Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

Benvenuti :)

.

 

MUSICA ITALIANA

 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 63
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Dicembre 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 

OndaRadio - Redazione San Nicandro Frequenza FM

OndaRadio - Redazione San Nicandro
Frequenza FM 100.9

Ascolta la radio in diretta streaming
Servizio in fase di test, per le segnalazioni info@sannicandro.org

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

 

 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://ondaradio.info/

Ondaradio la radio del Gargano.

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

ottavianocesare0forddissechelaboratoriotvQuartoProvvisoriosurfinia60mfcatuccifrancotrottaP_VigoCosmoMadamedony686bagant70giovannapiglionicaAliceSettequerceper_lettera
 

Ultimi commenti

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 

 


Nessuna descrizione della foto disponibile.

 

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Dicembre 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

Hotel Gabbiano Vieste

 

Tutto ciò che l'uomo ha imparato

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona e il seguente testo "Tutto ciò che l'uomo ha imparato dalla storia, é che l'uomo dalla storia non ha imparato niente. Hegel"

 

Servo di Dio Don Antonio Spalatro .

 

 

« Cia Puglia:VIESTE – Al via “Festamb... »

Un Mundial in altissima definizione. Ma in Puglia la tv fa i capricci Un Mundial in altissima definizione

Post n°29883 pubblicato il 31 Luglio 2022 da forddisseche

Un Mundial in altissima definizione. Ma in Puglia la tv fa i capricci  

Un Mundial in altissima definizione
 
Sulla piattaforma satellitare TIVÙsat Rai4K trasmetterà 56 partite su 64 di Qatar 2022

30 Luglio 2022

Redazione Monografiche

   
 
 

Ne è trascorso di tempo dall’estate del 1936, quando furono effettuate le prime riprese televisive di un evento sportivo, erano le undicesime Olimpiadi di Berlino. In Italia bisognerà aspettare il 3 gennaio 1954, per il battesimo ufficiale della televisione, con il programma Arrivi e partenze – Immagini in bianco e nero e poche ore di programmazione. Nel 1967 in molte televisioni europee viene introdotto il colore e nel 1968 con le Olimpiadi di Città del Messico inizierà la “mondovisione” a colori. Da noi il colore arriverà a febbraio del 1977 e negli anni 2000 arriveranno la tv digitale e l’alta definizione, tutti passaggi tecnologici importanti: molti canali disponibili e una maggiore qualità delle immagini. Il prossimo autunno un altro grande evento sportivo sarà l’occasione per diffondere la nuova qualità trasmissiva del futuro: i Mondiali di Calcio che si disputeranno in Qatar dal 21 novembre al 18 dicembre 2022, saranno infatti visibili anche in Italia in 4k.

Purtroppo la nostra nazionale non giocherà, ma gli appassionati di sport avranno la possibilità di guardare su TIVÙsat, la piattaforma satellitare gratuita italiana: Lionel Messi, Karim Benzema, Harry Kane, Kylian Mbappé, Robert Lewandowski, Pedri, Kevin De Bruyne, Cristiano Ronaldo, Luka Modrić, Sadio Mané, Neymar. La Rai ha comprato i diritti per trasmettere il Mondiale di calcio e ben 56 partite saranno disponibili in 4K. Basterà disporre di un televisore 4K, un decoder 4K o una Cam 4K TIVÙsat e sintonizzarsi sul canale Rai 4k della piattaforma satellitare, per avere l’opportunità di una nuova esperienza visiva per lo spettatore.

Coinvolgimento, brillantezza cromatica, profondità più spiccata, dettagli maggiori e più precisi. Qualità per entrare davvero nell’azione di gioco e godersi i mondiali con caratteristiche mai provate finora. Uno sforzo produttivo sicuramente importante che potrà contribuire in modo rilevante all’innovazione tecnologica del nostro Paese e alla diffusione di contenuti pregiati con una visione molto migliorata rispetto agli standard attuali. Su TIVÙsat sono disponibili già oggi 130 canali, di cui 60 tra HD e 4K. Non solo calcio e grande sport, ci sono canali italiani e internazionali: intrattenimento, informazione, cultura, fiction, musica, cinema. Forse non basterà come consolazione per la mancata partecipazione della nazionale azzurra ai prossimi mondiali, ma la visione 4K significa poter sfruttare finalmente le potenzialità di un mercato fino a poco fa sperimentale e oggi concreto. Immagini ad altissima definizione, con una qualità 4 volte superiore a quella in HD.

Quella che si disputerà in Qatar sarà la 22esima edizione dei Mondiali di calcio. Un’edizione davvero particolare, non solo perché andrà in scena in autunno (e non in estate), ma anche perché sarà l'ultima a prevedere la partecipazione di 32 nazionali (dal 2026 il torneo verrà esteso a 48 squadre).

Ma in Puglia la tv fa i capricci
Segnalati diversi problemi per la ricezione della tv digitale terrestre

Mentre la Rai trasmetterà i prossimi campionati Mondiali di calcio in modalità 4K, ci sono spettatori che ancora litigano con il piccolo schermo e le partite rischiano di non vederle proprio, altro che alta definizione.
Infatti, dopo la conclusione delle operazioni di riorganizzazione delle frequenze televisive per la liberazione della banda 700 (e con l’avvento della nuova codifica Mpeg-4 per consentire la trasmissione dei programmi in alta qualità), la Puglia si lecca ancora le ferite dello switch off.
In molte abitazioni, con la nuova tv digitale terrestre, lo schermo è improvvisamente diventato nero; in altre il segnale si è fatto intermittente – nonostante le continue risintonizzazioni; in altre ancora i bouquet di alcuni editori non si vedono più. E questo a volte nonostante l’acquisto di tv di ultima generazione o di decoder in alta definizione. Sono mesi complicati, insomma, per i telespettatori italiani e anche per quelli pugliesi che ad esempio si vedono proiettare il telegiornale regionale Rai del Molise e hanno visto scomparire da un giorno all’altro molte delle tv locali.
La soluzione è TIVÙsat: non solo per poter accedere alla tv in 4K, ma anche semplicemente per vederla in alta definizione e con un bouquet di 70 canali che comprende tutta l’offerta Rai, Mediaset e Discovery.
La piattaforma satellitare gratuita infatti si riceve in ogni angolo del Paese, il proprio switch off l’ha già fatto ed è in grado di offrire garanzie sia sotto il profilo tecnologico sia editoriale. E non a caso - riguardo ad alcune situazioni di difficoltà riscontrate in particolare nelle zone montane - è proprio il ministro dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti ad immaginare di «finanziare incentivi e contributi sul satellitare», garantendo così l’universalità del servizio a tutti gli italiani.
Mentre in tempi di switch off l’alta definizione sul digitale terrestre rimane relegata – considerando anche canali minori e visual radio - a poco meno di una trentina di canali, è ormai evidente come in Italia sia l’offerta satellitare a spiccare per quantità e qualità dell’offerta.
Una scelta che hanno già fatto milioni di famiglie del mercato residenziale e migliaia di utenti del mercato business, a partire dal mondo dell’hospitality.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog