Blog
Un blog creato da bmaty il 11/10/2006

i miei giorni

esperienze di vita

 
 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

 

oroscopo psicologico cinesesc

Post n°26 pubblicato il 10 Luglio 2007 da bmaty

è davvero stupefacente cosa ne salta fuori. Ma attieniti alle

regole, altrimenti non è divertente!! Del resto da quando l’ho

fatto, ho ricevuto 3 settimane più tardi il budget per il mio

ufficio – esattamente il mio desiderio … finalmente un

bell’ufficio!!!

È davvero folle il tutto!!!

Suona così matto ... funziona. Provalo!!!!

Argomento: oroscopo cinese

l’anno del drago di ferro ti augura ricchezza e fortuna

segui le istruzioni. Non prendertene gioco, altrimenti non funziona e ti

augurerai di non averlo mai fatto

prenditi 3 minuti e prova – ti stupirà

La persona che lo ha inviato, racconta che il suo sogno è divenuto vero in 10 minuti

 

 

 

Dopo che ha letto la mail, ma non prendertene gioco!!!

Questo gioco ha un risultato divertente. Non leggere ad alta voce

e, fallo semplicemente. Hai bisogno solo di tre minuti – vale un tentativo.

Prima di tutto procurati carta e penna

 

Quando scegli dei nomi, fai attenzione che siano persone che al momento conosci e segui il tuo primo istinto.

Leggi solo una riga per volta – non leggere ad alta voce, altrimenti ti rovini il divertimento

Prima di tutto scrivi i numeri da 1 a 11 uno sotto l’altro

 

 

Vicino ai numeri uno e due scrivi due numeri (tra 1 e 11) che ti piacciono

 

Non guardare avanti, altrimenti non funzionaScrivi nomi qualsiasi (di amici, della famiglia ...) ai numeri 4 5 e 6Non prenderla sul ridere, altrimenti ti arrabbierai di averlo fatto

 

ed ora ecco la chiave del gioco

Devi dire di questo gioco a tante persone quanto è il numero alla posizione 2Ami la persona alla posizione 3

la persona al numero 6 è la tua stella della fortuna

La canzone al numero 8 si addice alla persona al numero 3

il titolo della canzone al 9 è per la persona al 7

La canzone al 10 ti dice molto su te stessoE la canzone al numero 11 ti dice cosa pensi della vita

invia questo a 10 persone nel giro dell’ora in cui lo hai letto.

Se lo farai il tuo desiderio si avvererà, se no avverrà il contrario. Abbastanza notevole, ma sembra funzionare

 

Ti piace la persona alla posizione 7,

ma non ne vieni a capoTi fai delle preoccupazioni per la persona al numero 4

La persona al numero 5 ti conosce molto bene

Scrivi 4 titoli di canzoni ai numeri 8 9 10 e 11Ora esprimi un desiderio

 

 

Devi dire di questo gioco a tante persone quanto è il numero alla posizione 2

Ami la persona alla posizione 3

Ti piace la persona alla posizione 7, ma non ne vieni a capo

Ti fai delle preoccupazioni per la persona al numero 4

La persona al numero 5 ti conosce molto bene

la persona al numero 6 è la tua stella della fortuna

La canzone al numero 8 si addice alla persona al numero 3

il titolo della canzone al 9 è per la persona al 7

La canzone al 10 ti dice molto su te stesso

E la canzone al numero 11 ti dice cosa pensi della vita

 

invia questo a 10 persone nel giro dell’ora in cui lo hai letto.

Se lo farai il tuo desiderio si avvererà, se no avverrà il contrario. Abbastanza notevole, ma sembra funzionare

 
 
 

Post N° 25

Post n°25 pubblicato il 10 Luglio 2007 da bmaty

EFFETTO PIGMALIONE
Parecchi anni fa alla Harvard University il dottor Robert Rosenthal ha condotto una serie interessante di esperimenti con gruppi di studenti.
Hanno detto ad un insegnante: "Lei è fortunato. Lavorerà con bambini geniali. Questi studenti sono tremendamente acuti ed intelligenti. Una parola di avvertimento però: sono così svegli che cercheranno di raggirarla. Alcuni sono pigri e cercheranno di imbrogliarla per farsi dare meno compiti. Non li ascolti. Questi bambini sono in grado di fare i compiti. Glieli dia e basta...Questi bambini possono risolvere e risolveranno i problemi più difficili. Se lei userà le sue capacità didattiche e darà loro un voto di fiducia insieme a qualche iniezione quotidiana d'amore, disciplina ed interesse autentico".
Dissero al secondo insegnante: "Lei ha bambini ordinari. Non sono né troppo brillanti né troppo ottusi. Hanno un quoziente d'intelligenza medio, un retroterra ed una capacità ordinari, perciò ci aspettiamo risultati ordinari".
...Alla fine dell'anno gli studenti geniali erano più avanti di un anno rispetto a quelli ordinari. 

L'esperimento condotto dal dottor Rosenthal è l'ennesima dimostrazione di quello che viene definito l'effetto Pigmalione, dal nome del mitico re di Cipro che si innamorò della statua di donna da lui stesso realizzata.
In modo simile a Pigmalione anche noi fin dai primi attimi in cui conosciamo una persona ci creiamo di essa un'immagine e, conseguentemente, delle aspettative che successivamente tendiamo a confermare. In tutto q uesto svolgiamo un ruolo molto più attivo di quanto non si pensi, poiché induciamo l'altro a comportarsi in modo da rispettare l'immagine che abbiamo di lui. Anche qui vale, come in fisica, la legge per cui "ad ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria".
Se pensiamo che i nostri collaboratori non siano in grado di raggiungere risultati straordinari, probabilmente non faremo nulla per indurli a superare il livello dell'ordinario, non li motiveremo a sufficienza, non li spingeremo a credere che si possa fare di più.
Se pensiamo che il nostro capo è un incapace, probabilmente non gli daremo neppure l'occasione di insegnarci quell'unica cosa che conosce meglio di noi. 
Se pensiamo che non ci si possa fidare di nostro figlio e lo tratteremo da irresponsabile, molto probabilmente continuerà a comportarsi come tale finché qualcuno non sarà disposto a rischiare e riconoscergli un po' di fiducia.
La fiducia è il migliore regalo che possiamo fare alle persone. Molti pensano che sia da roba da sprovveduti, ma la vera fiducia richiede la capacità di vedere le persone oltre il loro comportamento, di intuire il loro talento e di coltivarlo con amore, disciplina ed interesse autentico.  

 
 
 

chec prima di dormire

Post n°24 pubblicato il 10 Luglio 2007 da bmaty

C'è un momento la sera prima di addormentarmi che a volte dedico per fare un breve check, ripercorrendo con la mente quanto è accaduto durante la giornata. Questo è un bel modo per dare un senso al mio fare quotidiano Di solito mi domando  
Cosa ho imparato oggi?

Ogni occasione è buona per apprendere qualcosa di nuovo: una lite in famiglia o in ufficio, un successo o un fallimento.

Ho fatto ciò che avevo detto di voler fare?
Sono stata  coerente? ma non rigida , perchè non sempre è possibile mantenere i propri propositi, poiché la vita può riservare situazioni inaspettate ed è segno di intelligenza sapersi adattare. Però  gli imprevisti possono costringermi a deviare per un attimo il percorso, ma non sono essi a tracciarlo, bensì i valori in cui credo.   


Ho contribuito a rendere una persona più felice?
Una donna di successo, Madre Teresa,  diceva: "Fate che nessuno venga da voi senza andarsene migliore e più felice".
Spesso la soddisfazione di aver contribuito al successo di una persona è maggiore di quella che si proverebbe se fossimo noi stessi ad averlo raggiunto. Certo ciò non è possibile in ogni momento, ma possiamo seguire l'insegnamento di Madre Teresa anche con piccoli gesti quotidiani come un sorriso al casellante, un "buona giornata!" al vicino di casa o una telefonata ad una amica che non si sente da un po', piccoli pensieri gentili che non ci costano nulla, ma che potrebbero essere un gran regalo per la persona che li riceve.


Cosa fatto oggi per raggiungere ciò che desidero?
Quali azioni ho compiuto? Quanto tempo della giornata ho dedicato alla pianificazione e quanto alla realizzazione dei miei desideri?  la vita non premia i bei piani, ma solo i buoni risultati. Dunque bisogna agire ! Non posso aspettare che le cose siano esattamente come nei miei piani, non lo saranno mai abbastanza. 

cosa ne pensate?

 
 
 

fermarsi e controllare la mente

Post n°23 pubblicato il 02 Luglio 2007 da bmaty

Non ci si può distrarre un attimo! Anche i più preparati ci ricascano. Capita. Quindi meglio stare all’occhio e, regolarmente, come quando ci si specchia prima di uscire di casa, fermiamoci un attimo a controllare come sta andando la nostra mente.

Mi è capitato proprio oggi. Stavo innervosendomi contro un inghippo burocratico che sta rallentando i miei progetti e PUFF … mi sono ritrovata a dirmi <Ma che destino di m…, mi sta andando tutto storto ….>

E brava ,ho pensato ci sei ricaduta pure tu! focalizzi la  tua attenzione sul problema invece che sulla soluzione!

E dopo tutte queste belle parole vi racconto cosa ho fatto oggi: ero in attesa di una risposta molto importante da un ufficio, che continua a rimandare a domani da più di un mese, e che mi sta quindi bloccando. Ne stavo parlando (meglio, mi stavo lamentando) con mia sorella, per l’ennesima volta, usando le solite frasi tipo <Ma guarda se questi st…; e adesso come facciamo? Ma possibile che ci siano solo problemi in questo periodo?!!!> quando mi sono resa conto di quello che stavo facendo ….MI STAVO FOCALIZZANDO SUL PROBLEMA, gli stavo permettendo di bloccare non solo quello che in realtà sta bloccando, ma anche tutte le altre cose che avrei potuto fare, come, per esempio, riuscire a trovare il tempo per fare una cosa che mi mancava molto ….. riscrivere sulla rubrica.

E ripensandoci meglio credo proprio che quando ci troviamo di fronte ad un problema la cui soluzione non dipende più da noi, farci avvelenare la mente continuando a pensarci non solo non serve a nulla, ma anzi, ci mette di cattivo umore, ci fa dimenticare le belle cose che "comunque" ci succedono, ci fa perdere tempo nel girare in tondo intorno al problema, non ci permette di fare altro sfruttando appieno le nostre capacità.

Insomma nella malaugurata situazione nella quale ci trovassimo di fronte ad un problema, nella quale abbiamo fatto tutto il possibile per trovare la soluzione ma siamo in attesa di altrui decisioni … ….. Invece di farci prendere dallo sconforto e dal pessimismo …. facciamoci venire un’idea brillante : lasciamo decantare il problema e dedichiamoci a qualcos’altro! E, soprattutto, OCCHIO ALLA MENTE! Non permettiamole di portarsi dietro l’umore negativo collegato al problema! Voltiamo pagina, affrontiamo la nuova cosa con la mente rivolta alla vittoria e alla gioia!

Per quanto mi riguarda, visto che anche oggi mi hanno rimandato a domani, ho deciso di alzare gli occhi al cielo blu, di ascoltare le onde che si frangono leggere sulla spiaggia, afferrare il telo da mare e …. amarmi un po’

 
 
 

Giornalino del mattino

Post n°22 pubblicato il 30 Giugno 2007 da bmaty

vorrei prendere due pagine vuote e scrivere tutto ciò che mi viene in mente e senza alzare la penna dalla pagina. Non ci deve essere una logica, la grammatica non è importante, nè lo spelling, né la calligrafia. Importante svuotare il cervello di tutti i pensieri, di tutte le preoccupazioni, di tutto ciò che mi passa per la mente trascrivendolo.

 
 
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

bmatylorenza_1992chrissydgl8mizar_aferrigiannapsicologiaforensecentrovernici.tsMMDuemmemarlene_klondonsaLo.Scrittoregianlainzkarboidratatoantiaco
 

ULTIMI COMMENTI

è sbagliato il testo io l' ho già fatto e manca una...
Inviato da: karboidratato
il 22/11/2009 alle 20:03
 
buongiornoooooooooooo...è nato il mio secondo...
Inviato da: sv.cucciola
il 30/09/2008 alle 12:40
 
Auguri per una serena e felice Pasqua...Kemper Boyd
Inviato da: Anonimo
il 23/03/2008 alle 15:58
 
Auguri di un felice, sereno e splendido Natale dal blog...
Inviato da: Anonimo
il 25/12/2007 alle 22:08
 
Buongiorno e buona domenica!
Inviato da: Anonimo
il 30/09/2007 alle 17:05
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom