Creato da lafarmaciadepoca il 13/10/2010

La farmacia d'epoca

Raccolta di scatole e flaconi di farmaci di ieri - di Giulia Bovone

 

« Polvere Maga & PiperazinaAggiornamento! »

Cibalgina

Post n°558 pubblicato il 12 Maggio 2018 da lafarmaciadepoca
 

Il farmaco di oggi non ha bisogno di alcuna presentazione: chi non conosce la Cibalgina?

Questo “best seller farmaceutico” dominò il mercato negli anni Cinquanta / Sessanta, con una formulazione piuttosto peculiare, che nulla ha a che vedere con il prodotto in commercio modernamente.

All’epoca non conteneva ibuprofene, come l’altrettanto famoso Moment, a cui ha dovuto cedere terreno e spazi sul mercato, ma una combinazione di dimetilamminofenildimetilpirazolone e Dial (acido diallilbarbiturico).

Il dimetilamminofenildimetilpirazolone è un potentissimo analgesico ed antipiretico con proprietà antinfiammatorie ed è considerabile una delle molecole migliori se state giocando a Scarabeo. Perché è lunga e vi fa fare un sacco di punti, poi nessuno sa cos’è ed iniziano a cercare in internet, ed alla fine perdono la pazienza e vi cacciano. Chi ha bisogno degli amici quando ha la chimica?

Il Dial, nome commerciale con cui era indicato l’acido diallilbarbiturico è un ipnotico, impiegato in passato nel caso di irrequietezza e psicosi. Come altri derivati dei barbiturici tende a diventare meno efficace con l’assunzione, e non di rado occorreva aumentare la dose per ottenere lo stesso effetto terapeutico. In commercio esisteva anche il Didial, una combinazione di acido diallilbarbiturico ed etilmorfina.

Ecco una foto della scatola:

 

Cibalgina

Misura 5,8 cm x 2,2 cm x 0,7 cm e per la metà degli anni Cinquanta era una ventata d’innovazione: il materiale di cui è fatta è plastica. Il farmaco era prodotto dalla CIBA (Chemische Industrie Basel), la cui sede per l’Italia si trovava a Milano. Ogni scatola costava 170 Lire.

La Cibalgina era indicata per tutti i disturbi dolorosi: cefalee, mal di denti, nevralgie, emicranie , dismenorree, insonnia nervosa, dolori da ferite ed altre sintomatologie nevralgiche. La posologia raccomandava 1 -2 compresse una o due volte al giorno, e non ostante la composizione non richiedeva la ricetta del medico.  

Grazie per aver letto il post!

 
Commenta il Post:
* Tuo nome
Utente Libero? Effettua il Login
* Tua e-mail
La tua mail non verrà pubblicata
Tuo sito
Es. http://www.tuosito.it
 
* Testo
 
Sono consentiti i tag html: <a href="">, <b>, <i>, <p>, <br>
Il testo del messaggio non può superare i 30000 caratteri.
Ricorda che puoi inviare i commenti ai messaggi anche via SMS.
Invia al numero 3202023203 scrivendo prima del messaggio:
#numero_messaggio#nome_moblog

*campo obbligatorio

Copia qui:
 

AREA PERSONALE

 

TO ALL NON ITALIAN SPEAKERS

Do you need help with your old chemist tins?
Do you want to know more about Italian pharmaceutical history?
Do you have informations about Italian medical history that you want to share with other people?
Feel free to email me! I speak English, French and Latin ( you don't know when an ancient Roman could show up), so not speaking Italian is no more a problem.

Welcome to La Farmacia d'Epoca!

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

COLLABORAZIONI

Deliri Progressivi

 

Spazio Salute

 

ULTIME VISITE AL BLOG

kalidasa_ggverkaufer1ippopotamieippocampimekandr58lafarmaciadepocamaria.ferrieriivri98massimocoppapostel5pensaresemplicePLG27Coralie.frFLORESDEUSTADlisbona7
 

FACEBOOK

 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom