Una Stregatta...InMe

miao!

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

FACEBOOK

 
 

I MIEI SITI AMICI

ULTIMI COMMENTI

Caio mia bella e simpatica dottoressa, ben tornata, grazie...
Inviato da: skippy70
il 07/03/2008 alle 10:24
 
:)
Inviato da: il_grande_boh
il 16/01/2008 alle 22:09
 
AUGURIIIIIIIIII
Inviato da: il_grande_boh
il 25/12/2007 alle 11:05
 
POST 132 UN REGALO PER TE
Inviato da: lallaful
il 21/12/2007 alle 11:29
 
Tantissimi auguri di buon natale. Baciotti
Inviato da: skippy70
il 21/12/2007 alle 10:45
 
 

 

« Via!

Torno subito

Post n°48 pubblicato il 29 Novembre 2007 da viperella81
 
Tag: 4 U

E intanto

"Fu come se mi fossi svegliato di colpo, nel cuore della notte. I rumori, la luce, il suo volto entrarono in me come un fiume in piena. E capii che la amavo, che lei era l davanti a me e avrei dovuto fare qualcosa, dire tutto quello che provavo, o avrei rimpianto quell'istante tutta la vita."

da Stefano Benni - La grammatica di Dio

[A fra tre mesi.]

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/inme/trackback.php?msg=3672120

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
skippy70
skippy70 il 21/12/07 alle 10:45 via WEB
Tantissimi auguri di buon natale. Baciotti
 
lallaful
lallaful il 21/12/07 alle 11:29 via WEB
POST 132 UN REGALO PER TE
 
il_grande_boh
il_grande_boh il 25/12/07 alle 11:05 via WEB
AUGURIIIIIIIIII
 
il_grande_boh
il_grande_boh il 16/01/08 alle 22:09 via WEB
:)
 
skippy70
skippy70 il 07/03/08 alle 10:24 via WEB
Caio mia bella e simpatica dottoressa, ben tornata, grazie per aver acettato la mia amicizia. Baciotti e buon fine settimana...........
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 
 

INFO


Un blog di: viperella81
Data di creazione: 06/06/2006
 

SUL COMODINO

 

MI HANNO COLPITO

Grande, placida, come in un fresco, luminoso oceano di silenzio, gli stava di faccia la Luna.
S, egli sapeva che cos'era; ma come tante cose si sanno, a cui non si mai dato importanza. E che poteva importare a Ciula, che in cielo ci fosse la Luna?
Ora, ora soltanto, cos sbucato, di notte, dal ventre della terra, egli la scopriva.
Estatico, cadde a sedere sul suo carico, davanti alla buca. Eccola, eccola l, eccola l, la Luna...C'era la Luna! La Luna!
E Ciula si mise a piangere, senza saperlo, senza volerlo, dal gran conforto, dalla grande dolcezza che sentiva, nell'averla scoperta l, mentr'ella saliva pel cielo, la Luna, col suo ampio velo di luce, ignara dei monti, dei piani, delle valli che rischiarava, ignara di lui, che pure per lei non aveva pi paura, n si sentiva pi stanco, nella notte ora piena del suo stupore.

[Luigi Pirandello -Ciula scopre la luna- ]

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

marsilamministratoreslechtDIAMANTE.ARCOBALENOviperella81coccoildrilloCipry81Mondo_di_Aliceilyputcammo1020carrie82Lo.Scrittorepsicologiaforenseavensis75
 

CHI CURIOSA?

  website stats
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963