Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

Benvenuti :)

.

 

MUSICA ITALIANA

 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 63
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Dicembre 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 

OndaRadio - Redazione San Nicandro Frequenza FM

OndaRadio - Redazione San Nicandro
Frequenza FM 100.9

Ascolta la radio in diretta streaming
Servizio in fase di test, per le segnalazioni info@sannicandro.org

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

 

 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://ondaradio.info/

Ondaradio la radio del Gargano.

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

forddissechePetunia67QuartoProvvisoriolaboratoriotvottavianocesare0surfinia60mfcatuccifrancotrottaP_VigoCosmoMadamedony686bagant70giovannapiglionicaAliceSettequerce
 

Ultimi commenti

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 

 


Nessuna descrizione della foto disponibile.

 

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Dicembre 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

Hotel Gabbiano Vieste

 

Tutto ciò che l'uomo ha imparato

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona e il seguente testo "Tutto ciò che l'uomo ha imparato dalla storia, é che l'uomo dalla storia non ha imparato niente. Hegel"

 

Servo di Dio Don Antonio Spalatro .

 

 

« VIESTE – “Il Libro Possi...San Severo, dal governo ... »

VIESTE – “Il Libro Possibile”, gran finale con Franco Gabrielli e Nicola Gratteri Il Lug 29, 2022

Post n°29871 pubblicato il 29 Luglio 2022 da forddisseche

VIESTE – “Il Libro Possibile”, gran finale con Franco Gabrielli e Nicola Gratteri 

 
53
 

La XXI edizione del Libro Possibile 2022 volge al termine. L’ultimo capitolo di quest’anno si scrive questa sera sui palchi di Vieste, con un gran finale ricco di temi cruciali, di nomi autorevoli e con un occhio di riguardo ai giovani lettori a cui vengono consegnati gli anni che verranno.
A contrasto delle culture mafiose che riguardano anche le terre della Capitanata, intervengono a Vieste i protagonisti e le voci più autorevoli della legalità e della lotta al crimine.
Franco Gabrielli, oggi Sottosegretario di Stato alla presidenza del Consiglio dei ministri con delega alla Sicurezza, stimolato sul palco le domande che graffiano della giornalista Francesca Fagnani, conduttrice del programma ‘Belve’ su Rai2, presenta il suo ultimo libro Naufragi e Nuovi approdi (Baldini&Castoldi). Già direttore del SISDE e dell’AISI, prefetto dell’Aquila, Capo della protezione civile, prefetto di Roma e Capo della polizia, a 10 anni dal terribile naufragio che causò 32 vittime al largo dell’Isola del Giglio, Gabrielli – allora nominato commissario delegato dal Governo – propone un saggio che ricostruisce le fasi di un evento drammatico, che costrinse ad adottare soluzioni mai sperimentate in precedenza e restituisce una riflessione sul sistema di Protezione Civile.
Sempre Francesca Fagnani conduce l’intervista a Francesco Messina, Prefetto e Direttore Centrale Anticrimine della Polizia di Stato, che invece approfondisce i temi della lotta alla criminalità organizzata. Un impegno che richiede attuazione di misure di prevenzione, collaborazione e cooperazione fra gli enti e i diversi attori sociali, un approccio multiforme ai problemi che devono essere affrontati presto e con efficacia.
A 30 anni dalle terribili stragi che uccisero i giudici Falcone e Borsellino e da quel Maxiproces-so che condannò un intero sistema criminale, di cui fino allora si negava persino l’esistenza, il Libro Possibile quest’anno ha dedicato parecchie pagine di approfondita riflessione sul tema, assieme ai protagonisti di quegli anni. Dopo aver ospitato in questa edizione il giornalista Lirio Abbate, il senatore ed ex magistrato Pietro Grasso, lo storico magistrato antimafia, ex componente del pool di Palermo Roberto Scarpinato, è atteso a Vieste il procuratore della Repubblica di Ca-tanzaro Nicola Gratteri. In prima linea contro la ‘ndrangheta e coordinatore di indagini interna-zionali, il magistrato calabrese partecipa al festival con il suo ultimo libro ‘Complici e Colpevoli’ (Mondadori), scritto a quattro mani con Antonio Nicaso, storico ed esperto di fama mondiale di or-ganizzazioni criminali. Un saggio che indaga i meccanismi che hanno portato il Nord Italia e l’Europa ad aprire le porte alla ‘ndrangheta’, un’inchiesta nel sordido mondo della nuova crimina-lità organizzata, che non ha più bisogno di sparare, ma ha acquisito la capacità di passare inos-servata con l’avvallo di politica e imprenditori complici per denaro e potere. Presenta Giancarlo Fiume, caporedattore TgR Puglia.
Spazio ai temi dell’ambiente, dell’ecologia e della sostenibilità con una delle voci più autorevoli dell’attivismo politico contro lo spreco del cibo e in difesa del clima: Carlo Petrini, fondatore di Slow Food, partecipa per la prima volta al Libro Possibile con il suo volume “Terrafutura” (SlowFoodEditore), che propone un dialogo altissimo e intenso sull’’ecologia integrale’ con Pa-pa Francesco, sulla consapevolezza, la fiducia, l’impegno quotidiano personale e comunitario, la necessità di cambiare i paradigmi in previsione di un futuro. Condivide questi temi sul palco di Vieste con Luca Sommi, giornalista, critico e autore TV per il canale Nove dove conduce, assie-me ad Andrea Scanzi, il talk-show ‘Accordi & Disaccordi’ e con l’imprenditore pugliese Michele Andriani CEO di Andriani S.p.A. Società Benefit, nonché insignito del Premio EY Imprenditore nel settore Food&Beverage.
Il programma completo del Festival è disponibile online sul sito ufficiale www.libropossibile.com e sull’APP del Libro Possibile, disponibile per IOS e Android, con notifiche in tempo reale sul pro-gramma e aggiornamenti.
Il Libro Possibile è sostenuto dalla Regione Puglia con il patrocinio del Comune di Polignano a Mare e del Comune di Vieste.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog