Blog
Un blog creato da ilPrincipeNero il 18/09/2006

MISERIA E NOBILTA'

IMPERIUM ET LIBERTAS

 
 

LA BAMBA E LA FINANZIARIA DI PRODI

 

...L'UNICO LAVORO IN CUI SI INIZIA DALL'ALTO E' SCAVARE UNA FOSSA...

----------------------------------------------------------------------------

Questo Blog non rappresenta una testata giornalistica, tanto e' vero che viene aggiornato senza regolare periodicita'.
Pertanto non puo' considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.


Chiunque ravvisasse in questo Blog del materiale che ritenesse di propria appartenenza puo' segnalarlo all誕utore, che provvedera' alla rimozione immediata dello stesso.

 

TAKE IT EASY: EAGLES & TRAVIS TRITT.

Alla faccia della spazzatura che gira oggi
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 7
 

 

« PREDICARE MALE E RAZZOLARE BENE 

DA UN ARTICOLO DEL CORRIERE DELLA SERA DI OGGI 1/02/07 meditiamo tutti....

Post n°17 pubblicato il 01 Febbraio 2007 da ilPrincipeNero

Tv nascoste in moschea L段mam: sharia in Italia
L段nchiesta in incognito di due giornalisti di SkyTg24 Da Viale Jenner a Centocelle:
Allah vuole il velo integrale
A coloro che immaginano che il velo islamico sia una libera scelta della donna o addirittura il suggello di una societ multiculturale dove saremmo tutti felicemente realizzati, consiglio di seguire questa sera alle 22,35 la puntata dal titolo ォUn velo fra noiサ, della trasmissione Controcorrente condotta da Corrado Formigli su SkyTg24. Scopriremo che nelle nostre moschee il niqab, il velo integrale, viene imposto come un precetto divino e che simboleggia la penetrazione della sharia, la legge coranica, in vista dell段slamizzazione dell棚talia. Due coraggiosi giornalisti, una somala e un iracheno, camuffati da coppia ォislamicamente correttaサ (lei con il niqab, lui con la barba incolta), si sono avventurati in seno alle ォmoschee caldeサ di Centocelle a Roma, di Varese e di viale Jenner a Milano, muniti di una telecamera nascosta. Ed proprio l段mam di quest置ltima moschea, Abu Imad, a rivelare con maggiore franchezza la strategia di conquista islamica del nostro Paese: ォA noi la loro democrazia fa comodo, ci utile come comunit e come individui. In verit, nella terra dei musulmani, se siamo musulmani, dobbiamofarci governare dalla sharia. Mettiamo che il mezzo per raggiungere la sharia di Allah siano elezioni libere o l弾sercizio del potere. Mettiamo che i musulmani in Italia siano d誕ccordo ad istituire la sharia di Allah. E allora...サ.
Abu Imad si ferma un attimo prima di concludere: ォE allora l棚talia diventer uno Stato islamicoサ. Ma il senso chiaro. L段mam della moschea pi inquisita per i suoi legami con il immagineterrorismo islamico internazionale, svela una decisa preferenza politica per la sinistra: ォVedi dove la sinistra forte, come in Liguria e in Emilia, noi stiamo meglio. Ma purtroppo la sinistra in Lombardia meno forteサ. Potr sorprendere ma per Abu Imad l誕rma vincente degli estremisti islamici la Costituzione italiana: ォIl compromesso tra le nostre convinzioni religiose e la democrazia possibile. La Costituzione al di sopra di qualunque legge e la Costituzione di questo Paese garantisce la libert di culto. Perci una legge che impedisce a una donna musulmana di portare il niqab, il velo integrale, una legge anticostituzionale. Non venga qualcuno nel nome della libert a togliermi la mia libert. Sarebbe contro la Costituzione e i diritti dell置omo. La poligamia poi, vedi, un problema risolvibile. Intanto i poligami sono pochi e se qualcuno vuole avere due mogli si pu trovare la scappatoia. Per esempio ne sposi una ufficialmente in Comune e l誕ltra la sposi solo secondo la sharia. Non un problema サ. Anche Haji Ibrahim, imam della moschea di Varese, indossa come Abu Imad la divisa dei radicali salafiti, la jellaba, una tunica bianca, barba incolta e sulla testa la taqiya, uno zucchetto bianco. ォIl vero responsabile in carcere.
La moschea qui non estremista, abbiamo questa fama perch hanno arrestato alcuni fratelliサ, premette l段mam, ォil niqab un volere di Allah e basta. Il profeta durante la sua vita l檀a fatto mettere alle sue mogli e alle sue figlie. Alcuni ulema dicono che la donna pu lasciare scoperto l弛vale del volto e le mani,ma ci sono altri ulema che sostengono che la donna tutta una awra, una vergogna, da coprire. Io sono convinto che una donna deve portare il niqab in questa societ immoraleサ. ォStiamo combattendo una guerra, qui siamo in trinceaサ. Lo stesso concetto viene riformulato dall段mam della moschea di Centocelle a Roma: ォNoi caro fratello non siamo nella terra dell段slam. Proprio per questo dobbiamo mostrare un volto adeguato dell段slam, specie ora che sul velo c定 grande polemica. La gente qui non abituata al hijab, figuriamoci al niqab.

 
Commenta il Post:
* Tuo nome
Utente Libero? Effettua il Login
* Tua e-mail
La tua mail non verr pubblicata
Tuo sito
Es. http://www.tuosito.it
 
* Testo
 
Sono consentiti i tag html: <a href="">, <b>, <i>, <p>, <br>
Il testo del messaggio non pu superare i 30000 caratteri.
Ricorda che puoi inviare i commenti ai messaggi anche via SMS.
Invia al numero 3202023203 scrivendo prima del messaggio:
#numero_messaggio#nome_moblog

*campo obbligatorio

Copia qui:
 
 

AVVISO IMPORTANTE AGLI OSPITI!

L'autore di questo Blog 陟persona di scarsa cultura, ignorante e rozza.

Non essendo di sinistra, e quindi non avendo avuto, per discendenza di casta, tuttequelle qualit che tale appertenenza ha insite nel priprio DNA, una persona che:

amala violenza, non democratico, legge poco e quel poco sonosolo giornali scandalistici elibri di quart'ordinee, la cosa peggiore di tutte,in TV guarda solo Reality, Soap Opera e Rete 4!

Quindi siete avvisati...

 

ULTIME VISITE AL BLOG

arlincruz1971alisa65bastardoesnobauroradinitersicore.65danel66ilPrincipeNeroletizia_arcurisasyarmanykasyanovaloxnotarprincipessinaannaSarettabigAmo_FORMOSA
 

PRESENTAZIONE

immagine

Salve a tutti ho appena creato questo blog e per evitare stupidi malintesi e fraintendendimenti, preferisco spiegare ai pi che forse non lo sanno chisia il Principe Nero. Non si tratta n di un essere demoniacon del figlio di satana, quindi gli amanti del "genere" (bestie di satana e affini)sono avvisati.

Non si tratta nemmenodi un personaggio che le menti un p fantasiose possono identificare come un "Masters" (credo che sidica cos) adito a rapporti sado-masochisti. Quindi pregoastenersi amanti del genere.N si tratta di unnome difantasia da me inventato.

Ma chi sar mai allora questo Principe Nero?

Molto banalmente un non secondario protagonista del passato che fu.

Essendo io molto appassionato di Storia ed in particolare di StoriaMedievale, ho utilizzato(sperodi esserne all'altezza ) il soprannome di battaglia di Edoardo d'Inghilterra, Principe di Galles. Persona molto ma molto lontana sia per l'epoca, ma anche per carattere, temperamento, sagacia eforza dell'attuale pretendente al Regno d'Inghilterra.

Giusto per non annoiarvi troppo, vi traccio brevemente chi fosse Edorado d'Inghilterra detto il Principe Nero

Edoardo, nacque a Woodstock nel 1330 e la sua vita non fu lunga infatti non arriv mai a diventare re. Mor infatti nel 1376 a soli 46 anni per una banale infezione.

Primogenito di Edoardo III di York (rosa bianca) dei Plantageneti, fu uomo di grande coraggio unito alla straordinaria abilit strategica. Il soprannome (Principe Nero) gli deriv dal colore dell'armatura da questi indossata in battaglia.

Giusto per citarne una, forse la suapi famosa vittoria, la battaglia di Poitiers (1356)

Edoardo si scontra in un epica battaglia contro il sovrano francese Giovanni II che sicuro della superiorit numerica 1 contro 2, lo attacca vicino alla cittadina di Poitiers. Subendo una rovinosa sconfitta (grazie soprattutto ai temibilissimi arcieri inglesi) e rimanendo catturato, per poi essere portato in Inghilterra come prigioniero.

Le pagine di questo Blog cercheranno di rifarsi al carattere di questo personaggio. Certo non ci saranno battaglie campali con frecce, spadeo lance, ma non ci sar nemmeno il buonismo deleterioe la ipocrisia chepregnail nostro Paese da troppo tempo.

Le cose qui da mescritte si rifaranno allo spiritocon cui Oriana Fallaci amavatrattare gli argomenti affrontati.(mi perdoni da lass per un cos arditoparagone sia culturale che di capacit e stile narrativo.)

 
 

MAGLIETTA

immagine UN CONSIGLIO ANCHE SE FA FREDDO:

RITIRATELA FUORI.