Blog
Un blog creato da ilPrincipeNero il 18/09/2006

MISERIA E NOBILTA'

IMPERIUM ET LIBERTAS

 
 

LA BAMBA E LA FINANZIARIA DI PRODI

 

...L'UNICO LAVORO IN CUI SI INIZIA DALL'ALTO E' SCAVARE UNA FOSSA...

----------------------------------------------------------------------------

Questo Blog non rappresenta una testata giornalistica, tanto e' vero che viene aggiornato senza regolare periodicita'.
Pertanto non puo' considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.


Chiunque ravvisasse in questo Blog del materiale che ritenesse di propria appartenenza puo' segnalarlo all’autore, che provvedera' alla rimozione immediata dello stesso.

 

TAKE IT EASY: EAGLES & TRAVIS TRITT.

          Alla faccia della spazzatura che gira oggi
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 7
 

 

« "DURA" LEX SED LEX...PREDICARE MALE E RAZZOLARE BENE  »

HABEMUS PAPAM

Post n°15 pubblicato il 12 Dicembre 2006 da ilPrincipeNero

immagineE' con le lacrime agli occhi che comunico, a chi non lo sapesse ancora, il ritorno di Enzo Biagi in TV. Evviva il papa è tornato. Il pontificatore è di nuvo tra noi. Il fustigatore dei vizi della parte italiana malata (la destra) ci accompagnerà ancora per un bel pò di tempo.

Giornalista sopravvalutato, chi legge il Corriere della Sera si sarà accorto di quanto i sui editoriali siano lontani per acutezza e approfondimento delle argomentazioni (salvo quando parla dell'uomo di Arcore), dagli altri editorialisti.

Da un pò adorato dal popolo della sinistra, ma a loro basta che ti scagli contro Berlusconi e ti adorano, dimenticano come d'incanto che prima magari ti erano nemici, che ti criticavano, che ti predevano per i fondelli. Come la bella lavandaia che tutto lava e smacchia, basta che critichi sempre a comunque il Belzebù di Arcore e loro ti adottano, ti lavano per benino e diventi l'icona della resistenza e della lotta (loro amano queste parole) al tiranno. Gli esempi di personaggi lavati e stirati sarebbero molteplici, ma ne parleremo forse un altra volta.

Nessuno più ricorda al buon Biagi, lui paladino della libertà di stampa, le sue interviste "inginocchiato sui ceci" fatte a Giovanni Agnelli. Interviste, lui così duro e puro, garante dei giornalisti non servi del potere, che facevano venire le carie ai denti. Gli dedicò se non erro più di un libro. E per questo era inviso alla sinistra. Perchè come si sa Agnelli non era l'ultimo dei proletari. Ma al buon Biagi questo non importava, per lui il "Signor FIAT" (come intitolò un suo libro) era la quintessentza della trasparenza, non un uomo che era il vero monarca d'Italia, che nulla accadeva di importante in questo Paese senza un suo OK. Un uomo con una sorella Ministro degli Esteri, con interessi economici e infulenze politiche enormi. Ecco a quest'uomo, il bravo Biagi nel intervistarlo mai, dico mai, una volta gli pose delle domande....non dico cattive ed imbarazzanti, ma neppure leggermente scomode.

Habemus Papam

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 

AVVISO IMPORTANTE AGLI OSPITI!

L'autore di questo Blog è persona di scarsa cultura, ignorante e rozza.

Non essendo di sinistra, e quindi non avendo avuto, per discendenza di casta, tutte quelle qualità che tale appertenenza ha insite nel priprio DNA, è una persona che: 

ama la violenza, non è democratico, legge poco e quel poco sono solo giornali scandalistici e libri di quart'ordine e, la cosa peggiore di tutte, in TV guarda solo Reality, Soap Opera e Rete 4! 

Quindi siete avvisati...

 

ULTIME VISITE AL BLOG

arlincruz1971alisa65bastardoesnobauroradinitersicore.65danel66ilPrincipeNeroletizia_arcurisasyarmanykasyanovaloxnotarprincipessinaannaSarettabigAmo_FORMOSA
 

PRESENTAZIONE

immagine

Salve a tutti ho appena creato questo blog e per evitare stupidi malintesi e fraintendendimenti, preferisco spiegare ai più che forse non lo sanno chi sia il Principe Nero. Non si tratta nè di un essere demoniaco nè del figlio di satana, quindi gli amanti del "genere" (bestie di satana e affini) sono avvisati.

Non si tratta nemmeno di un personaggio che le menti un pò fantasiose possono identificare come un "Masters" (credo che si dica così) adito a rapporti sado-masochisti. Quindi prego astenersi amanti del genere.Nè si tratta di un nome di fantasia da me inventato. 

Ma chi sarà mai allora questo Principe Nero?

Molto banalmente è un non secondario protagonista del passato che fu.

Essendo io molto appassionato di Storia ed in particolare di Storia Medievale, ho utilizzato (spero di esserne all'altezza ) il soprannome di battaglia di Edoardo d'Inghilterra, Principe di Galles. Persona molto ma molto lontana sia per l'epoca, ma anche per carattere, temperamento, sagacia e forza dell'attuale pretendente al Regno d'Inghilterra.

Giusto per non annoiarvi troppo, vi traccio brevemente chi fosse Edorado d'Inghilterra detto il Principe Nero

Edoardo, nacque a Woodstock nel 1330 e la sua vita non fu lunga infatti non arrivò mai a diventare re. Morì infatti nel 1376 a soli 46 anni per una banale infezione.

Primogenito di Edoardo III di York (rosa bianca) dei Plantageneti, fu uomo di grande coraggio unito alla straordinaria abilità strategica. Il soprannome (Principe Nero) gli derivò dal colore dell'armatura da questi indossata in battaglia.

Giusto per citarne una, forse la sua più famosa vittoria, la battaglia di Poitiers (1356)

Edoardo si scontra in un epica battaglia contro il sovrano francese Giovanni II che sicuro della superiorità numerica 1 contro 2, lo attacca vicino alla cittadina di Poitiers. Subendo una rovinosa sconfitta (grazie soprattutto ai temibilissimi arcieri inglesi) e rimanendo catturato, per poi essere portato in Inghilterra come prigioniero.

Le pagine di questo Blog cercheranno di rifarsi al carattere di questo personaggio. Certo non ci saranno battaglie campali con frecce, spade o lance, ma non ci sarà nemmeno il buonismo deleterio e la ipocrisia che pregna il nostro Paese da troppo tempo.

Le cose qui da me scritte si rifaranno allo spirito con cui Oriana Fallaci amava trattare gli argomenti affrontati. (mi perdoni da lassù per un così ardito paragone sia culturale che di capacità e stile narrativo.)

 
 

MAGLIETTA

immagine   UN CONSIGLIO ANCHE SE FA FREDDO:

                                         RITIRATELA FUORI.