« Messaggio #20Messaggio #22 »

Post N° 21

Post n°21 pubblicato il 23 Maggio 2006 da nonsololibri85
Foto di nonsololibri85

         "SETA"
                 AUTORE:BARICCO

Il protagonista della nostra storia è Hervé Joncour, giovane commerciante di bachi da seta.Jouncour era sposato con una bellissima donna di nome Helenè e viveva  felicemente a Lavilledieu nel sud della Francia.Per vendere i suoi bachi da seta Jouncur si recava spesso in Giappone.Fa ben 4 viaggi verso questa meta!!!Nel suo ultimo viaggio in Giappone infatti incontra un potente signore del luogo, Hara Kei, e Jouncur rimane affascinato dal potere che questo potente signore "emana" ma ancor più rimane affascinato dalla bellissima donna di Hara Kei,che sprigiona una fortissima carica esotica e sensuale.E cosi il nostro Jouncur ritorna in Francia,con il ricordo e l'immagine di questa bellissima donna e una volta a casa non è più lo stesso,anche se l'amore profondo per sua moglie è ancora vivo,e tra le due donne regna un certo equilibrio per Jouncur,la contrapposizione fra oriente e occidente,tra i gesti muti della donna orientale, e le parole della sua donna occidentale.Jouncur non rivedrà mai più l'affiscinante donna sconusciuta e perderà sua moglie(la moglie morirà), e cosi trascorrerà la sua vita che si concluderà in un parco meraviglioso, che evoca lontanamente il bosco di Hara Kei, anche questo con una voliera simile ad un ricamo e un lago sulle cui rive riflettere in silenzio; tranne quando accoglie le gente del posto raccontando i suoi viaggi, piacere che prima si era sempre negato, trascorre ore in solitudine meditando, probabilmente, sul mistero delle relazioni umane.

RIFLESSIONE DI ALE:

Un bel libro,di facile lettura,che ci trasmette a mio avviso dei grandi insegnamenti,con frasi semplici ma che arrivano dritte al punto.
Bè come dice lo stesso Baricco questo non è un romanzo,nemmeno un racconto.Questa è una storia, che inizia con un uomo che attraversa il mondo e finisce sempre con esso su di un lago in una giornata di vento.Si conosce il nome dell'uomo ma non del lago.
Da queste affermazioni si possono fare due considerazioni:
1)Il protagonista all'inizio della storia è decisamente molto "attivo",fa ben 4 viaggi dalla Francia e in Giappone, e la sua storia finisce con lui che se ne sta immobile,mentre tutto continua a scorrere,il lago,il vento ecc...(contrapposizione dei due momenti di vita)
2)L'indecisione di vivere o la sua vita da amante,libero,spensierato,tra le braccia di una donna che non conosce,o ritornare nella sua terra,dai suoi concittadini che aspettano le uova di baco e da sua moglie,l'unica tra l'altro in grado di leggere il suo animo(contrapposizione tra libertà e dovere nei confronti di sua moglie e della sua terra).
In conclusione vorrei aggiungere che il libro parte in modo molto semplice, quasi da favoletta alla Coelho, ma ben presto decolla per ben altri livelli di poesia e profondità. Questa è un opera di grandi sospiri e grandi emozioni diverso dagli altri romanzi di Baricco riuscendo però a rendere la stessa atmosfera irreale......sembra ke sia tutto un sogno.......

IL MIO VOTO A QUESTO LIBRO E' 7,5!!!PER VOI?

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

Archivio messaggi

 
 << Maggio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Link preferiti

 

FACEBOOK

 
 

I miei Blog Amici

Ultime visite al Blog

agenziawandaNordavind1709labarchlottergsbibitiritiridilliklymenemarisa84mindblind0giaki1990sonouncantastorie
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom