Post N° 18

Post n°18 pubblicato il 12 Maggio 2006 da nonsololibri85

VI RICORDO:

Adori leggere? C'è un libro che ti è piaciuto immensamente e vorresti consigliare a tutti gli appassionati di libri? Allora sei nel posto giusto! Benvenuto nel BLOG delle Buone Letture!

Gente cercate di visitare per intero il mio blog,non vi soffermate soltanto agli ultimi post!!!
Un bacio a tutti........e continuate cosi'!!!!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Post N° 17

Post n°17 pubblicato il 10 Maggio 2006 da nonsololibri85
Foto di nonsololibri85

 
  Novecento


 
E’ un monologo, la storia di Danny Boodmann T. D. Lemon Novecento, pianista sul transatlantico Virginian, raccontata dall’amico suonatore di tromba. Novecento viene abbandonato in fasce sulla nave da una coppia di emigranti e viene allevato da un macchinista. Passa i primi anni della sua vita nascosto nel ventre della nave, facendo la spola tra Europa e America, senza mai toccare terra: i suoi elementi naturali sono il transatlantico, il mare e i numerosi emigranti con le loro speranze.
Da autodidatta, diventa un pianista straordinario, dalla tecnica strabiliante, capace di suonare una musica mai sentita prima, meravigliosa, e si esibisce tutte le sere. Anche se non ha mai visto che mari e porti, viaggia moltissimo, con la fantasia, carpendo le notizie dai passeggeri che incontra. Così diventa una leggenda: dicono che la sua storia fosse pazzesca, che fosse nato su quella nave e che da lì non fosse mai sceso. Dicono che nessuno sapesse il perché.

RIFLESSIONE DI ALE:

Felicissimo di averlo letto. Un libricino di 60 paginette che trasmette emozioni infinite e molta dolcezza !!!Si è come sospesi nell'aria, si è in balia della poesia e del sentimento. E' tutto surreale, ma alla fine tutto ti sembra credibile e possibile, come un pianista che vive per tutta la vita su una nave senza scendere, senza affrontare il mondo. Tutto è possibile: sono solo scelte.

IL MIO VOTO A QUESTO LIBRO E' 9!!!!PER VOI?

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Post N° 16

Post n°16 pubblicato il 09 Maggio 2006 da nonsololibri85

"IL PROFUMO"

INVITO CHIUNQUE A COMPRARE QUESTO LIBRO,E'QUASI IMPOSSIBILE CHE NON POSSA PIACERE!!SODDISFATTI O RIMBORSATI OK!!!


IL MIO VOTO A QUESTO LIBRO E' 8.........PER VOI?

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Post N° 15

Post n°15 pubblicato il 09 Maggio 2006 da nonsololibri85
Foto di nonsololibri85

                     

 "IL PROFUMO"
                              

Si chiamava Jean-Baptiste Grenouille, e se il suo nome, contrariamente al nome di altri  oggi è caduto nell'oblio.Questo inizio dello splendido, avvincente, visionario romanzo di Süskind ambientato in Francia, nell'epoca in cui però grandi città come Parigi si andavano sviluppando ed estendendo come una malattia, accompagnate dal fetore di un'umanità maloelente. Il protagonista Grenouille viene alla luce nel più puzzolente luogo della più ammorbante delle città di Francia: il Cimetière des Innocents di Parigi, nelle cui fosse comuni da secoli venivano sputati come semi d'anguria decine di cadaveri al giorno. L'impatto col mondo colpisce in pieno naso Grenouille come un pugno, mentre inspira aria per emettere il suo primo vagito: quel concetrato di mefitici odori lo sconvolge, fa gridare ogni singola cellula del suo corpo deforme, ricurvo come se le sue ossa già si aspettassero il peggio dalla vita. Ma questo approccio con l'umanità gli lascia in eredità un dono raro, inestimabile: un olfatto finissimo, quasi chirurgico, in grado di percepire e catalogare qualsiasi nota di odore in un soffio di vento. Testardo e motivato, una volta cresciuto, decide di inseguire il suo sogno: diventare il più grande profumiere di tutti i tempi creando l'essenza perfetta. E da qui parte il viaggio miracoloso di Süskind al seguito della sua fantasia, sulle tracce di Grenouille: da Parigi alla Provenza, per poi rinchiudersi sette anni in una grotta sul massiccio dell'Auvergne per isolarsi dall'odore del mondo, in una sorta di ascesi olfattiva, per poi tornare sui propri passi e creare quel profumo che gli permetterà di soggiogare a sè l'umanità. Un viaggio folle, ma di lucida follia, di genialità malata che permetterà a Grenouille di individuare i 25 ingredienti per l'essenza perfetta.


RIFLESSIONI DI ALE:

“Il profumo” è un romanzo raffinato, ricco di sogni, magie, insomma, da leggere tutto d’un fiato. L’accurata narrazione di Suskind riporta il lettore nei luoghi e nei tempi simbolo della profumeria, dove l’odore non viene percepito solo come buono o cattivo, ma come espressione di quello che l’uomo è, ed è proprio Grenouille ad insegnarci che “colui che domina gli odori domina il cuore degli uomini!!!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Post N° 11

Post n°11 pubblicato il 07 Maggio 2006 da nonsololibri85
Foto di nonsololibri85

   "IL VECCHIO E IL MARE"
             
Pubblicato nel 1952, 'Il Vecchio ed il mare', riscosse subito un enorme successo rimanendo per oltre sei mesi al vertice dei best seller e vendendo cinque milioni di copie solo nei primi due giorni successivi all'uscita. La vicenda narra la lotta di Santiago, il vecchio pescatore che non prende pesce da ottantaquattro giorni, contro il mare, gli squali, se stesso ed un Blu Marlin. Marlin la preda, il trofeo, il simbolo del trionfo divorato dagli squali e Manolin, il giovane ed unico amico del pescatore, sono insieme al mare i principali personaggi della vicenda. Il mare occupa un ruolo centrale, é l'ambiente principale in cui si svolgono i fatti, Santiago é costantemente identificato con lui, i suoi occhi blu ne riflettono la tranquillità e la potenza. Santiago si riferisce al mare come una donna, la parte complementare alla mascolinità del vecchio pescatore. Tra le innumerevoli letture possibili all'interno dell'opera, alcuni temi principali comprendono l'unità di Santiago con la natura, gli abitanti del mare sono i suoi fratelli e finché Santiago se ne sente parte, piuttosto che antagonista in competizione, nessuna avversità lo potrà rendere arrendevole. L'eroismo nel trionfo sulle avversità é un ulteriore tema, il trionfo non é mai identificabile con il successo finale, é comunque una strada verso la nobiltà, l'orgoglio nella lotta conduce inevitabilmente al successo, materiale ed esterno oppure privato, spirituale e interno.

RIFLESSIONE DI ALE:
La vita di tutti!!!
Non fatevi ingannare nella lettura di questa magnifica opera. Non state a rompervi il capo per ''capire la metafora'', questo libro è tanto facile da capire quanto semplice da leggere. Prendetelo per com'è e capirete cosa esso vuole significare. Bello, veloce da leggere, forse un po' ripetitivo in alcuni tratti, ma nessuno ha mai detto che deve essere pieno di azione. Sono poche pagine e varrebbe la pena leggerlo solo per capire come in poche parole si possa raccontare una vita...o la vita. Consigliato a tutti.

IL MIO VOTO A QUESTO LIBRO E'7!!!PER VOI?

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Post N° 10

Post n°10 pubblicato il 07 Maggio 2006 da nonsololibri85

Adori leggere? C'è un libro che ti è piaciuto immensamente e vorresti consigliare a tutti gli appassionati di libri? Allora sei nel posto giusto! Benvenuto nel BLOG delle Buone Letture!


SCRIVETEMI...............E CONSIGLIATEMI BEI LIBRI EH!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Post N° 7

Post n°7 pubblicato il 05 Maggio 2006 da nonsololibri85
Foto di nonsololibri85

IL FU MATTIA PASCAL

 


AUTORE: Luigi Pirandello
GENERE: romanzo
AMBIENTE: prevalentemente Miragno e Roma, ma anche varie città visitate dal personaggio.
EPOCA: primi anni del 1900.
PERSONAGGI: Mattia Pascal, bibliotecario, che cambia nome diventando Adriano Meis; Romilda, moglie di Mattia; Marianna Dondi, vedova Pescatore, madre di Romilda e suocera di Mattia; Pomino, secondo marito di Romilda; Adriana Paleari, figlia di Anselmo Paleari, che si innamora di Adriano Meis; Silvia Caporale, inquilina dei Paleari, come Adriano; Terenzio Papiano, cognato di Adriana e nemico di Adriano.
TEMA: l'impossibilità dell'uomo di essere totalmente artefice del proprio destino; l'uomo è sottomesso alle regole della società dalle quali non è mai libero; l'uomo è costretto a recitare, ad indossare una maschera e non può mai essere sé stesso.

STILE: la vicenda è narrata dallo stesso Mattia attraverso descrizioni, dialoghi e soprattutto riflessioni. Le parole utilizzate sono per lo più di uso quotidiano.

TRAMA: Mattia Pascal è bibliotecario di Miragno, piccola cittadina, ed è sposato con Romilda. Il suo matrimonio è molto infelice a causa della suocera acida e bisbetica che abita con i due sposi. Alla morte di sua madre e della sua seconda figlia, Mattia fugge da Miragno e arriva in treno prima a Nizza e poi a Montecarlo, dove gioca per alcuni giorni al casinò. Ne esce arricchito e decide di tornare a casa per fare invidia alla suocera. Ma, sul treno, legge, in un giornale, un articolo in cui è descritto un suicidio: a Miragno un uomo si è annegato nel podere della Stia, di proprietà dei Pascal, ed è stato riconosciuto come Mattia Pascal, scomparso da parecchi giorni. La causa del suicidio sarebbe dissesti finanziari. Mattia è dapprima incredulo, poi vede in quella morte la liberazione dai creditori, dalla moglie, dalla suocera, dalla sua vecchia vita infelice. Così, non torna a Miragno, inventa il nome di Adriano Meis e comincia a viaggiare. Si accorge presto che la libertà acquisita è invece una gabbia: non può avvicinarsi alle altre persone per paura delle troppe domande che potrebbero smascherarlo, non può comprare nemmeno un cane per le tasse e i documenti che esigerebbero la sua identità e tanto meno una casa. Insomma, Adriano non può fare nulla se non guardare gli altri vivere. Arrivato poi a Roma, trova alloggio in casa Paleari e si innamora della figlia del padrone di casa, Romilda. Il loro amore è contrastato non solo dalla sua falsa identità, ma anche dal cognato di lei. Così, dopo vari affronti a cui Adriano non può rispondere perché la sua "inesistenza" verrebbe smascherata, Mattia decide di uccidere dopo due anni quella finzione che è Adriano Meis, di tornare a Miragno e di farsi riconoscere vivo. Tornato dunque a casa, scopre che Romilda si è risposata e ha avuto una bambina. Mattia, pur potendo invalidare il secondo matrimonio, non fa valere i suoi diritti di primo marito e, invece, torna ad essere semplicemente il bibliotecario che era, passando le sue giornate a scrivere la storia vissuta e visitando di tanto in tanto la sua tomba.

RIFLESSIONI DI ALE: 

Questo e' uno dei migliori libri che mia sia capitato di leggere,l'ho trovato interessante in vari aspetti, ma la cosa piu' bella è vedere che sono proprio io quel mattia che vuol cambiare la sua vita...tutti penso hanno dei perche' nella vita ai quali vorrebbero sfuggire,ma Pirandello ci viene a dire che forse e'meglio  essere cio'che si è,perche' la vita "perfetta",come la vorremmo noi,non e' poi cosi'bella come potrebbe sembrare!!!!

IL MIO VOTO A QUESTO LIBRO E' 8!!!PER VOI?

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Post N° 6

Post n°6 pubblicato il 05 Maggio 2006 da nonsololibri85

CIAO VIOL 75,SEI STATA LA PRIMA RAGAZZA CHE HA VISITATO IL MIO BLOG,QUINDI MERITI UNA RISPOSTA SODDISFACENTE!NON SO CHE GENERE PREFERISCI,PERO'TI CONSIGLIO IL FU MATTIA PASCAL SCRITTO DA LUIGI PIRANDELLO,SOLO IL NOME E'UNA GARANZIA!QUESTO INFATTI E'IL LIBRO DI CUI PARLERO'STASERA,E' MOLTO BELLO PERO' E'ABBASTANZA IMPEGNATIVO!!!LEGGILO E POI PRETENDO UNA TUA OPINIONE.........

.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Post N° 5

Post n°5 pubblicato il 05 Maggio 2006 da nonsololibri85

RAGAZZI SONO UN NOVELLO LETTORE, HO INIZIATO A LEGGERE, HAIME' DA TROPPO POCO TEMPO; HO LETTO PIU' O MENO UN CENTINAIO DI LIBRI, E, DIREI TUTTI MOLTO CARINI.VORREI ESPORVI LE MIE IDEE E LE MIE CONSIDERAZIONI SU TUTTI I LIBRI CHE HO LETTO FINORA, E KE NATURALMENTE LEGGERO'.IL MIO SCOPO PRINCIPALE E' DI INCITARE LE PERSONE A LEGGERE,SOPRATTUTTO MIEI COETANEI,MAGARI AVENDO ANCHE SCAMBI DI OPINIONI,IDEE,GUSTI ETC............... ACCETTO CON PIACERE CONSIGLI, VOSTRE RECENSIONI ED ALTRO SU LIBRI KE AVETE LETTO,ANCHE PERCHE' HO VOGLIA DI SCOPRIRE NUOVI LIBRI!!!!STASERA INIZIERO' IL MIO CAMMINO, PARLANDO DI  UNO DI ESSI!   

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Post n°4 pubblicato il 05 Maggio 2006 da nonsololibri85

CIAO RAGAZZI MI CHIAMO ALESSANDRO,HO 21 ANNI,QUESTO E'IL MIO NUOVO BLOG DOVE SI PARLERA' DI LIBRI PRINCIPALMENTE,E DI TANTI ALTRI ARGOMENTI.CERCHERO'DI CONSIGLIARE DEI LIBRI PIACEVOLI A TUTTI COLORO CHE HANNO QUESTA GRANDE PASSIONE "LA LETTURA"!!!!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
Precedenti
Successivi »
 
 

Archivio messaggi

 
 << Maggio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Link preferiti

 

FACEBOOK

 
 

I miei Blog Amici

Ultime visite al Blog

agenziawandaNordavind1709labarchlottergsbibitiritiridilliklymenemarisa84mindblind0giaki1990sonouncantastorie
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom