Creato da ventiquattro9 il 22/12/2005
La politica non è sporca. Sono gli uomini che la preferiscono così.

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 

Ultime visite al Blog

dest1noAsterisco9gervasidorachopper59devil_124Antares.89heliandrosventiquattro9tantahontas74ventididestra
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

Intercettazioni telecomandate

Post n°52 pubblicato il 27 Giugno 2008 da ventiquattro9

Spesso, per comprendere la portata degli avvenimenti occorre chiedersi a chi giovano.
Ho compiuto questo semplice esercizio leggendo le cronache giornalistiche riguardanti il nuovo scandalo delle intercettazioni.
Mi sono fatto l'idea che l'unico beneficiario di questi presunti scoop sia colui che se ne dichiara vittima: Berlusconi.
Le intercettazioni in questione infatti non aggiungono una virgola all'idea che si sono fatti di lui milioni di italiani, ma serviranno alla sua parte politica per introdurre con maggiore facilità la legge liberticida sul prezioso strumento di investigazione.
Vedrete.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Uso criminoso della TV.

Post n°51 pubblicato il 03 Aprile 2008 da ventiquattro9

Berlusconi non perde occasione per
rilanciare il tema dell'uso criminoso della TV.
Secondo l'opinione
dell'illuminato statista, colui che si macchia più spesso di

questo particolare tipo di delitto è Michele Santoro.
Il fatto è che Santoro conduce una trasmissione che si rivolge ad
un tipo di pubblico mediamente più maturo (da un punto di vista politico) della media. Un pubblico che ha le idee abbastanza chiare e che difficilmente le cambierà dopo aver visto il
programma.
Berlusconi non è uno sciocco e sa benissimo che
Santoro non smuove neanche un voto, ma alza un polverone tattico
che serve a coprire chi veramente fa un uso criminoso dell'etere: Paolo Del Debbio.
Il giornalista MEDIASET (detto senza offesa per la
categoria dei giornalisti) dirige un depliant elettorale
elettronico, che va in onda pochi minuti prima della seguitissima soap 'Beautiful'.
Le
sue bordate contro il governo Prodi ed i suoi peana riguardanti le proposte
e le tematiche elettorali della PDL, bombardano le già martoriate
menti di casalinghe e pensionati. Menti che non hanno particolare
dimestichezza con le tematiche politiche e sociali, per convincere le quali non
è necessario un fascinoso comunicatore, ma è più che sufficiente
un logorroico rompiballe.
L'associazione fra la fine del suo
sermone ed un evento piacevole (l'inizio della soap)
e la naturale tendenza della destra di
cavalcare argomenti da bar-sport facilita il suo compito.
E'
lui il vero criminale.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

L'Italia s'è desta.

Post n°50 pubblicato il 05 Ottobre 2007 da ventiquattro9
 

L'altro giorno stavo guardando il TG1 che mandava in onda un servizio di un quarto d'ora sull'incidenza della povertà in Italia.
Mentre sorridevo pensando a quando mai una cosa del genere sarebbe successa nel TG1 diretto da Clemente Minum all'epoca del governo Berlusconi, mi sono venute in mente un'altro paio di cosette bizzarre della vita sociale italiana.
Dal 2001 al 2006 la 'casta' di cui tanto si parla in questi giorni, era sempre la stessa.
Stessi privilegi. Stessa arroganza. Stessa volontà di prevaricare la magistratura. Stessa volontà di ridurre al silenzio le voci di dissenso.
Anche Grillo era lo stesso. Sbraitava sul suo blog contro i poteri forti. (economici, allora).
Eppure, per motivi inspiegabili, non è successo nulla.
La stampa che denunciava gli abusi di cui sopra lo faceva in perfetta solitudine.
La magistratura, che, noto con piacere, ultimamente è tornata di moda, era sottoposta ad un quotidiano tiro al bersaglio da parte di un ceto politico ipergarantista che aveva un certo seguito anche a livello popolare, anche grazie ad un sostanzioso appoggio giornalistico (vedi Libero ed il Giornale, oggi invece in testa al gruppone degli accusatori della casta).
Di V-day neanche la puzza.
Grillo non se lo filava nessuno e anche quando si metteva alla testa di iniziative di un certo spessore (come quando capeggiò il movimento dei piccoli azionisti Telecom) lo relegavano a un trafiletto.
Oggi Grillo ha più spazio sui giornali dei protagonisti dell'Isola dei famosi. (E ho detto tutto).
Politici, giornalisti leccaculo, direttori di Tg e conduttrici della domenica danno conto di ogni più piccolo imbarazzo intestinale del noto comico genovese.
Cosa è cambiato?
Perchè proprio ora centinaia di migliaia di persone hanno scoperto che la politica è un cesso?
Quale strana congiunzione astrale ha fatto sì che l'uomo medio si destasse?
Mah!
Chi può dirlo?
Io una mezza ideuzza ce l'avrei ma la tengo per me.
Anzi la scrivo, la metto in una busta, la consegno al notaio come il Mago di Arcella e fra un paio di anni vediamo se avevo ragione.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Lo PsicoGrillo

Post n°49 pubblicato il 20 Settembre 2007 da ventiquattro9
 

Ho atteso qualche giorno prima di scrivere qualcosa sul fenomeno Grillo perchè speravo si chiarisse meglio il senso della sua proposta della certificazione con 'bollino'.
Putroppo non ci sono novità e dobbiamo accontentarci delle prime anticipazioni.
Una lista civica, per essere classificata grilliana, deve essere composta da individui incensurati e che non siano iscritti a nessun partito.
Se a questa dichiarazione di principio accostiamo due slogan ripetuti più volte in questi giorni dallo stesso Grillo, ovvero: 'Io voglio distruggere i partiti' e 'Non esistono più destra e sinistra', possiamo cominciare a farci un'idea.
Il Grillo che più volte mi ha entusiasmato, il fustigatore dei costumi italici, non esiste più.
Pur non scendendo in campo di persona, lancia un nuovo modo di fare politica e come giusto che sia, presta il fianco a critiche e osservazioni.
Me ne concedo alcune:
1. Se un simpatizzante nazista incensurato e non iscritto ad alcun partito politico chiede il bollino per una lista civica lo ottiene?
2. Una volta distrutti i partiti, si suppone che i movimenti grillisti si organizzeranno. Forse nasceranno associazioni o club. Forse preferiranno chiamarsi Forum, Community o quant'altro. In sostanza però, come è ovvio in ogni consesso umano, tenderanno a riunirsi persone con alcune idee in comune su come gestire la cosa pubblica.
Praticamente, un partito.
3. In rete mi capita spesso di confrontarmi con altri su temi sociali. C'è ovviamente grande delusione nei confronti della politica e dei partiti, ma una cosa è assolutamente certa: l'approccio di destra o di sinistra ai problemi c'è, eccome se c'è!
Non so da cosa tragga la convinzione che non esistano più destra e sinistra, ma avrei piacere che Grillo, se ha elaborato una sua teoria, ce la spiegasse.
4. Se un semplice iscritto ad un partito, dopo aver frequentato una sezione per anni, lavorando duramente senza percepire denaro, attaccando manifesti o grigliando salsicce per contribuire, magari ingenuamente, alla realizzazione di un progetto sociale, volesse aderire al movimento dei grillisti, non può farlo.
E' un nuovo reietto.
5. Infine, una preghiera: frasi come 'Berlusconi, lo psiconano' o 'alzheimer Prodi' possono anche far sorridere quando si assiste ad uno spettacolo teatrale, ma quando ognuna di esse passa al TG della sera e diventa manifesto programmatico, sinceramente, mostrano la corda. Ne faccia a meno.
Non sono originali e oltretutto non sono efficaci quanto quelle, disgustose, del vicesindaco Gentilini a Treviso o di Borghezio.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Ci sono i Generali 'Speciali' e quelli 'Tricarichi'

Post n°48 pubblicato il 07 Luglio 2007 da ventiquattro9
 

Devo ammettere che negli ultimi mesi, leggendo i giornali, mi ero convinto che in fondo la destra, difendendo il Generale Speciale, non aveva fatto altro che allinearsi ad una posizione 'storica' di difesa delle Forze Armate.
Poi il tempo, che, come tutti sanno, è gentiluomo, ha fatto giustizia anche di questa pia illusione.
La destra, (ma sarebbe più giusto dire i politici di destra, se non altro per rispetto degli elettori) difende il Generale Speciale perchè viene considerato 'amico' e attacca il Generale Tricarico, fino al punto di spiarlo e screditarlo, perchè considerato vicino ai governi di centro-sinistra.
Tutto qua.
Nessuna tutela dell'onore nazionale.
La solita tutela delle chiappe di Berlusconi.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Risultati Elettorali

Post n°47 pubblicato il 29 Maggio 2007 da ventiquattro9
 

Il centrosinistra ha perso le elezioni amministrative.
Questo è un dato incontestabile.
Tuttavia quelli che vado ad elencare sono i risultati definitivi del partito Forza Italia raffrontati con quelli delle ultime elezioni comunali:
                     2007         ULTIME COMUNALI
LECCE           14,8%              28,8%
TARANTO         8,6%              10,8%
TRANI            20,5%              23,0%
MATERA           6,5%              10,4%
R.CALABRIA    11,4%             16,8%
PALERMO        18,8%             25%
TRAPANI         16,5%            18%
FROSINONE    13,7%            18%
LATINA           23,5%            30%
RIETI              17,5%            21,8%
L'AQUILA        11,1%            21,2%
LUCCA            16,9%            22,9%
PISTOIA          17,5%            13,6%
PIACENZA       16%               22,3%
BELLUNO        25,8%            16,6%
VERONA          15,1%            24,4$
COMO              31,9%            27,1%
MONZA            29,1%            30,2%
ALESSANDRIA  27,9%            20%
ASTI                26,6%            27,2%
CUNEO            14,7%            21,1%
GENOVA          22,6%            17%
LA SPEZIA       20,9%            17.7%

Onestamente non mi sembrano numeri tali da far richiedere a gran voce nuove elezioni.                        

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Missione in Afghanistan

Post n°46 pubblicato il 08 Marzo 2007 da ventiquattro9
 

Avendo letto, ultimamente un pò troppo spesso, che le truppe italiane sarebbero costrette dagli impegni internazionali ad appoggiare i bombardamenti della NATO, sono andato a leggere la risoluzione ONU 1510, quella che regola giuridicamente la missione ISAF.
Potete farlo anche voi, consultando questo sito:
http://www.un.org/Docs/sc/unsc_resolutions03.html

La domanda è questa:
in quale punto della risoluzione sono previsti bombardamenti del territorio afghano sotto l'egida dell'ONU?

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Operazione Verità

Post n°45 pubblicato il 25 Gennaio 2007 da ventiquattro9
 

Superbollo, maxibollo, stangata auto, automobilisti furenti...
Questi sono alcuni dei titoli che hanno imperversato per settimane su telegiornali e carta stampata creando un clima da tregenda, mentre nei corridoi degli uffici si improvvisavano capannelli di impiegati indignati contro il governo Prodi tassatore.
Queste erano le premesse, poi è arrivata la realtà.
Oggi ho pagato il bollo auto: dieci euro in più.
Conosco gente che se li beve in tre giorni in telefonate al cellulare.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Diritto di replica eterna

Post n°44 pubblicato il 14 Gennaio 2007 da ventiquattro9
 

Come di consueto oggi sono andato alla ricerca di notizie su internet e una cosa mi ha colpito subito: l'evidenza data alla reazione di Berlusconi al vertice di Caserta dell'Unione.
Non ho potuto fare a meno di pensare ai cinque anni di governo dell'illusionista di Arcore e alle decine di 'vetrine mediatiche'  da lui sfruttate in splendida solitudine.
Per giorni si sentiva parlare solo dell'evento in questione (si pensi al Summit di Pratica di Mare). Non una voce critica si alzava, nessun commento sferzante, se non sui giornali di partito.
Qualcuno ricorda una tale evidenza data allora ad esponenti dell'opposizione che criticavano il Governo Berlusconi?
Al massimo si finiva in un 'panino' fra due dichiarazioni di esponenti della maggioranza.
Adesso guardate invece i portali di 'Repubblica' e del 'Corriere della Sera' e chiedetevi se, come ormati da tempo vado dicendo, non ci sia solo un problema di comunicazione da parte della maggioranza, ma anche un uditorio giornalistico molto più sensibile all'opposizione di quanto non fosse dal 2001 al 2006.
Chiedetevi perchè adesso anche in telegiornali non appartenenti alle reti Mediaset i politici di centro-destra non finiscono in 'panini' informativi, ma hanno quasi sempre l'ultima parola.
Solo così vi spiegherete i dieci punti di svantaggio dell'Unione rispetto alla CDL, che altrimenti non avrebbero motivazione logica a soli sette mesi dall'insediamento del Governo.
Neanche Bokassa riuscirebbe a rendersi tanto impopolare in così poco tempo.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Facciamoci del male

Post n°43 pubblicato il 11 Gennaio 2007 da ventiquattro9

Il centro-sinistra autoflagellante sembra essersi convinto che il miglior modo per sostituire la legge suina di Caldaroli sia quello di re-introdurre il maggioritario.
Magnifico.
Berlusconi governa per cinque anni il paese con una maggioranza schiacciante frutto della legge elettorale maggioritaria. Prima delle elezioni intuisce dai sondaggi la probabile sconfitta ed impone agli italiani una legge elettorale proporzionale, che costringe il Centro sinistra, vincitore delle elezioni, a fare i salti mortali per far passare le leggi al senato.
Ora che è al governo il centro sinistra propone di modificare ancora questa benedetta legge, in modo tale che, in caso di probabile vittoria del centro-destra, (l'alternanza in Italia mi sembra un fattore acquisito) Berlusca o chi per lui abbia di nuovo una maggioranza schiacciante in Parlamento.
Mitico! Direbbe Homer Simpson

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »