Creato da ninive60 il 19/10/2009
pensieri e non solo parole

Archivio messaggi

 
 
 << Agosto 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 9
 

Area personale

 
 

Cerca in questo Blog

 
  Trova
 

FACEBOOK

 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 9
 

Ultime visite al Blog

 
son_serena1undergroundsky1simon853RiccardoPennafried.nietzninive60lab79Bendaraalexenzo22GUATAMELA1pupellapampamma.anche.no.ehsnakecoilsmy_way70big.tool
 

Ultimi commenti

 

Chi pu˛ scrivere sul blog

 
Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Se mai fosse possibile

vorrei non esser più terra

per  trasformarmi in aria

Se mai fosse possibile

vorrei non esser piu  leone

e trasformarmi in un aquila

Se solo fosse possibile

vorrei non esser ciò che vedi

ma ciò che io sono...........

 

 
 

 

 

Melodia d 'autunno

Post n°23 pubblicato il 29 Settembre 2012 da ninive60

Struggente melodia

Tasti e corde
di violino e piano....
che piano...piano
entra ad abitar nel cuore
Struggente
come un cielo minaccioso e plumbeo
su un inizio d'autunno......
e di foglie cadenti
Struggente
come uno sguardo perso
tra meandri di ricordi e nostalgie
Come uno scrigno inabissato
da tempeste e mareggiate
che non mostrerà mai tesori
Struggente
come lo scorrere mestodi lacrime silenti
Struggente
come un ideal d'amore
quel amor perduto
che non si è mai vissuto
Sil
 
 
 

Il mio tempo

Post n°21 pubblicato il 19 Febbraio 2011 da ninive60

La serenità personale è data da un equilibrio perfetto tra " Quello che si deve " e "quello che si vorrebbe" fare.
Non credo che, annullarsi per dovere, sia un vero atto di altruismo che porta gratificazioni ......... espiazione, solo questo è.
Punirsi, perchè la mente e il desiderio ci portano altrove, come se la voglia di vita, fosse un peccato.
E non credo in chi vive alla ricerca di continue emozioni, senza regole, senza limiti e senza rispetto alcuno per il prossimo.
In nessuno dei due casi si può essere sereni.
Ma quanto è difficile trovare questo equilibrio.......
son stata di tutti, marito, figlie, famiglia e nell'esserlo, son stata me stessa, ma, ora che il mio giorno volge, al termine ....... avvolta da questo ancora meraviglioso tramonto ..... mi chiedo..."Arriverà il mio tempo?" Spero che arrivi alla svelta .....prima del calar della notte........

 
 
 

Le donne e il punto G (D.S.A)

Post n°20 pubblicato il 21 Ottobre 2010 da ninive60

.......E parliamo ora del famoso punto G.
Il punto G, non è altro, che la collocazione precisa del punto in cui, le donne provano l'apice del piacere fisico, che, se ben stimolato, porta ad un appagamento e al godimento....... maximum.
Ora ...... tutti i maschietti..... è da na vita che si stanno a scervellare alla ricerca di stò benedetto punto G....... e io provo una certa tenerezza per questi ingenui e volenterosi cercatori d'oro, che come tali, finiranno per setacciare ghiaia tutta la vita senza trovare la famosa pepita.........
Certo loro sono molto meno complicati di noi pulzelle.
I maschietti hanno un punto G preciso (meglio conosciuto come punto C) e le donne ........vanno a colpo sicuro.
A questo punto voi mi chiederete ........"Scusa ma il punto G, allora, per te non esiste? "
Certo che esiste, e non è un caso, che se ne parli solo da poco.
Perchè il punto G è un figlio di nostri tempi, ma mi dispiace dovervi deludere cari amici uomini......... il punto G (D.S.A) non è un punto fisico....... bensì un luogo, promiscuo, di godimento estremo femminile.
"La Casa Del Detersivo"
E si...... proprio il negozio che vende detersivi e affini, è lì che si consumano gli atti piu libidinosi e sensuali che le donne sono in grado di fare.
Non mi credete?
Provate a seguire vostra moglie (e chissà quanti lo hanno fatto vedendole rincasare con quel sorrisino soddisfatto e appagato per poi scoprire che si erano recate solo al negozio "Acqua & Sapone")..... la vedrete entrare e cambiare subito espressione.
Passerà, in un susseguirsi in crescendo, dall'imbronciata all'estasiata, man mano che incomincerà a toccare, annusare, provare tester, di ogni grazia di Dio che c'è a sua disposizione nel negozio.
Si incomincia con i preliminari ........ cose innocue,  come la scelta del deodorante per ambienti e attrezzi vari per pulizie (spugne, retine, moci e panni per la polvere)
Ma l'adrenalina incomincia a crescere man mano che ci si avvicina ai detersivi per pavimenti.
E poi ...... dico io...... chi l'ha detto che oggi non si legge più ....... ci son file di donne ferme nei corridoi del suddetto negozio, che con fare attentissimo, leggono tutto ciò che è riportato sulle etichette dei vari detersivi.
Che cacchio avranno da leggere....... boh
Ad ogni modo, dopo aver finalmente individuato il detersivo adatto al prorio pavimento ci si dirige verso uno dei punti più lussuriosi esistenti..................... Il reparto shampi, balsami e affini.
E qua c'è da perderci la "testa" trattandosi di shampoo ...... decine e decine di marche e di shampi per diverse tipologie di capelli.
Alla camomilla per capelli chiari, quello alle ortiche per capelli secchi, lisci perfetti, morbidi come seta, per capelli trattati, per quelli sfibrati, per i ricci, contro la caduta, contro la forfora, contro le doppie punte........ e via così.
Poi ci si abbina il balsamo adatto e infine, la maschera ricostituente, emolliente, rigenerante, ristrutturante........ sempre accompagnata dai semi di lino, spuma e lacca ipoallergenica.
Siamo arrivate al, quasi, punto di non ritorno........... i sensi si svegliano.......... l'olfatto si affina, il godimento supremo si avvicina.
Siamo al reparto detersivo per la biancheria
Chiudiano gli occhi e già ci immaginiamo tra morbide lenzuola, candeggiate e lavate di fresco mmmmmmmmmmmmmmmmmmm che meravigliosa fragranza ci aspetta.
La acelta............Dixan, Dash, Bio Presto, Sole, Bolt.......... liquido, in pillole, in polvere, in capsule...... con ammorbidente, con additivo, con candeggiante, con perborato......... alla rosa, al mughetto, al sandalo, all'orchidea (a novembre ne proporranno uno al crisantemo) ...... per la lana, per capi colorati, per capi neri, per capi misti.
La scelta del detersivo diventa importantissima per il fine ultimo........."L'orgasmo da detersivo abbinato all'ammorbidente adeguato"
Ed eccolo lì , il famoso punto G (D.S.A )
Che tradotto vuol dire "Godimento da sniffamento ammorbidenti"
Le donne di ogni età e di ogni ceto sociale, son tutte li, nel reparto ammorbidenti, stazione ultima e suprema per raggiungere il massimo del piacere...... l'apoteosi dei sensi .......... aprire a uno a uno i vari flaconi di Coccolino, Lenor, Fabuloso, Bolt ecc ecc,..... infilarci il naso dentro e ..... aspirare.
Lo sguardo si offusca, le guance si fanno colorite, i teminali nervosi son tutti svegli......e finalmente si giunge alla scelta e ci si può rilassare e godersi la beatitudine del....... dopo.
Dopo tale esperienza orgasmica, all'uscita del negozio, dovrebbero offrire sigarette e caffè, invece dei soliti volantini con le offerte del mese.
Per cui, cari amici maschietti....... rassegnatevi...... non potrete mai essere competitivi con si tanta grazia di aromi, polveri, liquidi,spray e creme.
Al massimo vi potrà succedere, che, facendo la doccia che preannuncia una seratina intima con la vostra compagna, lei entrando in bagno vi dira ridendo "ma che stai facendo amore?
Quello non è bagnoschiuma ma la mia lozione esfoliante per i piedi, e per favore, non fare come l'altra volta ,che ti sei lavato i capelli col mio detergente intimo antibatterico............ dai sbrigati ti aspetto a letto, ho appena cambiato le lenzuola
E voi creduloni, penserete di essere gli artefici del suo piacere, mentre vi rotolate tra le lenzuola che profumano di Dixan + Lenor in giuste proporzioni ....................

 
 
 

Carolina e la spesa

Post n°19 pubblicato il 16 Ottobre 2010 da ninive60

Sono distrattissima, perdo tutto, dimentico l'indimenticabile, è una specie di caratteristica del mio modo di vivere.
E ho imparato a conviverci e ad ironizzarci.
Per esempio, ieri mi son persa Carolina, la macchina, la mia Opel Corsa color melanzana che io considero, il mio porto franco, la mia oasi di pace.
Quando entro nella mia macchinina, chiudo il mondo fuori, accendo il mio stereo e parto, e la mia Carolina mi coccola e mi fa rilassare senza chiedere nulla in cambio se non un pò di benzina e una controllatina al motore una tantum.
Eppure ieri me la sono persa
Stavo andando a casa quando mi sono ricordata (cosa strana) che il giorno prima facendo la spesa, mi ero dimenticata (cosa del tutto normale) di comprare il latte ed il dentifricio.
Ora........... dò un consiglio spassionato a tutti ..... se dovete comprare solo 2 misere cose........ recatevi nel piccolo negozio di alimentari sotto casa, farete in questo modo due cose buone.
La prima è contribuire al bilancio economico del negoziante, la seconda, consiste nell'evitare il vostro crack finanziario da ipermercato allo sbaraglio.
Già "Ipermercato allo sbaraglio" Termine coniato all'uopo, per definire quelle situazioni in cui ci si reca a fare la spesa senza la lista delle cose da comprare, per cui l'atavica paura che se scoppiasse la terza guerra mondiale, ci troveremmo senza scorte alimentari, ci induce a comprare di tutto.
Ed eccomi lì.........per comprare il latte, porcaccia di quella Eva, devo attraversare tutto il supermercato.
Scaffali e scaffali di alimenti e merce di ogni tipo, e non so perchè...... mi sembrano tutte cose di cui non posso fare a meno.
Un nuovo ritrovato contro le rughe, crema miracolosa e assolutamente abbordabile come prezzo...... la prendo.
Il detersivo per pavimenti che ti profuma la casa per una settimana, anche se cucini il baccalà alla vicentina, con contorno di crauti...... e si si .... lo prendo.
Cavolo......ci sono i croccantini per il cane in offerta, pacco da 3 kg al prezzo di due....... non posso farmi sfuggire quest'occassione.
E che dire dei pisellini fini della Findus, pacco doppio super scontato?
Li prendo, li metto nel congelatore, e li uso alla bisogna.
E via via che mi avvicino allo scaffale del latte continuo a riempirmi le braccia di roba (perchè...... io furbissima, non ho preso il carrello, visto che dovevo comprare solo due cose).
E manco a dirlo..... sotto vasetti, scatole, e flaconi..... sotto sotto..... proprio a contatto col torace...... cosa c'è? Ma i piselli congelati, naturalmente.
Arrivo finalmente alla cassa, con la certezza di essermi dimenticata qualche cosa di vitale importanza per la sopravvivenza, in caso di catastrofe nucleare, ma nelle mie braccia non ci stà più nulla.
La fila....... ma porca Eva..... mai che mi capiti di fare la spesa in un momento morto, mi ci ritrovo sempre nelle ore di punta, quando ti devi armare di pazienza e magari, aspettando il tuo turno, fare due chiacchiere con la tipa della fila accanto.......... si ma questo se hai un carrello........ se invce hai le braccia stracolme di roba e ti spuntano solo gli occhi da sopra i croccantini del cane, non è che puoi chiacchierare più di tanto.
Davanti a me, in fila ad aspettare il turno, c'è un bell'omone in carne, sulla cinquantina, elegante e con due occhi azzurri da sballo.......... e un carrello colmo all'inverosimile di spesa.
Qua si fa notte......... e intanto lo scongelamento dei piselli diventa direttamente proporzionale al congelamento della mia tetta sinistra........
Che fare....... ci provo....... a passargli davanti?
Ora...... altra osservazione....... ci son voluti anni di evoluzione femminile per affinare l'arte della seduzione, siamo capaci di far girare anche un eunuco gay, se ci mettiamo d'impegno, le nostre armi sono infallibili.......... ma non sempre..... e non se sei in coda alla cassa del supermercato.
Il mio sorriso timido e lo sbatter di ciglia, dei miei occhioni verdi (mentre con fare indifferente cerco di superare il tipo) mi vale solo......uno sguardo freddo e un "Per favore signora, si metta in fila, ci sono prima io).
Ma tu vedi sto figlio di una dispensatrice di sesso a pagamento (non si possono dire parolacce qua, ti bannano)
Ok..... aspetto paziente che lui finisca di mettere sul rullo tutta la roba, e quando arriva alla confezione, da sei vasetti di yogurt al bifidus actiregularis, sorrido tra me e me, augurandogli una settimana di diarrea potente che sfiori la disidratazione.
Ecco il mio turno, mi piego in avanti e faccio scivolare tutto sul rullo, ma le mie braccia rimangono nella medesima posizione........ si sono anchilosate........
Lentamente, mentre tutto passa nelle mani della cassiera, riprendo possesso del mio corpo, tetta ibernata compresa.
Il tipo che era davanti a me, stà mettendo la sua spesa nelle buste.
Alza lo sguardo e mi fissa con rinnovato interesse, posando lo sguardo sulla mia scollatura, ora libera dai croccantini.
E mi sorride, stò gran paraculo.......... gli lancio un occhiata alla.."Se non la finisci ti do un calcio sui gioielli di famiglia che neanche il tuo urologo saprà raccapezzarsi in mezzo a quella poltiglia informe a cui ti ho ridotto)
Abbassa lo sguardo e va via.
Finalmente sono fuori, spesa fatta e posso tornare a casa....... mi dirigo verso il parcheggio.......ma mi blocco........
Avete presente l'iperparcheggio di un ipermercato nell'ora di punta?
Centinaia di auto....tutte in fila, in piu file?
Perca eva.......dove caz......ops, dove cavolo ho messo la macchina?
Incomincio a girare, cercando di ricordare dove mai abbia parcheggiato, mi sembra di aver girato a sinistra...... o forse era a destra......c'era quel camion quando sono arrivata?
Ecco ora ricordo...... ero vicino a un auto rossa...... no, quello era ieri.
Dai Carolina ......fammi un cenno..... che so..... abbagliami con lo specchietto retrovisore, fatti fare una multa per divieto di sosta, cosi vedo il vigile e arrivo subito........
Beh, insomma, ho girato per una ventina di minuti, poi stanca mi son appoggiata sul cofano di una punto verde per tirar su la cerniera dello stivale, rialzo lo sguardo e di fronte a me chi ti vedo? Eccola lì, la mia Carolina...... mi guarda con quegli occhoni obliqui e sembra sorridere, come a dirmi," Sempre la solita distrattona..... dai sali che ce ne andiamo a casa"
Entro e mi siedo....... un attimo di relax, accendo lo stereo e la mia musica mi avvolge, per un attimo chiudo gli occhi e sento i muscoli rilassarsi........ poi di colpo li riapro.......... porcaccia di quella Eva..... mi son scordata di nuovo il dentifricio..... mi giro verso l'ingresso del supermercato e faccio un gestaggio poco elegante, mettendo il braccio sinistro sul destro....... tiè.
Domani mattina si userà il vecchio ma efficace metodo della nonna, un po' di bicarbonato sullo spazzolino e via.
Metto in moto e parto.

 

 

 

 

 
 
 

L'occasione

Post n°18 pubblicato il 28 Maggio 2010 da ninive60

Una persona mi ha detto, che le emozioni non si possono descrivere ne catalogare.E credo che abbia ragione

Amore,amicizia, dolore o gioia, son solo parole.Ma come si fà a descrivere un sentimento.

Ognuno di noi lo vive a modo proprio e diversamente, nelle varie fasi della vita.

E che dire di quei sentimenti che non hanno definizione,Quelli che vivono tra amicizia e amore,tra odio e risentimento,tra dolore e rassegnazione. 

Perchè continuiamo a voler dare spiegazioni, a voler cercare la logicità in tutto.

Le emozioni son fatte per esser vissute, dovremmo solo permettere loro di fluire libere dentro di noi e di consumarsi.

Cosa provo? Non lo so,non so spiegarlo, e se ci provassi lo sminuirei , ma so che c'è emozione dentro di me e che ne stò godendo appieno e che son queste cose che ti fan rendere conto che la vita tra affanni e dolori ogni tanto ti regala un sorriso e che se non sei pronto a prenderlo,diventa solo un occasione persa

 

 

 

 
 
 

50 anni

Post n°17 pubblicato il 14 Maggio 2010 da ninive60

Ho già detto che non amo i compleanni, per cui non organizzo mega feste e diffido i miei parenti stretti ad organizzare quelle pallosissime feste a sorpresa, ma proprio per questo alla fine son le persone che veramente ci tengono a te , che vengono fuori.

Chi nonostante conosce il mio caratteraccio, vuol comunque dimostrarmi la sua stima e il suo affetto.

Sono i messaggi i più bei regali che ho ricevuto, parole di chi mi vuol bene e che per dimostrarlo mi ha  regalato  qualche cosa di suo,un pensiero,una frase non banale, un suo modo di vedermi e di stimarmi nonostante i miei difetti e le mie mancanze.

Un gelato al biscotto, questo in fondo sono io.Cialda dura e croccante fuori,ma dolce e morbida dentro, pronta a sciogliersi al calore di chi ti vuol dar calore.

Quasi quasi mi dimentico che ho compiuto 50 anni oggi, butto la malinconia alle ortiche, e mi godo questo momento di celebrità.( Che mi stia rincoglionendo?)

 

 

 
 
 

Festa della mamma

Post n°16 pubblicato il 09 Maggio 2010 da ninive60

Ad onor del vero , devo dire che le feste comandate, le ricorrenze, i compleanni, onomastici ecc ecc ,io proprio non li sopporto.

Ho un avversione innata per tutte le (feste) scontate e ripetitive.

A parte il fatto ,che io ,distratta come sono ,non mi ricordo mai di dare gli auguri a chi se  li aspetta e vengo apostrofata di continuo come una insensibile menefreghista, devo dire che non mi aspetto nulla neanche io.

Venerdì faccio 50 anni, e a chi mi chiede di continuo "Cosa hai organizzato per il tuo compleanno"rispondo"Nulla"

Mi guardano come se fossi un extraterrestre in attesa di salire sulla mia navicella e sparire nel cosmo

Ma dico io..........che cacchio c'è da festeggiare? Io non vorrei compierli 50 anni,e se dipendesse da me bloccherei il tempo e mi fermerei in pò per riflettere su tutte le cose che non ho ancora fatto e che questo maledetto tic tac non mi dà modo di fare.

Ma stò divagando........volevo solo scrivere che odio tutte le feste comandate meno una......la festa della mamma.........le mie piccole mi hanno mandato dei mess meravigliosi e oggi ho sorriso tutto il giorno (grande cosa no?)

E penso a mia madre e a quanto mi manca

Auguri mamma ......ti voglio bene

 

 
 
 

Siero e guano

Post n°15 pubblicato il 06 Maggio 2010 da ninive60

Udite, donne, udite
L'ultimo ritrovato della cosmesi,contro le rughe e gli inestetismi della cellulite è una crema a base di .........BAVA DI LUMACA
Si,si,...avete capito bene,bava di lumaca.
Quelle deliziose creaturine striscianti che al loro passaggio lasciano una scia viscida e appiccicosa,ora sono le nostre nuove alleate contro i segni del tempo.
Ora dico io........è vero che la vanità è donna e che siamo disposte a tutto pur di apparire eternamente giovani, ma.........noi siamo anche quelle che se per caso un innocuo scarafaggio impaurito,osa,attraversarci la strada, strilliamo come aquile peruviane e saliamo su una sedia.                       Le nuove  Amazzoni moderne si fanno eviscerare il pesce dal pescivendolo,perchè tutte quelle interiora "fanno impressione", la carne la si mangia ben cotta perchè il sangue"fa venire i brividi",e quando sentiamo che in oriente il serpente è considerato un piatto prelibato, ci facciamo prendere da conati di vomito.Siamo tutte creature molto impressionabili e delicate........ma non sempre e non per tutto.
Basta che arrivino notizie (sempre dall'America)su ritrovati miracolosi per far sparire le rughe e la cellulite,che ecco trasformarci in coraggiosissime cavie.E allora via alla crema che contiene siero di vipera(inibisce le contrazioni muscolari),via alle puzzolentissime alghe marine(ce le spalmiamo tutte contente dappertutto) e ora via alla bava si lumaca.             Ora......ho letto da qualche parte che si stanno facendo studi( sempre quei gran paraculi degli americani)  sulle proprietà miracolose che ha, in vari campi, il guano di pipistrello.Io.......incomincerei a preoccuparmi donne,cerchiamo di resistere almeno a questo richiamo e in nome della bellezza,  cerchiamo di evitare di riempirci la faccia di m....

 
 
 

Silenzio

Post n°14 pubblicato il 16 Aprile 2010 da ninive60

 Vivo negli abissi di questo oceano di silenzio

Nel buio più profondo

cullata dall'eco dei pensieri

Vogo sospinta da correnti

avvolta da questo mare oscuro.........

Vivo aspettando che un raggio di sole

 fenda l'acqua ...............

e mi raggiunga

Ninive60

 
 
 

peccato

Post n°13 pubblicato il 06 Aprile 2010 da ninive60

Che strano questo popolo della chat

Vite parallele,a tante forme di vita.

C'è chi qua riesce a palesare la sua vera essenza, e chi si inventa un altra personalità.

Io che non so essere diversa da quel che sono, alle volte mi perdo cercando di capire ciò che in realtà è incomprensibile.

Perchè celarsi, nascondersi, mentire.

Secondo me questa è un opportunità di dialogare senza freni inibitori (e non stò parlando di sesso)

Ma spesso viene sprecata

Peccato

 
 
 

Notte fonda

Post n°12 pubblicato il 31 Marzo 2010 da ninive60

L'orecchio teso nel cupo silenzio

Invano ricerco sentor di vita

Ma nulla odo 

E' un oasi di pace

La notte è fonda e l'umano tace

 

Lino B (mio padre)

 
 
 

Mi dissocio

Post n°11 pubblicato il 08 Marzo 2010 da ninive60

8 marzo,festa della donna

Per me si dovrebbe fare  "la festa" ( nel senso,di eliminare fisicamente)tutte quelle papere in libera uscita,che stasera si recheranno nei vari locali,a vedere spogliarelli e a toccare fondoschiena dei poveri malcapitati maschietti che oseranno uscire.

L'8 marzo dovrebbe essere una giornata commemorativa, per ricordare le battaglie fatte dalle donne (quelle vere) per le conquiste sociali ed economiche,contro le discriminazioni e le violenze da esse subite.

Mi chiedo,da donna,come si faccia a non capire che festeggiare questa giornata , in un modo tanto stupido e superficiale,sia una regressione,dalla quale io i dissocio

L'unica cosa che mi piace di questa festa,che tra l'altro è legata a un fatto luttuoso,è la mimosa,simbolo di libertà di pensiero e di parità di diritti.

E allora io ,simbolicamente,poso un fascio di mimose,sulla lapide di quelle operaie arse vive nella loro fabbrica,dove si erano asserragliate per difendere i loro diritti di lavoratrici, diritti dei quali,oggi,usufruiscono anche quelle papere che stasera tasteranno sederi e si ubriacheranno guardando i Centocelle o similari esibire i loro poderosi muscoli

Ma..................

 
 
 

Sembra un pensiero negativo.......ma non lo Ŕ

Post n°8 pubblicato il 26 Febbraio 2010 da ninive60

Io non riesco a capire come ho fatto..........

E' pur vero che sono famosa per la mia sbadataggine , ma caspiterina,nella vita basta che ti distrai un attimo e ti ritrovi con 30 anni di più sul groppone e non sai neanche tu come ci sei arrivata.

E come si fa a spiegare che, pur avendo mezzo secolo suonato,ho ancora mille progetti da realizzare e poco tempo per farlo?

Azzo,questa è una vera ingiustizia.

Per vivere responsabilmente e seguendo le regole,mi son dimenticata di ...........vivere.

E non credo che la mia voglia di riscatto possa bastare a .........riscattarmi.

Una cosa è certa,per quel che resta del mio giorno, cercherò di non distrarmi più.Vorrei vivere assaporando la vita e vorrei che quando la morte arriva,mi trovi sazia.

 
 
 

Meditiamo un po

Post n°7 pubblicato il 21 Dicembre 2009 da ninive60

Scusate posso dire una cosa?
No.... perchè vorrei precisare che non si è mai chiesto un mio parere.
La mia vita è stata già bella e confezionata, messa in un pacco regalo, e consegnatami quando sono nata.
Mi hanno detto, "Sei stata fortunata, sei nata in un'era di libertà, dove le donne hanno raggiunto la agognata parità"
Certo, non posso lamentarmi del tutto, avrei potuto nascere al di là dell'adriatico e magari ora, essere sepolta in una fossa comune.
Oppure avrei potuto nascere in Afghanistan, dove le donne sono costrette a portare il burca, e io, soffrendo di claustrofobia, avrei trovato una morte prematura.
Ma diciamocela tutta.
Non è che qua si stà da Dio.
Siamo le figlie del benessere, nate dopo le battaglie femministe per la conquista dei diritti delle donne.
Nelle nostre case non manca nulla.                      Abbiamo computer, cellulare, I pod, sky, il bimbi, robot da cucina, forno a microonde, tapis roulant, cyclette e chi più ne ha più ne metta.
Ma ci manca la cosa più importante.
Ci manca il tempo.
Stacanoviste indefesse (piu fesse che inde)
Instancabili professioniste del "Io so fare tutto"
Madri, mogli, amanti, casalinghe, libere professioniste o dipendenti, autiste, cuoche, donne delle pulizie, lavandaie, ecc ecc
Però rileggendo ho sbagliato l'ordine, amante lo metterei per ultimo, per quelle poche fortunate a cui è rimasta un po di energia a fine serata.
E non penso siano molte.
Insomma, tutta un'affannosa corsa, per essere come loro, per sentirci migliori di loro.
Come loro chi?
Gli uomini naturalmente.
Quelli che ci guardano con aria sorniona e compiaciuta, che sotto sotto se la ridono e ringraziano nel loro intimo le femministe che hanno levato loro di dosso le responsabilità e i fardelli dell'antico "In casa i pantaloni li porto io "
E io, che non ho mai avuto voce in capitolo in tutto questo, se per caso tornando a casa, oso, lamentarmi per la stanchezza, mi sento rispondere.....
" Avete voluto la parità?.....e adesso non lamentatevi"
Scusate....
Ma chi cacchio l'hà voluta stà parità?
Io no di certo.
A me non ha mai chiesto niente e nessuno.
Se quando ero un batuffolo rosa, nel grembo di mia madre, mi avessero avvisata di ciò che mi spettava, sarei sicuramente regredita a embrione e poi mi sarei scissa per tornare ad essere spermatozoo e ovulo, e avrei rimesso tutto al suo posto.
E invece no.... ti vado a nascere proprio dopo le battaglie femministe.
E che sfiga......
Per aver raggiunto l'ambita meta di avere gli stessi diritti dei maschietti, abbiamo dovuto scendere a compromessi..... e pagare pegno.
Quale?
Ma come quale? E svegliatevi
Per poter andare a lavorare e quindi sentirci finalmente parte attiva nell'economia della casa, dobbiamo come minimo......
Alzarci 2 ore prima
Preparare la colazione ai figli
Mettere a fare il sugo per il pranzo
Stendere un paio di lavatrici di panni
Rifare velocemente i letti
Preparare la lista della spesa
E finalmente caricare i pargoli in auto e smistarli verso i vari asili, elementari, medie o superiori.
Non so voi, ma io, quando arrivo al lavoro, faccio un sospiro di sollievo e penso"Finalmente un po di riposo"
E poi..... dobbiamo dirlo... ci siamo talmente fatte prendere da questo vortice di protagonismo e onniportenza, che la presunzione ha preso il posto della naturale dolcezza femminile.
E se per caso il nostro uomo si offre volontario (fingendo egregiamente un interessamento per i piatti sporchi che è ben lungi dal provare) nel darci una mano, noi moderne amazzoni, rifiutiamo, perchè LORO, non saprebbero farlo bene come noi, o veloci quanto noi.
Ed è così che sempre più spesso si coglie sul volto degli uomini quel sorrisetto compiaciuto  di chi pensa....
" Evviva,t'ho fregato un altra volta"
Lo stesso identico sorriso, che aveva mia nonna, quando con estrema maestria da donna pre femminista, faceva credere a mio nonno che fosse lui a decidere, ma in realtà la decisione era frutto di una sua esperta macchinazione.
Meditate donne.....meditate.

 

 
 
 

PapÓ

Post n°4 pubblicato il 20 Dicembre 2009 da ninive60

Cio che sono lo devo alle mie battaglie interiori,alla mia forza d'animo,alle mie debolezze che mi rendono umana,ma soprattutto lo devo all'esempio di mio padre.Era un uomo non comune,un gran lottatore,caparbio,intransigente,ma capace di attimi di profonda tenerezza.

Amava la vita in un modo smisurato e pensava che nulla potesse ..........non valerne la pena

Mi manca da morire,ma quando mi prende la nostalgica malinconia della sua assenza,ripenso alla sua gioia di vivere e cerco di seguirne l'esempio

                                     Padre mio

Voglio cantar d'amore

padre mio

Cantar canzoni che hai cantato

Vivere la vita che hai vissuto

Perchè tu ora sai

padre mio

chi son io

Vedi con occhi nuovi

nel tuo rinnovato mondo

Voglio cantar d'amore

padre mio

prima che il tempo fugga

prima del calar della sera

Tu che d'amore

hai vissuto

tu sai l'animo mio cosa nasconde

E mentre tutto tace intorno a me

Voglio cantar d'amore

e ancora......

vorrei cantar con te

 

 

 

 

 

 

 

 

 
 
 

sensulitÓ e perizomi

Post n°2 pubblicato il 24 Ottobre 2009 da ninive60

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                            sensulità e perizomi
Post n°2 pubblicato il 24 Ottobre 2009 da ninive60

Qua mi si vuole provocare
E io alle provocazioni non resisto.
Ho ricevuto un messaggio su libero.Un certo Marco mi da della puritana tardona,perchè non riesco (o non so più) apprezzare la meravigliosa sensualià del perizoma,che a suo dire"rende la donna erotica con le sue splendide rotondità in mostra"
Be Marco,sarò anche un tardona,e ti confesso che io il filo interdental lo uso solo tra i denti,perchè in mezzo alle mie "splendide rotondità"mi darebbe un fastidio boia,ma lasciati dire che tu di sensualità non capisci un emerita mazza.
La sensualità è uno stile di vita.
E' la capacità e la sensibilità di saper usare i sensi.E' saper usare il tatto per godere della consistenza di ciò che si tocca.
E'saper vedere e osservare e non solo posare lo sguardo.
E'saper gustare e assaporare e non solo ingoiare.
E'saper sentire e captare i suoni,una musica che ti rapisce ,il vento tra i rami,il mare che si infrange sugli scogli.
Ed è sentire i profumi,quello di un frutto maturo,quello dell'erba tagliata di fresco,o quello della pelle dell'uomo che ami.
Chi non sa cogliere tutte queste sfumature,poco importa cosa indossa sotto i vestiti,non sarà mai sensuale.
La vera sensulità è sinonimo di eleganza e compostezza e di intellignza.
E'un modo di posare lo sguardo con occhi socchiusi,un accenno di sorriso,la pacatezza di un discorso.
E'un emozione che invita al sogno ed esclude la ragione.
E'una sensazione che sente solo la ragione dell'emozione.
Per cui Marco non dirmi che la sensualità è vedere una donna in perizona,potrebbe essere ,oppure no,ma ti ricordo che donne (tardone come me)come Sofia Loren e Gina Lollobrigida,hanno sempre recitato vestite ma con la loro sensualità hanno fatto sognare tutti gli italiani,comprese le donne,perche la sensualità non ha sesso.
E se non sei ancora convinto ti parlerò di Tiziana,una mia conoscenza.Tiziana non è una tardona,ha 28 anni,certo ha l'arroganza di chi è nata ricca e non ha mai fatto una lira di lavoro in vita sua,certo a furia di ingurgitare dolci ha perso un dente che ha sostituito con uno d'oro(ma con brillantino)Certo crede di essere una gran gnocca tanto che mette delle minigonne vertiginose su delle cosce da balena.Magari non ci si può fare nessun ragionamento oltre che sui ultimi modelli di Dolce e Gabbana,ma Tiziana mi ha confessato(anche se io non ho constatato di persona essendo debole di stomaco)che lei usa solo ed esclusivamente perizomi firmati.
Se vuoi te la presento. 

 

 
 
 

lavori in corso

Post n°1 pubblicato il 19 Ottobre 2009 da ninive60

Be,eccomi qua,ho aperto il mio Blog.

a chi si dovesse affacciare su questa pagina dico di avere pazienza,ho appena aperto il cantiere e i lavori sono in corso.Non ho ben chiaro ancora che cosa ci debba fare di sto Blog,ma se ho sentito l'istinto di aprirlo qualcosa vorra significare e quindi appena ne verro a capo ve ne renderò partecipi(sempre che la cosa vi possa interessare)

Chissa poi perche noi Bloghisti sentiamo il desiderio di condividere con altri i nostri  pensieri,forse perchè a dispetto di ciò che dice un mio amico psicologo,(anzi devo dire una persona a me molto cara se no si incazza non ama la parola amicizia ,pare che se ne abusi)be lui asserisce che bisogna vivere principalmente per se stessi,amarsi e apprezzarsi e godere di cio che la vita ci dona.Teoria della quale io sono sostenitrice,.....ma io sono convinta che senza condivisione tutto perda di sapore,tutto diventa insipido.

Ed eccomi qua,visto che nella vita reale la condivisione diventa sempre piu dificile,essendo persa dietro a un lavoro impegnativo ,a tre figlie completamente diverse tra loro e con problematiche diverse,e a un marito sempre piu distratto,ho sentito il desiderio di scrivere di me,per me,ma condividerlo con voi.

Cercherò di fare mente locale e di riordinare le idee,perche tante sono le cose che vorrei dire, ma per ora essendo una novellina del blog mi limito solo a questa presentazione.se qualcuno vuole dirmi qualcosa sono a disposizione ma che non siano domande tipo"porti il perizoma o le culotte?"Non offendete la mia e la vostra intelligenza perchè sono convinta che ce molto di piu in una persona che dei comuni contenitori di genitali.un bacio a tutti