Creato da Lia_57 il 29/03/2010

destini

solo musica

 

Sogni

Post n°706 pubblicato il 09 Ottobre 2019 da Lia_57

La cosa che viaggerà sempre con noi è il bagaglio dei ricordi. Ed è soprattutto nella notte che apriamo quella valigia, quando sentiamo il bisogno di respirare un sogno, ancora una volta.

Giorgia Stella7ee5d3a8
 
 
 

Notte

Post n°705 pubblicato il 17 Settembre 2019 da Lia_57
Foto di Lia_57

Di notte la gente forte ha gli occhi gonfi e il cuore stanco.

 
 
 

😊😊😊😊

Post n°704 pubblicato il 10 Settembre 2019 da Lia_57

C'è stato un tempo in cui ho creduto tanto negli altri che avrei volentieri dato un braccio, un piede per chiunque, ma poi ho smesso per fortuna, altrimenti mi sarei ritrovato senza un braccio né un piede e nessuno a cui sorreggermi.

 
 
 

Ejay Ivan lac

Post n°703 pubblicato il 10 Settembre 2019 da Lia_57

Mi chiese ieri notte la luna (Cosa hai?) ed io risposi timidamente che non avevo nulla, anche se dentro di me tutto si confondeva, occhi, parole, sguardi, varie persone, vari battiti del cuore che si fondevano, e non riuscire a capire quale sia il cuore di chi, lei aggiunse (Dimmi cos’hai, posso aiutarti) io dissi che nessuno poteva aiutarmi, che la mia mente non ascolta parole altrui, ma ascolta solo il suo pensiero, quello che non riesci a risolvere, quello che nasconde tutto ciò che hai di buono intorno, ma lei insisteva chiedendomi (Come pensi di dormire tranquillo, se con la tua mente complichi la tua vita?) gli dissi che non pensavo, che lasciavo andare le mie sensazioni, gli dissi che avevo un gioiello tra le mani, ma che ora è scivolato via, dissi che avrei voluto una famiglia migliore, ma che invece, quelle cose accadono solo nei film, dissi, che l’unica cosa a farmi sorridere, è la mia musica e la mia fantasia, che, nonostante cerchi di amare qualcuno, quel qualcuno non si vuole fidare di me, della mia sincerità, della mia purezza, e della sua vita (Tu sei un’anima complessa, hai mille difetti, la tua vita non ti sorride, ma tu devi sorridere a te stesso, anche se ti guardi allo specchio e vedi le lacrime scendere, non dagli occhi, ma dalla tua anima, ma tu, devi continuare a sorridere, perchè il mondo gira veloce, e tu, resti fermo, e rimani indietro a quale scopo?) guardai la luna, e gli sorrisi, (Grazie meraviglia, prometto che ora cercherò di dormire)

 
 
 

Bella

Post n°702 pubblicato il 25 Agosto 2019 da Lia_57

 

 

A chi...
abita le mie stagioni
e ruga dopo ruga mi tiene per mano.

A chi...
abita il mio cuore
a chi lo ha abitato per un po'.

A chi...
con il suo essere
ha appoggiato la sua anima nel mio cuore.

A chi...
è sorriso o lacrima
di un battito improvviso.

A chi...
è rimasto e
a chi se n'è andato.

A chi...
"vedendomi" ad anima nuda
non ha sbattuto la porta.

A chi...
scrivendo sa creare stelle cadenti
nel mio cielo.

A chi...
con le parole "dipinge"
toccando il cuore.

A chi...
per me è tutto
senza essere niente e non lo sa.

A te...
che sai tirar fuori
la parte più scema di me.
Silvana Stremiz
 
 
 

L.

Post n°701 pubblicato il 15 Giugno 2019 da Lia_57

Dicono che il dolore non uccide...non è così..il dolore è un veleno sottile che ti penetra nel cuore e nell'anima..

 
 
 

La felicità

Post n°699 pubblicato il 25 Gennaio 2019 da Lia_57

 

La felicità non è altro che un effimero susseguirsi di istanti magici in cui senti dentro che non ti manca più niente.

 


 

In cui ad ogni singolo respiro di libertà c’è racchiusa la tua completa essenza…

In cui senti scorrere nelle vene la purezza della vita e non c’è sensazione più sublime che sentirsi vivi.

Ma vivi per davvero.

Dove ogni dolore scompare lasciando spazio ad un benessere così inconsueto e stupefacente, da non capirne minimamente la sua provenienza…

Da farti sentire semplicemente te stessa. Completa.

In cui un’inedita luce sfolgorante si sprigiona inaspettatamente dal tuo sguardo, donando, al suo colore, uno sfavillante ed accecante scintillio d’amore.

In cui, imprigionata dentro a quegli occhi belli e profondi come l’oceano, ti senti immergere completamente in un’inscindibile fusione di occhi senza fine.

Aforismi Pinkidea

 

In cui dentro al suo infinito candore, riesci a riconoscere la tua luce e ti accorgi che i tuoi occhi non sono altro che lo specchio di quelli in cui ti stai riflettendo. E tutto diventa magia.

In cui, ogni impercettibile sensazione che attraversa la tua pelle, non può avere un nome, una spiegazione, una parola… perché qualunque tuo possibile tentativo di descrizione, non potrebbe mai rappresentarne la sua magnificenza…

In cui hai tutto quello che hai sempre desiderato e anche di più. Molto di più…

In cui, protetta tra la beatitudine di un abbraccio, sai di essere esattamente a casa.
Dove tutto intorno scompare e la morte non fa poi più così paura…
Allora pensi che potresti anche morirci dentro a quel momento…
Racchiusa in quel paio di braccia che ti fanno tremare d’amore.

Aforismi Pinkidea

 

E in questo pensiero coraggioso e infinitamente dolce, c’è racchiuso tutto il senso della parola felicità.
Ma, infondo, che senso ha provarla, viverla, assaporarla sulle labbra e sentirla impregnarsi nella pelle se non tornerà mai più?
Se ora, quelle braccia colme d’amore, sono altrove…
Lontane…
Distanti…
Irraggiungibili…
Scappate da quelle braccia che ancora disperatamente le cercano e si sentono vuote e inutili senza di loro?
Alcuno credo.
Forse, a volte, è meglio non provare tutto questo, se non si potrá piú riavere.

Aforismi Pinkidea

 

 
 
 

.......

Post n°698 pubblicato il 28 Novembre 2018 da Lia_57
Foto di Lia_57

C'è un momento nella vita, un momento preciso in cui finalmente si capisce, un istante di nitida consapevolezza in cui tutto appare così chiaro da stupirci di non essercene mai accorti prima.

Questione di centimetri, di respiri; questione di occhi che decidono di guardare, di vedere.
Succede a tutti prima o poi: è l’esigenza di fare i conti con sè stessi.
Forse perchè davvero a diciotto anni quante cose che non si sanno, forse perchè davvero ora non ci sono più rimorsi, non c’è il fumo e neanche il caffè.
Forse perchè è arrivato il mio turno.
E così ho capito.
Ho capito che, quando cerchi un senso, esistono occhi che un senso lo danno a ogni cosa.
Ho capito che sono le emozioni a guidarci, o che almeno dovrebbe essere così.
Ho capito che non esistono distanze che allontanino nè dighe che tengano, che il bene non conosce misure nè limiti.
Ho capito che le bacchette magiche non si trovano per caso, che “puff” è solo una stupida formula per chi si illude di poter dimenticare.
Ho capito che i castelli di carta, per quanto legno tu ci metta, sono destinati a crollare.
Ho capito che quando succede smetti di respirare.
Ho capito che non si dovrebbe mai permettere a nessuno di calpestarci il cuore, che mi sono lasciata tutto alle spalle con una facilità imbarazzante, a dir poco disarmante.
Ho capito che la paura è la più grande risorsa che abbiamo.
Ho capito che ci sono delle cose, nella vita, che dovremmo sempre tenere a mente, piccoli promemoria personali per ricordarci chi siamo, o chi vorremmo essere.
Ho capito che non bisogna ostinarsi a far parte della vita di qualcuno che è distante anni luce, altra galassia, altro universo.
Ho capito che la giustizia non è una cosa che appartiene a questo mondo: non è che ognuno ha sempre quello che merita; a volte si vince, a volte si perde.
Ho capito che la storia del “se vuoi una cosa vai e te la prendi” è una grande bugia: ci sono cose che non si possono prendere e altre che, invece, non vogliono farsi prendere.
E io non riporterò indietro il tempo, non farò finta di niente, non continuerò.

 
 
 

Amicizia

Post n°697 pubblicato il 26 Marzo 2018 da Lia_57

È un po' che non scrivo nel mio blog..mi spiace ..ma come si fa a scrivere quando i pensieri sono tanti ma le parole non fanno più parte del nostro dire..le sentiamo vuote ..inutili..senza senso ..come si fa a voler cercare di dare una consistenza ad un nostro stato d animo.......Ricordo un giorno di tanto tempo fa quanto ardore avevo nello scrivere ..nel descrivere le mie emozioni ..rabbia..amore gioia..simpatia ..tante emozioni..oggi sono una persona svuotata di ogni emozione..non mi lascio più coinvolgere in un qualcosa che possa danneggiarmi emotivamente..che sia amicizia..amore...qualcuno mi ha detto che così si può diventare aridi...no..per me non succederà mai..le mie emozioni saranno solo per chi merita di essere preso in considerazione...alla larga i finti amici...alla larga chi non mi chiama con il mio nome ma mi chiama"amore" per timore di confondersi con altri nomi...(amore..nome comune).. A me non importa ...non importa più se un amico/a mi tradisce perchè non credo più nel "ci sono".. Credetemi non c è mai nessuno quando avete il cuore a pezzi o quando il mondo vi crolla addosso..si diventa scomodi..opprimenti non più interessanti...io no..io so restare ..l ho sempre fatto..ma so andare via quando lo schifo verso il mondo mi prende...è allora che decido che niente più vale la pena..che è meglio restar da soli..ci si fa meno male.

 

 
 
 

Giardino d'inverno

Post n°696 pubblicato il 03 Marzo 2018 da Lia_57
Foto di Lia_57

Un giordano verde d'inverno

Il mio mondo è il mio mondo
non posso aprirlo davanti a voi
E se anche descrivessi
le statue dei dodici mesi
celate nel fitto verde
ognuno di voi vedrebbe
un verde diverso
una statua diversa
e non questo verde
E se descrivessi la mia tristezza
apparirebbe ridicola
e infantile
perché la mia tristezza
è piena d’incanto
come un giardino verde
in inverno. 
Jarosław Iwaszkiewicz

 

 
 
 
Successivi »
 

POESIA MERAVIGLIOSA

NCOPP’ A NU MUNTONE ‘E MUNNEZZA

Sta ccà sotto nu povero canillo
ch’ era figlio ‘e nu cane ‘e canteniere:
s’ ‘o vennette ‘o patrone ‘a piccerillo,
pe doie lire, a nu giovene ‘e barbiere.

‘A chiste passaie mmano a nu signore
ca vuleva fa’ razza e c’ ‘o assaie,
pecché partette ‘e pressa, a ‘o servitore,
n’ ommo barbaro e nfamo quanto maie.

Nun ‘o deva a mangià; spisso ‘o vatteva,
e tanto ll’ abbelette e ‘o custringette
ca, na matina ch’ isso nun ce steva,
‘o canillo sferraie: piglie e fuiette.

Nu guaglione ‘o truvaie, nfuso e affamato,
na sera ‘e vierno ca chiuveva. ‘O cane
sott’ a na banca s’ era arreparato,
e ll’ alleccaie, tremmano ‘e friddo, ‘e mmane…

— Bonasera e salute, cacciuttié!..
Tu muzzecasse?… — dicette ‘o guaglione. —
Nun muzzeche?… Teccà!… Statte cu mme…
Mo ce cuccammo. Viene ccà a ‘o patrone!… —

Mangiamo nzieme: n’ uosso ‘e na custata,
na scorza ‘e caso e doie tozzole ‘e pane.
S’ addurmettero nzieme: e ‘int’ ‘a nuttata
‘o guagliuncello s’ abbracciaie c’ ‘o cane.

E campanno accussì, mo ‘a ccà mo ‘a llà,
pe duie tre mise fecero stu stesso:
‘o guaglione cercanne ‘a carità,
e ‘o canillo feréle appriesso appriesso!…

Che succedette? Ca na notta scura
‘o cane se sperdette. ‘O guagliunciello
ll’afferraie 1’ambulanza d’ ‘a Quistura
e ‘o tenette tre ghiuorne ‘int’ ‘o canciello.

Doppo tre ‘ghiuorne, na bella matina,
pe nun avé cchiù incomode e penziere,
‘o purtaino ‘int’ ‘o spizzio ‘e Donnalbina
e ‘o dettero a ruchessa ‘e Ravaschiere.

E ‘o canillo? Addio zumpe ‘e cuntentezza!…
Ll’ aspettaie, puveriello! Aspetta, aspetta…
Che buo’ venì?… Mo sta sott’ ‘a munnezza,
scamazzato ‘a nu trammo d’ ‘a Turretta…

  • 2
  •  

     

    AREA PERSONALE

     

    ARCHIVIO MESSAGGI

     
     << Ottobre 2019 >> 
     
    LuMaMeGiVeSaDo
     
      1 2 3 4 5 6
    7 8 9 10 11 12 13
    14 15 16 17 18 19 20
    21 22 23 24 25 26 27
    28 29 30 31      
     
     

    FACEBOOK

     
     
    Citazioni nei Blog Amici: 9
     

    ULTIME VISITE AL BLOG

    marlow17lacey_munroLia_57blancneriaryadgl6call.me.Ishmaelmaandraxzorr00prefazione09surfinia60marcoaurelio78emozioni_sussuratesalvatoremaenza.67silenzioso.cuore
     

    CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

    Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
     
    RSS (Really simple syndication) Feed Atom