Creato da sadness83 il 23/02/2007
diario di un' amante

Area personale

 
 

Archivio messaggi

 
 
 << Agosto 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

Cerca in questo Blog

 
  Trova
 

FACEBOOK

 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 6
 

Ultime visite al Blog

 
costanzatorrelli46picchio1960franco_cottafavigiulio.pelonichristian704bagninosalinarobarbaracostantinoannalisaguanoludo_dancealetremamanu.rossanacassetta2lelaelelapoeticjusticepetruzzimichela
 

Ultimi commenti

 
Ciao amante, finalmente sono uscita da questa...
Inviato da: sadness83
il 10/09/2012 alle 12:26
 
grazie per quello che dici queen...si riprender˛ a...
Inviato da: sadness83
il 10/09/2012 alle 12:24
 
Ho scoperto questo blog solo ora. E' un vero peccato....
Inviato da: Queen zit
il 11/03/2012 alle 23:32
 
mai come ora ... una bella visita .....brava condivido...
Inviato da: anonimo
il 15/01/2012 alle 18:13
 
Sai, ho letto per caso te e vedo me... Non per la reccita...
Inviato da: amante1
il 15/02/2011 alle 23:30
 
 
 
 

angoscia

 
 

 

 
 

 

 
« E SE....sogni spezzati »

L'ULTIMO CAPITOLO

Post n°164 pubblicato il 17 Settembre 2010 da sadness83

E' qui che si conclude tutto. Tutto aveva un'inizio ma mi sono sempre chiesta se e quando ci sarebbe stata una fine. La fine è qui, la fine è ora.

Tornerai indietro da tua moglie, me lo hai detto ieri sera. Tornerai li, in quella casa, li dove mi avevi giurato non saresti stato mai più.

E ancora mi sento la bambola con cui hai giocato per anni, della quale adesso ti sei stancato e non vuoi più.

Mi stai lasciando molto più sola e sconfitta delle altre volte.

Mi stai lasciando svuotata, disillusa dalla vita e dall'amore.

Tu mi hai usato perchè hai una vita così vuota e inutile che hai dovuto prendere in prestito la mia. Hai una non vita. Fatta del tempo che passa e ti invecchia, del tempo che vorresti che passasse sempre più veloce, ma tutto quello che passa, non torna mai più. E quel che perdi adesso, lo perdi per sempre.

Hai usato i miei sogni per vivere la tua favola. Perchè era tutto così fantastico per renderlo reale nella tua non vita. E adesso sono come un libro scritto a metà, che non puoi finire, ne' cancellare. Un libro dal quale strapperò ogni pagina e alla fine rimarranno pochi fogli in cui ricominciare a scrivere la mia vita. Una vita che non sarà più la stessa.

Hai ucciso i miei sogni.

Vorrei strapparti dal mio cuore, odiarti, cancellarti, ma non ci riesco.

E te ne torni in galera come uno che è stato sempre dentro, tanto da non credere più nella libertà. Come un'uccello chiuso in gabbia hai desiderato così tanto uscire che adesso che ci sei riuscito hai paura di volare, hai paura del cielo. E così te ne ritorni dentro, come chi si uccide quando sa che deve morire. Come un carcerato amerai la tua ora d'aria e te la farai bastare, ignaro del fatto che potevi avere tutto. Piano ti leverai anche la luce del sole, il gusto delle cose più semplici e riuscirai a non fartele mancare. Sei il custode della tua stessa prigione. E butterai per sempre via le chiavi.

Non vuoi più parlare adesso...

Non vuoi più me, il mio amore ti urta e sei insofferente al mio dolore.

Non hai pietà.

Tra qualche giorno sarà il mio compleanno.....e sarò sola.

Tutto si chiude, tutto finisce.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog