Contatta l'autore

Nickname: lunarossa.1974
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 46
Prov: NA
 

Chi può scrivere sul blog

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 11
 

Area personale

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

FACEBOOK

 
 

Archivio messaggi

 
 << Aprile 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

Ultime visite al Blog

bulltorino2015words_62cerinosergiobrunelli72enri130christianvisJesus0adannyrenzihadrusgio0madevixrobertalemmarotax1lesaminatorearcopaljehu
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

No alla censura! Basta con l'imbroglio!

Questo blog è pubblicato in base all'art. 19 della Dichiarazione Universale dei diritti dell'Uomo, all'art. 10 della CEDU, all'art. 11 della Carta di Nizza, all'art. 6 del Trattato sull'Unione Europea, all'art. 21 della Costituzione Italiana.

La libertà d'espressione fa parte del patrimonio giuridico e morale mondiale.

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Creato da: lunarossa.1974 il 16/02/2007
Senza nè Santi nè Eroi.

 

 
« La Suprema Corte giudica...Anche i magistrati bocci... »

Campania: arresti e processi per direttissima.

Post n°90 pubblicato il 24 Maggio 2008 da lunarossa.1974

 

Bertolaso torna a Napoli e si dice pronto a risolvere la sempre più critica situazione rifiuti.

La Campania come un tormentone, l'ennesimo deturpamento, l'eterno fallimento istituzionale e civile.

Bertolaso, qualche tempo fa diede le dimissioni adducendo infiltrazioni camorristiche deviate e devianti: un modo diplomatico per dire che non poteva lavorare poiché la camorra faceva ostruzionismo non dal di di fuori, ma dal di dentro.

Ora è tornato, apparentemente determinato, quasi un'altra persona. Cosa lo avrà convinto?

Non ci è dato sapere cosa abbia determinato questa nomina; certo è che avere qualche dubbio è a questo punto assolutamente legittimo. Ma noi potremmo fare molto se non fossimo persi del tutto dalla nostra voglia di ignorare e zittire.

Quando dopo una giornata di lavoro torniamo a casa, siamo portati tendenzialmente ad accontentare ogni richiesta dei nostri figli pur di non doverli sentire strillare nelle nostre già stanche membra.

Provocando danni e lacerazioni profonde nella loro educazione e futura professione di cittadini.

Vi sembrerà un mio voler istrionizzare ma, se perdete qualche secondo nel riflettere troverete una logica sottile ma micidiale.

Questa tendenza la si è assunta nei confronti della Campania.

Stanchi di udire le loro grida, stanchi di dover subire l'umiliazione e la costernazione desideriamo, ad ogni costo, veder ripulita questa regione vergognosa.

Questo approccio fraccomodo rallenta il processo di bonifica e derattizzazione di una nazione.

Mi chiedo continuamente se è possibile, che uomini e donne e bambini si facciano arrestare solo a fronte di un partito preso. Ve lo dovreste domandare tutti voi e tentare di capirne i motivi.

Mi chiedo anche di come si possa, da parte di tutti gli altri abitanti della penisola credere, che tra quella folla ci siano solamente persone degradate e malavitose.

Questo è un ragionamento superficiale e dannoso, direi razzista e oltranzista.

Alcuni arresti tra la popolazione e processi per direttissima ma, Bassolino si permette e nessuno ha da dire di dichiararsi agli occhi dello Stato nullatenente.

Una dichiarazione dei redditi falsa e vergognosa: onorevole Di Pietro, possibile che nemmeno lei dice qualcosa?

Lasciamo che vengano arrestate persone che tentano con ogni mezzo di difendere e tutelare la propria terra massacrata e permettiamo ad un Bassolino di rilasciare sorrisi e bestemmie in TV?

Possibile che nessuna presa di posizione sia stata presa nei confronti dell'inadempienza criminosa degli ex ministri dell'ambiente?

La popolazione ha imparato sulla propria pelle cosa voglia dire non occuparsi degli affari sociali; ora cerca solamente di correre ai ripari.

Non mi appellerò più a nessun politico ma alla popolazione locale.

Non lasciatevi dominare, ferire, usare. Bloccate l'autostrada del sole. Facciamoci arrestare tutti quanti!

Quel che dobbiamo pretendere è l'apertura di discariche a norma.

Pretendere che non si brucino negli inceneritori rifiuti misti costringendoci ad inalazioni della diossina.

Pretendere l'arresto immediato di Bassolino fosse solo per la vergognosa dichiarazione dei redditi.

Pretendere ugual trattamento dai politicanti del nord.

Ricordo che il Veneto ha un debito morale nei nostri confronti!

Gli abbiamo smerciato i loro rifiuti tossici.

Non lasciamoci intimorire, troveremo prima o poi, qualche giudice pronto ad ascoltarci ed aiutarci.



 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog

ARRESTATECI TUTTI

COPIA E INCOLLA NEL TUO BLOG