Creato da manu650 il 12/12/2005

UNA VITA ORDINARIA

Vita quotidiana di una tipa che pensa troppo

 

 

« "MA CHE...DAVERO DAVERO???"LA COLPA DI ESSERE MAMMA »

RETORICA DELL'AMORE CON LA A MAIUSCOLA

Post n°231 pubblicato il 07 Gennaio 2021 da manu650
 

Negli ultimi mesi, ho avuto tanto tempo per girovagare sui social, leggere e pensare. Seguo su fb tante pagine che parlano di sentimenti e di amore, fatte da donne e rivolte alle donne.
Gli amori di cui si parla sono infelici, perchè gli amori felici si vivono e non si raccontano.
Ci si scambiano esperienze, si commenta, ci si sostiene e fin qui nulla di male, ma da un pò di tempo sento che qualcosa mi disturba, anche se non ho messo a fuoco in modo preciso di cosa si tratta.
Credo siano tutte le ricette e i decaloghi, le regole, TUTTO quello che dobbiamo pretendere e quante disposizioni debba seguire un poveraccio, che voglia imbarcarsi in una relazione, che sia qualcosina in più di una botta e via.
Come deve comportarsi, cosa deve fare e dire e come deve farci sentire.
A quale standard ideale debba adeguarsi, di fronte a donne che, troppo spesso, sono di una pochezza imbarazzante.
Tolti i bugiardi, i violenti, i traditori seriali e chi svolta nella patologia, nessuno, comunque, è perfetto, e non lo è nessuna relazione.
Se si è così fortunati da amarsi reciprocamente, sulla relazione ci si lavora, insieme, sbagliando e perdonandosi ogni giorno.
La verità è che, purtroppo, spesso le donne le storie se le inventano e cercano di trasformare un tizio, che voleva solo fare del buon sesso, in un fidanzato, come si tira fuori un coniglio dal cilindro del mago.
Come se per essere felici, innanzitutto non si dovesse lavorare su se stesse, conoscersi, volersi bene, accettarsi, e imparare a stare sole, prima che a far parte di una coppia di individui.
Come se dovesse arrivare l'uomo perfetto, l'uomo giusto, che sa di cosa abbiamo bisogno, che ci risolve la vita, tac, come in un romanzo del secolo scorso.
A me questi discorsi sanno di antico, di idealizzazione dell'amore, quello con la A maiuscola, di cui sono degne le donne con D maiuscola.
A me questi discorsi sanno di attesa passiva di un evento epifanico, che magari non arriverà mai, e poi, diciamocelo, forse possiamo essere delle compagne migliori, e non semplicemente delle principesse sul pisello da viziare.
La maiuscola solo dopo il punto, grazie!

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/manu650/trackback.php?msg=15294149

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Andrea.Contino1955
Andrea.Contino1955 il 07/01/21 alle 19:20 via WEB
Salve Manu.....non tutte le donne sono con la A maiuscola ! Un caro saluto da un tuo amico virtuale....Andrea !
 
 
manu650
manu650 il 11/01/21 alle 10:58 via WEB
Come ho scritto nel post, la maiuscola la metto solo dopo il punto, nessuna donna ha la D maiuscola, come gli uomini del resto. Non amo l'enfasi della retorica...
 
yarisdgl5
yarisdgl5 il 08/01/21 alle 14:44 via WEB
Pienamente d'accordo :-)
 
 
manu650
manu650 il 11/01/21 alle 10:59 via WEB
Come sopra, nessuno è perfetto!
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

PENSIERO DEL GIORNO

La felicità è per i coraggiosi

 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIMI COMMENTI

 

I MIEI BLOG AMICI

RSS (Really simple syndication) Feed Atom