuto un carattere diverso dal mio e forse è riuscita a perdonarlo, anche se sono certa ne soffrisse.

Credo proprio di non meritare questo trattamente visto il da fare che mi do non solo a lavoro, ma anche a casa sua dove da quando è morta mia madre, provvedo a praticamente tutto perchè lui non vuole nemmeno qualcuno che aiuti con le pulizie. 

Certo, lui mi stipendia e non mi fa pagare l'affitto della casa in cui abito che è sua, ma io francamente credo di ripagarlo alla grande con un grosso pezzo della mia cazzo di vita che fondamentalmente dedico a lui. Non credo sia poco e nemmeno dovuto da parte mia.

Ma tant'è...

 

 

 

 

 
 
 

vacanze, ricordo ormai lontano

Post n°242 pubblicato il 16 Settembre 2019 da drunkenbutterfly0

Le vacanze sono un ricordo lontano anche se sono rientrata a lavoro da soltanto due settimane.

Tutto il tran tran è ricominciato, coi suoi pro e i suoi contro. 

Ma ieri mi sono concessa mezza giornata di mare. La spiaggia era quasi vuota e il suono del mare era l'unico che udivo. Relax puro.

Un saluto a chi passa di qui.

 
 
 

...

Post n°241 pubblicato il 14 Marzo 2019 da drunkenbutterfly0

Non c'è un giorno in cui mi manchi di più perché ogni giorno manchi immensamente, ma sicuramente ci sono dei momenti in cui la tua assenza si fa , se possibile, più intensa.

Per esempio quando non sto bene. Quanto ti vorrei al mio fianco quando c'è qualcosa che non va e la paura mi annebbia la testa. 

Oppure quando sono felice. Non poter condividere con te i momenti belli li rende tali a metà. 

E' proprio vero quello che dicono: quando si perde qualcuno di molto caro si ripensa ai momenti della propria vita dividendoli tra prima e dopo la perdita e anche per me è così.

Ti amo mamma.

 
 
 

In bocca al lupo a me...e lunga vita al lupo!

Post n°240 pubblicato il 31 Gennaio 2019 da drunkenbutterfly0

Domani affronterò il mio primo (e spero ultimo) intervento chirurgico. Ho paura, non per l'intervento in sé che è poca cosa, in anestesia locale, ma per i risultati che dovrò poi attendere.

Incrocio le dita cercando di non farmi guastare l'umore e la vita da una preoccupazione giustificata ma immensa, troppo grande per essere sopportata a lungo. Così mi dico che è inutile preoccuparsi nell'attesa di avere il responso perché la mia preoccupazione non cambierà né le tempistiche dell'attesa né l'esito.

Penso a mia mamma, la vorrei qui con me in questo momento più che mai. D'altra parte però, non vorrei farle rivivere un dolore che purtroppo ha conosciuto  e allora mi dico che forse è meglio che non ci sia più, così non soffrirà.
E' forse un pensiero irrispettoso?
Non lo so.

 

 

 
 
 

Sweet past

Post n°239 pubblicato il 23 Gennaio 2019 da drunkenbutterfly0

Che strano, a volte si fatica per voltare pagina poi proprio quando ci si riesce, quel passato che ci si è lasciati alle spalle fa di nuovo capolino nelle vesti di persone con cui non hai più rapporti ad esempio.

Sento un misto di piacere e incredulità nel constatare che vogliono curiosare nella mia vita.

 
 
 
Successivi »
 

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 

I miei Blog Amici

Citazioni nei Blog Amici: 9
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

drunkenbutterfly0neimieipassipaneghessaDoNnA.Stiffanplshivasal16granorosaspagetiamorino11ildiariodellalindaelektraforliving1963mlr777Sky_Eaglequattrozeroquattroalesandradip
 

Ultimi commenti

Chi puō scrivere sul blog

Solo l'autore puō pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom