Creato da sadness83 il 23/02/2007
diario di un' amante

Area personale

 
 

Archivio messaggi

 
 
 << Luglio 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

Cerca in questo Blog

 
  Trova
 

FACEBOOK

 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 6
 

Ultime visite al Blog

 
costanzatorrelli46picchio1960franco_cottafavigiulio.pelonichristian704bagninosalinarobarbaracostantinoannalisaguanoludo_dancealetremamanu.rossanacassetta2lelaelelapoeticjusticepetruzzimichela
 

Ultimi commenti

 
Ciao amante, finalmente sono uscita da questa...
Inviato da: sadness83
il 10/09/2012 alle 12:26
 
grazie per quello che dici queen...si riprenderò a...
Inviato da: sadness83
il 10/09/2012 alle 12:24
 
Ho scoperto questo blog solo ora. E' un vero peccato....
Inviato da: Queen zit
il 11/03/2012 alle 23:32
 
mai come ora ... una bella visita .....brava condivido...
Inviato da: anonimo
il 15/01/2012 alle 18:13
 
Sai, ho letto per caso te e vedo me... Non per la reccita...
Inviato da: amante1
il 15/02/2011 alle 23:30
 
 
 
 

angoscia

 
 

 

 
 

 

 
« A come AmorePiangente e disperata »

16 agosto

Post n°157 pubblicato il 15 Luglio 2010 da sadness83

Oggi è stata una stupenda giornata. Un giorno che finendo si accatasta sopra gli altri mille giorni stupendi che come un caricatore Cd, metterò su ad uno ad uno quando non ci sarai, fino a che i ricordi non avranno colmato il mio triste e vuoto presente.

E' adesso che la malinconia si fa sentire. Attorno a me solo il rumore dei tasti che batto, il telefono a quest'ora non può squillare, perchè te sei con lei. A fingere che tutto vada avanti.

E poi torno a casa mia, una casa che non mi accoglie quando entro, è tutto freddo, scarno, il frigo vuoto come la mia anima, il letto freddo e ordinato come solo chi dorme da sola può averlo. Un letto reduce da tante notti di passioni, ormai quasi dimenticate.

Un letto su cui mi sveglio insonne in piena notte, la serranda a metà e le tende che ondeggiano nella corrente. Fuori la vita continua, a qualsiasi ora. A volte fingo di immaginare la tua ombra distesa accanto a me, e allora mi tranquillizzo e mi riaddormento.

Quando sarà il nostro momento, mi chiedo.

Mi hai promesso un mese, un solo mese a partire da oggi, e io avevo promesso di non dar peso alle tue promesse. E invece non ce la faccio.

Un mese. Devo tenere duro ancora un mese.

 

 

 

 

 

 

 
Commenta il Post:
* Tuo nome
Utente Libero? Effettua il Login
* Tua e-mail
La tua mail non verrà pubblicata
Tuo sito
Es. http://www.tuosito.it
 
* Testo
 
Sono consentiti i tag html: <a href="">, <b>, <i>, <p>, <br>
Il testo del messaggio non può superare i 30000 caratteri.
Ricorda che puoi inviare i commenti ai messaggi anche via SMS.
Invia al numero 3202023203 scrivendo prima del messaggio:
#numero_messaggio#nome_moblog

*campo obbligatorio

Copia qui: