**TEST**
Creato da: massimocoppa il 22/08/2006
"Ci sedemmo dalla parte del torto perché tutti gli altri posti erano occupati"


"There is no dark side
of the moon, really.
Matter of fact,
it's all dark"

Pink Floyd

 

 

 

I MIEI LIBRI
(dal più recente
al più datato)

 

 

 

 

 

DOVE SCRIVERMI

Puoi scrivermi su: massimocoppa@gmail.com

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

"Conosceremo una grande quantità di persone sole e dolenti nei prossimi giorni, nei mesi e negli anni a venire. E quando ci domanderanno che cosa stiamo facendo, tu potrai rispondere loro: ricordiamo".

Ray Bradbury, "Fahrenheit 451"

 

Area personale

 

 

"And all this science,
I don't understand:
it's just my job,
five days a week...
A rocket man"

Elton John

 

Un uomo può perdonare
a un altro uomo
qualunque cosa, eccetto
una cattiva prosa

                     Winston
                        Churchill

 
 

Presto /
anche noi (…) saremo /
perduti in fondo a questo fresco /
pezzo di terra: ma non sarà una quiete /
la nostra, ché si mescola in essa /
troppo una vita che non ha avuto meta. /
Avremo un silenzio stento e povero, /
un sonno doloroso, che non reca /
dolcezza e pace,
ma nostalgia
e rimprovero
PIER PAOLO PASOLINI
 

 

 

 

 

Cazzarola!

 

 

 
« Coronavirus, la prima vi...Coronavirus, dal cimiter... »

Coronavirus, la psicosi fa più vittime della malattia

CORONAVIRUS, LA PSICOSI FA PIU’ VITTIME DELLA MALATTIA

La psicosi da Coronavirus sta facendo più vittime della malattia.

Nel momento in cui osserviamo scrupolosamente i precetti dettati dalle autorità e suggeriti dagli esperti, oltre che dal buonsenso, onestamente non vedo l’utilità di torturarsi quotidianamente facendo una full immersion nelle notizie relative alla diffusione del contagio.

Ne ho proprio le scatole piene del fatto che, ovunque ci si giri, non si faccia altro che parlare di Coronavirus. Si vede che siamo una generazione che non ha mai patito alcuna difficoltà. Sarei stato proprio curioso di sapere come avrebbero reagito i nostri nonni e bisnonni, che hanno dovuto affrontare due guerre mondiali in venti anni, una dittatura e, ovviamente, la miseria, la fame ed anche la pestilenza (basti pensare alla terribile influenza cosiddetta “Spagnola”).

È proprio tipico di una popolazione di privilegiati impazzire di fronte al problema del Covid-19. Ma l’irrazionalità non ha mai aiutato nessuno; anzi, peggiora tutto, perché ci fa perdere lucidità e ci fa commettere errori.

Vedo ogni giorno persone che, fino ad ieri, erano quadratissime, ironiche e apparentemente sagge, perdere totalmente la trebisonda.

I mass media non aiutano. Giornali, telegiornali, siti Internet d’informazione e, ovviamente, i social network tracimano di notizie sul Covid-19. Specialmente i social sono poi veicolo di diffusione di fake news: notizie talmente assurde da puzzare di falso da cento miglia, ma che vengono totalmente bevute da milioni di persone, che poi si regolano di conseguenza ed assumono atteggiamenti di panico.

Anche gli organi di informazione professionali hanno la loro colpa: innanzitutto perché da molti anni, ormai, nel loro DNA c’è la drammatizzazione di ogni notizia, fosse anche l’arrivo di un acquazzone. Già Bertolt Brecht ammoniva che “in tutta evidenza, i giornali non sanno distinguere un incidente di bicicletta dal crollo di una civiltà”. Quella che gli studiosi delle comunicazioni di massa chiamano “dramatis personae” è diventata la normalità per i media, che vogliono attirare lettori e spettatori. Anche la titolistica non aiuta: i titoli sono sempre ad effetto e, devo dire, spesso non rispecchiano per niente il contenuto dell’articolo o del post, che è magari molto meno grave.

Siccome, poi, da almeno vent’anni, la scuola e l’università italiane sono morte, ecco che la maggior parte delle persone è priva degli strumenti critici e culturali per valutare obiettivamente le situazioni.

In un Paese dove assume proporzioni enormi l’analfabetismo secondario (cioè l’incapacità di comprendere un testo scritto anche di media complessità) e dove si figura agli ultimi posti nel mondo per numero di libri letti all’anno, si diventa preda di ogni refolo di sciocchezza.

Un popolo dove la “prevalenza del cretino” è realtà da anni (come insegnavano Fruttero & Lucentini) non può avere alcuna speranza di fronte a qualsiasi problematica, figuriamoci di fronte ad un problema grave e sfuggente quale può essere un virus.

Neanche le autorità hanno le idee chiare: basti pensare alla querelle sull’attività sportiva all’aperto. Il governo dice che si può fare; la Regione Campania no. È chiaro (almeno per chi conosce gli elementi base del diritto, e specialmente la gerarchia delle fonti normative) che un presidente di Regione non può emanare una norma più restrittiva di quella del governo su un tema relativo alle libertà personali; ma non solo l’ordinanza resta vigente, per quanto il governo ha appena dichiarato che, tutto sommato, forse la Campania ha pure ragione e si pensa di estendere a tutta Italia quest’altro divieto. Come se fare attività fisica non fosse, per molte persone, un’esigenza di salute! Basti pensare ai diabetici, agli ipertesi, agli obesi…

In conclusione: siamo diventati un popolo ignorante, credulone, vigliacco ed irrazionale. Un poker di qualità che non ci aiuterà per niente ma, anzi, ci danneggerà profondamente.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://gold.libero.it/massimocoppa/trackback.php?msg=14827421

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
mauriziocamagna
mauriziocamagna il 19/03/20 alle 12:22 via WEB
Manca il rispetto soprattutto per gli altri, come si dice? La nostra libertà finisce quando inizia quella degli altri. E' un concetto difficile da capire!!!
(Rispondi)
 
 
massimocoppa
massimocoppa il 19/03/20 alle 12:45 via WEB
e la mancanza di pietà? ne parlerò nel prossimo post
(Rispondi)
 
bb034rl
bb034rl il 19/03/20 alle 14:31 via WEB
Purtroppo mi trovi d'accordo. Stress, piccole imprese che falliscono e quindi aumento della disoccupazione con relativo aumento dei suicidi, liti familiari che si tramutano in omicidi o stragi ... credo, come te, che tutto ciò farà molte più vittime del virus.
(Rispondi)
 
 
massimocoppa
massimocoppa il 19/03/20 alle 14:46 via WEB
se lo stress è dovuto a problemi economici, è già più comprensibile. Ma fasciarsi la testa prima di rompersela, come stanno facendo quasi tutti, è assurdo
(Rispondi)
 
 
 
bb034rl
bb034rl il 19/03/20 alle 15:11 via WEB
Ma lo stress nasce anche dal terrore inculcato dai media che non fanno altro che parlare di questo virus. Questo modo di fare informazione i servizi segreti lo chiamavano "lavaggio del cervello". E questo crea stress, almeno tanto quanto i problemi economici.
(Rispondi)
 
 
 
 
massimocoppa
massimocoppa il 19/03/20 alle 15:41 via WEB
sì, sicuramente
(Rispondi)
 
olgy120
olgy120 il 19/03/20 alle 14:56 via WEB
QUI TUTTO è ESAURITO,ANCHE LE PERSONE.STAMMI BENE
(Rispondi)
 
 
massimocoppa
massimocoppa il 19/03/20 alle 15:41 via WEB
sono d'accordo
(Rispondi)
 
qmr
qmr il 19/03/20 alle 16:35 via WEB
Unica e certa forma di prevenzione dal contagio è quella di uscire il meno possibile... Passeggiate comprese
(Rispondi)
 
 
massimocoppa
massimocoppa il 19/03/20 alle 17:23 via WEB
una cosa è la passeggiata, un'altra un'attività motoria: in entrambi i casi, se si mantengono le distanze, qual è il problema?
(Rispondi)
 
 
 
qmr
qmr il 27/03/20 alle 20:16 via WEB
Basta dare l'ok ad una sola persona e molti si sentiranno autorizzati a fare altrettanto, anche se sono stati cullati fino a ieri dal divano
(Rispondi)
 
elyrav
elyrav il 19/03/20 alle 16:55 via WEB
Dicono che se hai paura peggiori la situazione e ti ammali quasi di sicuro. Io non ho paura, vado poco al supermercato ma per rispetto e così spendo meno. E così anche i poveri lavoratori dei supermercati forse riescono ad avere qualche chiusura in più. Rispetto le regole. Serena giornata
(Rispondi)
 
 
massimocoppa
massimocoppa il 19/03/20 alle 17:24 via WEB
quello che dici probabilmente può accadere perché un forte stress abbassa le difese immunitarie
(Rispondi)
 
 
 
elyrav
elyrav il 20/03/20 alle 12:35 via WEB
infatti ... quindi calma e sangue freddo :)
(Rispondi)
 
ITALIANOinATTESA
ITALIANOinATTESA il 19/03/20 alle 17:18 via WEB
Purtroppo la "psicosi" che sta invadendo le nostre coscienze è, secondo me, solo in parte, indotta dalle modalità di gestione della comunicazione. Ci troviamo di fronte a un "nemico" che per almeno quattro generazioni non abbiamo precedentemente conosciuto.
Al contempo constatiamo che è anche troppo lo strazio che stanno vivendo le popolazioni di alcune regioni del nostro paese. E per questo non ci sono parole che posso alleviare le loro sofferenze.
Credo che, in queste condizioni, la rete pubblica statale di radio e televisione, avrebbe dovuto dedicare un unico canale gestito con piena consapevolezza da dai veri "competenti della materia" Se davvero ci sono!
E magari prevedere anche un grande "cestino" dove "infognare" le false e/o fuorviati notizie sparse dei canali liberi e in ogni dove.
Purtroppo per l'attività fisica all'esterno è difficilissimo, in caso di necessità, ricostruire la cronologia del contatti in caso di rilevamento, a posteriore, di una malaugurata positività dello sportivo o malato che sia. Certo che si potrebbero organizzare degli spazi gestibili, ma non dovremmo essere noi "umani" con la "in" davanti ad utilizzarlo.
Per i soldati tanto avocati occorre semplicemente considerare che è sempre possibile utilizzare quelli che già erano impegnati in precedenza. Un saluto, M@.
(Rispondi)
 
 
massimocoppa
massimocoppa il 19/03/20 alle 17:25 via WEB
ma non c'è bisogno di ricostruire niente nell'ipotesi di attività fisica, che è all'aperto e distanziata dalle altre persone. Vorrei sapere che problema crea uno che corre in mezzo ad un viale deserto, sul lungomare ventilato o in un bosco
(Rispondi)
 
 
 
ITALIANOinATTESA
ITALIANOinATTESA il 19/03/20 alle 20:22 via WEB
Con la consapevolezza che sorregge il mio "sentire" ritengo, per me, necessario non condividere la tua "puntualizzazione" che mi appare enormemente riduttiva rispetto al rilevante oggetto del post da te proposto, inerente, prioritariamente, agli effetti della "PSICOSI" che si sta generando in una vasta parte della popolazione in conseguenza del clima di "terrore" generato dalla immane tragedia che ci tiene succubi. E chissà per quanto tempo! Basta vedere i dati di oggi; e non soli italiani. E' ciò anche per la scarsa attendibilità di tanta parte dell'informazione che viene somministrata.

Solo a livello incidentale, ad esempio, se io, fossi un lettore abitante a Posillipo e volessi fare un allenamento sul "lungomare ventilato" di via Caracciolo come dovrei arrivarci?
E se abitassi a Via Cilea mi sarebbe permesso oppure no?
Cioè il lungomare di Napoli dovrebbe essere al servizio dei soli abitanti con residenze nei palazzi ad esso prospicienti? ...magari aumentando, in progress, all'infinito le false domiciliazioni!
E nel bosco come ci si arriva?

Chiedo scusa, e mi rifaccio, un po', anche al commento di jigen.
Un saluto, M@.
(Rispondi)
 
 
 
 
massimocoppa
massimocoppa il 20/03/20 alle 12:46 via WEB
sarà un mio limite, ma non capisco. Si può anche restare vicino casa, ma l'attività motoria deve essere consentita. Poi, per me, autorizzerei pure gli spostamenti per andare a correre sul mare o fare trekking in montagna
(Rispondi)
 
jigendaisuke
jigendaisuke il 19/03/20 alle 18:25 via WEB
Follia! Code ai supermercati ogni giorno, mentre nei piccoli negozi di alimentari c'è il deserto. Rincorsa alle mascherine, nonostante sia stato detto e ridetto che servono solo a chi ha qualche patologia oppure al personale medico (intanto i tassisti, almeno qui a Genova, se le sono fatte da soli). Circa l'attività fisica, l'altro ieri ho fatto una camminata sulle alture del quartiere dove vivo, convinto che me la sarei potuta godere senza incontrare gente. Bè, una creuza solitamente deserta, era piena di gente, compresi gruppi di ragazzi che certo non stavano ad un metro di distanza fra di loro, visto che tanto una macchina della polizia lì non può nemmeno passare
(Rispondi)
 
 
massimocoppa
massimocoppa il 19/03/20 alle 18:47 via WEB
le mascherine "fai da te" servono ancora meno delle altre... Se i ragazzi sono degli irresponsabili, non vedo perché debba essere sanzionato io se sto attento a sgambare in luoghi fuori mano e deserti. Ma in realtà non ci si può andare, perché dobbiamo fare attività fisica nei pressi di casa. Mi rendo conto che non può essere possibile se vivi in un quartiere
(Rispondi)
 
desideria_io2009
desideria_io2009 il 19/03/20 alle 21:41 via WEB
Ciao .Condivido tutti i commenti che leggo. Massimo , come in un film che vidi anni fa...speriamo che me la cavo ..speriamo di cavarcela tutti ,stando a casa e rispettando le regole ,ma sopratutto non perdere la calma in azioni che danneggerebbero sia noi stessi che chi ci sta vicino .Un forte abbraccio .Maria
(Rispondi)
 
 
massimocoppa
massimocoppa il 20/03/20 alle 12:47 via WEB
se si perde la testa, è finita
(Rispondi)
 
andrix110367
andrix110367 il 20/03/20 alle 11:53 via WEB
Sfogarsi e' lecito specialmente quando si e' obbiettivi..Nel tuo post proposto si pongono diverse domande alcune soggettive alcune oggettive dipende come la si vede...Comunque una PANDEMIA e' una cosa seria che non conosciamo quindi si può anche sbagliare nel gestirla e' lecito.La verità' e' che la popolazione mondiale e' sottoposta a stress quotidiano con una politica globale dell'insicurezza tutto porta insicurezza la popolazione mondiale e' più fragile che forte e vanno comprese certe reazioni di panico..Per quanto riguarda l'ignoranza non si guarirà mai o ci arrivi o non ci arrivi..
(Rispondi)
 
 
massimocoppa
massimocoppa il 20/03/20 alle 12:47 via WEB
vanno comprese ma non giustificate
(Rispondi)
 
skipper007
skipper007 il 20/03/20 alle 18:37 via WEB
Se avessimo avuto un vero governo di certo tutto questo casino non sarebbe successo, se chiederei un parere a Siascia avrebbe scritto che abbiamo un governo fatto di quaquaraqua!!hanno messo in allarme una nazione mettendo anche i morti per altre patologie negli ospedali,soprattutto i vecchi con gli ammalati del coronavirus e così tutto il giorno trasmissioni vari e telegiornali non fanno altro che parlare del corona virus. Ogni settimana le forze dell'ordine elevano multe per un numero di 46.000 e sono multe molto elevate!!! ma finiamola con questo governo inetto!!!
(Rispondi)
 
 
massimocoppa
massimocoppa il 23/03/20 alle 11:46 via WEB
premesso che non sono andato a votare, alle ultime elezioni, per la prima volta in vita mia, devo dire che, effettivamente, la cosa non viene gestita bene
(Rispondi)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.