Creato da liberante il 05/03/2005
Che anche nella più delirante delle fantasie il bianco su cui scrivo sia la mia verità.

IO

immagine

 

Ultimi commenti

Sei una persona speciale, forse non quella a cui mi...
Inviato da: liberante
il 03/06/2019 alle 12:21
 
Non se speciale o meno.. ma io, quel vasetto di margherite,...
Inviato da: di passaggio
il 03/06/2019 alle 06:51
 
...ah, scrivi... Ogni tanto. Un abbraccio. Rob.
Inviato da: Ruggero
il 30/12/2018 alle 01:34
 
Anche a me piaceva il tuo blog...titti
Inviato da: titti
il 16/12/2018 alle 17:15
 
Gentile Ospite, hai ragione. Le margherite ti guardano...
Inviato da: titti
il 16/12/2018 alle 17:13
 
 

Ultime visite al Blog

andre.ribesil_tempo_che_verraalea4dglUomopiricomariomancino.mla_locandaossimoraliberantetastoexploraditantestelleannisexantaCoulomb2003Narcyssedaunfiore
 

Area personale

 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 57
 

Chi può scrivere sul blog

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
 

Copyright ©

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
 

 

« ricordando un altro tempouna meno un quarto di notte »

ventitrè e trentacinque

Post n°567 pubblicato il 25 Aprile 2013 da liberante

.

Da quando è nato questo posto di parole ho scritto una storia per il 25 aprile. Quest'anno niente. Non ci riesco. Già scrivo pochissimo e quel poco è per me, su di me, visione egoista e lamentosa del mio vivere quotidiano. Però ho pensato ed ho anche provato ad elaborare un racconto di montagne e fatica, ideali e responsabilità, coraggio e azione, ma niente, non è uscito niente, se non la consapevolezza che resistere è nella fatica di vivere in un mondo che non mi appartiene. Non riesco più a riconoscermi, nè trovo consonanze o affinità. Solo resto aggrappata con forza al sentimento di libertà e di volontà che mi appartiene e che ha lo stesso colore del mio sangue. Rosso. Ero, sono e resto comunista.
Un'amica mi ha scritto un sms, che è lo specchio del mio sentire:
"Un'altra settimana se n'è andata portandosi via le ultime fragili e deboli speranze ideali. Un'altra è cominciata e non ci resta che l'amicizia, l'amore e il rispetto per le persone vicine e lontane che stimiamo."

 

Una canzone. Leonard Cohen "The partisan"

 

.   

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Commenti al Post:
nichy1955
nichy1955 il 26/04/13 alle 15:54 via WEB
Un bacione di speranza.Raci
(Rispondi)
 
 
liberante
liberante il 26/04/13 alle 23:03 via WEB
Grazie. La speranza è sempre gradita (anche i bacioni che ricambio)
(Rispondi)
 
Lucien.Chardon
Lucien.Chardon il 27/04/13 alle 08:32 via WEB
Bellissimo il tuo post e sicuramente ne verranno di ancora più belli, anche perchè il quotidiano offre molti spunti. Eppoi non vorrai rischiare di diventare come Camilleri?! Oramai, le trame dei suoi ultimi romanzi (e anche delle fictionss) sono tutte uguali: Montalbano incontra una bella donna e la bella donna muore. L'importante è, come scrivesti in un tuo post molto spiritoso che mi è rimasto impresso, l'importante è averci la passione! ciao Titti:-)
(Rispondi)
 
 
liberante
liberante il 28/04/13 alle 23:48 via WEB
Grazie, mio caro e buon amico, che da buon siciliano sa e conosce e concordo con quanto dici di Camilleri, anche se continuo ad esserne innamorata. Ma credo si essere innamorata della lingua e dell'atmosfera che mi fa perfino sentire i profumi della mia amata Isola.
(Rispondi)
 
Narcysse
Narcysse il 02/05/13 alle 23:43 via WEB
Un pensiero...Dal mare.
(Rispondi)
 
 
liberante
liberante il 05/05/13 alle 00:46 via WEB
un pensiero, però dal mio paese di pianura e di umido...
(Rispondi)
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
diyet il 04/05/13 alle 13:50 via WEB
thank you
(Rispondi)
 
ChiaraGuest
ChiaraGuest il 01/07/13 alle 17:08 via WEB
quant'è che non scrivo su questi piccoli form? sono passate cose e persone tanto che quasi ne provo l'emozione delle prime volte... un caro saluto; la tua 'amica'.
(Rispondi)
 
 
liberante
liberante il 10/07/13 alle 23:26 via WEB
La mia unica amicA!!! anche per me è come tornare indietro e, nel tempo a ritroso, trovare ancora il sorriso dell'emozione, del chissà se mi ha scritto e che cosa mi ha scritto...forse potrei dire "bei tempi" e non saprei dire se potrei farli riemergere. Un caro carissimo saluto.
(Rispondi)
 
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
piero il 11/07/13 alle 14:55 via WEB
AUGURI
(Rispondi)
 
 
 
 
liberante
liberante il 14/07/13 alle 00:41 via WEB
(grazie)
(Rispondi)
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
diyetler il 02/07/14 alle 08:18 via WEB
grazie!
(Rispondi)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

DA LEGGERE

 

Antonio Gramsci "La Città Futura" (1917)   

 

" Odio gli indifferenti: credo come Federico Hebbel che “vivere vuol dire essere partigiani”. Non possono esistere i solamente uomini, gli estranei alla città. Chi vive veramente non può non essere cittadino, e partigiano. Indifferenza è abulia, è parassitismo, è vigliaccheria, non è vita. Perciò odio gli indifferenti. L’indifferenza è il peso morto della storia. E’ la palla di piombo per il rinnovatore, è la materia inerte in cui affogano spesso gli entusiasmi più splendenti, è la palude che circonda la vecchia città e la difende meglio delle mura più salde, meglio dei petti dei suoi guerrieri, perché inghiottisce nei suoi gorghi limosi gli assalitori, e li decima e li scoraggia e qualche volta li fa desistere dall’impresa “eroica”. L’indifferenza opera potentemente nella storia. Opera passivamente, ma opera. ".......

..... continua qui  

 

Tag