Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

Benvenuti :)

.

 

MUSICA ITALIANA



 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 61
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 

Meteo Vieste

 

OndaRadio - Redazione San Nicandro Frequenza FM

OndaRadio - Redazione San Nicandro
Frequenza FM 100.9

Ascolta la radio in diretta streaming
Servizio in fase di test, per le segnalazioni info@sannicandro.org

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

 

 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://ondaradio.info/

Ondaradio la radio del Gargano.

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

laboratoriotvforddissecheLady_Burtonpesce21piombo57tizventuotiottoocchialaiarobertoattolicorosannacoccolutoP.AntonioCurtogiovanni.rossi20pauradifarmaleandreame0
 

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 


Listener

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

 

« NOTIZIE UTILI/ L’assembl...Vieste/ Cantieri Sociali... »

Sanità/ Ripartono gli esami e i ricoveri. Ambulatori fino alle 20 anche di sabato. L’obiettivo di Regione e Asl è ridurre le li

Post n°26095 pubblicato il 01 Maggio 2020 da forddisseche

Sanità/ Ripartono gli esami e i ricoveri. Ambulatori fino alle 20 anche di sabato. L’obiettivo di Regione e Asl è ridurre le liste di attesa.  

  
 

Ambulatori potenziati con orario dalle 8 alle 20 anche nelle giornate di sabato e maxiacquisto di presta­zioni diagnostiche e specialistiche dalle cliniche private accreditate. Passa da questi pilastri la Fase 2 del­la sanità, ovvero il piano della Regio­ne per portare il sistema pugliese al­la normalità dalla prossima settima­na dopo la prima ondata dell’emer­genza Covid.

 

Due anche gli obiettivi principali: ridurre le liste d’attesa che si sono allungate a dismisura in questi mesi di stop e garantire prestazioni ai pugliesi che fino a febbra­io si curavano fuori regione.

 

Tutto il piano è nelle mani del di­rettore dipartimento Salute della Re­gione, Vito Montanaro. È lui, a capo della task force per l’emergenza Co­vid, ad aver firmato la circolare che la Regione invierà nelle prossime ore a tutte le Asl, ai due Policlinici e Irccs contenente tutte le disposizio­ni per la progressiva riapertura de­gli ospedali.

 

Fra le prime discipline che torneranno alla normalità ci so­no chirurgia generale, chirurgia to­racica, neurochirurgia, cardiochi­rurgia, cardiologia d’urgenza. Si par­tirà dalle prestazioni che erano diffe­ribili 60 giorni fa e che ora sono di­ventate urgenti. In questi due mesi quasi tutte le prestazioni (visite, esa­mi, ricoveri) non urgenti si sono fer­mate, tranne che per qualche ecce­zione come nel caso delle malattie oncologiche. Ora però anche le pre­stazioni che erano rinviabili due me­si fa sono diventate urgenti.

 

«L’intervento per l’ernia del disco programmato a febbraio e poi slitta­to - spiega non a caso il direttore Montanaro - adesso non è più diffe­ribile, visto che quella patologia nel frattempo può essersi aggravata o complicata». Il percorso è chiaro: «Se l’utente è in una lista di attesa, nel momento in cui ripartiremo con le prestazioni ambulatoriali e con i ricoveri - spiega il direttore genera­le dell’Asl Bari, Antonio Sanguedol­ce - sarà l’azienda a contattare il pa­ziente in attesa per ordine di priori­tà riprogrammando l’intervento o la visita».

 

Se invece il paziente non è in lista di attesa, accede tramite il pron­to soccorso in caso di urgenza o fa in­serire la sua prenotazione in lista tra­mite medico curante. Dunque non cambia nulla nel percorso per il pa­ziente. Cambiano invece le modali­tà da rispettare negli ospedali: sanificazione dei luoghi, mascherine ob­bligatorie per personale ospedalie­ro e paziente. Per ora si esclude la possibilità di sottoporre a tampone tutti i pazienti prima del ricovero.

 

A proposito di liste d’attesa, sono state sospese per due mesi, dal 9 marzo scorso, le agende delle presta­zioni differibili (cioè quelle da effet­tuare entro 60 giorni) e programmabili (entro 120 giorni).

 

La strategia del capo dipartimento regionale Montanaro punta su due canali: po­tenziare l’attività ambulatoriale e poliambulatoriale degli ospedali pubblici su appuntamento con pre­stazioni di radiodiagnostica o spe­cialistica medica con turni dalle 8 al­le 20, sabato compreso (con attività straordinaria o tramite nuove assun­zioni dove è possibile).

 

L’altro cana­le è quello dell’acquisto di prestazio­ni extra dalle cliniche private accre­ditate. La Regione intende sfruttare il budget non speso dalle cliniche private in questi due mesi a causa del Covid per acquistare prestazio­ni diagnostiche e ambulatoriali in più da qui a giugno (senza sforare i tetti annuali) di modo tale da smalti­re più rapidamente le liste d’attesa.

 

Sul tema la Regione ha intenzio­ne di convocare sindacati e parti da­toriali per concordare la stratega messa a punto. «Ma si tratta - fanno capire in Regione - di un’occasione unica per affrontare seriamente il problema delle liste d’attesa».

 

D’al­tronde il potenziamento delle pre­stazioni si rende necessario anche per assicurare le cure a tutti i puglie­si, diverse migliaia, che prima dello scoppio dell’emergenza Covid anda­vano negli ospedali del Centro-Nord per farsi curare. Quanto all’emergenza Covid, la Regione si prepara alla progressiva disattivazione, pun­tando a tenere attivi tra 600 e 800 posti letto di Terapia intensiva, Ma­lattie infettive e Pneumologa.

 

Antonello Cassano

 

repubblicabari

 
 
 
Vai alla Home Page del blog