Creato da Napoli_e_Napoli_Blog il 05/03/2011

Napoli & Napoli

Stu core analfabeta te lle purtato a scola e se mparato a scrivere, e se mparato a lleggere sultanto 'na parola Ammore e niente cchiù .

 

problemi con Java e accesso in chat

Post n°326 pubblicato il 17 Gennaio 2014 da Napoli_e_Napoli_Blog

 

“Si avvisa l’utenza che a causa dell’ultimo aggiornamento Java (rel 7.51) potrebbero esserci problemi di accesso alla chat consigliamo di seguire, e far seguire a conoscenti a cui viene negato l’accesso, quanto riportato in questa faq: http://aiuto.libero.it/community/chat/faq/7135.phtml  “

 

 
 
 

Totonno ‘e Quagliarella

Post n°325 pubblicato il 14 Dicembre 2013 da Napoli_e_Napoli_Blog

Facite comm'a mme, senza timore: cufféjo pure 'a morte e 'a piglio a rrisa...
Io so' cuntento meglio 'e nu signore  pecché tengo una faccia e una cammisa...

E quanno metto 'a lengua 'int'ô ppulito, che ne facite 'a lengua 'e nu paglietta!?
Embè, quanto stimate 'a palla 'e vrito, chi vo' stà bbuono, à dda sapé 'a ricetta!

Si ll'ommo tutt''e chiacchiere vulesse sentí dicere, quanta fasule e cícere se mettarría a scartá!

E si tenite 'a freva, lassáte stá 'o cchinino...
Addó sta 'o mmeglio vino, jatelo a ppigliá llá!

Ce steva ‘nu scarparo puveriello, chiagneva sempe ca purtava 'a croce...
'A sciorta lle scassaje 'o bancariello e pe se allamentà...perdette 'a voce!

Quann' è 'a staggione, vaco ascianno sulo ’na bbona fritta 'e puparuole forte...
’Nu piezzo'e pane, 'nzieme a ‘nu cetrulo, e 'o riesto, 'o vvotto dint'â capa 'e morte!

Che tengo 'e figlie o aggi''a penzá ô pesone?
I' faccio ogne arte e ghièsco p''a campata!
Si è p''a lucanna, sott'a nu bancone, se dorme frisco e puó passá 'a nuttata...

Riguardo ô ttaffiatorio, mm''a scorcio bona 'a máneca e addó se trova 'agliáneco,

truvate sempe a mme!

Menammo tutto a bbuordo fintanto ca se campa:
Dimane, forze, 'a lampa se putarría stutá...

Che brutta cosa ch'è a tirá 'a carretta quanno nisciuna mano vótta 'a rota!
Nun sèntere cunziglie, nun dá retta, ca senza ll'uoglio chella nun avota!

Pe' spartere aggio avuto quacche botta ma nun mme sóngo miso maje paura!
na vota, 'int'a n'incendio a Forerotta, salvaje, 'a dint' ô ffuoco, ‘na criatura...

Quann'i' so' mmuorto, ll'ànn''a aizá 'sta crapa!
Nisciuno chiagne, manco p''o mumento...
Ll'esequie è bello e pronto: 'ncapa e 'ncapa e vaco â sala e Ricanuscimento!

Quann'è fernuta ll'opera, pezzente o miliunario, s'à dda calá 'o sipario e s'à dda arricettá...

Pe cchesto, 'o servo vuosto Tatonno 'e Quagliarella,

'o ccisto 'int'â garsèlla, nun s''o ffa maje mancá...

E quanno 'o libbro mio sarrá fernuto, nisciuno diciarrá si è bello o brutto...
Ma, primma 'e ve dá ll'urdemo saluto, ne voglio n'atu litro...'e chell'asciutto!

versi di Giovanni Capurro -  pubblicata nel 1919

 
 
 

"Aria del Natale" Non è una data. E' uno stato d'animo!

Post n°324 pubblicato il 19 Novembre 2013 da Napoli_e_Napoli_Blog
 

partecipa alla gara !!

 

" la più bella frase di Natale"


Lasciate la vostra frase di Auguri Natalizi, i Chatleader di stanza voteranno la frase più originale! il nome del vincitore sarà comunicato sul blog! la gara ha termine 23 dicembre... vi aspettiamo per condividere con voi i vostri pensieri e i vostri buoni auspici! (la frase và postata nei commenti usando la prefazione - la più bella frase di Natale -)

 
 
 

Derby, Rastelli mischia le carte. Riconferma in arrivo per Millesi. Arini affaticato, Massimo titolare?

Post n°322 pubblicato il 15 Novembre 2013 da Napoli_e_Napoli_Blog

Derby, Rastelli mischia le carte. Riconferma in arrivo per Millesi. Arini affaticato, Massimo titolare?

15.11.2013 11:10 di Angelo De Rogatis
© foto di Prospero Scolpini/TuttoLegaPro.com

Nel consueto test infrasettimanale che ha visto i lupi rifilare cinque reti alla Primavera di Luperto, Massimo Rastelli ha provato due formazioni, tutte aventi come fattore comune la difesa a tre, visti gli uomini contati a disposizione in retroguardia, causa l' assenza di Izzo e il probabile forfait di Alessandro Fabbro che non ha i 90 minuti nelle gambe, dopo il recente infortunio che gli ha impedito di scendere in campo con Cittadella e Palermo e non a caso ieri ha svolto lavoro differenziato con Arini, quest'ultimo alle prese con un affaticamento muscolare. A riposo precauzionale invece Herrera, attanagliato da noie muscolari ad una gamba, come del resto Galabinov e Schiavon. Ritornando alle "prove di formazione", nel primo tempo Rastelli ha schierato un inedito 3-4-1-2 con Seculin tra i pali, Bittante, Pisacane e Peccarisi a comporre il trio in retroguardia, Massimo e De Vito sulle corsie laterali di centrocampo, Togni e Angiulli invece in mezzo al campo, con Soncin nelle inediti vesti di trequartista alle spalle di Castaldo e Biancolino. Nel secondo tempo, invece, il tecnico di Torre del Greco è tornato al 3-5-2, provando quella che nel caso in cui Fabbro non dovesse recuperare, dovrebbe essere per 811 la formazione in campo dal primo minuto nel derby. Seculin tra i pali con De Vito arretrato in difesa al fianco di Pisacane e Peccarisi e rimpiazzato sull'out sinistro da Millesi, Bittante avanzato sull'out destro ed Emiliano Massimo "scalato" nei tre in mediana a supporto di Angiulli e Togni, schierati per far rifiatare gli inamovibili D'Angelo e Schiavon, diffida permettendo. In avanti Castaldo sempre al fianco di Biancolino, anche se a far coppia con l'ex Nocerina sarà inevitabilmente Galabinov. Per quanto concerne Togni, ha dimostrato di aver completamente recuperato dall'infortunio ma nell'ottica del graduale recupero, partirà dalla panchina. Nel caso in cui come prospettato, Arini non dovesse essere al 100% per l'affaticamento con cui è alle prese, a rimpiazzarlo dovrebbe essere Emiliano Massimo, anch'egli in campo per tutto l'arco del test. 

 
 
 

Città della Scienza, la festa per la riapertura dello Science Center...

Post n°321 pubblicato il 08 Novembre 2013 da Napoli_e_Napoli_Blog

Città della Scienza, la festa per la riapertura dello Science Center

L'area ricostruita, 2500 metri quadri sul lato del mare, ospiterà Futuro Remoto. Secondo gli organizzatori i visitatori ieri sono stati circa 4mila

Emiliano Dario Esposito 8 novembre 2013
La festa di ieri (foto @cittadellascienza.it)La festa di ieri (foto @cittadellascienza.it)

In 4mila ieri, secondo gli organizzatori, hanno festeggiato il ritorno di Città della Scienza. Un pomeriggio di giochi ed una serata di musica per rendere omaggio al museo il cui Science Center, distrutto dolosamente lo scorso 4 marzo, ritorna a fare cultura: un'area espositiva di 2500 metri quadrati dal lato del mare, che ospiterà innanzitutto la più famosa manifestazione di CdS, Futuro Remoto. Artisti, attori, musicisti, organizzatori di eventi e associazioni, tutti in campo a titolo gratuito fin dalle prime ore del pomeriggio. La stessa solidarietà che ha permesso la ricostruzione della struttura, attraverso donazioni private alla Fondazione Idis per 700mila euro.

“Questa grande partecipazione ci fa molto piacere – ha detto Vincenzo Lipardi consigliere delegato di Città della Scienza – Oggi presentiamo questo primo lotto del polo museale dove è stata istallata la mostra 'Ricominciamo col cervello', e il 19 novembre saremo a Roma dal Ministro Trigilia insieme al sindaco di Napoli e al presidente della Regione Campania per la firma dell'accordo di programma per la ricostruzione del polo museale”.

 

Felice anche il presidente del polo museale, Vittorio Silvestrini: “In questo momento sulla questione della ricostruzione ci sono molte limature da effettuare – ha spiegato – Per avviare la cantierizzazione dell'opera dovremo affrontare moltissimi ostacoli di natura soprattutto burocratica. Si dovranno fare le gare d'appalto, perfezionare gli atti. Ma la presenza di tutte queste persone ci fa ben sperare e pensare che dobbiamo andare avanti collaborando con le istituzioni”. La festa è stata anche occasione, per il comitato Bonifichiamo Bagnoli, di denunciare l'inquinamento dell'area e invitare i presenti alla manifestazione "Fiume in piena".


 
 
 

Fiorentina-Napoli 1-2 | Gli azzurri vincono una gara ricca di errori arbitrali.....

Post n°320 pubblicato il 31 Ottobre 2013 da Napoli_e_Napoli_Blog

Fiorentina-Napoli 1-2 | Gli azzurri vincono una gara ricca di errori arbitrali

Gli uomini di Benitez espugnano il Franchi fra le polemiche per l'arbitraggio di Calvarese. Di Callejon e Mertens le reti azzurre, intervallate dal gol di Rossi su rigore, concesso per un fallo dubbio di Fernandez

Mario Parisi30 ottobre 2013

Un momento della partita © Tm NewsInfophotoUn momento della partita © Tm NewsInfophoto

Il Napoli espugna Firenze e lo fa non senza polemiche, visto il discutibilissimo arbitraggio di Calvarese. Le scelte del direttore di gara e dei suoi collaboratori, influiscono negativamente sul match. Prima un calcio di rigore, a dir poco dubbio, concesso alla Fiorentina sull'1-0 per gli azzurri. Poi nel finale il fallo da penalty netto di Inler su Cuadrado, che invece viene ammonito per simulazione e poi espulso. Da sottolineare tra gli uomini di Benitez il gran momento di Callejon e Mertens, autori delle reti partenopee. Bene anche Higuain, autore dei due assist.

IL MATCH - Benitez lascia Hamsik in panchina, mentre conferma a sorpresa Maggio e Inler, che sembravano destinati alla panchina. Il Napoli colpisce gli avversari già al 12', quando uno splendido assist d'esterno di Higuain pesca in area Callejon che al volo batte Neto e porta in vantaggio gli azzurri. La Fiorentina prende campo e comincia il forcing nella metà campo partenopea, ma al 27' deve ringraziare l'arbitro Calvarese che concede un calcio di rigore per un fallo che non c'è di Fernandez su Savic. Dal dischetto c'è Pepito Rossi che spiazza Reina e porta sull'1-1 i padroni di casa. I viola hanno l'opportunità di passare in vantaggio al 30' con un tiro dal limite di Cuadrado che colpisce il palo. Al 37', però, un'improvvisa accelerazione sull'asse Mertens-Higuain, porta il belga ad inserirsi in area e a battere Neto, riportando avanti gli uomini di Benitez. In chiusura di tempo una serie di fortunosi rimpalli favorisce Borja Valero, che però va a sbattere sul muro Reina. Nella ripresa è la Fiorentina a fare la partita, con il Napoli che aspetta sornione. Entra Hamsik, esce Higuain, ma lo slovacco è ancora il lontano parente del calciatore di inizio stagione. Ad un quarto d'ora dal termine un gran tiro di Rossi dal limite sembra essere quello buono per i toscani, ma Reina compie il secondo miracolo della sua serata, deviando in angolo. All'80' Maggio riceve il secondo giallo e viene espulso. La stessa sorte tocca a Cuadrado nel recupero, quando l'arbitro Calvarese chiude la sua disastrosa serata, non vedendo il fallo di Inler sul colombiano, punito con un giallo per simulazione.

FIORENTINA-NAPOLI 1-2

Fiorentina (3-5-2): Neto; Roncaglia, Compper, Savic; Cuadrado, Aquilani (71' Vecino), Pizarro, Borja Valero, Pasqual (83' Vargas); Joaquin (76' Matos), Rossi. A disp. Munua, Tomovic, Bakic, Alonso, Rebic, Mati Fernandez, Wolski, Iakovenko. All. Montella

Napoli (4-2-3-1): Reina; Maggio, Albiol, Fernandez, Mesto; Inler, Behrami; Callejon, Pandev (81' Armero), Mertens (66' Insigne); Higuain (62' Hamsik). A disp. Rafael, Colombo, Cannavaro, Uvini, Bariti, Dzemaili, Radosevic, Zapata. All. Benitez

Arbitro: Calvarese

Marcatori: 12' Callejon (N), 28' Rossi (F), 37' Mertens (N)

Note: ammoniti: Pandev, Behrami, Albiol (N), Cuadrado, Compper, Borja Valero (F); espulsi: al 79' Maggio (N), al 92' Cuadrado (F).

 
 
 

Differenziata, da novembre cassonetti per l'umido in tutta la città

Post n°319 pubblicato il 10 Ottobre 2013 da Napoli_e_Napoli_Blog

Differenziata, da novembre cassonetti per l'umido in tutta la città

La sperimentazione che partirà il prossimo mese raggiungerà i quartieri fuori dal circuito del porta a porta. E Sodano promette: "A fine consiliatura a Napoli avremo tre impianti di compostaggio"

Redazione10 ottobre 2013

“Un passo avanti sulla differenziata”. Così il vicesindaco di Napoli Tommaso Sodano commenta la sperimentazione che partirà a novembre nell'ambito della raccolta rifiuti: cassonetti per l'umido in altri quartieri della città oltre quelli serviti attualmente dal porta a porta. “Non essendoci risorse nell'immediato – ha spiegato Sodano – per estendere il porta a porta a tutta la città, visto che servirebbero almeno altri 40 milioni di euro, vogliamo comunque consentire a tutti i cittadini di partecipare differenziando il secco dall'umido. Ci sono molti cittadini che vogliono partecipare, avremmo potuto dire che aspettiamo le risorse dallo stato ma vogliamo invece attivarci in tutte le altre zone cittadine''.

“La scelta dei cassonetti - ha spiegato Sodano - serve per evitare che vengano lasciati in strada le buste con l'umido. Nella prima fase sto premendo perché l'umido venga raccolto tutte le sere”. “Il nostro obiettivo a fine consiliatura è di lasciare tre impianti per il trattamento dell'umido alla città – continua Sodano – Il bando per l'impianto di compostaggio scade il 7 gennaio, poi ci vorranno 400 giorni per realizzarlo e intanto partiremo con i bandi per gli altri due impianti”.
Sulle difficoltà in fatto di gestione rifiuti, pesa ancora – per il vicesindaco – “il limite, e la responsabilità politica trasversale degli ultimi 15 anni di gestione”, nel “non realizzare impianti per l'umido. E quindi oggi recuperiamo 32mila tonnellate di umido l'anno ma spediamo 140 euro a tonnellata per portarlo fuori regione”.

Secondo l'amministrazione Napoli può arirvare a 120-130mila tonnellate di rifiuto umido l'anno. “Con la nuova sperimentazione da novembre – ha concluso Sodano – puntiamo ad arrivare a 50mila tonnellate l'anno: ci costerà in tutto un milione di euro tra cassonetti nuovi e campagna di informazione. Stiamo anche lavorando per chiudere un nuovo accordo per portarli fuori regione pagando di meno”.

 
 
 

DEDICATA ALLA STANZA NAPOLI E NAPOLI DA BERRI_2014

Post n°318 pubblicato il 08 Ottobre 2013 da Napoli_e_Napoli_Blog

sta stanz m par casa mia .
io tras ca co a crianz e ca bonta.
ch vagg ricr sta stanz mm fa flic.
c'sta bila ca co piizz a ris e ca severita a tutt fa fila'.
e po d ermetich ch ne parlamm' a fa' chist omm primm e t banna nu pizzch ncopp a panz s' da'.
aresin co males o sapimm so guaglin e vonn pazzia'.
ma a maga e napul o sap gia e a mistur sta a prepara'.
pe leva' e preoccupazione e sti uagliun .
po ce sta ' berri chill a tutt e femmn vo cuteggia. pur a vecchiarell mi s arraccuman e m ric pascqa ' fa l omm appost chest e' a stanz da terra nostra!berri_2014

 
 
 

Shampoo cancerogeno

Post n°317 pubblicato il 07 Ottobre 2013 da Fenice_A_ngela

shampoo lisciante cancerogeno

NAPOLI – Ognuno di noi cerca di curare al meglio possibile i propri capelli e per questo motivo tende ad acquistare prodotti di marche abbastanza conosciute; diverse aziende però, con sede a Bologna, Roma, Napoli e Pisa importavano shampoo dal Brasile per poi rinvederli in tutto il territorio nazionale..

Peccato che questi shampoo contenessere un elevatissimo contenuto di formaldeide, sostanza tossica in grado di causare problemi cancerogeni; in alcune di queste marche la percentuale di formaldeide superava di 35 volte il valore consentito dalla legge.
Attualmente gli indagati sono più di 20 e 500.000 tonnellate di prodotto sono già state ritirate dal mercato nazionale.

Ecco tutti i nomi e le marche:

1 CADIVEU BRASIL CACAU TERMAL RECONSTRUCT 6,558 % 6,450 %

2 CADIVEU PLASTICA DOS FIOS 7,700% 7,400%
3 BIONAZA KERAHAIR PREMERIERE BRASILIAN KERATIN SYSTEM ml. 236 0,737 % 0,850 %
4 BIONAZA KERAHAIR PREMERIERE BRASILIAN KERATIN SYSTEM ml. 473 2,406 % 2,450 %
5 BIONAZA KERAHAIR PREMERIERE BRASILIAN KERATIN SYSTEM ml. 946 2,317 % 2,530 %
6 BIONAZA CHOCOHAIR ml. 473 1,821 % 1,440 %
7 BIONAZA CHOCOHAIR BRAZILIAN KERATIN CHOCOLAT ml. 946 1,367 % 1,230 %
8 BIONAZA CHOCOHAIR BRAZILIAN KERATIN CHOCOLAT ml. 119 1,806 % 1,710 %
9 BIONAZA KERA VINO ml. 119 2,571 % 2,530 %
10 BIONAZA KERA VINO ml. 473 1,690 % 1,680 %
11 BIONAZA KERA VINO PREMIERE BRAZILIAN KERATIN SYSTEM BIONAZA KERAVINO ml. 976 1,523 % 1,560 %
12 BIONAZA KERA VINO PREMIERE BRAZILIAN KERATIN SYSTEM BIONAZA KERA VINO ml. 236 0,936 % 0,850 %
13 BIONAZA DIAMOND PREMIERE BRAZILIAN KERATIN SYSTEM ml. 236 1,036 % 0,980 %
14 BIONAZA DIAMOND PREMIERE BRAZILIAN KERATIN SYSTEM ml. 946 1,027 % 0,960 %
15 BIONAZA DIAMOND PREMIERE BRAZILIAN KERATIN SYSTEM ml. 354 1,315 % 0,770 %
16 BIONAZA DIAMOND PREMIERE BRAZILIAN KERATIN SYSTEM ml. 119 1,335 % 1,680 %
17 CLAUDIA PAZZINI SPAZZOLA PROGRESSIVA FLUIDO 2 ml. 500 1,434 % 1,330 %
18 CLAUDIA PAZZINI SPAZZOLA PROGRESSIVA LIFTING RISTRUTTURANTE 2 ml. 500 0,540 % 0,270 %
19 CLAUDIA PAZZINI SPAZZOLA PROGRESSIVA FLUIDO GEL EXTRA ml. 1000 1,357 % 1,320 %
20 KERATIN COMPLEX SMOOTHING THERAPY INTENSE RX ml. 50 0,814 % 0,8 %
21 KERATIN COMPLEX SMOOTHING THERAPY INTENSE RX ml. 473 0,506% 0,780 %
22 KERATIN COMPLEX SMOOTHING THERAPY NATURAL TREATMENT ml. 946 1,534% 1,710%
23 KERATIN COMPLEX SMOOTHING THERAPY NATURAL TREATMENT ml. 473 1,933% 1,820

FONTE

 
 
 

Champions League, Arsenal-Napoli 2-0

Post n°316 pubblicato il 02 Ottobre 2013 da Napoli_e_Napoli_Blog

Arsenal-Napoli 2-0 | Troppo forti gli inglesi per gli azzurri

Gli uomini di Benitez capitolano all'Emirates al cospetto della capolista della Premier League. Primi 20 minuti da incubo per gli azzurri che imbarcano le due reti e non riescono più a reagire

Mario Parisi 1 ottobre 2013
1

Non riesce l'impresa al Napoli al cospetto dell'Arsenal, capolista della Premier League. Orfani di Higuain, gli azzurri capitolano per 2-0 all'Emirates, a causa soprattutto di un inizio da incubo, in cui gli inglesi ipotecano la vittoria grazie alle reti di Ozil e Giroud. Nell'altro match del girone, il Borussia riscatta la sconfitta del San Paolo, battendo in Germania il Marsiglia per 3-0.

IL MATCH - Gonzalo Higuain non ce la fa. Il rischio di perderlo per le prossime partite è grande e così l'argentino si accomoda in tribuna. Al centro dell'attacco Benitez schiera Pandev, reduce dalla decisiva doppietta di Genova. La partenza del Napoli è da incubo. Gli azzurri vanno in bambola al cospetto dell'aggressività dell'Arsenal e una serie di disattenzioni difensive fanno il resto. Già all'ottavo i padroni di casa passano in vantaggio con Ozil, che sfrutta al meglio un cross dalla destra, gentilmente concesso dalla coppia Britos-Zuniga. I due sudamericani sono ancora protagonisti in negativo anche in occasione del raddoppio londinese. Il colombiano batte una sciagurata rimessa laterale, ma ancora più sciagurato è il disimpegno dell'uruguaiano che regala palla agli avversari. Sugli sviluppi dell'azione Ozil serve al centro Giroud che insacca, portando a due le reti per i suoi. E siamo appena al 15'. La reazione del Napoli è sterile e si traduce in un colpo di testa alto di Britos, su calcio d'angolo d'Insigne. Gli inglesi giganteggiano a centrocampo e sulle corsie esterne, Hamsik e Pandev non pervenuti. Neanche nella ripresa gli uomini di Benitez riescono a scuotersi. L'ingresso di Mertens per Pandev dà un po' di vivacità, ma non basta. La gara scivola via così. A nulla serve l'ingresso di Zapata nei minuti finali. Per gli azzurri si tratta di una gara da dimenticare il più in fretta possibile, soprattutto per l'approccio iniziale.

ARSENAL-NAPOLI 2-0

Arsenal (4-2-3-1): Szczesny, Sagna, Mertesacker, Koscielny, Gibbs; Arteta, Flamini; Rosicky (63' Wilshere), Ramsey (87' Monreal), Ozil; Giroud. All. Wenger.

Napoli (4-2-3-1): Reina, Mesto, Albiol (83' Fernandez), Britos, Zuniga; Inler, Behrami; Callejon (77' Duvan), Hamsik, Insigne; Pandev (61' Mertens). A disp. Rafael, Cannavaro, Armero, Dzemaili. All. Benitez.

Arbitro: Mazic (Serbia)

Marcatori: 8' Ozil, 15' Giroud.

 
 
 

1 ottobre 2013 Arsenal - Napoli

Post n°315 pubblicato il 29 Settembre 2013 da Napoli_e_Napoli_Blog

 
 
 

Napoli-Sassuolo, le probabili formazioni Benitez non rinuncia al turnover

Post n°314 pubblicato il 25 Settembre 2013 da Napoli_e_Napoli_Blog

Napoli-Sassuolo, le probabili formazioni  Benitez non rinuncia al turnover

Molte le novità nell'undici azzurro che affronterà gli uomini di Di Francesco. L'argentino Fernandez verso l'esordio stagionale in gara ufficiale. Un turno di riposo anche per Higuain?

Mario Parisi24 settembre 2013

Dopo quattro vittorie in altrettanti incontri in campionato, il Napoli di Benitez punta al quinto successo contro la neo-promossa Sassuolo del tecnico Di Francesco. Davanti ad un San Paolo che si annuncia gremito, complice la politica di prezzi popolari attuata dalla società partenopea, il tecnico spagnolo ricorrerà ancora una volta al turnover, visti i pressanti impegni che attendono la squadra nei prossimi 10 giorni.

QUI NAPOLI - I cambi rispetto all'undici titolare sceso in campo a Milano, saranno numerosi. Mesto sarà l'unico confermato nel reparto arretrato, che sarà completato da Cannavaro, Fernandez (all'esordio stagionale in gara ufficiale) e Armero. A centrocampo torna Inler al fianco di Dzemaili, con Behrami che riposerà un turno. In attacco sicuri del posto sono Mertens, Hamsik e Pandev, mentre c'è un dubbio tra Higuain e Callejon per completare il quartetto, con l'argentino favorito. In caso di partenza dalla panchina del "Pipita", Pandev verrebbe schierato nelle vesti di centravanti.

QUI SASSUOLO - Dopo i 7 gol imbarcati contro l'Inter, Di Francesco è pronto ad una mini-rivoluzione. Difficile individuare l'undici di partenza che alla fine sceglierà il tecnico abruzzese, ma appare praticamente certo che i cambi rispetto al match con i nerazzurri, saranno numero. Novità potrebbero esserci soprattutto in attacco, con la coppia Zaza-Berardi in rampa di lancio.

PROBABILI FORMAZIONI - NAPOLI (4-2-3-1): Reina, Mesto, Cannavaro, Fernandez, Armero; Inler, Dzemaili; Callejon, Hamsik, Mertens; Pandev. All. Benitez

SASSUOLO (4-3-3): Pomini, Marzorati, Rossini, Acerbi, Ziegler; Kurtic, Magnanelli, Chibsah; Schelotto, Zaza, Berardi. All. Di Francesco.

ARBITRO: Doveri di Volterra.

 
 
 

Vomero Notte 2013

Post n°313 pubblicato il 20 Settembre 2013 da Napoli_e_Napoli_Blog

Vomero Notte 2013, Coppeto: "Puntiamo alle 500mila presenze"

Mancano circa tre settimane alla seconda edizione della notte bianca della zona collinare e l'attesa tra i residenti e non, cresce spasmodica giorno dopo giorno

Redazione20 settembre 2013

Vomero Notte © V. Graniero/NapoliTodayVomero Notte © V. Graniero/NapoliToday

 

Mancano circa tre settimane alla seconda edizione di Vomero Notte, la notte bianca del quartiere collinare in programma sabato 12 ottobre, e l'attesa e la curiosità cresce giorno dopo giorno tra i residenti e non, con l'approssimarsi dell'evento.

L'obiettivo degli organizzatori è quello di migliorare il numero di presenze raggiunto nella prima edizione, come spiega il presidente della V Municipalità Mario Coppeto a Gerardo Ausiello de Il Mattino: "L'anno scorso alla notte bianca del Vomero parteciparono circa 400mila persone. Stavolta possiamo raggiungere anche le 500mila presenze".

Polemiche sono state sollevate dal bando pubblico che non prevede compensi per imprenditori e artisti che vorranno essere parte integrante della kermesse: "La stagione dei contributi a pioggia è finita - prosegue Coppeto - . Siamo pronti a sostenere e supportare le iniziative di imprenditori ed artisti che potranno mettere in campo sinergie e siglare accordi ad hoc, ottenendo anche ritorni economici. L'importante è che a pagare non sia la pubblica amministrazione".

 
 
 

La mia cara Napoli...

Post n°312 pubblicato il 14 Settembre 2013 da Napoli_e_Napoli_Blog

C'era una volta
n'angolo e munno bello, accussì bello
ca Dio l'avetta fa cu nu penniello.
Azzurro o cielo, giallo e cucento o Sole,
pe tutta a matenate, fino e a sera;
quanno pò, stanco e scurnuso,
pittanno e russo e cose,
se cocca addurmentannose
dinto a nu mare blù.

E primmo e piglià suonno
passa e cunsegne a Luna,
vestennola d'argiento;
scarfannole a nuttata
cu na trapunta e stelle,
ricennole po : oi Luna,
mò t'aggio fatta bella,
rai n'uocchio e nnammurate,
rieste e sentinella.

E a Luna, impertinente,
ridenno alleramente,
resta e pattuglia n'cielo.
Spicchiannese po' a mmare,
dona a st'angulo e munno
tutto l'argiento suoio.

O vommero, Pusillepo e o Vesuvio,
tenennese pè mmano,
fanna a curnicia o puorto;
Santa Lucia allummata,
dà luce de llampare,
fà suspirà Poeti, turisti e nnammurati.
L'argiento e chella Luna
appiccia vichi e vie,
e a chi lle stà luntano
l'appiccia a nustalgia.

 
 
 

"Non mi resta che...vignettarlo":

Post n°310 pubblicato il 22 Agosto 2013 da Napoli_e_Napoli_Blog

Presso PAN | Palazzo delle Arti di Napoli Dal 16/07/2013 Al 16/09/2013

Il Pan - Palazzo delle Arti di Napoli ospita una speciale mostra di vignette sui film di Massimo Troisi dal titolo "Non mi resta che...vignettarlo".

La mostra, nata dalla vena artistica e satirica del vignettista Peppe Avolio in arte Peppart, resterà in allestimento fino al 16 settembre.

Un omaggio a Massimo Troisi, grandioso ed indimenticato artista di San Giorgio a Cremano scomparso prematuramente nel giugno del 1994, uno tra gli attori (e registi) napoletani più amati di sempre.

Le tavole della mostra prendono spunto dalle locandine dei film dell'artista partenopeo e ricalcano i tratti somatici dell'attore in modo divertente pur mantendo inalterato quello che era l'originale manifesto promozionale. Disegni in stile 'caricaturale' ripropongono quindi alcuni dei momenti più felici e brillanti del cinema italiano.

 
 
 

Agosto 2013 a Napoli per sei napoletani su dieci...

Post n°309 pubblicato il 05 Agosto 2013 da Napoli_e_Napoli_Blog

lC'è crisi: agosto in città per sei napoletani su dieci

Molti negozi chiuderanno solo due o tre giorni nella settimana di Ferragosto. Parchi cittadini aperti ma meno corse per bus e metropolitana

Redazione 2 agosto 2013

La crisi svuota le tasche, e per molti non sarà tempo di vacanze. Saranno almeno sei su dieci - queste le stime di Confcommercio Napoli - a restare in città. Non va meglio sul fronte commerciale: molti negozi chiuderanno solo due o tre giorni nella settimana di ferragosto come ha fatto sapere Pietro Russo, presidente appunto di Confcommercio Napoli.

Confesercenti Napoli, spiega Davide Cerbone del Mattino, lancia invee l’iniziativa «Agosto io ci sono», che mira a raccogliere dati sui negozi del settore alimentari aperti ad agosto. Quest’anno, ha spiegato il presidente Vincenzo Schiavo, serrande alzate per almeno il 60% delle attività, con un incremento del 10% rispetto al 2012.

 
 
 

Sul lungomare la pizzeria più grande del mondo con il "Napoli Pizza Village"

Post n°308 pubblicato il 17 Luglio 2013 da Napoli_e_Napoli_Blog

Sul lungomare la pizzeria più grande del mondo con il "Napoli Pizza Village"

Saranno 40 le storiche pizzerie di Napoli che celebreranno, tra il 3 e l'8 settembre prossimi, il piatto italiano più famoso al mondo con un obiettivo: superare le 75mila pizze sfornate nella scorsa edizione

Redazione17 luglio 2013

 

Napoli Pizza VillageNapoli Pizza Village

Saranno 40 le storiche pizzerie di Napoli che celebreranno, tra il 3 e l'8 settembre prossimi, il piatto italiano più famoso al mondo nell'ambito della terza edizione di Napoli Pizza Village.

La manifestazione è promossa dall'Associazione Pizzaiuoli Napoletani e si terrà sul lungomare partenopeo di via Caracciolo che, per sette giorni, si trasformerà nella pizzeria all'aperto più grande del mondo.


Da record i numeri della manifestazione: 25mila metri quadrati, quattromila posti, 40 forni a legna e un obiettivo: superare le 75mila pizze sfornate nella scorsa edizione. Il programma della kermesse prevede anche il campionato mondiale del pizzaiuolo - Trofeo Caputo, giunto alla 12esima edizione, che si disputerà, per la prima volta, alla Rotonda Diaz, nello "stadio della pizza". Cinquecento i maestri pizzaioli in gara, provenienti da oltre 50 paesi. Per chi vuol conoscere la vera storia della pizza napoletana, partendo dalle pizzerie storiche che dai Borboni ad oggi hanno determinato la nascita e la promozione della pizza nel mondo, basterà accedere al Museo storico che sarà allestito con oltre 500 "articoli": dai "ferri" del mestiere al vestiario dei pizzaioli, fino ai simboli e alle foto storiche della pizza napoletana. (Ansa)

 
 
 

„Saldi estivi al via a Napoli

Post n°306 pubblicato il 02 Luglio 2013 da Napoli_e_Napoli_Blog

Saldi estivi al via a Napoli: partenza lenta sulle vie del centro

I commercianti: "Apertura fiacca, incrociamo le dita per l'ora di pranzo e per il tardo pomeriggio quando ci saranno più famiglie in giro"

Redazione 2 luglio 2013

Saldi estivi al via a Napoli. All’apertura dei negozi questa mattina c’era grande attesa per valutare la risposta da parte dei cittadini e capire quanto la crisi stia incidendo sulle possibilità di spesa da parte dei potenziali clienti, anche durante i saldi estivi, che attirano sempre un grande interesse.

Dobbiamo constatare purtroppo che sino alla tarda mattinata la risposta è stata piuttosto scarsa a via Toledo e a via Chiaia, dove solamente Zara e Tezenis potevano contare su un discreto numero di clienti, ma ovviamente è presto per fornire un giudizio complessivo visto che il flusso maggiore è previsto nel pomeriggio.


“L’apertura oggi è stata fiacca, ma incrociamo le dita per l’ora di pranzo, visto che siamo attorniati da uffici - ci ha confessato il proprietario di un negozio storico di via Toledo-  e per il tardo pomeriggio, quando le famiglie saranno più invogliate a girare per negozi grazie alla temperatura meno calda”.

 

 
 
 

Pizzeria Sorbillo sul lungomare, inaugurazione via Partenope 7 giugno 2013

Post n°305 pubblicato il 01 Giugno 2013 da Napoli_e_Napoli_Blog

Sorbillo sbarca sul lungomare: inaugurazione il 7 giugno

La pizzeria dei Tribunali andrà ad occupare i locali lasciati liberi dalla pasticceria Bellavia, all'angolo di piazza Vittoria. "Voglio dare qui quello che non riesco ad offrire ai Decumani dove il servizio è necessariamente più veloce"

Redazione31 maggio 2013

Sorbillo

Una nuova avventura può iniziare. Sbarca infatti sul lungomare Gino Sorbillo. La storica pizzeria dei Tribunali andrà infatti a occupare dal prossimo 7 giugno i locali lasciati liberi dalla pasticceria Bellavia, all’angolo di piazza Vittoria.

Le anticipazioni arrivano da Anna Paola Merone del Corriere del Mezzogiorno: cottura delle pizze rigorosamente a legna, ingredienti uttilizzati quasi tutti campani, quarantacinque i posti all’interno del locale, più lo spazio esterno per una pizzeria che sarà molto diversa da quello dei Tribunali.

Come ha spiegato Gino: "Voglio dare qui quello che non riesco ad offrire ai Decumani dove il servizio è necessariamente più veloce. L’esperimento è esportare la pizza popolare al mare, ma portandola in uno spazio curato e molto accogliente".

 
 
 

Rischio idrogeologico in Campania: un milione di cittadini in pericolo....

Post n°304 pubblicato il 20 Maggio 2013 da Napoli_e_Napoli_Blog

Rischio idrogeologico in Campania: in pericolo un milione di cittadini

I dati forniti dall'assessorato campano alla Protezione civile raccontano di una regione a forte rischio idrogeologico: un milione di cittadini in pericolo nonostante le ingenti spese. Critica la situazione della costiera amalfitana

Redazione20 maggio 2013

Criticità idrogeologica: in Campania ci sono un milione e 110mila persone (576mila nella sola provincia di Napoli), che corrono rischi legati all'elevata criticità idrogeologica. Una situazione che storicamente ha anche un costo molto elevato: secondo i dati forniti dall'assessorato regionale alla Protezione civile, infatti, tra il 1946 e il 1990 sono stati spesi 510 miliardi di lire a seguito di dissesto idrogeologico; tra il 1997 e il 2013 sulla base delle ordinanze di protezione civile sono stati spesi per danni 390 milioni. In totale tra il 2002 e il 2012 in Campania sono stati pubblicati 1.191 bandi di gara per lavori di sistemazione e prevenzione delle situazioni di dissesto idrogeologico per un importo complessivo di 908 milioni per appalti pubblici. Il costo della difesa del suolo è altissimo: lo stanziamento complessivo nell'ambito del Por Campania 2000-2006 di 268 milioni di euro per interventi di mitigazione del rischio idraulico e di frana in Campania ha avuto l'effetto di produrre la mitigazione del rischio frana per circa 24 km quadrati pari all'1,5% delle aree di criticità idrogeologica nel territorio, raggiungendo gli obiettivi previsti dal programma

Tra i prossimi progetti messi in campo ci sono 217 milioni di euro per la messa in sicurezza del fiume Sarno. "La Campania dal punto di vista di rischi naturali non si fa mancare niente ma siamo molti avanti rispetto al resto dell'Europa", spiega l'assessore alla Protezione civile e difesa del suolo Edoardo Cosenza. Oltre alla zona di Sarno, dove è stato costruito un sistema di vasche di contenimento, l'altro territorio più a rischio è la costiera amalfitana: "Perché - spiega Cosenza - nel 79 quando ci fu l'eruzione pliniana del Vesuvio, il vento soffiava in quella direzione e quindi ci sono metri e metri di materiale piroclastico di copertura che può generare frane e colate di fango. Un esempio lo abbiamo avuto con la frana di Atrani nel 2010. Ma dal 1900 ci sono stati tre eventi con oltre 100 vittime in costiera amalfitana, quindi siamo molto attenti su quella zona". Una zona di paesaggi meravigliosi che quindi difficilmente può essere protetta con i sistemi di vasche: "Sulla costiera - spiega l'ex preside della facoltà di ingegneria dell'università Federico II di Napoli - è assurdo pensare a grandi opere di ingegneria come le vasche che si forse migliorerebbero la sicurezza ma devasterebbero il territorio. Bisogna quindi pensare a un insieme di azioni di prevenzione dell'uomo e ingegneria naturalistica che proteggano il suolo e prevengano eventi catastrofici".

 
 
 
Successivi »
 

>E' nato!!!!! Il canale Youtube di Libero Community!!! Iscrivetevi, condividete i nostri video, verremo a trovarvi anche nei vostri canali!!! Venite a trovarci!!

 

CLICCA QUI!!

 

CONTATTA L'AUTORE

Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 33
Prov: NA
 

CLICCA ED ENTRA SULLA FANPAGE DI LIBERO

News, eventi, curiosità e tanto altro ancora...

da oggi potrete trovare tutte le informazioni ufficiali di Libero Community

nel nostro MAGAZINE






Ringraziamo quanti hanno contribuito alla realizzazione del progetto

 

 

 

 

I LOVE MY PET'S

BLOG UFFIciALE DEDICATO AGLI ANIMALI

 

 Il Primo Blog Ufficiale

con le risposte alle tue domande!

Clicca l'immagine e cerca la tua risposta!


 


Entra nell'area aiuto
dei servizi di LIBERO !

Per qualsiasi problema troverai semplici FAQ che possono aiutarti, se non bastano clicca su NO alla fine della FAQ e compila la form, lo Staff di Libero Risponde ti aiuterà !

 

PREVISIONI METEO

Meteo Campania

DigilandVsScam:

Attenti alle Scammer!

Clicca sul logo e leggi il Blog
 per scoprire come difenderti dalle loro truffe !

 

 

 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

durantevalentina1987KUMPAGN_MIRitaDianaclaudiocarluccioIlConte.Pompadourgamba47luigimio2017danyspingiudmengaesaboplacido.cilcopione.docroscre0fr.grimelsemeradpatatina
 

CAMPANIA

 

 

 

 

 

 

 

 

I CHATLEADER DELLA STANZA NAPOLI E NAPOLI

 

 

 

 

 

 

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 18
 

ULTIMI COMMENTI

MESSAGGIO COLLETTIVO. Un regalo per Natale che resterebbe...
Inviato da: Fenice_A_ngela
il 22/12/2013 alle 17:08
 
complimenti berri
Inviato da: peperoncina650
il 09/10/2013 alle 13:15
 
berri si gruosssssssssss
Inviato da: UnoDei40Ladroni
il 09/10/2013 alle 13:09
 
Bravissimo berri! 10 e lode alla poesia :)
Inviato da: Maga_re_purtuall
il 08/10/2013 alle 14:05
 
azz over cagg scritt io fors magg fatt piglia da...
Inviato da: berri_2014
il 08/10/2013 alle 13:50
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

LE 5 PROVINCE CAMPANE,,,,,