maya1 diary

Benvenuti nella mente di una donna :O)

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

I MIEI BLOG AMICI

Citazioni nei Blog Amici: 10
 

I MIEI LINK PREFERITI

 

E' UN ATTIMO SCIVOLARE DAL CUORE AI COGLIONI

Post n°889 pubblicato il 18 Ottobre 2018 da maya1st

 

E' tanto che non scrivo perché ero stufa di dedicarti il mio rancore.

Ci siamo visti al concerto di vasco e mentre cenavamo prima di recarci allo stadio mi dici: mi vedo con una. Il cibo mi si è fermato in gola. Gli occhi pieni di lacrime che solo per orgoglio non ho fatto scorrere.

Mentre ci dirigiamo allo stadio guardo dritto avanti a me e mi dico: ale stai andando a vedere vasco, fottitene.

Raggiungiamo il tuo amico, entriamo e ogni canzone è un pugno. Mi vedi piangere e mi chiedi cosa c'è e rispondo che piango perché sarà l'ultimo concerto che vedremo insieme e tu mi asciughi le lacrime e mi dici: No Ale no Vasco è un nostro momento ci andremo insieme e chi verrà se vuole si unirà a noi.

Dannata me che ti ho creduto!

Passa qualche settimana e andiamo al concerto dei Guns... due bei giorni a Firenze se non fosse che ogni volta che cerco di avvicinarmi a te tu mi respingi, poi mi vedi incazzata mi prendi e mi baci. Perché tu fai così ti rendi conto di aver perso una persona solo dopo che l'hai persa.

Torniamo da Firenze e ti dico: quindi adesso ti fidanzerai e mi metterai da parte addio Ale.

Rispondi: no ale no ma che dici tu per me sei importante e non ti voglio perdere. Chi verrà dovrà capire cosa siamo io e te. Ci vogliamo bene.

Cogliona che ti ho creduto!

Prendo tutte le mie cose da casa tua, mi dici: ale ti prego lo so che sarà difficile ma io vorrei che io e te rimanessimo amici. Se vorrai chiudere con me

lo capirò ma pensaci!

Fottutissima Ale che hai pensato che davvero lui ti volesse ancora nella sua vita.

Mi accompagni alla macchina, poso le ultime cose di me che erano rimaste a casa tua e le metto nel baule.

Ti dico: nemmeno un ultimo bacio?

Mi dai un bacio a stampo.

Ti sorrido in faccia e ti dico: vabbè e questo lo chiamo un bacio? Addio Dodo.

Mi prendi e mi dai un bacio dei tuoi, quelli che mi facevano sentire a tre metri da terra.

Il giorno dopo ti ho scritto un messaggio: e non dirmi che in quel bacio non hai provato nulla.

Rispondi: sei tremenda.

 

Passano i mesi, ci sentiamo qua e là e si avvicina il periodo per prenotare Vasco.

Vado in Toscana e faccio un salto a Forlì a vedere la mostra di Ferdinando Scianna (favolosa) e vado a Cesenatico perché avevo voglia di vedere il mare.

Sono con teo che in tutto questo non mi ha mai lasciato sola, anche se siamo solo amici.

Vedo la barca Topo e io ti chiamavo così, faccio un aperitivo al bar Felicità e la radio suona "il più grande spettacolo dopo il big bang" la nostra canzone.

In tutti questi mesi ci siamo sentiti abbiamo scherzato, sapevo che vedevi una ma mi avevi fatto capire che non era nulla di serio.

ti scrivo: ehi ma se vedo tutte queste cose elencando quando scritto sopra, come faccio io a dimenticarti?

tu stai sul vado e dici: e già

Ti dico che ti passo a prendere per andare a portare i regali ai nostri amici e tu mi dici che posso mettere l'indirizzo sul navigatore.

Ci rimango di merda e ti dico: ma sei scemo.

Tentenni... e sai ale com'è ci vuole tempo ti ho detto che esco con una...

stupidamente chiedo: ma cos'è ti sei fidanzato ufficialmente?

SI rispondi

E beh che problema c'è se andiamo da ciccio insieme?

E sai lei ci protrebbe rimanere male?

stupidamente dico: scusami e quando andremo da Vasco insieme cosa dirà?

Stupida ale stupida stupida stupida ale

"Ale sai e che ne sapevo io che le sarebbe piaciuto vasco!"

Giuro in quel momento ho ricevuto il tuo ultimo pugnale.

Cazzo dodo ricordo benissimo le tue parole "vasco è solo nostro chi verrà si unirà a noi" "se mi metterò con una lei dovrà capire cosa c'è tra noi"

hai rimangiato ogni promessa fatta

e a casa mia in Sicilia un uomo che rimangia le parole dette non è un uomo.

In quel momento una botola ti ha fatto scivolare in un attimo dal cuore ai coglioni.

Yuri me l'aveva detto: Ale vedrai ci sarà qualcosa un giorno che ti farà scadere quella persona

ti ho scritto: vaffanculo dodo di tutto cuore

rispetto per una donna che ti ha sopportato 7 anni no vero?

 

Ti ho dedicato tutto il mio odio su facebook finché forse hai capito

quando ti ho detto: sveglia dodo le persone se non te ne prendi cura le perdi e questa volta x sempre! Non mi merito quello che mi hai fatto

Come perdi per sempre? Mi chiedi.

Cazzo ma credi ancora che dopo tutto questo io stia ancora lì ad aspettarti? No, mi spiace. Se vuoi la mia amicizia mi devi rispetto.

 

Ora che questo enorme vuoto occupa il tuo posto dovrò fare un po' di pulizia perché ci sarà sicuramente qualcuno che mi merita più di te.

 
 
 

LE DOMANDE DA NON FARE MAI AL TUO EX

Post n°888 pubblicato il 21 Aprile 2018 da maya1st

 

30/03/2018

 

Tutti i miei amici mi avevano messo in guardia: Ale non lo fare non serve a nulla e po ci stai solo male!

Ovviamente, come é il mio solito non li ho ascoltati.

 

Entrare nella tua anima é stato come entrare in una casa rimasta chiusa per troppo tempo. 

Non c'era più nulla: solo polvere e vecchi ricordi.

Ho sperato fino all'ultimo che qualcosa ci fosse ancora, una piccola luce, la possibilità di salvare un grande amore.

La luce di quella fiamma che un tempo illuminava i nostri sorrisi.

.

Aspettare che tu ti innamorassi di nuovo di me é paragonabile a quelle persone che vanno al cinema per vedere un bel

film e non contente del finale drammatico restano a guardare i titoli di coda sperando in un finale a sorpresa che, purtroppo, non arriverà.

Non c'è un finale diverso: ALE SVEGLIATI!!!

.

Ho aspettato a farti quelle domande e a scrivere queste parole perché devo ammetterlo: all'inizio lasciarti è stata una liberazione. Amarti e non 

essere amata è stato un supplizio che ho subito per anni.

Prima domanda: da quanto tempo hai smesso di amarmi? Mi guardi dritto negli occhi per sottolineare la veridicità di quanto

stai per dirmi e rispondi: tanto tempo!

Prima pugnalata al cuore.

Seconda domanda: Non ci vediamo da mesi, non provi proprio nulla per me in questo momento? Non so... la voglia di stringermi, di abbracciarmi?

sempre sincero mi rispondi: No Ale, mi dispiace.

Terza domanda: Se mi vedessi tra le braccia di un altro cosa proveresti? Adesso sorridi e mi dici che saresti felice se lui

mi rendesse felice.

Questo è stato il terzo pugnale conficcato nel cuore.

Come nelle più belle tragedie Shakespeariane il tuo veleno inizia a fare effetto.

.

Io morirei se ti vedessi abbracciare un'altra, ecco la sottile differenza tra te e me.

In tutto questo vortice emotivo capisco che io farò fatica a smettere di amarti e tu invece mi hai già cancellato dal tuo cuore,

hai passato una bella spugnetta in tutto ciò che siamo stati, come fai a casa tua quando pulisci in modo maniacale, non hai

lasciato più nulla di noi nel tuo cuore.

Mentre andavamo al concerto di Brunori (dove ho pianto e riso per metà concerto), ti ho detto una tipica frase da ex

Un giorno ti mangerai le mani per avermi lasciata.

Non perché io sia speciale (e lo sono) o tu sia speciale (e lo sei), ma perché insieme io e te eravamo unici.

Ricordi: il più bello spettacolo dopo il Big Bang siamo noi: IO e TE!

Cosa rimane di tutto questo? Solo la mia caparbietà e la voglia di non buttare via sette anni delle nostre vite nel cesso.

Ti ho scritto via messaggio cosa avevo sognato per noi, ma a te non tocca più... tu hai mai sognato qualcosa per noi?

IN UN'ALTRA VITA CHE MAI VIVREMO MI AVRESTI CHIESTO DI SPOSARTI E TI AVREI RISPOSTO SICURAMENTE SI'

AVREMMO AVUTO DUE FIGLI E TU SARESTI STATO UN PADRE PERFETTO, ANCHE SE MI SAREI INCAZZATA CON TE PERCHE' IL MERCOLEDI SERA

SARESTI ANDATO A BERE UNA BIRRA CON I TUOI AMICI MENTRE A ME FUORI NON MI CI PORTAVI PIU'. AVREMMO LITIGATO TANTO E FATTO L'AMORE

OGNI VOLTA PER FARE PACE. MI AVRESTI BACIATO SUL COLLO OGNI DOMENICA MATTINA MENTRE CI PREPARAVAMO UN PO' IN RITARDO PER ANDARE A PRANZO

DAI TUOI E POI AVREMMO FATTO ANCORA L'AMORE. TUA MADRE TI AVREBBE CAZZIATO PERCHE' ALLA FINE LA BARBA NON L'AVRESTI FATTA.

IN QUELLA VITA CHE NON AVREMO, AVREMMO AFFRONTATO I PICCOLI PROBLEMI QUOTIDIANI E LE GRANDI TRAGEDIE CON UN SORRISO, ABBRACCIATI, MANO NELLA MANO.

TUO FIGLIO L'AVREI CHIAMATO GIORGIO, PERCHE' E'UN BELLISSIMO NOME. ERA UN GRAN BEL SOGNO QUESTA VITA... MA ERA SOLO UN SOGNO.

mi rispondi: sei una fantastica persona e per questo meriti il meglio dalla vita, mi spiace che sia andata così, ma spero che anche questa possa essere una

esperienza di vita da poter tenere come una bella esperienza e che ci insegni nuove cose, mi spiace tanto ma si vede che doveva andare così. Grazie per le belle parole

che dici.

IO CREDO CHE UN GIORNO CAPIRAI COSA SONO STATA X TE E ALLORA CAPIRAI LE MIE PAROLE. IO E TE NON SIAMO MAI STATI DUE QUALUNQUE. ANCHE TU HAI UN GRAN CUORE ED E' QUELLO

CHE MI HA FATTO INNAMORARE DI TE.

IO SONO SICURA CHE UN GIORNO TI SVEGLIERAI E PENSERAI: CHE CAZZO HO FATTO. SPERO QUEL GIORNO DI TROVARTI SOTTO CASSA MIA CON UN MAZZO DI ROSE E AVERE IL CUORE LIBERO PER

RICOMINCIARE UNA NUOVA STORIA D'AMORE CON TE: INNAMORATO, DESIDEROSO DI AVERE ME E NESSUN'ALTRA DONNA. LA SPERANZA E' SEMPRE L'ULTIMA A MORIRE, MA DA OGGI VADO AVANTI.

UN GIORNO MAGARI MI RIPORTERAI QUEL PEZZETTO DI CUORE CHE MI HAI RUBATO.

 

Ti scrissi queste parole prima di sapere della mia malattia, mi hai accompagnato a fare la biopsia perché era giusto così nella tua testa, ma quando sono uscita dopo

l'intervento non mi hai nemmeno abbracciato. Mi sentivo piccola,sola e indifesa.

Averti accanto e sentirti freddo è una tortura.

Mi dici che non sono sola, che tu ci sarai sempre x me. Eppure sono sola. Sola ad aspettare gli esiti della biopsia,sola a curare la ferita che non guarisce, sola a fare

la spesa perché qualcuno la deve pur fare.

Mi sento sola e ho paura. Avrei bisogno di un uomo accanto che mi ami e mi dica: ce la faremo insieme.

Non di un uomo che mi dice: sei forte e ce la farai.

 

Non ho mai avuto il morale così a terra, questa volta non ci riesco, non sono abbastanza forte per affrontare tutto questo DA SOLA

 

.

 
 
 

NON SONO ABBASTANZA PER UN UOMO SU SEI MILIARDI

Post n°887 pubblicato il 03 Febbraio 2018 da maya1st

Non guardarmi con quegli occhi che mi metti in imbarazzo!

E con quali occhi dovrei guardarti? Ho solo questi.

 

E CHE IL DOLORE SERVE COME LA FELICITA' (BRUNORI SAS)

 

Oggi non ti dedicherò la mia tristezza anche se per me è un giorno triste.

Respiro e a volte mi sembra che dentro ai polmoni non arriva aria, ma solo un

velo di tristezza.

E' come respirare nebbia... mi dico: Ale calmati! Pian piano riuscirai a uscire da qui...

Ogni volta che penso di essere finalmente uscita dal tunnel e di essere all'aria aperta e

riuscire di nuovo a vivere mi fermo e mi volto indietro.

Vorrei urlarti: Perché? Perchéééééééé? Cazzo!!!

Però lo so che tutto questo l'ho già fatto e non è servito a niente.

Mi hai scritto che anche a te dispiace che sono una persona speciale e importante e che ci

saresti stato sempre per me perché io sono speciale... unica.

 

Mi imbarazzi...

Sei tu imbarazzato o sono io imbarazzante?

Scusami... sono sincero.

 

Avevo giurato che non avrei più sparto lacrime come si fa con i coriandoli a carnevale, ma sono una donna vera e non riesco a nascondere le emozioni... nemmeno quelle che dovremo vivere di nascosto (poi chi l'ha imposto? C'è un decreto legge che impone di provare gioia in pubblico e tristezza nel privato).

Mi sento come se non ci saranno mai braccia capaci di stringermi come te o labbra capaci di donarmi quel brivido lungo la schiena.

Mi sento come se fossi destinata a non bruciare più... so che non è così... ma oggi mi sento così.

Domani sarà un altro giorno... e che quando hai tempo di pensare e non sei sopraffatto da otto ore in call center hai anche il tempo per soffrire.

Sono circondata da guru dell'amore che mi dicono di non piangermi addosso che devo reagire... chissà se schiacciassimo il tasto rewind questi principi del "non piangere che non serve a niente" dove sarebbero? Forse a piangere sul loro divano o in macchina in solitaria? Alla fine come dice Vasco: piangono anche i duri!

.


E adesso è il momento in cui vorrei cantare, ritrovare la mia voce, 

Quella persa come ho perso il sole,

Se mi giuri che rimani io ti lascio la mia voce

Ci saranno altri silenzi, altri tempi da sbagliare, amore..

E tutto intorno sembra aver trovato un senso che ti invade e mi assale,

La paura di sfiorarti nelle mani incontra il mio sudore, 

Io non posso fare altro che ammirare,

come un uomo aspetta passi il temporale purchè torni il sole.

Nel mondo dicon tutti che ci sia poca bellezza da salvare e da rubare,

Non sanno mica quanta ne nasconda questo mio stupore,

A tratti mi tradisco e mi lascio andare,

Vorrei gridare senza alcun pudore che lei mi ha rubato il sole. (Negramaro Sole)

 

RICOMINCERO' AD AMARE... ME STESSA!

.

 
 
 

AMEN PACE E BENE E ANDIAMO AVANTI

Post n°886 pubblicato il 21 Gennaio 2018 da maya1st

Avrei bisogno di parlare e non c'è campo in tutto l'etere (Negrita)

 

.

 

Tutti mi chiedono: come stai? Nella mia mente mi giro e chiedo a un ipotetico personaggio alle mie spalle : Come stai?

Nella realtà però non c'è nessuno alle mie spalle e quindi mi sa che la domanda la fanno proprio a me!

Brunori canta "Come stai? E' la prase di apertura più antica del mondo" io a dire la verità non so come sto.

So che il 7 gennaio ho preso posizione e ho detto basta a una situazione che non mi faceva stare più bene.

E' strano... so che con lui così come andava non stavo più bene eppure mi manca... mi mancano le nostre risate sceme, andare a trovare i nostri amici. Ieri lui è andato a cena con loro e alla domanda: Ale dov'è? Non ha risposto.

Me l'ha detto lui... la cosa divertente è che anch'io continuo a chiedergli: tu come stai? e lui dà la stessa risposta che io

do ai miei amici: sorride e sta in silenzio.

.

Forse sta come me... in quella sorta di limbo tra il nonsocomecazzosto e il sentoungranvuotodentro girando per il maallafinesecipensoeragiustocosì svoltando per il machecazzoperònondovevafinirecosì

Insomma... una sorta di vuoto che all'interno contiene un bigban cosmico. Dentro di me sta nascendo un universo, sarà per quello che ieri il Cirò mi è andato in acido?!? No no Frank lo so che tu che fai il gastroenterologo me ne diresti di ogni (non dovresti bere, non dovresti mangiare male ecc...) ma sai Frank con che testina di cavolo hai a che fare :)

.

Adios paranoia stiamo andando in mexico (negrita)

 

Beh forse avrei proprio bisogno di un viaggio. Devo pian piano riprendere in mano la mia vita e tornare a fare quello che mi faceva stare bene.

La cosa che mi fotte è che non ho nessuno con cui andare a bere e cacciare via questa sensazione, questo urlo di munch che mi devasta l'anima. Ritengo che una birra e qualche risata tra amici serva a tirare su il morale più di tante lezioni di vita dette da gente che ha una vita di merda e vuole fare la predica a te.

 

Forse, quelli che più mi stanno sul cazzo sono quelli che ti dicono: hai fatto bene! Ma cosa ne sai te se ho fatto bene o se tra sei mesi mi pento e non si può più tornare indietro... non so se ho fatto bene... so che devo vivere giorno per giorno, so che ci saranno giorni tristi e giorni in cui manderò a fanculo il mondo e se non avrò nessuno con cui bere lo farò da sola e starò un po' meglio... 

 

.

Ho fatto piazza pulita l'anno scorso di gente che si professava amico e poi nel momento del bisogno è sparito... non ho voglia di tenermi vicina gente solo perché non so con chi uscire.

.

Ho un bel carattere e prima o poi mi farò nuovi amici... rivoglio la mia vita... non la posso più impiegare per fare felici gli altri ora esisto io e poi tutto il resto.

 

Brindo a voi e a questa vita: pace amore e gioia infinita (Negrita)

 

.

Alessandra

 
 
 

NON DOVEVA ESSERE L'ANNO DEL TORO?

Post n°885 pubblicato il 29 Novembre 2017 da maya1st

Questa sera nell'aria c'è odore di neve.  Non è proprio la prima neve,ne abbiamo avuto un assaggio qualche giorno fa... beh non qui in pianura, ma quando nevica sulle alpi lo senti fin qui da noi.

Non è un bel periodo per il Toro. Eppure, caro il mio Paolo Fox, questo non doveva essere l'anno della nostra rivincita?

Mi guardo e non mi riconosco più. Mi guardi e sembra che non mi hai mai conosciuto veramente, o semplicemente, non hai mai provato a capirmi. 

Vorrei vedere nei tuoi occhi quello sguardo. Non uno sguardo qualunque, ma proprio "quello sguardo", quello che mi farebbe sentire speciale anche quando una giornata di lavoro e tante nottate insonni mi fanno gonfiare gli occhi e mi rendono stanca... stanca di aspettare, stanca di aspettarti.

Mi guardo allo specchio e non riesco a riconoscermi più. Eppure un tempo mi guardavo ed ero bella.

Eppure un tempo mi guardavi e... macché... ma a chi voglio prendere in giro. Tu non mi hai mai guardato con gli occhi di un uomo innamorato. Lo so, lo sai. L'ho sperato, anche perché il tuo desiderio era reale. Avevi fame di me e quando ti sei saziato, mi hai semplicemente messo da parte. Vedo il mio riflesso in uno specchio, nella vetrina di un negozio, nello specchietto dell'auto e ogni volta che incrocio quegli occhi mi domando: ma tu chi sei?

 

Sei bellissima, tu sei il mio amore. Mi dici mentre ti fai la barba. 

Il problema è che dici quello che vorrei sentirti dire eppure quando ascolto quelle parole uscire dalle tue labbra riesco solo a pensare: lo credi davvero? Ci credi davvero a quello che mi dici? Lo senti oppure stai solo allungando la catena per non farmi fuggire via.

Ho scritto BASTA sulla spiaggia, ma tu attendi la prossima onda e smuovi un po' l'acqua per cancellare la mia volontà di chiudere questa porta e cercare in quel mondo là fuori quello sguardo, quegli occhi che mi facciano di nuovo sentire bella,amata, desiderata, voluta. Ora mi sento un bel soprammobile di cui ancora non vuoi sbarazzarti. Esisto. Ci sono. E tu lo sai... 

Non avrei mai voluto arrivare a questo punto, ma ora siamo qui, uno di fronte all'altra. Io non so più chi sono. Una volta mi rivedevo nel tuo amore, ora in quello sguardo mi sento solo giudicata, inferiore, sbagliata.

.

Voglio ritrovare me stessa... m'incammino, alzo gli occhi al cielo ehh sì: stasera l'aria sa proprio di neve!

 

Alessandra

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: maya1st
Data di creazione: 04/12/2008
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

damico.luca1975lennon927annaincantoCoralie.frchitarraiogastronauta1marachella.mmartinatendeolgag90cassetta2Prendimilanima2019Angela_Fenice84Terzo_Blog.Giusvita.perezchiedididario66
 

ULTIMI COMMENTI

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

LEGGERE X VOLARE STANDO CON I PIEDI X TERRA

LIBRO

leggo di tutto e di più...alterno i grandi classici a libretti per passare il tempo alle biografie. Ultimamente mi sto appassionando alle biografie dei grandi della musica. Ho letto uno di fila all'altro i 12 libri del trono di spade e tro George R Martin un genio. Da scrittrice in erba vi posso dire che a volte sono i personaggi a prendere il sopravvento sulla storia...ti ci affezioni e loro ti parlano...mentre mangi, mentre cammini e lui....gran @@@@ ha avuto la capacità di uccidere dei protagonisti!!!! Lo invidio e attendo il sequel se non altro per sapere chi altro ucciderà ;)