Creato da forddisseche il 03/01/2008
Un sorriso , un po di musica per pensare un pò.
 

Benvenuti :)

.

 

MUSICA ITALIANA



 

Contatta l'autore

Nickname: forddisseche
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 62
Prov: FG
 

Peschici 24/lug/2007 per non dimendicare

 

 

Pizzomunno con gerani rossi.

 

 
Pizzomunno

Lungo il tratto meridionale della costa viestana, ritroviamo una piccola spiaggia che deve il suo nome all’ imponente faraglione che dalle acque cristalline si erge sovrano a sorvegliare la città ed i suoi abitanti: la Spiaggia del Pizzomunno.

Qui sembra aver avuto luogo un’ interessante e fantastica vicenda che ha come protagonisti due giovani innamorati , entrambi originari di Vieste .

Pizzomunno , giovane ed attraente pescatore, e Cristalda , ragazza bellissima dai lunghissimi capelli color dell’ oro, si amavano teneramente e vivevano nella convinzione che nulla al mondo potesse intaccare un sentimento tanto forte e sincero.

Ogni sera, Cristalda scendeva in spiaggia per salutare il suo bel Pizzomunno prima che con la sua barca andasse incontro al mare aperto.

Ogni notte, in mare, Pizzomunno riceveva la visita delle sirene che cercavano di ammaliarlo con i loro canti soavi. Le regine del mare desideravano ardentemente che Pizzomunno diventasse il loro re ed amante.

Il giovane, però, non cedette mai alle avance delle sirene tentatrici , avendo già donato il suo cuore alla candida Cristalda.

I reiterati rifiuti del giovane, scatenarono la furia delle sirene .

Una sera, le sirene raggiunsero i due amanti sulla spiaggia ed aggredirono Cristalda con grande ferocia, inghiottendola nelle profondità del mare.

Pizzomunno
fu colto da un dolore devastante, talmente grande da pietrificarlo per sempre.

Il giorno seguente, i pescatori di Vieste trovarono Pizzomunno pietrificato sulla roccia che oggi porta il suo nome.

La leggenda vuole che, ogni cento anni, Cristalda riemerga dalle profondità del mare per incontrare Pizzomunno e rivivere con lui l’ emozione di una notte d’amore sulla spiaggia che li fece incontrare.

 

 

Archivio messaggi

 
 << Maggio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
LA LEGGE
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'.

Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Le immagini usate sono prese dalla rete
Per qualsiasi esigenza di copyright contattatemi privatamente.
 

OndaRadio - Redazione San Nicandro Frequenza FM

OndaRadio - Redazione San Nicandro
Frequenza FM 100.9

Ascolta la radio in diretta streaming
Servizio in fase di test, per le segnalazioni info@sannicandro.org

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Premio

 

Premio brillante Weblog

(perché valorizza la sua terra, il Gargano).

premiato da,

http://digiland.libero.it//profilo.phtml?nick=ferrarazzo

 

 

 

Tarantella del Gargano - Stupenda versione

 

 

Meteo Gargano

 

ondaradio la radio del Gargano

http://ondaradio.info/

Ondaradio la radio del Gargano.

 

Programmi tv

 

tv.zam.it

 

 

Ultime visite al Blog

forddissechelaboratoriotvegiptiodonmichelangelotondoStratocoversvita.perezlisa.dagli_occhi_blurossella1900.rprefazione09francotrottamoon_IGinevra_2021il.pendoloMorattifacciadimorto
 

Promontorio del Gargano

Il più delle volte si pensa che la storia antropologica ebbe inizio sul promontorio del Gargano con l'apparizione dell'Arcangelo Michele più di sedici secoli or sono quando ancora il Cristianesimo conviveva con le allora attuali religioni pagane. Ma se analizziamo le carte romane si nota che gli insediamenti sedentari sono precedenti all'apparizione dell'Arcangelo e si trovavano sulla costa e ai piedi del sontuoso monte (Ergitium ,Sipontum ,Merinum ,Teanum , ,Apulum ,Urium).
Si trovano degli insediamenti umani persino precedenti a questi ultimi, ma bisogna risalire addiritturà all'età del bronzo, tanto è vero che lungo la provinciale che collega Foggia con San Marco in Lamis, a qualche chilometro da Borgo Celano, in zona"Chiancata La Civita-Valle di Vitturo"  è stato ritrovato la necropoli più antica della intera Europa. Altre testimonianze sono date dagli insediamenti rupestri e dalla innumerevole presenza di oggetti litici e di mura megalitiche che si sono scoperti nel corso degli anni sul Gargano.
 

Area personale

 


Listener

 

San Giorgio protettore di Vieste.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

Toro seduto

 

Per noi i guerrieri non sono quello che voi intendete. Il guerriero non è chi combatte, perché nessuno ha il diritto di prendersi la vita di un altro. Il guerriero per noi è chi sacrifica sé stesso per il bene degli altri. È suo compito occuparsi degli anziani, degli indifesi, di chi non può provvedere a sé stesso e soprattutto dei bambini, il futuro dell'umanità.

Toro seduto

 

Archivio messaggi

 
 << Maggio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

Hotel Gabbiano Vieste

 

Messaggi del 05/02/2021

PUGLIA ADDIO ZONA GIALLA, RESTA IN ARANCIONE: OPERATORI IN RIVOLTA. UN FULMINE A CIEL SERENO.

Post n°27712 pubblicato il 05 Febbraio 2021 da forddisseche

PUGLIA ADDIO ZONA GIALLA, RESTA IN ARANCIONE: OPERATORI IN RIVOLTA. UN FULMINE A CIEL SERENO DAL MINISTERO DELLA SALUTE, CHE PROVOCHERÀ NON POCHI MALUMORI

Contrariamente alle aspettative il Ministero della Salute ha stabilito che la Puglia resta in fascia arancione e non passa in zona gialla. Restano arancioni in tutta Italia Puglia, Sicilia e la provincia di Bolzano. Un fulmine a ciel sereno che arriva nello stesso giorno in cui a Bari c’è stata un’accesa manifestazione di artisti e operatori del settore ristorazione, che da tempo reclamano di poter tornare in zona gialla a lavorare. Una decisione che indubbiamente aumenterà i malumori in diverse categorie. L’indice RT, secondo quanto emerge, è invariato a 0,84. La mappa, quindi, resta invariata, a esclusione della Sardegna che viene promossa in giallo. L’Umbria rischia di tornare addirittura in zona rossa.

(foto Luca Turi)

gazzettamezzogiorno

 
 
 

AERONAUTICA/ GIUNGE AD AMENDOLA LA SACRA EFFIGE DELLA VERGINE LAURETANA, PROTETTRICE DEGLI AERONAUTI

Post n°27711 pubblicato il 05 Febbraio 2021 da forddisseche

AERONAUTICA/ GIUNGE AD AMENDOLA LA SACRA EFFIGE DELLA VERGINE LAURETANA, PROTETTRICE DEGLI AERONAUTI

In occasione del centenario della decretazione a Patrona degli Aeronauti, l’effige della Madonna di Loreto farà tappa ad Amendola (FG) durante il suo viaggio itinerante tra tutti i reparti della Forza Armata.

Lunedì 8 febbraio 2021, dopo un lungo viaggio iniziato l’8 dicembre 2019 e che l’ha vista sorvolare in lungo e in largo i cieli di gran parte dell’Italia, la sacra effige della Vergine Lauretana partirà dall’aeroporto militare di Decimomannu (CA) e giungerà al 32° Stormo sede del Presidio militare interforze.

La “Peregrinatio Mariae” ha avuto inizio l’8 dicembre 2019, nell’ambito del Giubileo Lauretano concesso da Papa Francesco in occasione del centenario della proclamazione della Beata Vergine come patrona di tutti gli aeronauti e prorogato fino al 10 dicembre 2021.

Il Col. Stefano Castelnuovo, Comandante del 32° Stormo e del Presidio militare interforze, ha evidenziato come “in un difficile periodo come quello che stiamo vivendo, questa celebrazione solenne, che trae le proprie origini fin dagli albori dell’aviazione, è sicuramente una fonte di ispirazioneai valori più profondi del nostro agire quotidianoche, idealmente, ci vede raccolti intorno alla Nostra Patrona, con l’intento di rinnovare quella comunione di valori morali e sincera devozione che rappresentano nel loro insieme l’insostituibile patrimonio spirituale di tutti gli uomini e le donne dell’Aeronautica Militare”.

Diversii luoghi di culto che ospiteranno la Vergine Lauretana, ad iniziare da mercoledì 10 febbraio, quando sarà accolta nella Chiesa Madre di Peschici, di cui è compatrona, per proseguire giovedì 11 a San Giovanni Rotondo presso la cappella dell’Ospedale Casa Sollievo della Sofferenza, venerdì 12 a Vico del Gargano, sabato 13 nella Cattedrale di Vieste, domenica 14 sarà alla Basilica di Monte Sant’Angelo, lunedì 15 presso la Cattedrale di Manfredonia, sabato 20 alla Cattedrale di San Sabino in Canosa di Puglia, domenica 21 sarà ospitata nella Cattedrale di Lanciano (CH), martedì 23 nell’Abbazia di San Nicola delle Isole Tremiti, mercoledì 24 nella Cattedrale di Melfi (PZ) e giovedì 25 febbraio lascerà la Puglia alla volta dell’aeroporto militare di Pratica di Mare (RM).

La leggenda narra che la “Santa Casa”,in cui nacque Maria a Nazareth,sia stata trasportata per mare su navi crociate per “mano degli angeli”e che sia stata posata a Loreto, dopo varie vicissitudini e peregrinazioni durate più di tre anni, nella notte tra il 9 e il 10 dicembre 1294.

Agli inizi del ‘900 l’aviazione conobbe un notevole sviluppo e momento di notorietà, grazie anche alle gesta eroiche compiute durante il tragico periodo del primo conflitto mondiale, che favorì un forte incremento dell’utilizzo del mezzo aereo, fino ad allora rimasto appannaggio di pochi eletti.

Nacque così il desiderio di assicurare a questa nuova forma di trasporto e mobilità un suo celeste patrono e la scelta cadde, inevitabilmente, sulla Madonna di Loreto che, per storia-tradizione e leggenda, ben si accostava al “volo”.

La convinzione di questa miracolosa traslazione “volante” indusse il Pontefice Benedetto XV, accogliendo i desideri dei piloti della 1ª Guerra Mondiale, a proclamare la Beata Vergine di Loreto “Patrona degli Aeronauti”.

Questo legame è divenuto, nel tempo, sempre più indissolubile graziea principi e valori che accomunano gli uomini di Religione e quelli della Forza Armata. Simili sono, infatti, la dedizione, la disponibilità, la prontezza, la consapevolezza, la responsabilità con cui ci mettiamo al servizio della collettività, senza temporeggiare e senza alcun risparmio di energie, nel pieno rispetto di quanto ci è stato trasmesso dalla “storia” e custodito con la “memoria”.

Per dare maggiore valenza a questo connubio che lega la Forza Armata al culto religioso della Vergine Lauretana sono state promosse e coordinate dall’Aeronautica Militare e dalle Associazioni aeronautiche una serie di attività ed iniziative culturali, religiose e di solidarietà. 

Una fra le tante è quella denominata “Un dono dal cielo”, nata in collaborazione con l’Associazione Arma Aeronautica. Si tratta di una raccolta fondi, il cui ricavato sarà devoluto in beneficenza per l’acquisto di apparecchiature sanitarie utili alle cure dei piccoli “ospiti”di tre ospedali pediatrici: il “Bambino Gesù” di Roma, il “SantobonoPausilipon” di Napolie il “Gaslini” di Genova.

 
 
 

MONTE S. ANGELO/ IL COMUNE CERCA IDEE PER IL PIANO DI GESTIONE DEI SITI UNESCO

Post n°27710 pubblicato il 05 Febbraio 2021 da forddisseche

MONTE S. ANGELO/ IL COMUNE CERCA IDEE PER IL PIANO DI GESTIONE DEI SITI UNESCO

Dopo gli incontri del 3 e del 16 di­cembre e dopo l’esperienza della ma­ratona longobarda, continua il percor­so di confronto e condivisione dedica­to all’aggiornamento del Piano di ge­stione UNESCO 2020-2025 e alle nuo­ve progettualità e strategie da inserire nello stesso.

Il Sindaco d’Arienzo ha scritto agli Enti, imprese e associazioni dei settori cul­turale, turistico, commerciale-produttivo, educazione e formazione «per ren­dere concreta la possibilità che queste importante documento, qual è il Piane di Gestione, possa essere ‘costruito’ anche grazie alle vostre idee e ai vostri progetti, abbiamo bisogno che tali pro­poste siano registrate sulla scheda progettuale».

«In questo modo ognuno avrà la possi­bilità di ‘riportare la propria voce’, ma­gari anche arricchendo ulteriormente proposta rispetto a quanto detto durante i tavoli, afferma il sindaco D’Arienzo.

Le schede progettuali dovranno essere compilate ed inviate alla mail culturaeturismo@montesantangelo.it entro e non oltre oggi venerdì 5 febbraio 2021. Si può compilare una scheda per ogni progetto che si intende proporre, sia esso di valenza territoriale che nazionale­

Paolo Troiano

 
 
 

VIESTE/ AL FAZZINI-GIULIANI APERTE LE ISCRIZIONI AL PERCORSO IN AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING. L’EX STUDENTESSA STEFANIA

Post n°27709 pubblicato il 05 Febbraio 2021 da forddisseche

VIESTE/ AL FAZZINI-GIULIANI APERTE LE ISCRIZIONI AL PERCORSO IN AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING. L’EX STUDENTESSA STEFANIA AZZARONE RACCONTA LA SCUOLA CHE „GLI HA CAMBIATO LA VITA“

L’I.I.S.S. “Fazzini-Giuliani” di Vieste informa che sono aperte le iscrizioni per l’a.s. 2021/22 al percorso di istruzione per adulti di II livello in Amministrazione, Finanza e Marketing con articolazione in Relazioni Internazionali per il Marketing che, grazie al riconoscimento di crediti scolastici e lavorativi consente il conseguimentodel diploma in uno, due o tre anni.
Il corso è rivolto ad adulti e lavoratori in possesso di licenza media, biennio superiore o provenienti da altri percorsi formativi.

Il successo dall’ampliamento dell’offerta formativa del Fazzini-Giuliani, che ha portato nel 2016 alla creazione del corso serale, è testimoniato dal racconto di un ex alunna, Stefania Azzarone, diplomatasi con 100/100 nell’a.s. 2019/20.

Stefania racconta la scuola come il luogo che le ha regalato radici ed ali. Buona lettura!

Mi chiamo Stefania, ho 29 anni e sono una a cui la scuola ha cambiato la vita.

Non subito, però, perché prima ho dovuto fare i conti con un insuccesso…

Il secondo anno delle superiori fu disastroso per me: persi la motivazione, non riuscivo più a studiare, facevo un sacco di assenze. Tutte le mattine mi svegliavo con un peso sul petto. Inventavo mille scuse con i miei genitori pur di non deluderli: non riuscivo ad ammettere di voler mollare tutto. Poi un giorno di febbraio trovai il coraggio e confidai questo malessere a mia madre. Lei comprese e accettò che mi fermassi. I miei professori fecero l’impossibile per farmi tornare a scuola, ma non ci fu verso. Io non cambiavo idea. Così a settembre dello stesso anno trovai lavoro come commessa. Subito riuscii ad inserirmi nella squadra e ad ottenere un contratto a tempo indeterminato. Avevo 16 anni e mi piaceva quel mondo: mi sentivo indipendente e il lavoro mi aiutò a superare la timidezza. Dopo quattro anni mi licenziai per iniziare una nuova avventura e aprire una piccola attività, ma le cose non andarono bene. Tornai a fare la commessa in un altro negozio, dove venni assunta per gestirlo in collaborazione con il titolare. Ebbi nuovamente il mio contratto a tempo indeterminato: avevo 26 anni e tutto sommato potevo dirmi soddisfatta.

Però non lo ero:mi mancava qualcosa.

Vedevo tutti i miei compagni di scuola che si laureavano e che realizzavano i loro sogni… Potevo anch’io pretendere di più dalla mia vita?

Non ho mai disprezzato il mio lavoro di commessa: sono grata alle numerose esperienze e soddisfazioni che mi ha regalato, ma sono una persona che ha bisogno di stimoli sempre nuovi per sentirsi viva…

D’estate lasciai il lavoro – di nuovo – ma questa volta per riprendere ad andare a scuola! Volevo farlo seriamente, dovevo diplomarmi anch’io. Mi ero informata e avevo saputo di un interessante percorso di studi: l’ A.F.M. con articolazione in Relazioni Internazionali per il Marketing, un indirizzo con materie giuridiche, economiche e con ben tre lingue straniere. Ironia della sorte, la scuola che avevo frequentato e lasciato da adolescente offriva anche questa fantastica opportunità agli adulti, che, si sa, vista l’età difficilmente frequenterebbero un corso diurno. Mi iscrissi.

Il primo giorno mi fece uno strano effetto. Tornare a sedersi nei banchi di scuola dopo ben dieci anni è un’emozione difficile da raccontare. Mi chiedevo se questa volta ce l’avrei fatta. Sarei stata in grado di affrontare dopo tanti anni compiti in classe e interrogazioni? Avrei terminato questo percorso senza ansie e senza problemi? Dedicarmi allo studio quanto mi sarebbe pesato?

Oggi se penso al tempo passato in classe mi brillano gli occhi. Ho avuto la fortuna di confrontarmi con persone di diverse età, di stringere amicizie durature. Gli insegnanti hanno cambiato profondamente la mia vita e hanno acceso il desiderio di sapere. Sin dal primo giorno sono stata accolta con tanto amore, ho ricominciato a credere in me stessa e ho capito l’importanza della scuola. Sono riuscita a viverla non come un luogo che mette ansia, dove devi studiare materie noiose per prendere bei voti ed ottenere il “pezzo di carta” che ti permette di lavorare, ma come luogo di crescita e di confronto. Ho iniziato ad amare qualsiasi cosa studiassi, a trarre dalla conoscenza stimoli sempre nuovi e a riconoscerne l’utilità. Oggi posso dire che mi sento viva e rinata.

Grazie alla mia determinazione e alle persone che ho incontrato, il 27 giugno del 2020 ho sostenuto l’Esame di maturità, a 28 anni! È stata una delle giornate più belle e significative della mia vita, tant’è che alla fine della prova mi sono commossa per la troppa emozione nel ringraziare tutte le professoresse che erano lì intorno a me. Esattamente quel giorno, mentre discutevo, ho capito che il mio percorso di studi doveva continuare ed oggi, grazie a questa magnifica esperienza, sono una studentessa al primo anno di Economia aziendale presso l’Università degli Studi di Foggia.

Al pomeriggio do ripetizioni ad uno studente di dodici anni che forse sta vivendo quello che io ho vissuto molti anni fa. Con tutto l’amore che ho e che mi è stato trasmesso, cerco di fare per lui il possibile, come i miei insegnanti hanno fatto con me. Vorrei tanto che si appassionasse allo studio, che ne capisse il valore e sono felice tutte le volte che mi sembra di lasciare in lui un segno. Nel tempo libero amo leggere e sono appassionata di Dante Alighieri: continuo a studiarlo, seguo corsi di formazione online e, grazie ai social network, interagisco con persone che hanno la mia stessa passione.

Cosa vorrei fare “da grande”? Bella domanda, a cui rispondo dicendo che sarei felice di svolgere qualsiasi professione collegata al mio percorso di studi. Ma anche se dovessi tornare a fare la commessa sarei felice comunque, perché sto studiando per passione, per amore, per crescere ancora, indipendentemente da ciò che mi riserverà il futuro. Amo profondamente la mia terra, amo Vieste, il luogo in cui vivo, e a Vieste spero di riuscire a realizzarmi in qualche modo. Ai molti che non saranno d’accordo con me, che magari diranno che qui non ci sono speranze e che bisogna scappare, rispondo che io voglio dare una possibilità al mio paese. Credo fermamente nel fatto che noi giovani siamo il futuro e agendo e scegliendo possiamo cambiare le cose. A chi vive o ha vissuto una situazione simile alla mia e leggerà la mia esperienza voglio dire di non smettere mai di credere nelle proprie possibilità, di perseverare, di sognare, perché con determinazione e dedizione si può raggiungere qualsiasi obiettivo, a prescindere dell’età, dalle paure e dagli ostacoli che la vita ci pone. Studiate per voi stessi, non per sentirvi al di sopra o per esporre i vostri titoli. Fatelo per voi, per confrontarvi meglio con gli altri, per essere delle persone migliori. Siate curiosi e coltivate ciò che più vi appassiona per sentirvi vivie, soprattutto, ricordate che non è mai troppo tardi!

Stefania Azzarone

 
 
 

SI È CONCLUSO IL CONTEST FOTOGRAFICO “365 GIORNI DI COCCOLE” INDETTO DALL’ASSOCIAZIONE MI FIDO DI TE RODI GARGANICO

Post n°27708 pubblicato il 05 Febbraio 2021 da forddisseche

SI È CONCLUSO IL CONTEST FOTOGRAFICO “365 GIORNI DI COCCOLE” INDETTO DALL’ASSOCIAZIONE MI FIDO DI TE RODI GARGANICO

Buona la prima! Un successone di codine scodinzolanti, musetti tutti da baciare e vibrisse meravigliose…un tripudio di pelosetti che è arrivato dritto al cuore di tanti, tantissimi! 

Si è concluso il Contest Fotografico “365 giorni di Coccole” indetto dall’Associazione Mi Fido di Te Rodi Garganico che, insieme al gruppo di volontari di Vico del Gargano ed in collaborazione con i servizi sanitari locali, promuove le adozioni di cani e gatti randagi presenti sul territorio grazie ad un impegnativo ed incessante lavoro di gruppo.

Il vincitore, che si è aggiudicato la copertina del prossimo Calendario 2022, è MICIO IVAN (detto un tempo “il terribile”) di Mirco Bencivenni, che grazie al suo sguardo accattivante e al musetto strappabaci ha conquistato tutti con ben 163 like!!

Tantissimi i partecipanti da tutta Italia che, prenotando il nostro calendario 2021 e con le loro donazioni, daranno una zampa ai pelosetti meno fortunati che incontreremo sul nostro cammino in questo 2021. 

A tutti voi vanno i nostri ringraziamenti più sinceri.

In un periodo tanto particolare come quello che stiamo vivendo, questo gesto ci ridona la speranza: le donazioni ricevute, infatti, saranno un prezioso supporto ad un’attività che vive, o per meglio dire, sopravvive principalmente grazie alle risorse personali e alle donazioni dei più sensibili e generosi…perché, diciamoci la verità: nessuna associazione può esistere senza gli strumenti necessari e il cibo per prendersi cura dei suoi pelosetti.

I gattini ed i cagnolini di Rodi Garganico e Vico del Gargano ringraziano i fratellini più fortunati di loro per il meraviglioso gesto d’amore sognando, aldilà di un pasto giornaliero garantito, che presto arrivi una casa e una famiglia anche per loro così da poter essere i protagonisti del prossimo calendario 2022 grazie ad una meravigliosa, unica, adozione che riscalda, dei suoi protagonisti, il cuore.

 
 
 

SCUOLA, PRESIDENTE DELLA REGIONE EMANA NUOVA ORDINANZA

Post n°27707 pubblicato il 05 Febbraio 2021 da forddisseche

SCUOLA, PRESIDENTE DELLA REGIONE EMANA NUOVA ORDINANZA

Il presidente della Regione Puglia ha emanato l’ordinanza num. 41 “Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid-19” che dispone:

Con decorrenza dall’8 febbraio e sino a tutto il 20 febbraio 2021:

  1. L’attività didattica ed educativa per i servizi educativi per l’infanzia, per la scuola dell’infanzia e per il primo ciclo di istruzione, per i CPIA, si deve svolgere in applicazione del D.P.C.M. 14 gennaio 2021, salvo quanto previsto al successivo punto 2;
  2. Le Istituzioni scolastiche del primo ciclo di istruzione e i CPIA garantiscono comunque il collegamento online in modalità sincrona per tutti gli alunni le cui famiglie, o loro stessi ove maggiorenni nel caso dei CPIA, richiedano espressamente di adottare la didattica digitale integrata, tenendo presente che a coloro che hanno chiesto la didattica digitale integrata, non può essere imposta la didattica in presenza. Tale scelta è esercitata una sola volta e per l’intero periodo di vigenza delle presenti disposizioni, salvo deroga rimessa alle valutazioni del Dirigente scolastico;
  3. Le Istituzioni Scolastiche secondarie di secondo grado, adottano forme flessibili nell’organizzazione dell’attività didattica ai sensi degli articoli 4 e 5 del decreto del Presidente della Repubblica 8 marzo 1999, n. 275, in modo che l’attività didattica in presenza venga svolta nel limite del 50% della popolazione scolastica. A tal fine, nell’ambito della propria autonomia, le istituzioni scolastiche organizzano le attività scolastiche, applicando preferibilmente la percentuale ad ogni singola classe e garantendo comunque la didattica digitale integrata per tutti gli studenti le cui famiglie ne facciano richiesta, tenendo presente che a coloro che hanno chiesto la didattica digitale integrata, non può essere imposta la didattica in presenza. Tale scelta è esercitata una sola volta e per l’intero periodo di vigenza delle presenti disposizioni, salvo deroga rimessa alle  valutazioni del Dirigente scolastico. Resta sempre garantita la possibilità di svolgere attività in presenza qualora sia necessario l’uso di laboratori o per mantenere una relazione educativa che realizzi l’effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali, secondo quanto previsto dal decreto del Ministro dell’istruzione n. 89 del 7 agosto 2020, e dall’ordinanza del Ministro dell’istruzione n. 134 del 9 ottobre 2020, garantendo comunque il collegamento on line con gli alunni della classe che sono in didattica digitale integrata;

Le Istituzioni Scolastiche devono comunicare, ogni lunedì della settimana, all’Ufficio Scolastico Regionale e al Dipartimento della Salute, attraverso la procedura predisposta su piattaforma il numero degli studenti e il numero del personale scolastico positivi al COVID-19 o in quarantena, nonché tutti i provvedimenti di sospensione dell’attività didattica adottati a causa dell’emergenza Covid. 

In allegato il testo dell’ordinanza num. 41.

 
 
 

Prosegue in tv il grande calcio: ecco la fase a eliminazione diretta della Champions League 2020/2021

Post n°27706 pubblicato il 05 Febbraio 2021 da forddisseche

Prosegue in tv il grande calcio: ecco la fase a eliminazione diretta della Champions League 2020/2021

Champions League in tv

Continua in tv il grande calcio: iniziando la fase a eliminazione diretta si entra nel vivo della prestigiosa competizione. Per gli appassionati, dunque, è il momento di scoprire dove e quando vedere in chiaro le prossime partite di Champions League della stagione 2020/2021. Ma prima riassumiamo brevemente cosa è successo fino ad ora.

UEFA Champions League 2020/2021: le squadre partecipanti

Come di consueto, le squadre partecipanti alla competizione calcistica più importante dell’anno sono state 32: 26 si sono qualificate di diritto, le altre, invece, hanno dovuto superare i turni di qualificazione. Le squadre partecipanti all’inizio della stagione 2020/2021 erano:

  • Spagnole: Real Madrid, Barcellona, Atlético de Madrid, Siviglia
  • Inglesi: Liverpool, Manchester City, Manchester United, Chelsea
  • Italiane: Juventus, Inter, Atalanta, Lazio
  • Tedesche: Bayern, Dortmund, RB Leipzig, Borussia Mönchengladbach
  • Francesi: Paris Saint-Germain, Marseille, Rennes
  • Russe: Zenit, Lokomotiv Moskva, Krasnodar
  • Ucraine: Shakhtar Donetsk, Dynamo Kyiv
  • Portoghesi: Porto
  • Belghe: Club Brugge
  • Olandesi: Ajax
  • Austriache: Salzburg
  • Turche: Istanbul Başakşehir
  • Danesi: Midtjylland
  • Greche: Olympiacos
  • Ungheresi: Ferencváros
Champions League 2020-2021: la fase a gironi

La finale di Champions League 2019/2020 si è disputata il 23 agosto a Lisbona, vedendo vincitrice il Bayern Monaco. Essendosi conclusa in ritardo, a causa dei rallentamenti dovuti al COVID-19, le qualificazioni per la stagione 2020/2021 sono iniziate l’8 agosto invece che il 23 giugno e il sorteggio della fase a gironi si è tenuto il 1° ottobre a Nyon (Svizzera). La fase a gironi, poi, ha preso il via il 20 ottobre. Il calendario, per questa seconda fase, è stato il seguente:

  • Prima giornata: 20/10/2020–21/10/2020
  • Seconda giornata: 27/10/2020–28/10/2020
  • Terza giornata: 03/11/2020–04/11/2020
  • Quarta giornata: 24/11/2020–25/11/2020
  • Quinta giornata: 01/12/2020–02/12/2020
  • Sesta giornata: 08/12/2020–09/12/2020
Champions League 2020-2021: la fase a eliminazione diretta

Le squadre che hanno superato i gironi entrano ora nel vivo della competizione con la fase a eliminazione diretta. Salvo cambiamenti, il calendario della fase a eliminazione diretta sarà il seguente:

  • Ottavi di finale: 16/02/2021–16/03/2021
  • Quarti di finale: Andata 06/04/2021– Ritorno 13/04/2021
  • Semifinali: Andata 27/04/2021– Ritorno 04/05/2021
  • Finale: 29/05/2021, stadio Olimpico Atatürk, Istanbul

Lo Stadio Olimpico Ataturk di Istanbul avrebbe dovuto ospitare la finale di Champions League nel 2020, ma a causa della pandemia è stata spostata a Lisbona. Tuttavia, Istanbul ospiterà la finale del 2021, mentre tutte le sedi delle finali successive hanno accettato di ospitare la loro un anno dopo rispetto a quanto originariamente deciso: San Pietroburgo nel 2022, Monaco nel 2023 e Londra (Wembley) nel 2024.

Focus ottavi di finale

Tra le squadre italiane ad aver superato la fase a gironi troviamo: Juventus, Atalanta e Lazio. I tre club saranno presto impegnati nella prima fase a eliminazione diretta, quella degli ottavi di finale. Di seguito il calendario disponibile ad oggi, per la conferma degli appuntamenti continuate a seguire tivu.tv:

Martedì 16 febbraio

  • Lipsia-Liverpool
  • Barcellona-Paris Saint-Germain (visibile alle ore 21:00 su Canale 5)

Mercoledì 17 febbraio

  • Porto-Juventus
  • Siviglia-Borussia Dortmund

Martedì 23 febbraio

  • Lazio-Bayern Monaco (visibile alle ore 21:00 su Canale 5)
  • Atletico Madrid-Chelsea

Mercoledì 24 febbraio

  • Borussia Mönchengladbach-Manchester City
  • Atalanta-Real Madrid

Martedì 09 marzo

  • Juventus-Porto (visibile alle ore 21:00 su Canale 5)
  • Borussia Dortmund-Siviglia

Mercoledì 10 marzo

  • PSG-Barcellona
  • Liverpool-RB Lipsia

Martedì 16 marzo

  • Real Madrid-Atalanta (visibile alle ore 21:00 su Canale 5)
  • Manchester City-Borussia Mönchengladbach

Mercoledì 17 marzo

  • Bayer Monaco-Lazio
  • Chelsea-Atlético Madrid
Quando e dove vedere gli ottavi di Champions League in tv

Come di consueto, anche per la stagione 2020/2021, una delle partite di ogni giornata degli ottavi di Champions League sarà trasmessa in chiaro e in diretta tv, generalmente il martedì alle ore 21:00, su Canale 5 e – gratuitamente sul satellite, solo su tivùsat – su Canale 5 HD. Per rimanere aggiornati su tutte le novità del palinsesto sportivo e sugli eventi in programma prossimamente in tv, continuate a seguire Tivù La Guida.