**TEST**
Creato da romameeting il 23/09/2004

IL COSACCO

KAZAK - Periodico indipendente bilingue italiano e russo- n° 13/2010 del Registro della Stampa del Trib. di Roma in data 19/01/2010 Cultura-Politica-Gossip . Redazione info@romameeting.it

 

 

Sitkovetsky, grande erede della gloriosoa scuola russa, all'Aula magna per la IUC, 27 ottobre

Post n°333 pubblicato il 26 Ottobre 2012 da romameeting
Foto di romameeting

 Il cinquantottenne Dimitry Sitkovetsky è uno dei più titolati eredi della grande scuola violinistica russa, applaudito nei festival più prestigiosi, come Salisburgo e Lucerna, e invitato dalle principali orchestre mondiali, tra cui Berliner Philharmoniker, London Philharmonia, Concertgebouw di Amsterdam, New York Philharmonic. La sua personalità di artista si manifesta con successo anche nel campo della direzione d'orchestra, cui ha cominciato a  dedicarsi negli ultimi anni, salendo sul podio di London Philharmonic, Orchestre de Paris, Accademia di Santa Cecilia, San Francisco Symphony. Molto presente in campo discografico, ha al suo attivo l'incisione completa delle Sonate per violino e pianoforte di Mozart, in duo con Antonio Pappano, ma ha dedicato cd anche alla riscoperta di autori del passato poco noti e alla valorizzazione della musica contemporanea.

Sabato 27 ottobre alle 17.30 Sitkovetsky suona nell'Aula Magna della Sapienza per i concerti della IUC in duo con il pianista Roger Vignoles. Il programma è congegnato in modo molto interessante, con la prima parte dedicata a tre celebri Sonate del periodo barocco, classico e romantico, e la seconda parte a una serie di piccoli e amabili pezzi di Fritz Kreisler, il grande violinista e compositore austriaco adorato dal pubblico negli anni tra Otto e Novecento.

Inizia con la Sonata in sol minore "Il trillo del diavolo" composta da Giuseppe Tartini nel 1713, a soli ventuno anni: secondo una leggenda gli fu dettata in sogno dal diavolo stesso, tanto singolari sono le sue idee e diaboliche le sue difficoltà.

Segue la Sonata n. 3 in do minore op. 45 di Edvard Grieg, opera della piena maturità del compositore norvegese, che la scrisse nel 1886, a quarantatre anni. Dominata da un sentimento appassionato e intensamente drammatico, che si placa soltanto nell'ampia e celestiale melodia della Romanza centrale, questa romantica Sonata fu a lungo tra le più amate dal pubblico, ma da qualche decennio è incomprensibilmente trascurata: sicuramente per gli ascoltatori costituirà una felice riscoperta.

La terza Sonata in programma è la n. 8 in sol maggiore op. 30 n. 3 di Ludwig van Beethoven, scritta a trentadue anni, in un periodo cruciale dell'arte di questo gigante della musica, che si affacciava alla maturità con la rivoluzionaria volontà di rompere con la tradizione settecentesca e di scrivere "in una maniera totalmente nuova". Era quello anche il periodo tormentato in cui Beethoven si rese conto di essere condannato a una progressiva sordità, cadendo in una disperazione che gli fece meditare il suicidio; ma in questa Sonata tale angoscia viene vinta dalla ricerca di serenità e di gioia e traspare solo nel movimento centrale, Adagio molto espressivo.

Il concerto si conclude con cinque brani firmati da Fritz Kreisler, grandissimo violinista e compositore dalla facile e accattivante vena melodica, i cui pezzi, amatissimi dal pubblico, facevano parte del repertorio di tutti i violinisti agli inizi del Novecento. Ancora oggiAggiungi un appuntamento per oggi è impossibile resistere al fascino di questa musica dolcemente sentimentale. Di Kreisler Sitkovetsky suonerà il Rondino e il dittico formato da Liebesleid  (Pena d'amore) e  Liebesfreud  (Gioia d'amore), per concludere con le trascrizioni dello stesso Kreisler di Lotusland di Cyril Scott e di una travolgente Danza ungherese di Johannes Brahms.

Si allegano comunicato (che costituisce anche il testo di questa mail), curriculum e foto. Vi ringrazio per la diffusione che potrete dare all'avvenimento. 

 
 
 

A San Valentino, donne più seducenti con lingerie Amour Secret

Foto di romameeting

Donne più seducenti a San Valentino, con l'intimo della boutique “Amour Secret – lingerie”, di via Appia Nuova 41/c (Gallery Center) Metro-San Giovanni.
Un intimo femminile per tutte le tasche e per tutti i gusti. Tra le novità presenti al Salon International de la Lingerie de Paris che l’attività propone in esclusiva alla clientela della Capitale, le prestigiose creazioni della stilista francese Chantal Thomass, colei che ha inventato i collant di pizzo, utilizzando la lycra. Fedele al suo stile, Chantal Thomass propone una collezioni con accenti anni ‘40 e tocchi da Pin’Up.

Tra gli altri brand presenti e alla portata del portafoglio di tutte le donne giovani e meno giovani, ma con gusto, anche le ultime novità da HoT, ValegeObsessive e l’italiana Gota Blanca che nella vita sono sinonimi di desiderio ed eleganza. Il vantaggio di questi prodotti francesi è di essere meno cari, e che danno la possibilità per i reggiseni, di scegliere varie combinazioni tra taglia e coppa, cosa più difficile da trovare tra i reggiseni italiani.

Una bella lingerie piace alle donne e seduce soprattutto gli uomini. E'cosa risaputa che la maggior parte degli uomini impazzisce per la biancheria intima sexy: pizzo, rosso, nero, bianco, trasparente. Ogni uomo ha i suoi gusti in fatto di lingerie ma una cosa accomuna tutti: deve essere tassativamente "seducente"e le donne che  indosseranno queste scollature a balconcino,queste calze a rete, queste giarrettiere di “Amour Secret lingerie” estremamente sexy e trasgressive, dolci fiori proibiti, saranno semplicemente strepitose!

 
 
 

Eventi e novità per la moda francese a Roma

Post n°331 pubblicato il 26 Gennaio 2012 da romameeting
Foto di romameeting

L'evento: Una serata misteriosa e sensuale curata nei minimi dettagli della sempre favolosa Laura Elle, è quella che si svolgerà sabato 28 gennaio a Roma in Piazza Augusto Imperatore 42, al noto locale capitolino rHome di Vincenzo, estimatore di Lady Marlò. Protagonista assoluta della serata sarà proprio Marlò che delizierà il pubblico con i sui numeri di successo.

Lady Marlò è reduce dal succeso del programma televisivo Lady Burlesque, andato in onda la scorsa stagione sulla piattaforma di Sky: la splendida performer romana ha già presentato alla kermesse dello scorso Festival del Cinema di Roma, uno show nuovissimo in cui ha interpretato nuovi personaggi ricchi di mistero e sensualità all'interno della mostra degli abiti vintage delle Dive anni '50 in "Il vestito del cinema delle Sorelle Fontana".
Ecco un'altra occasione unica per gustare ontuosi abiti, e l'arte del burlesque magistralmente interpretato da Lady Marlò.

--------------------

Lingerie: Altra novità nella Capitale, attinente al mondo della moda francese è l'apertura della boutique "Amour Secret Lingerie" in via Appia Nuova, 41c, in zona San Giovanni. Troverete, tra le altre, le eleganti e irresistibili creazioni di Chantal Thomass, a cui il mondo della moda deve l’invenzione dei collants di pizzo con l’utilizzo della lycra. La stilista, dal 1975, crea capi sensuali, provocanti, ricchi di piume, merletti, ricercati e realizzati con attenzione ai dettagli.

L’ambiente di “Amour Secret Lingerie” evoca dal punto di vista architettonico la Boutique Chantal Thomass in Rue Saint Honorè 211 a Parigi.

 
 
 

Amour Secret - lingerie - via appia nuova, 41/c Roma

Foto di romameeting

Ha aperto i suoi battenti a Roma, la boutique “Amour Secret – lingerie” , in via Appia Nuova 41/c nell’ accogliente Gallery Center.  Tra le novità che l’attività propone in esclusiva alla clientela della Capitale, le prestigiose creazioni della stilista francese Chantal Thomass, colei che in assoluto nella storia della moda ha inventato i collant di pizzo, utilizzando la lycra e mettendo in evidenza le forme femminili ne sottolinea  la sensualità.

La nuova attività commerciale nasce dal connubio tra l’esperienza dell’attrice Mila Rich e dall’impegno del marchese autore e regista Giulio de Nicolais, i quali con i loro amici hanno inaugurato la boutique il 30 dicembre scorso, con un brindisi del migliore champagne, dando il via alle vendite.

Amour Secret – lingerie” propone in esclusiva a Roma in via Appia Nuova 41/c il famoso marchio, in un ambiente che si richiama architettonicamente alla famosa boutique Chantal Thomass, sorta anni or sono nella zona più centrale e chic di Parigi, in rue Saint Honoré 211.

Chantal Thomass è la creatrice dell’ultra femminilità senza tempo e dell’universo femminile più audace ed elegante.  Le sue creazioni nascono nel 1975 e da subito vengono considerate assolutamente uniche, ricche di dettagli, pizzi, merletti e altri frou frou che danno vita a capi sensuali ed eleganti. Un’icona della sensualità: creazioni impertinenti, provocanti ed attraenti, con di voulant, pizzi e piume …

Tra gli altri brand presenti nella boutique anche Gota Blanca e Obsessive. Con i colori delle nuove body sexy ed eleganti Obsessive fa la differenza. Giocando a carte, il nero o il rosso decide chi vince. Nella vita sono sinonimi di desiderio ed eleganza.

Le signore romane che sapranno indossare queste scollature a balconcino,queste calze a rete e giarrettiere estremamente sexy,entreranno nel mondo trasgressivo, trasgredendo  i codici!

Amour Secret – lingerie” è  dunque  un accogliente piccolo universo iper-femminile nel quale anche a Roma come a Parigi da ora sarà possibile trovare reggiseni, slip, corpetti, reggicalze, calze e collant, preziosi, inaspettati,  ricamati, divertenti e sensuali nello stesso tempo, tutti prodotti di altissima qualità, a partire dalle materie prime utilizzate fino alla confezione.

G.d.N.

 
 
 

.

Post n°329 pubblicato il 14 Novembre 2011 da romameeting
 

 

“Pittori contemporanei russi a  Roma”,



Museo della Civiltà Romana,19 novembre – 17 dicembre 2011

 

Sabato il 19 novembre alle ore 11.00 presso il Museo della Civiltà Romana sarà inaugurato il mese della cultura russa nell’ambito del progetto “Arte e cultura dell’Europa dell’Est a Roma”.

 

La manifestazione prenderà il via  con una conferenza di presentazione cui prenderanno parte l’Ambasciatore della Federazione Russa Russa in Italia, S.E. il Sig. Alexey Meshkov, il Direttore del Centro Russo di Scienza e Cultura a Roma, primo segretario dell’Ambasciata russa in Italia Dott. Oleg Ossipov, il responsabile sezione cultura dell’Ambasciata russa in Italia Dott. Mikhail Rossiysky nonché autorità della comunità russa.

Roma Capitale sarà rappresentata dalla   Presidente del Gruppo Assembleare Aggiunto e Consigliera per l’Europa non comunitaria Tetyana Kuzyk.

 

Seguirà l’introduzione alla mostra “Pittori contemporanei russi a Roma” che vuole raccontare del proprio paese attraverso l’espressione artistica pittorica e permettere anche al pubblico italiano di conoscere alcuni pittori russi ( come Igor Ladozhanin, Ekaterina Panikanova, Anastasia Kurakina), inseriti ormai da anni a Roma,  che esprimono attraverso le loro opere sia le proprie  radici sia  l’incontro con la cultura italiana.

Alla conclusione della manifestazione verrà offerto un buffet con piatti tipici russi.

 

 

Il programma del mese della Cultura russa, nell’ambito del progetto “Arte e cultura dell’Europa dell’Est a Roma”, prevede i seguenti appuntamenti:

Domenica 27 novembre, ore 10.00-13.00

        Visita guidata del Museo della Civiltà Romana per le seconda generazione di russi a Roma, in cui verrà illustrata la storia dell’Impero Romano.

 

Sabato 10 dicembre, ore  10.30 – 13.00

        Convegno: “La diaspora russa a Roma”

        Intervengono:

        Dott. Oleg Ossipov, Direttore del Centro Russo di Scienza e Cultura a Roma, primo segretario dell’Ambasciata russa in  Italia,

        Prof.ssa Natalia Fefelova, “Centro di studi russi” presso la Università degli Studi di Roma “La Sapienza”

        Dott.ssa Maria Borissenko, Presidente del Consiglio di Coordinamento delle Associazioni delle comunità Russe in Italia (Centro Sud Italia),

        Il Rappresentante della Chiesa Ortodossa Russa a Roma

        Avv. Enrico Silverio Componente della Commissione Sport e Cultura del Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Roma,

Modera:

        Elena Garanina, Presidente dell’Associazione delle Comunità Russe a Roma e nel Lazio

 

 

Sabato 17 dicembre, ore 11.00-13.00

        Alexander Sergievsky presenta i poeti tratti dalla sua pubblicazione “Appunti sulla poesia contemporanea russa e non solo”

        Lettura delle poesie dei vincitori del concorso di giovani poeti russi “Vento di avventura” a cura dell’attrice Natalia Simonova

         

        Conclusione della manifestazione con buffet a base di piatti tipici russi.

 

 
 
 

Festa della castagna e delle caldarroste

Post n°328 pubblicato il 14 Ottobre 2011 da romameeting
Foto di romameeting

 

 XXIV FESTA DELLA CASTAGNA E DELLA CALDARROSTA

 

San Martino al Cimino, borgo adagiato tra i boschi della Tuscia Viterbese, celebra la pienezza della stagione autunnale con la XXIV Sagra della castagna e della caldarrosta. La castagna sarà dunque la regina incontrastata dal 22 0ttobre all'1 novembre 2011, affiancata da una serie di eventi collaterali fatti di piacevolezze enogastronomiche ed evasioni storiche, culturali e folkloristiche. Lungo le vie dell'antico borgo verranno installati punti gastronomici con formaggi, vini, liquori, olio d’oliva, salumi, pasticceria e prodotti da forno, esposizioni di bell'artigianato locale, visite guidate, mostre e spettacoli ed esclusive visite guidate dell’Abbazia cistercense e del palazzo Doria-Pamphilj. 

San Martino e il suo centro commerciale naturale

San Martino al Cimino, clima gradevolissimo, boschi rigogliosi ricchi di funghi e castagni, è una terrazza naturale che si affaccia sulla vasta pianura di Viterbo. Possiede un centro storico medievale rivisitato nel XVII secolo, una notevole chiesa gotica e l'imponente palazzo Doria Pamphili.  Cresciuto intorno all'abbazia cistercense, il borgo ha preso vita per volere dalla potente Donna Olimpia Maidalchini, cognata di papa Innocenzo X, che lo governò con il titolo di principessa di San Martino. Le tipiche casette ospitavano i sudditi all'interno del borgo che era dotato di tutto quanto necessitasse (spacci,osterie,divertimenti organizzati). La principessa aveva esentato i sudditi dal pagamento delle tasse, voleva essere benvoluta creando attorno a sè un nutrito stuolo di sudditi, al punto di stabilire una dote alle ragazze che dopo il matrimonio avessero scelto di rimanere nel paese. Attualmente San Martino possiede un Centro Commerciale Naturale, formato da 35 commercianti, che si sono organizzati per dare vita a un servizio di shopping nel borgo all'insegna della cortesia, della convenienza e della qualità della vita.  

Palazzo Doria Pamphili e l'abbazia cistercense

 L'abbazia

L'edificio dell'abbazia, dall'aspetto austero e solenne, è ornato da un rosone e da una grande polifora gotica e ai suoi lati si stagliano due basse torri campanarie sormontate da cuspidi piramidali. Armonioso e affascinante, il retro della costruzione possiede un abside poligonale di pietra. Sul fianco della chiesa si aprono i resti del chiostro di cui non restano che poche colonne sobrie ed eleganti. L'interno, semplice ed austero, ricorda le grandi cattedrali gotiche e le abbazie cistercensi per l'altissimo soffitto a crociera, le ampie finestre ed il colonnato con pilastri a croce. L'abbazia è direttamente collegata con il vicino palazzo Doria Pamphili, tramite una sorta di corridoio costruito sopra un arco che collega il chiostro con la piazza retrostante la stessa abbazia. Nella parte sottostante ci sono alcuni locali oggi sede della confraternita, all'interno dei quali, in una vela del soffitto di una piccola stanza, è raffigurato in un affresco, il castello di Montecalvello, feudo della famiglia Pamphili e successivamente, proprietà di Donna Olimpia. All'interno dell'abbazia, nella navata centrale è sepolta Donna Olimpia Maidalchini, morta di peste a San Martino al Cimino il 26 settembre 1657 all'età di 63 anni.

 Palazzo Doria Pamphili  Palazzo Doria-Pamphili venne costruito utilizzando materiali provenienti dalla ristrutturazione del palazzo di famiglia in piazza Navona a Roma, sugli antichi ambienti dell’Abbazia, per volere della principessa Olimpia Maidalchini (1594-1657) che, affidò all’architetto Marcantonio De Rossi la trasformazione urbana di San Martino al Cimino. Le casette a schiera addossate le une alle altre, una grande novità per quell'epoca,  digradano dal sontuoso palazzo signorile verso una delle due porte d'ingresso al borgo. Attualmente il palazzo gode di grande vitalità ed è sede dell'Azienda di promozione turistica. Possiede inoltre varie sale, riccamente decorate, utilizzate per congressi, feste, corsi di formazione ed eventi di varia natura. Il Cantinone, che durante le giornate della castagna ospiterà le degustazioni più golose dell'evento, è la parte più antica del Palazzo ed è diviso da grandi pilastri su cui poggiano le volte cistercensi della primitiva abbazia. Secondo quanto si è appreso, all’interno del Palazzo, il soffitto a cassettoni della stanza da letto di Donna Olimpia ha una particolarità comune soltanto ad altri due palazzi in Europa: si può abbassare tramite un sistema di carrucole per ridurre il volume totale della stanza, favorendone il riscaldamento.  

Le castagne della Tuscia viterbese Le castagne della Tuscia (provincia di Viterbo, rappresentano oltre il 50% della produzione dell'intera regione Lazio, il 7,5% di quella nazionale, con 2.800 ettari di superficie, 60mila quintali di raccolto l'anno, 2.000 aziende. Complessivamente nel Lazio, le castagne hanno una Dop (Castagna di Vallerano, provincia di Viterbo) e otto qualità iscritte nell’elenco dei prodotti tradizionali: Marrone Antrodocano (provincia di Rieti), Marrone dei Monti Cimini (provincia di Viterbo), Marrone di Arcinazzo Romano, Marrone di Cave, Marrone di Latera, Marrone Segnino, Castagna di Terelle, Castagna rossa del Cicolano.

 

 
 
 

IL CODICE BOTANICO DI AUGUSTO Presentazione del volume a Roma

Post n°327 pubblicato il 06 Ottobre 2011 da romameeting
Foto di romameeting

Giovedì 13 ottobre 2011 alle ore 17 alla Palazzina dell'Auditorio (via della Lungara 230) verrà presentato il volume “Il codice botanico di Augusto. Parlare al popolo attraverso le immagini della natura” di Giulia Caneva, pubblicato per i tipi della Gangemi Editore. 

Il volume, che illustra la ricchezza degli elementi vegetali scelti in un monumento di grande rilievo storico come l’Ara Pacis, è risultato vincitore del premio “Giacomo Lumbroso”, che viene conferito dalla Fondazione Marco Besso di Roma a pubblicazioni di studio e ricerche riguardanti Roma, Dante e l’etruscologia. 

Il volume analizza gli elementi costitutivi dell’alfabeto botanico, le regole di organizzazione del linguaggio iconografico e infine propone la lettura del messaggio augusteo di nuova prosperità, in un processo di rinascita possibile grazie alla pace, attraverso una continua trasformazione, che si proietta verso l'eternità.

 
 
 

RECUPERO DELLA REGIONE ABRUZZO

Post n°326 pubblicato il 06 Ottobre 2011 da romameeting
 
Foto di romameeting

Al Made Expo Milano Presentazione del volume 6 ottobre 2011 ore 13

 Giovedì 6 ottobre 2011 ore 13, al Made Expo di Milano (Rho Fiera), nello spazio Laboratorio OF ARCH, verrà presentato il volume a cura di Sandro Ranellucci dal titolo “Manuale del recupero della Regione Abruzzo. Nei borghi terremotati il recupero della bellezza in chiave di continuità: l’interpretazione omeomorfica”, pubblicato per i tipi della Gangemi Editore.Il lavoro di Sandro Ranellucci è un importante contributo scientifico all’approccio del tema del restauro urbano applicato al problema dei borghi storici interessati dal sisma dell’aprile del 2009, particolarmente prezioso in un momento storico in cui le amministrazioni competenti – procedendo a fari spenti - non sembrano aver compreso l’entità del problema. La preparazione del corretto supporto conoscitivo, basato sullo studio dei processi storici che hanno prodotto le caratteristiche morfologiche dei tessuti insediativi interessati, è la condizione imprescindibile per immaginare la restituzione dei luoghi depositari dell’identità collettiva degli abruzzesi e di un patrimonio storico architettonico di tutti." 

 Il volume raccoglie saggi e contributi di Oriano Di Zio, Maria Antonietta Adorante, Maurizio Loi, Lorenzo Trippetta, con prefazione di Leonardo Benevolo e Paolo Marconi.

 
 
 

"Sulla scena del crimine" film

Post n°325 pubblicato il 11 Settembre 2011 da romameeting
 
Foto di romameeting

Roma. Nelle strade del centro storico, del quartiere Prati e sulla spiaggia di Ostia, sono state girate le significative scene dell’atteso thriller “Sulla Scena del Crimine” tratto liberamente dalle cronache romane più attuali e che vede protagonista Mila Rich, l’avvenente giornalista del periodico DonnaDonna, nota per le sue battaglie sociali contro lo spaccio di droga, a favore dell’integrazione dei disabili e degli stranieri residenti di ogni etnia e religione. La particolare ed avvincente storia, prodotta da Ukraina in Europa Onlus, è stata scritta e diretta dal marchese autore e regista neoverista Giulio de Nicolais.

Una storia al cardiopalma vera, che mostra come dalla collaborazione altruista e responsabile tra reporter e Polizia, sia possibile in una metropoli come Roma salvare vite preziose e fermare il crimine. Il film vede tra i suoi interpreti Mario Donatone, Mila Rich, Francesco Castaldi e Floriana Secondi (vincitrice del GF 3) alla sua prima interpretazione cinematografica. Nel cast anche il presentatore Rai 2 Angelo Martini, Olga Matsyna, Andrea Arriga, Gabriele Ratini, Roberta Putzolu e Gianluigi Barbieri.

La storia di Luana, una giovane fotomodella, interpretata da Olga Matsyna inizia sulle rive del Tevere una sera d’estate, mentre assiste ad uno spettacolo sul greto del fiume Tevere. Quella sera Luana incontra prima Mila la collaboratrice del periodico DonnaDonna, interpretata dall’ucraina Mila Rich che le offre l’opportunità di scrivere sul giornale, quindi viene illusa da Artur Canova, un fotografo. Di qui il dramma di Luana che di lì ad alcuni giorni viene ritrovata in fin di vita sul litorale laziale dalla Polizia e poi trasportata in ospedale cadrà in coma – la giovane, accogliendo le proposte del Canova, avrebbe perso sicuramente la sua vita senza il tempestivo intervento della giornalista Mila Rich che come al solito, in flagranza di un crimine allertava l’ispettore Desideri della Polizia criminale. L’attenta giornalista aveva notato che l’uomo, non poteva essere un vero fotografo, ma un pusher o un maniaco. Nel film la protagonista Mila Rich, ucraina, e Floriana Secondi, vincitrice del Grande Fratello 3, interpretano se stesse.

Le musiche della colonna sonora sono del Angelo Martini e di Stefano Spelar il quale cura della pellicola la fotografia. In poco meno di 30 minuti di fotogrammi girati con le attualissime Canon 5 D mark II in Full HD, tanti sogni si traducono in stupende realtà. Poi, sul finire del film, Mila si trova già sulla scena di un altro crimine …ed avverte l’ispettore .


attimi del film Sulla scena del crimine

 
 
 

MISS PORTO ROTONDO 2011 3° EDIZIONE

Post n°324 pubblicato il 11 Agosto 2011 da romameeting
 

Torna la Miss più bella del mondo Miss Porto Rotondo 2011 Lunedì 15 Agosto alle ore 22 in Piazza Quadra al Tartarughino diretto dalla famiglia Cruciani, nella splendida Costa Smeralda. La serata sarà dedicata ad Emy Winehouse, infatti le miss provenienti da tutto il pianeta sfileranno la griffe Renè & Martini disegnata dalla stilista ungherese Renè Komjati su musiche della grande cantante scomparsa. Presenta Angelo Martini conduttore e autore di Numeri Uno su Rai Due e ideatore del concorso ormai giunto alla 3° edizione, e sarà presente la giovanissima e bellissima lituana Kornelia Karaliunaite Miss Porto Rotondo 2010 che passerà lo scettro. Sono stati invitati ospiti d’eccezione: il sindaco di Olbia Gianni Giovannelli, Floriana Secondi vincitrice del GF 3 su Canale 5 grande amica e del conduttore partner professionale del programma Sfida la voce su Canale Italia, il principe Guglielmo Giovannelli, la cantante Anna Betz, Jessica Morlacchi vincitrice di Sanremo ex cantante dei Gazosa, le look maker Cristina Mezzetti e Luana Valente, le imprenditrici Sabrina Boldrocchi e Roberta Nelli, il prefetto Fulvio Rocco, il regista di Miss Italia Stefano Stefanelli, l’attore Antonio Zechila. Anche quest’anno verrà assegnato il premio Cultura e la serata dedicata alla Sicurezza in Mare.

 

 

 
 
 
Successivi »
 

Lingerie Intimo Underware Bikini Beachware Roma

 

 

AREA PERSONALE

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Laura.JamabuongiovannimathiebawordloffSarah2010ffbagardi0avv.rossellafalzettafulvionispigiustieccivitamatermarifornarniadamidaliristrutturazionimrdisa4663taurivano
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom