Creato da maksi il 17/08/2006
Disinformazione e controinformazione nell'era del villaggio gloable

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Dicembre 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

I miei Blog Amici

 

Ultime visite al Blog

taraverdemaksiSilviaAndMarymilionidieurom.a.r.y.s.eHserendipityfrancesco_roma0ventididestraAcQuaPerLePaPere
 

Ultimi commenti

Auguri per una serena e felice Pasqua...Kemper Boyd
Inviato da: Anonimo
il 23/03/2008 alle 17:07
 
bhè, ti saluto anche da qui. Stefano attualmente serio...
Inviato da: Anonimo
il 06/02/2008 alle 15:02
 
Auguri di un felice, sereno e splendido Natale dal blog...
Inviato da: Anonimo
il 25/12/2007 alle 23:05
 
E successo qualcosa, in Francia a queste elezioni si sono...
Inviato da: Anonimo
il 04/05/2007 alle 00:01
 
Guardate un poco che razza di losco individuo ha in mano le...
Inviato da: Anonimo
il 26/02/2007 alle 00:05
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

Come il politico decide di essere il salvatore: Titti e Silvestro

Post n°13 pubblicato il 22 Maggio 2009 da maksi
 
Foto di maksi

Eccolo !

Lui ci salverà tutti ! E operaio e capisce gli operai, è imprenditore e capisce le aziende, è ricco e capisce i ricchi, ma capisce anche i poveri, soprattutto capisce le donne (e le veline), e capisce anche gli uomini (le loro brame, le loro voglie) e i bambini, capisce i pragmatici e soprattutto sa come gestire il paese... è meglio di un aereo supersonico, anzi è super...

Silvio capisce corruttori e corrotti, poliziotti e mafiosi, amici e clienti, forse l'unica cosa che non capisce è la legge (a che servirà mai ?), nè l'indipendenza della magistratura (tutta relativa), visto che capisce il potere e che capisce che dev'essere tutto nelle stesse mani, non capisce neanche perchè dovrebbe lasciare il controllo dei media, in fondo sono aziende come le altre (che servono al/il potere) no ?

Oggi è stato preso le mani nel sacco, ma il sacco era suo, perciò se ne frega un pó, e tanto ha fatto cambiare le leggi -che non capiva- con una legge che capisce bene e lo protegge (il lodo Alfano) come protegge l'Italia, l'Italia dei valori (quelli suoi), non quelli di Antonio, che è un uomo che Silvio ha capito bene, un estremista di sinistra e, è risaputo, i mancini sono gente contro-natura, come gli omosessuali e le donne.

Insomma non vi preoccupate, ha tutto in mano Lui, e Lui vi saprà capire, difendere e proteggere, Onnipresente, Onnisciente, Onnipotente.

La politica serviva solo a questo, e tralatro è poco affidabile (la politica). E servita a fabbricare un super eroe come lui.

Attenti, come Titti (il canarino) è meglio evitare di andare in giro per la casa o anche in giro per il mondo ed è meglio restare in gabbia... al sicuro, ma in gabbia.

"Oh, oh, mi è semblato di vedele un gatto" ! disse Tittonio di Silviostro...

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Come si ritrovano i vecchi amici. Grazie a Big Brother (per ora).

Post n°12 pubblicato il 01 Dicembre 2007 da maksi
 
Foto di maksi

Saluti a tutti, ho ritrovato Sibilla, del Liceo Chateaubriand a Roma, Alice del Mamiani e del conservatorio di Santa Cecilia, violino alla RAI, e Katalina di Budapest, Florin Badea di Bucarest, ecc.

Tutti via Internet, facendo una ricerca su google oppure contattando qualche parente trovato con google; oppure, iscrivendosi a ... FACEBOOK, il nuovo sito di Microsoft, che servirà per lanciare nuovi prodotti marketing.

Eh già, "big brother is watching you" non è solo una storia fantastica di George ORWELL, dal libro "1984", scritto anni prima; la realtà è che oramai ognuno di noi ha lasciato una traccia su Internet, in un modo o un altro... cioè, qualcuno ha parlato di noi, qualcuno ci conosce, oppure ... no. Alcuni sono ancora ben protetti, e la ricerca non basta, per fortuna, a trovare tutto e tutti...

Pero come mezzo di comunicazione globale non è male. E dire che tutto è cominciato da ricerche scientifiche per connettersi a distanza tra ricercatori (e non solo esercito).

Beh, comunque, saluti a tutti, bacioni a Stefano, Giulia, Flavio, amici e vecchie conoscenze, visto che tanto prima o poi verranno a leggere qui su questo blog...

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Ricordi di una giornata calda d'estate 2005

Post n°11 pubblicato il 16 Giugno 2007 da maksi

A Bercy, grande stadio parigino, era organizzata un happening sportivo e artistico grandioso con tanta gente.

Cosi ci siamo andati.



Ecco il risultato, una bella danza del ventre e tante altre cose. Pattinaggio, Capoeira, Salto con trampolino, ecc...

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Ségolène Royal, candidata di sinistra perde l'elezione per Presidente in Francia

Post n°10 pubblicato il 06 Maggio 2007 da maksi
 
Foto di maksi

Con meno di quarantasette per cento (47%) Ségolène Royal, candidata di sinistra alla Presidenza in Francia ha perso l'elezione a suffragio universale diretto, domenica 6 maggio 2007. Il nuovo Presidente francese è Nicolas Sarkozy, Presidente del partito di destra (conservatore) UMP ed ex-ministro degli interni, nonchè ministro delle finanze del governo uscente.

Non è una sorpresa, visto che oramai da circa due mesi Nicolas Sarkozy era dato per vittorioso al secondo "giro" dell'elezione (maggioritario a due "turni" o giri). Da quando al primo turno, il candidato del'UMP ha ottenuto piú di 31% dei suffragi, contro 25% circa per la sua rivale a sinistra era scontato il risultato, in quanto sarebbe stato molto difficile per la candidata recuperare 25% dell'elettorato totale, sapendo che tutti i candidati a sinistra avevano meno di 40% dei suffragi.

La candidata di sinistra data per vincente un anno fa, ha scalato una via tutta in salita, disturbando gli equilibri di potere nel partito socialista, ma anche alla sua sinistra, nonchè al centro della scacchiera politica francese. Ma la grande novità, ed anche una delle cause dello scacco elettorale (la terza disfatta consecutiva per la sinistra e il partito socialista francese) è stata l'emergenza di un "terzo uomo" rappresentante un terzo polo, al centro, definendosi nè di sinistra, nè di destra: François Bayrou, che ha ottenuto al primo giro piú del 18,8% dei voti.

Un'altra delle ragioni della sconfitta è stata la divisione a sinistra, e la presenza di 7 candidati di sinistra, a sinistra del partito socialista: Arlette Laguiller (LO-Lotta Operaia), Olivier Besancenot (LCR-Lega Comunista Rivoluzionaria), Gerard Schivardi (PT-Partito dei lavoratori), Marie-George Buffet (PCF-Partito Comunista Francese), José Bové (Altermondialista), Dominique Voynet (dei Verdi).

Mentre a destra, Nicolas Sarkozy con un discorso duro, una figura autoritaria, prometteva di fare "ordine" ed attraeva alcuni voti di destra sottraendoli a Jean-Marie LePen (FN-Fronte Nazionale) ed a Philippe DeVilliers (MPF-Movimento per la Francia), e mentre François Bayrou (UDF, Partito Democratico) rubava voti ad entrambi, Ségolène Royal prosciugava i voti di sinistra (le riserve di voti per il secondo giro) lasciando tutti i candidati di sinistra con meno di 2% con l'eccezzione del giovane postino Olivier Besancenot (quasi 5%).

Ora il partito socialista francese deve affrontare la difficilissima questione delle elezioni politiche per i deputati ed il senato e le possibili alleanze elettorali (in un sistema maggioritario poco "democratico") a scapito degli alleati tradizionali della "sinistra plurale", alleanza scioltasi nel 2002, e che aveva accompagnato il partito socialista alla vittoria elettorale nel 1997.

Con la creazione del Partito Democratico Francese, e con una sparizione quasi totale dei partiti di sinistra classici, che rivendicavano le loro radici comuniste, marxiste o trozkiste, il partito socialista dovrà contare con alleanze al centro (o concordati per 'desistenze') per poter limitare l'elezione di una nuova maggioranza assoluta di destra all'assemblea legislativa (parlamento).

Solo che il partito socialista è diviso, e la candidata (concubina del segretario del partito François Hollande) aveva rifiutato una alleanza elettorale al centro, che alcuni socialisti (social-democratici) avevano chiesto. Anche perchè, un correntone interno aveva tirato il partito a sinistra durante il referendum (perso) per la constituzione europea, che la sinistra -a sinistra del partito socialista- aveva rifiutato, e che il partito socialista aveva invece sostenuto.

Come farà Ségolène Royal a conciliare le posizioni contrapposte delle due anime del partito ? Le alleanze ed accordi per le politiche porteranno ancora piú avanti la crisi del partito socialista sempre più profondamente diviso.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Partito Democratico Italiano e Parti Démocrate francese, una coincidenza ?

Post n°9 pubblicato il 01 Maggio 2007 da maksi
Foto di maksi

Dal 2004, i due Franceschi, Francesco Rutelli e François Bayrou (arrivato terzo all'elezione per il Presidente francese) hanno creato insieme il Partito Democratico Europeo (PDE), con una ventina di deputati e un logo.

Per ora sembra proprio che questo partito europeo sia piccolo di fronte al PSE e al PPE.
Ma ora, quando le elezioni in Francia saranno concluse, e che malgrado il maggioritario ci saranno tre partiti a contendersi la maggioranza, la situazione no sarà molto diversa d'all'Italia, dove la maggioranza attuale è risicata e dove un forza centrifuga sta operando verso il centro.

Forse è stato tutto un calcolo ? Quando si è affermata la non adesione al Partito Socialista Europeo di questo nuovo Partito Democratico si ha già in testa una terza forza politica in Europa ?

Comunque se i "democratici" italiani contano su una nuova formazione di centro-sinistra, si sbagliano, i "democrats" all'italiana saranno di centro, ma senza basi ideologiche, e sicuramente non di sinistra.

Quanto cammino percorso dai vecchi compagni del PCI, che dalle gioventù comuniste si avviano verso una democrazia di centro (con un anima cristiana ?) sorpassando persino i socialdemocratici del PSE.

Insomma tutto il cammino a rovescio della nuova sinistra europea a sinistra del PSE.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »