Blog
Un blog creato da vocedimegaride il 09/11/2006

La voce di Megaride

foglio meridionalista

 
 

UN MUSEO NAVALE STORICO PER NAPOLI

FIRMA E DIVULGA LA PETIZIONE
 
www.petitiononline.com/2008navy/petition.html 

UN MUSEO NAVALE STORICO PER NAPOLI

"mamma" della MARINA MILITARE ITALIANA


 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

FAMIGLIE D'ITALIA

"ARGO" (dim.di LETARGO) il caporedattore de "LA VOCE DI MEGARIDE"/blog, coraggioso foglio indipendente, senza peli sulla lingua... ne' sullo stomaco!
ARGO

Il social family project di Umberto Napolitano
http://famiglieditalia.wordpress.com/

 

IL BLOG DI ANGELO JANNONE

LE NOSTRE VIDEO-NEWS

immagine
L'archivio delle video-news e delle interviste filmate per "La Voce di Megaride" è al link http://www.vocedimegaride.it/Fotoreportages.htm

********* 

 

SFIZIOSITA' IN RETE

 Il traduttore online dall'italiano al napoletano
http://www.napoletano.info/auto.asp

*********

Cliccando http://www.box404.net/nick/index.php?b  si procede ad una originalissima elaborazione del nickname ANCESTRALE di una url. "La Voce di Megaride" ha ottenuto una certificazione ancestrale  a dir poco sconcertante poichè perfettamente in linea con lo spirito della Sirena fondatrice di Napoli che, oggidì, non è più nostalgicamente avvezza alle melodie di un canto ma alla rivendicazione urlata della propria Dignità. "Furious Beauty", Bellezza Furiosa, è il senso animico de La Voce di Megaride, prorompente femminilità di una bellissima entità marina, non umana ma umanizzante, fiera e appassionata come quella divinità delle nostre origini, del nostro mondo sùdico  elementale; il nostro Deva progenitore, figlio della Verità e delle mille benedizioni del Cielo, che noi napoletani abbiamo offeso.
immagine

 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 23
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

AREA PERSONALE

 

 

« 'O PazzarielloAntropologia sùdicia »

caso Contrada: ultime "solite" notizie

Post n°666 pubblicato il 07 Maggio 2008 da vocedimegaride
 

E' lampante che si tratti di un caso "politico" ... non sarebbe più saggio evitare d'infierire, per mascherare meglio il coinvolgimento di certe fazioni? Ricordiamo ai lettori che solo negli ultimi tre giorni sono tornati liberi, per errori di istruzione delle pratiche o per decorrenza dei termini, uno stupratore, tre mafiosi e quattro rapinatori. Accade, in questa "civile" società, che se un luminare della scienza medica (che ha salvato tante vite) una sola volta sbaglia viene radiato dall'albo... come mai quando sbaglia un magistrato... che pure è responsabile della vita degli uomini... non viene mai rimosso dal suo incarico ne' costretto al risarcimento del danno?
da avvocato Giuseppe Lipera - C’è contraddizione tra la motivazione della sentenza 27 marzo 2008 della I^ sez. pen della cassazione depositata il 5 maggio e resa nota oggi nonché la requisitoria del S. procuratore generale della Suprema Corte TINDARI BAGLIONE del 27/2/08. Quanta differenza tra i due atti! Nella decisione non si fa alcun cenno (se non nel frontespizio e solo per le conclusioni finali) alle argomentazioni del Procuratore Generale che aveva chiesto l'accoglimento del ricorso della difesa del dott. Contrada. Non abbiamo parole: è ovvio che per la difesa le motivazioni della Corte Suprema non sono affatto condivisibili. La battaglia continua almeno finchè Bruno Contrada rimarrà in vita. Domani intanto davanti alla Corte di appello di Napoli 3^ sez. penale si discuterà la ricusazione dela Magistrato di sorveglianza di santa maria capua vetere Daniela Della Pietra. Vorrei far sapere al Presidente del Consiglio dei Ministri in pectore, Cav. On.  Silvio Berlusconi, che chiunque sarà nominato Ministro della Giustizia di diritto sarà invitato a partecipare il prossimo 18 maggio, per celebrare, insieme a tutti coloro che credono e lottano per la giustizia (giusta) e per il vero, il XX° anniversario della morte di Enzo Tortora, martire giudiziario italiano per antonomasia. La manifestazione si svolgerà a Napoli, terra che fu causa del suo tanto immeritato quanto iniquo martirio. E’ inutile dire che la stragrande maggioranza degli italiani sarebbero desiderosi della presenza per quel giorno a Napoli, per quella particolare e significativa manifestazione e per ciò che essa rappresenta, anche della personale presenza del Capo del Governo.(Roma 6 maggio 2008)
--------------------
www.metropolisweb.it Caso Contrada, la Cassazione: "Può curarsi in carcere" Martedi 6 Maggio 2008 - CATANIA - "Il differimento dell´esecuzione della pena può essere disposto solo in grado di un´evoluzione fortemente negativa del soggetto tale da implicare un serio pericolo di vita, non curabile in regime di detenzione". Lo afferma la prima sezione della Cassazione nelle motivazioni con le quali ha respinto la richiesta di scarcerazione per gravi motivi di salute di Bruno Contrada, detenuto nel carcere militare di Santa Maria Capua Vetere per scontare una condanna a 10 anni di reclusione per concorso esterno all´associazione mafiosa. Per i giudici della Suprema Corte, che hanno respinto il ricorso dei legali dello studio Lipera di Catania, il tribunale di sorveglianza di Napoli "ha giustificato la decisione" di non concedere il differimento pena "in modo esauriente", evidenziando "in modo esauriente come non sussista una "prognosi infausta quod vitam o che renda il trattamento carcerario contrario al senso di umanità". "Il Tribunale - scrivono i giudici della Cassazione - dopo ampia e analitica disamina della documentazione clinica, ha rilevato che nessuna patologia di cui Contrada è affetto presentava allo stato caratteri di rilevante gravità e che tutte erano efficacemente fronteggiabili in ambiente carcerario con la possibilità, già attuata, di ricovero esterno". La Suprema corte, nella sentenza, sottolinea inoltre che a Contrada, che ha 77 anni, poiché condannato per reati di mafia, "non è applicabile la disposizione di legge che consente agli ultrasettantenni l´espiazione della pena in regime di detenzione domiciliare". Durante l´udienza davanti la prima sezione penale della Cassazione il sostituto procuratore generale Tindari Baglione aveva chiesto l´annullamento con rinvio della decisione del Tribunale di sorveglianza di Napoli che aveva rigettato la richiesta di differimento della pena sollecitata dai legali di Contrada. Nel suo intervento il sostituto Pg aveva motivato la sua richiesta osservando che, a suo parere, "una valutazione di sintesi e complessiva dello stato di salute del ricorrente non risulta essere stata compiuta dal Tribunale di sorveglianza" di Napoli. Secondo Tindari Baglione l´annullamento con rinvio si rendeva necessario "anche perché le conclusioni dell´ordine giudicante divergono dalle conclusioni mediche sia delle strutture sanitarie carcerarie e ospedaliere sia dei consulenti di parte, che ritengono versare il Contrada in condizioni di salute incompatibili con il regime carcerario". "Il vizio di motivazione - aveva rilevato il sostituto Pg della Cassazione - risulta ancora più evidente se si tiene conto che nel provvedimento impugnato non si fa alcun riferimento alla attuale pericolosità sociale del ricorrente, valutato il percorso di reinserimento sociale all´interno della struttura carceraria e tenuto conto dell´età avanzata del ricorrente: Bruno Contrada è nato nel 1931". IL 7 MAGGIO, intanto, davanti alla terza sezione penale della Corte di appello di Napoli si discuterà la ricusazione, da parte dei legali di Contrada, del magistrato di sorveglianza di Santa Maria Capua Vetere, Daniela Della Pietra
------------------------------------------------------------
BRUNO CONTRADA: NEGATA LA RICHIESTA DI EUTANASIA - La richiesta di eutanasia per Bruno Contrada, presentata dalla sorella Anna dell'ex funzionario del Sisde è stata rigettata dalla prima sezione civile del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, per difetto di competenza. Il giudice ha ritenuto ''inammissibile l'istanza presentata'' da Anna Contrada perche': ''nell'ordinamento giuridico vigente nello Stato italiano non e' prevista l'autorizzazione alla 'morte legale''' - 05/05/08 17:00

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

PREMIO MASANIELLO 2009
Napoletani Protagonisti 
a Marina Salvadore

Motivazione: “Pregate Dio di trovarvi dove si vince, perché chi si trova dove si perde è imputato di infinite cose di cui è inculpabilissimo”… La storia nascosta, ignorata, adulterata, passata sotto silenzio. Quella storia, narrata con competenza, efficienza, la trovate su “La Voce di Megaride” di Marina Salvadore… Marina Salvadore: una voce contro, contro i deboli di pensiero, i mistificatori, i defecatori. Una voce contro l’assenza di valori, la decomposizione, la dissoluzione, la sudditanza, il servilismo. Una voce a favore della Napoli che vale.”…

 

PREMIO INARS CIOCIARIA 2006

immagine

A www.vocedimegaride.it è stato conferito il prestigioso riconoscimento INARS 2006:
a) per la Comunicazione in tema di meridionalismo, a Marina Salvadore;
b) per il documentario "Napoli Capitale" , a Mauro Caiano
immagine                                                   www.inarsciociaria.it 

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

versione integrale

 

DEDICATO AGLI EMIGRANTI

 

NOMEN OMEN

E' dedicato agli amici del nostro foglio meridionalista questo video, tratto da QUARK - RAI 1, condotto da Piero ed Alberto Angela, che documenta le origini della Nostra Città ed il nome del nostro blog.

 

IL MEZZOGIORNO CHE DIFENDIAMO

immagine

vuoi effettuare un tour virtuale e di grande suggestione tra le numerose bellezze paesaggistiche, artistiche ed architettoniche di quel Mezzogiorno sempre più obliato dalle cronache del presente?
per le foto:
http://www.vocedimegaride.it/html/Articoli/Immagini.htm
per i video:
http://www.vocedimegaride.it/html/nostrivideo.htm

 

VISITA I NOSTRI SITI

 

I consigli di bellezza
di Afrodite

RITENZIONE IDRICA? - Nella pentola più grande di cui disponete, riempita d'acqua fredda, ponete due grosse cipolle spaccate in quattro ed un bel tralcio d'edera. Ponete sul fuoco e lasciate bollire per 20 minuti. Lasciate intiepidire e riversate l'acqua in un catino capiente per procedere - a piacere - ad un maniluvio o ad un pediluvio per circa 10 minuti. Chi è ipotesa provveda alla sera, prima di coricarsi, al "bagno"; chi soffre di ipertensione potrà trovare ulteriore beneficio nel sottoporsi alla cura, al mattino. E' un rimedio davvero efficace!


Il libro del mese: