**TEST**

Tracce dall'Universo

Storie e racconti di un capitano

 
immagine
 
immagine
 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Occhidolci975cerianthus21MUSETTO12moki.barbierofalco58dglghepardo1988panpanpicaterpilarcinziaary67.alocutus_of_borg_1974ulisse.dragoneain_talkingelsewhere_perhapspsicologiaforensesettedinove79
 
immagine
 
immagine
 
immagine
 
immagine
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Febbraio 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29  
 
 

 

Post N° 17

Post n°17 pubblicato il 06 Maggio 2007 da il_capitano_ste
 

Giorno ventesimo,

    Finalmente Irina è fuori pericolo (vedi messaggio n° 16) ed è stata dimessa dalla medicheria dell'astronave sindamana. Ora posso tirare un sospiro di sollievo dopo giorni di profonda tensione.
    Stavo per perdere un membro del mio equipaggio e non potevo fare nulla per salvarlo. Oltretutto, poi, la causa era a noi inspiegabile: una molecola appositamente studiata da qualcuno, sicuramente sindamano, per bloccare le pompe ioniche delle cellule del nostro cuore. Davvero non me lo sarei mai aspettato. Dopo tutte le chiacchiere di Visìndamon, soprattutto. Ora dovrà fornirci tutte le spiegazioni del caso e catturare i responsabili.
    Noi intanto proseguiremo il nostro viaggio da soli e ci terremo in contatto con loro attraverso la comunicazione iperspaziale. Lui ce l'ha caldamente sconsigliato, perché dice che lo facciamo a nostro rischio e pericolo, ma a me e ai miei ufficiali importa poco. Dopo ciò che è accaduto ho preferito allontanarci momentaneamente dal suo Vascello Imperiale. I miei uomini non sarebbero al sicuro.

    Vedremo poi cosa ci riserverà il futuro. Nel frattempo continuiamo la nostra rotta verso alfa-Betelgeuse. Sollevati di un grande peso ed entusiasti di proseguire il nostro viaggio alla scoperta del cosmo sconfinato...

 
 
 

Post N° 16

Post n°16 pubblicato il 03 Maggio 2007 da il_capitano_ste
 

    Irina Sminilova (vedi messaggio n° 4) stava colloquiando con i nuovi amici Sindamani nella sala mensa della loro astronave, che da ormai una settimana era ancorata alla Santa Maria. Stava raccontando loro della sua città, Mosca, quando cominciò a non sentirsi bene.
- Irina? c'è qualcosa che non va? -, le chiese un sindamano di nome Rèmon, vestito di una tunica verde con la cintura viola. Era infatti un soldato della Guardia Imperiale.
- Non saprei... Mi sento strana... Come se stessi per svenire. -
- Vuoi che chiamo un medico? -
- Forse... Forse sarebbe meglio... -. Irina cadde dalla sedia sulla quale sedeva, priva di sensi.

    Senza pensarci un attimo il soldato si alzò e si diresse verso il comunicatore più vicino. Pigiò il pulsante dell'emergenza medica e si mise in contatto con la medicheria dell'astronave, dove i medici terrestri stavando affinando la loro arte presso i loro più avanzati colleghi Sindamani.
- Qui medicheria. Sono Astalàriat. -, rispose il medico capo, vestito come tutti i suoi colleghi con una tunica oro cinta in vita da una cintura arancione.
- C'è un'emergenza in sala mensa. Un membro dell'equipaggio terrestre ha avuto un malore. E' l'infermiera Irina. Ora giace a terra di fianco a me, priva di sensi. -
- Va bene. Attivo il teletrasporto e la trasferisco subito da noi. Ma esattamente cosa stavate facendo? Ha lamentato dei sintomi particolari, prima di svenire? -.
- L'ho vista diventare pallida in viso. Ha detto che si sentiva svenire, poi è caduta a terra a peso morto. Ho cercato il polso carotideo, come ci avevate insegnato in caso di necessità con i terrestri, ma non l'ho sentito. -
- Bene, Speriamo non sia nulla di grave... -.

    Nel frattempo che parlavano, Irina era stata teletrasportata nella sala operatoria dell'astronave sindamana, dove i medici dell'Oharta stavano valutando le sue condizioni cliniche.
- E' in asistolia. -, disse uno dei medici alieni ad Astalàriat, quando questo giunse a passo veloce. - I medici terrestri stanno praticando il massaggio cardiaco e la respirazione. -
- Allora inseriamo un dispositivo contrattile artificiale e facciamo tutte le indagini del caso. -.

    Guidato da una sonda esterna che proiettava le immagini su uno schermo olografico, Astalàriat inserì il dispositivo attraverso l'ottavo spazio intercostale di sinistra. Questo apparecchio, una volta raggiunta la superficie cardiaca, fece uscire delle appendici simili ad artigli che agganciarono il cuore sostituendosi al suo sistema di conduzione e alle pompe ioniche delle sue cellule e fornendo inoltre i nutrienti necessari a mantenere la loro vitalità.
    Frattanto, gli analizzatori esterni stavano scannerizzando il corpo della vittima.
- Abbiamo trovato la causa! -, disse il medico Sindamano preposto all'analisi dei dati dopo nemmeno un minuto. - E' una molecola sintetica cardiotossica specifica che ha bloccato tutte le pompe ioniche cellulari. -
- Allora dovremmo farcela! Presto, infondiamo una dose piena di antitossinogeno universale e speriamo che non sia troppo tardi. -, concluse il medico capo.

    I terrestri, intanto, stavano seguendo la vicenda con apprensione e profonda paura, pur non nascondendo il loro interesse per le incredibili attrezzature usate dai Sindamani.

 
 
 

Post N° 15

Post n°15 pubblicato il 01 Maggio 2007 da il_capitano_ste
 

Nucleo di curvatura


Ciao a tutti,

    La scorsa settimana (vedi messaggio n° 9) vi avevo parlato della propulsione a curvatura, sottolineando quelli che sono gli aspetti scientifici e fantascientifici del problema. Oggi invece, come preannunciato, volevo parlarvi della struttura del nucleo di curvatura, quella struttura grazie a cui è possibile, attualmente solo nella fantasia, creare quelle distorsioni spaziali necessarie ad entrare in curvatura e superare così la velocità della luce. Per il funzionamento, invece, vi do appuntamento alla prossima puntata.
    Come sempre, le informazioni sono tratte da Wikipedia, a cui rimando per ogni approfondimento.

    Dunque, cominciamo. Il nucleo di curvatura, detto anche reattore materia/antimateria, è un congegno che consente di creare un'energia equivalente a quella che si genera all'interno di una stella. Questa energia, tra l'altro, consente il funzionamento di tutti i sistemi di bordo.
    Nel nucleo, secondo il disegno dei suoi inventori, si annichiliscono materia ed antimateria sviluppando l'energia necessaria a creare un campo di curvatura ed a viaggiare a velocità curvatura, più rapida di quella della luce.
    Si può dire, quindi, che nessun sistema produttore di energia può competere col nucleo di curvatura, in termini di efficienza e quantità di energia prodotta in modo controllato.

    Tra i vari componenti del nucleo di curvatura vi sono innanzitutto gli iniettori dei reagenti, i quali immettono un flusso controllato di materia ed antimateria verso i segmenti di costrizione, che sono al centro del nucleo. In questa fase sono molto importanti i sistemi di controllo, in quanto se la reazione sfuggisse al controllo potrebbero verificarsi delle esplosioni catastrofiche con rilascio di grandi quantità di energia.
    I costrittori magnetici costituiscono invece la parte centrale del nucleo e forniscono il supporto strutturale alla camera di reazione. Inoltre concentrano e accelerano il flusso di carburante proveniente dagli iniettori per indirizzarlo alla camera di reazione. Sono composti da due parti, ognuna delle quali contiene un compressore toroidale e numerose serie di bobine di costrizione magnetica.
    La camera di reazione è il cuore dell'astronave, all'interno della quale avviene l'anichilazione controllata di materia ed antimateria. Essa è costruita attorno ad una rete di cristalli di dilitio, che consente, rallentando l'antimateria, di produrre energia in maniera costante e controllata. Le pareti sono costituite da duritanio ed altre leghe molto resistenti al calore e alle pressioni elevate che si sviluppano in seguito alle reazioni.
    L'energia prodotta nella camera di reazione viene poi incanalata nelle condutture EPS (ElectroPlasma System) e distribuita alle gondole dei motori a curvatura e alla rete energetica dell'astronave. Queste condotte di trasferimento dell'energia sono simili ai costrittori magnetici, in quanto utilizzano anch'esse un campo di contenimento per trasferire il plasma da un punto all'altro dell'astronave. La principale differenza tra queste due componenti, però, tutt'altro che irrilevante, è che le condotte di trasferimento percorrono distanze molto più lunghe dei costrittori, dovendo ricaricare tutte le batterie e gli accumulatori che forniscono poi l'energia ai vari sistemi dell'astronave. Solo il motore a curvatura, infatti, utilizza direttamente il plasma prodotto.

 
 
 

Post N° 14

Post n°14 pubblicato il 29 Aprile 2007 da il_capitano_ste
 

- Sei riuscito ad avere le informazioni che ti ho chiesto? -
- Certo, Sakaz. Ho incontrato meno difficoltà del previsto, e nessuno, sull'Oharta, nutre sospetti nei miei confronti. -
- Molto bene. Allora prepara il veleno molecolare ed entra in azione il prima possibile. Non può durare oltre, l'amicizia tra queste due civiltà. -
- Concordo pienamente con te, Sakaz. Mi metto subito al lavoro. -

    Chiuso nella sua stanza, verde e lineare come il resto dell'astronave, lo scienziato più importante dei Sindamani stava tramando contro il suo Condottiero e contro i membri dell'equipaggio terrestre assieme al capo dell'esercito dei Pùtir, da sempre nemici dei Sindamani (vedi messaggio n° 6). Kazàr, questo era il suo nome, e Sakaz, si sentivano quotidianamente attraverso una linea criptata ignota ai membri dell'equipaggio dell'Oharta ed adottata dalle spie Pùtir nelle ultime azioni di guerra.
    Senza farsi scoprire lo scienziato sindamano aveva eseguito, su ordine dell'ufficiale Pùtir, una scansione molecolare degli astronauti terrestri mediante un apparecchio palmare sofisticatissimo di ultima generazione. Attraverso questa era riuscito ad ottenere la struttura dei diversi canali di membrana delle cellule umane, con anche alcune informazioni riguardanti la loro funzione.
    Ora non gli restava altro da fare che adoperare le sue conoscenze biochimiche e bioingegneristiche per mettere a punto il veleno ed iniettarlo al momento giusto. In caso di successo avrebbe potuto incrinare notevolmente i rapporti tra le due civiltà e creare un diversivo che avrebbe ridotto l'attenzione della Guardia Imperiale nei confronti degli obiettivi sensibili e reso più facile l'attacco da parte dei Pùtir e delle fazioni ribelli all'interno dei Sindamani.

 
 
 

Post N° 13

Post n°13 pubblicato il 27 Aprile 2007 da il_capitano_ste
 

Giorno undicesimo,

    Quest'oggi, dopo pranzo, ho avuto un altro colloquio con Visìndamon. Ero da solo, poiché il comandante Mileto è andato a parlare con gli ingegneri di bordo dell'Oharta, di modo da farsi spiegare nei dettagli le modifiche apportate ai nostri sistemi informatici di controllo delle funzioni della nostra astronave. Secondo gli ingegneri Sindamani ora siamo sicuri contro ogni tipo di aggressione, perché nessuna specie a loro ostile è mai riuscita a entrare nei sistemi informatici delle loro apparecchiature. Questa notizia mi solleva non poco.
    Il colloquio con Visìndamon, invece, è stato molto interessante. Stavolta, infatti, ha voluto far luce su alcuni incidenti misteriosi che sono successi negli ultimi due secoli, primo fra tutti quello avvenuto a Roswell l'8 luglio 1947. Secondo il Condottiero dei Sindamani, quello fu un tragico errore dei loro incursori disposti a proteggere la Terra contro possibili attacchi o visite da parte di specie ostili (vedi messaggio n° 12). Di solito questi sono in grado di catturare il mezzo alieno molto prima che questo entri nell'atmosfera terrestre, o nella peggiore delle ipotesi riescono ad abbatterlo e far sparire i resti in tempo utile. Quella volta, però, l'incursore nemico riuscì ad entrare nell'atmosfera del nostro pianeta e tentare un atterraggio di fortuna, nonostante fosse stato colpito. L'atterraggio, però, non è riuscito, ed il velivolo si è schiantato al suolo provocando la morte degli occupanti. Il fatto che fosse precipitato in un'area militare ha sicuramente contribuito ad insabbiare più facilmente le prove da parte dell'amministrazione statiunitense, e i Sindamani certo non ci tenevano a far sapere all'Universo intero il loro errore, soprattutto in quel periodo molto difficile. Stavano infatti combattendo una dura lotta contro delle fazioni dissidenti interne al loro popolo, e per tale motivo non potevano allargare troppo il fronte della lotta, dal punto di vista diplomatico.
    Ora però, che era giunto il tempo, non aveva nessuna difficoltà ad ammettere l'errore dei suoi predecessori. Almeno questo è quanto mi ha detto. Mi ha poi spiegato che gli altri avvistamenti sono stati causati anch'essi da alcuni errori delle loro pattuglie di istanza nei pressi della Terra, ma secondo me sono stati comunque utili. Grazie ad essi, infatti, sul nostro pianeta abbiamo continuato a credere e sperare nella possibilità di un incontro con una specie aliena intelligente e magari più sviluppata di noi. In questo modo, ora che il fatto è accaduto, posso dire che non è stato per noi un grande shock. In fondo noi ci aspettavamo questo incontro, ed ora che è avvenuto è come se fosse stato scritto l'ultimo brano di una grande sinfonia.
    A questo punto non possiamo far altro che proseguire scrivendone un'altra, tutta nuova...

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: il_capitano_ste
Data di creazione: 17/04/2007
 

TAG

 
immagine
 
immagine
 
immagine
 
immagine
 
immagine
 
 

ULTIMI COMMENTI

Analizzatore Cloro e NH3
Inviato da: reviglione
il 07/06/2007 alle 16:28
 
Have a good day Moly
Inviato da: MorriganLilith
il 04/06/2007 alle 11:08
 
Capitano siamo alle strette^_^ Ho bisogno di un paio di...
Inviato da: MorriganLilith
il 30/05/2007 alle 09:53
 
Buon giorno Capitano...^_^
Inviato da: MorriganLilith
il 28/05/2007 alle 10:37
 
Non preoccuparti, in bocca a lupo!!!
Inviato da: cosmoblu81
il 15/05/2007 alle 12:21
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 4
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 

AREA PERSONALE

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom