Creato da monellaccio19 il 12/10/2010
scampoli, ritagli, frizzi e...lazzi

Archivio messaggi

 
 << Dicembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

Area personale

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 174
 

Ultime visite al Blog

monellaccio19lascrivanalisa.dagli_occhi_bluun_uomonormale0ambradistellemariateresa.savinocomunesenso11monellaccio_19EremoDelCuorecassetta2andrea.bonato63licsi35pesurfinia60divinacreatura59
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

 

« E NIENTE...ALIENI: UMANOIDI O SOLO ... »

C'ERA UNA VOLTA IL TERSORIUM

Post n°3957 pubblicato il 21 Giugno 2021 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

 

 

 

Volendo partire dalle origini non saprei cosa citare. Quindi mi permetto, senza oltrepassare il limite della decenza, indicare il "tersorium" che è senz'altro il primo strumento in uso nell'antica Roma, per provvedere all'igiene intima degli uomini: serviva per detergersi la parte interessata dopo essere andati al...wc per defecare. Non sto nemmeno a citare il lungo percorso storico per giungere al 1879, anno in cui Joseph Gayetty inventò e cominciò a produrre la carta igienica. Ebbene, ho voluto introdurre così la notizia sconvolgente e iperbolica: i prossimi rotoli di carta igienica sul mercato mondiale potrebbero essere...riutilizzabili! Già, avete letto bene: dopo la crespata fine, la doppio velo, la quattro veli, la ecologica, la riciclata e la bio-tech, siamo giunti alla...fine! Non è fantascienza, non è scemenza, ma è l'unico modo che potrà condurci alla difesa del pianeta, al rispetto di una piena vita green. "La toilet paper reusable", altro non è che una serie di panni suddivisi in fogli separati. Dopo l'opportuno uso vengono lavati e asciugati per poter essere riproposti per l'uso. Geniale? Mah...direi di no, visto che gli asiatici si lavano sempre con acqua corrente e dopo si asciugano con panni puliti. Dove sta la novità? Pare che l'idea sia nata per fronteggiare la crisi della carta igienica tradizionale quando il covid ha costretto, in molti paesi, la gente a chiudersi in casa mentre nei supermercati i banconi rimanevano vuoti e di rotoli nessuna traccia. Tuttavia pare che qualcuno abbia intravisto in questa soluzione straordinaria per noi occidentali, la possibilità di essere molto più rispettosi dell'ecologia, meno alberi abbattuti e rispetto per il green. Credo che sarà difficile orientarsi verso queste soluzioni molto azzardate:  i nostri usi, costumi, abitudini e i...bidet (che noi abbiamo mentre i francesi no), non faranno mai entrare nei nostri bagni carta igienica che non sia tradizionale: soffice, velata, delicata e atta allo scopo. Suggerirei, a chi voglia intraprendere la strada della "carta riusabile", di volgere altrove l'attenzione per intraprendere un'attività produttiva. Giù le mani dalla carta igienica...mo' pure quella volete sostituire? 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog