Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

Benvenuti :)

.

 

MUSICA ITALIANA



 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 61
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 

Meteo Vieste

 

OndaRadio - Redazione San Nicandro Frequenza FM

OndaRadio - Redazione San Nicandro
Frequenza FM 100.9

Ascolta la radio in diretta streaming
Servizio in fase di test, per le segnalazioni info@sannicandro.org

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

 

 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://ondaradio.info/

Ondaradio la radio del Gargano.

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

forddissecheLady_Burtonlaboratoriotvpesce21piombo57tizventuotiottoocchialaiarobertoattolicorosannacoccolutoP.AntonioCurtogiovanni.rossi20pauradifarmaleandreame0
 

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 


Listener

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

 

« Vieste/ Nobiletti: "Regi...BOLLETTINO EPIDEMIOLOGIC... »

Sulle orme dei Pellegrini (di S. Michele) – esperienze turistiche uniche a Monte Sant’Angelo, sabato 18 e domenica 19 luglio 20

Post n°26652 pubblicato il 16 Luglio 2020 da forddisseche

Sulle orme dei Pellegrini (di S. Michele) – esperienze turistiche uniche a Monte Sant’Angelo, sabato 18 e domenica 19 luglio 2020

  
 

Il legame del Pellegrino con la sacralità dei luoghi ha attribuito a Monte Sant’Angelo una posizione strategica ed una valenza europea nella storia dei diversi cammini, tra i quali quello Francigeno e, più in particolare, quello Micaelico. Sulle orme dei pellegrini (di San Michele)”, finanziato con il programma “ INPUGLIA365 CULTURA, NATURA, GUSTO 2020”,  vuole promuovere e valorizzare la cultura dei Cammini e la figura del Pellegrino esaltando le risorse storico-artistiche, gli insediamenti tipici rurali e naturalistici e le risorse enogastronomiche della Via Micaelica.

Proponiamo esperienze turistiche uniche, realizzabili solo a Monte Sant’Angelo, dove millenni di storia hanno scritto tradizioni che sono identificative di questo territorio.

SABATO 18 LUGLIO 2020  ore 8.00 partenza da Macchia Posta. Monte Sant’Angelo. Escursione lungo il sentiero Scannamugliera. L’escursione lungo il cammino che percorre il sentiero ‘Scannamugliera’ (con partenza dalla frazione Macchia di Monte Sant’Angelo), con guide escursionistiche specializzate, fino alla chiesa di San Benedetto a Monte Sant’Angelo. Di questo cammino si conserva la testimonianza sbalzata nell’XI pannello delle porte di bronzo di Montecassino.L’antica mulattiera, ora restaurata, attrezzata e messa in sicurezza, era percorsa dai pellegrini sin dalle origini del culto di San Michele. target con esigenze specifiche: pet friendly.

Visita guidata alla chiesa rupestre nello Jazzo di Ognissanti. visita guidata alla chiesa rupestre `Jazzo di Ognissanti’ che si trova lungo il sentiero ‘Scannamugliera’. Lo Jazzo consiste in un sistema di grotte su più livelli, di muri a secco, di recinti e di scalinate intagliate nella roccia. In una delle stalle appaiono alcuni affreschi trecenteschi. Nella chiesa rupestre di Ognissanti, tappa rituale e devozionale dei pellegrini, si trova l’immagine dell’arcangelo Michele affiancata da una Madonna con bambino. Target con esigenze specifiche: pet friendly.

ore 11.30 Chiesa di San Benedetto. Monte Sant’Angelo. Rito-concerto Ufficio delle Tenebre. Una lectio, che prevederà anche l’esecuzione di alcuni brani eseguiti con l’organo a canne del ‘600, del rito pasquale “Ufficio delle Tenebre”, autentica e pregevole singolarità del patrimonio musicale sacro e popolare.L’ampia navata della chiesa di San Benedetto echeggia di canti corali e monodici lenti e solenni: si tratta del  Mattutino delle Tenebre, riferito, nei rituali liturgici pre-conciliari, alla  Feria VI in Parascéve e delle letture cantate (o  Lezioni) di alcuni passi delle  Lamentazioni del profeta Geremia e dell’  Epistola agli Ebrei. La lunga preghiera, accompagnata dal suono dell’organo a canne del Seicento, termina con le note commoventi e drammatiche di uno straordinario  Miserére, ovviamente in Latino. Target con esigenze specifiche: disabili, famiglie con bambini.

ore 18.00 Chiesa di San Benedetto. Monte Sant’Angelo. L’addurìfeche (l’odore) con lo Storico locale Ernesto Scarabino. Apertura straordinaria e Fruizione innovativa della chiesa di San Benedetto.L’ addurìfeche vuole dare la sensazione olfattiva degli aromi che imbalsamarono il corpo del Crocifisso. target con esigenze specifiche: disabili, famiglie con bambini.

DOMENICA 19 LUGLIO 2020  ore 8.30 partenza dal Santuario di San Michele Arcangelo. Monte Sant’Angelo. Escursione che dal Santuario di San Michele porta a Madonna degli Angeli. Un’escursione che dal Santuario di San Michele porta nel verde incontaminato e naturale del sito Madonna degli Angeli, a circa 3 km dal centro abitato di Monte Sant’Angelo, facendo tappa al “Palo del camminatore” piantato dall’associazione Monte Sant’Angelo Francigena nell’agosto 2019 e che indica direzioni e distanze delle maggiori mete della via Francigena.Si tratta di un’antica tradizione di Monte Sant’Angelo concludere le celebrazioni della Pasqua alla chiesetta della Madonna degli Angeli che si ritiene fondata da S. Francesco d’Assisi in persona e dedicata alla Madonna degli Angeli, della quale fu sempre devotissimo, mentre era di ritorno dal pellegrinaggio alla Grotta di San Michele attorno al 1216. Target con esigenze specifiche: famiglie con bambini, pet friendly.

ore 11.00 Chiesetta di Madonna degli Angeli. Monte Sant’Angelo. Laboratorio esperienziale Culturale ed enogastronomico sui dolci della tradizione. Laboratorio esperienziale culturale ed enogastronomico sui dolci della tradizione pasquale tenuto da uno dei fornai/pasticceri di Monte Sant’Angelo. Sul prato adiacente alla chiesetta il fornaio farà una narrazione dei dolci pasquali tipici di Monte Sant’Angelo, raccontandone l’origine, le modifiche delle ricette nei secoli e i segreti delle ricette attuali. Alla fine del laboratorio esperienziale verrà consegnato ai presenti un sacchetto con i prodotti tipici “. Target con esigenze specifiche: disabili, famiglie con bambini.

ore 12.00 Chiesetta di Madonna degli Angeli. Monte Sant’Angelo. Concerto di musica sacra all’aperto della violoncellista Michela Celozzi. Sul prato adiacente alla chiesetta la violoncellista Michela Celozzi terrà un concerto di musica sacra. Michela Celozzi in orchestra ha suonato con Claudio Baglioni. Amii Stewart, Katia Ricciarelli, Cecilia Gasdias, AlBano, Michele Placido, Mario Biondi, Gianni Morandi, Teresa Salgueiro, Valerio Zelli, Roberto Vecchioni, Fabio Concato, Mauro Pagani. Tra il 2017 ed il 2018 è stata impegnata con il tour di Renato Zero “Zerovskij…solo per amore” uscito nelle maggiori sale italiane a Marzo 2018 in versione cinematografica. Target con esigenze specifiche: famiglie con bambini, pet friendly.

TUTTE LE ATTIVITA’ SONO GRATUITE. E’ OBBLIGATORIA LA PRENOTAZIONE. Adesione su prenotazione; Limitazione dei posti; Accesso contingentato; Distanziamento sociale; Uso di mascherine nella navetta e nei luoghi chiusi; Hostess e/o Steward che facciano rispettare le regole anti covid.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog