Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Gennaio 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 5
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
Creato da: ElPesoDelAlma il 31/08/2007
I diritti negati

 

 
«  Sciopero! Desistere, desistere, d... »

Infin che'l veltro verrà

Post n°39 pubblicato il 14 Novembre 2008 da ElPesoDelAlma

 Che il PD non fosse il Partito Democratico di cui si parla da anni in Italia, lo si sapeva da subito, da prima della nascita, dalla gestazione.

Che questo partito confuso e velletario non poteva rappresentare la maggioranza degli elettori italiani lo si sapeva da tempo, da prima della caduta del Governo Prodi.

Che l'apparentamento con L'IdV del linguista DiPietro fosse pericoloso, oltre che insidioso, sia per la fragilità delle promesse – gruppo unico alla Camera – sia per la ferocia di un “giustizionalismo” bieco.

Ora però il VeltroParty, assomiglia più alla lupa che al levriero dantesco.

Gli strali che piovono sul senatore del PD Riccardo Villari fanno del Partito di Veltroni quanto di più vicino al PCI della “vecchia repubblica-?-”, quanto di più lontano dall'idea di partito democratico anglosassone che questo giovane-vecchio oramai, pacatamente, continua a farfugliare a se stesso ed ai suoi più intimi amici.

Il PDL ha compiuto, indubbiamente, un atto grave nell'eleggere un componente della minoranza non indicato dalla stessa.

Dove vuole arrivare questo PD, succube dell'IdV, che come il maldestro piccolo anatroccolo inizia a promettere e non mantenere?

Prima dell'elezione di Frigo alla Consulta era tacito l'accordo del cambio di nominativi proposti sia per la Consulta che per la Presidenza della Commissione di Vigilanza RAI.

Però, poi, così non è stato.

Mi auguro che Riccardo Villari non si dimetta perché si salvi quanto di democrazia ancora c'è in Italia ed allontani i rigurgiti stalinisti dai banchi del Parlamento.

La “Partitocrazia” che vogliono combattere è viva e vegeta nelle loro vene, nel loro DNA.

Quanta ragione Pannella nel sua Critica alla Ragion Democratica del PD.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog

I Racconti

Darfur

Italian Blogs for Darfur
 

NTC


 

Contatta l'autore

Nickname: ElPesoDelAlma
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 59
Prov: RM
 

Ultime visite al Blog

franco_cottafaviSoloxMassimoaielElPesoDelAlmamalcom44mostro.urlatoreTheNinthGateumamau0caravaggioisJenn_ardw04daniele.putignanothird_mspettinata28principessa.leila
 

Ultimi commenti

Mahatma GANDHI