Creato da monellaccio19 il 12/10/2010
scampoli, ritagli, frizzi e...lazzi

Archivio messaggi

 
 << Maggio 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

Area personale

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 174
 

Ultime visite al Blog

monellaccio19soltanto_unsognoamici.futuroierig1b9surfinia60e_d_e_l_w_e_i_s_scassetta2corolla05Vince198Sono44gattinfilax6.2mariateresa.savinoPanthera_leo52Spiky03y7dgl3bic331
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

 

« ALZA LA VOCE...NON SENTE!SE LE COSE STANNO COSI'... »

RAI: ALTRO E OLTRE IL CARROZZONE

Post n°4270 pubblicato il 14 Maggio 2022 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

 

 

 

Dania Mondini, giornalista del TG1, da quattro anni si sta battendo contro i suoi diretti superiori per una stramba e indelicata situazione: è costretta a lavorare in un ufficio con un collega che nella sua evidente condizione, ritiene che emettere suoni e odori dalla bocca e dal sedere, rientri nelle normali manifestazioni umane dell'individuo. Ossia, chi capita, ci deve stare! Beh, se le cose stanno cosi, presumo la signora abbia ragione: del resto portare avanti la diatriba per quattro lunghi anni, sarebbe da folli se il tutto fosse falso. Nel 2018 la giornalista ha trascinato in tribunale cinque persone a partire dai diretti superiori per ottenere giustizia e sottrarsi alla condanna "espressiva e manifesta" di un collega che non riesce a controllarsi. Anche in tribunale l'iter non è scivolato serenamente, ma ha subito un percorso travagliato: no, no per le condizioni di flatulenze e di massima espressione ruttante, ma perché si sospettava che i suoi rapporti con alcuni colleghi non fossero poi idilliaci. Pertanto questi, per punirla perché c'era sempre maretta, l'avevano mandata a lavorare con un collega noto come "Lo Scoreggiando Maledetto". Lei sentendosi insultata per lo spostamento punitivo, cambia stanza e per ulteriore punizione dei superiori, le vengono affidati  solo compiti banali e di lieve entità. Insultata in tal guisa, ha favorito le aggressioni verbali di cui si è lamentata, e mentre il tribunale chiudeva lo scontro con il "non luogo a procedere", lei ha insistito insospettendo il pg che ha avvocato a se la pratica e ha riaperto il procedimento. Questi i fatti e al di là delle grane in RAI che non è certo un posto dove tutto vada per il meglio, resta la preoccupazione per le cause che abbiano indotto questo scontro molto teso, rumoroso e agitato: tutto questo per rutti e peti? Subendoli per quattro anni, avrà perso il senso dell'odorato e il senso dell'udito. E lu... dito dove lo punta? 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog