Creato da santaguero il 19/10/2004

Viandando

il cammino si fa camminando

 

 

« El dia siguenteHasta siempre »

L'anno che verrà

Post n°207 pubblicato il 16 Ottobre 2007 da santaguero
 

Writer, vulcanico ed irrequieto viandante, ha inventato un gioco molto intrigante... volevo scrivere d'altro, ma al momento non è possibile, causa crisi di creatività e problemi per così dire meccanici ad un braccio. Ma visto che non volevo comunque mancare ecco che ho ripescato un vecchio post. Non me ne voglia Writer e tutti coloro che ebbero la sventura di leggerlo

santaguero

A Manchester  d' inverno piove o tira vento. E ancora oggi a distanza di quasi vent'anni non so decidermi su che cosa fosse meglio. Quel giorno stranamente dalle finestre della mensa universitaria filtrava un raggio di sole insistente e teporoso. Un uomo dell'apparente età di 40 anni si siede all'altro capo del tavolo e mi sorride.
Sei il boyfriend di M?
Si sono io, rispondo sorpreso
Ti ho visto in foto...
E tu allora devi essere Gassan...
Si era proprio Gassan, Palestinese in trasferta per un master in chirurgia orale. Anni 25, pelato, lineamenti arrotondati e occhi da furetto intelligente. Quel pomeriggio a casa mia bevve un'intera macchinetta napoletana di caffè tra un racconto e l'altro. Era  raggiante perchè aveva messo in comunicazione dopo sette anni suo padre che viveva in Arabia Saudita con suo zio in Palestina. Potenza della tecnologia british. Con una semplice telefonata in conferenza aveva chiamato prima suo padre e poi suo zio aggirando i divieti imposti dallo Stato Israeliano.
Diavolo di un Gassan che sul finire del mese riusciva a vivere prelevando sterline dalle sue tre carte bancarie coprendo a turno i tre conti scoperti. Diavolo di un Gassan quando a Napoli di fronte ad un femmeniello da favola gli chiese come mai tanta bellezza era stata mortificata da un errore cromosomico.
Ad Amsterdam scambiarono il suo "I am tourist" con "I am terrorist" e lo ficcarono in una stanza d'albergo dell'aereoporto con un criminale israeliano. Passarono la notte a guardarsi dalle rispettive testate del letto prima di salutarsi con affetto.
Sul monte Solaro i suoi occhi erano pieni di lacrime per la bellezza che aveva incontrato. Tese una mano ad una coppia di americani in difficoltà, ma gli venne sdegnosamente rispedita. 
Ora viviamo a Tel Aviv, risposero seccati i due ebrei americani 
Gassan non si scompose e con ironia sentenziò.
Voi avete due passaporti a testa, io nessuno, qualcuno deve averne rubato uno, mi potreste aiutare a recuperarlo?
Diavolo di un Gassan quando in lacrime, prima di partire, mi diede appuntamento a Gerusalemme nel giorno dell'indipendenza.
Sono quasi vent'anni che attendo di incontrarlo di nuovo. Sono quasi vent'anni che spero che da qualche parte sia ancora vivo agitando i ferri del mestiere con il sorriso di sempre. 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

Remember

Myanmar

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: santaguero
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 58
Prov: NA
 

TAG

 

                                                                                                      Bisogna                   

essere

duri

senza

perdere

la

tenerezza

 

I COMPAGNI DI COMODINO

Muriel Barbery, L'eleganza del riccio, Eizioni E/O

Gabriel Garcia Marquez, L'Amore ai tempi del colera, Mondadori

Lucia Annunziata, 1977, Einaudi

Ryszard Kapuscinski, L'altro, Feltrinelli

Khaled Hosseini, il Cacciatore di aquiloni, Piemme

Giovanni Moro, Anni Settanta, Einaudi

Bruno Arpaia, Per una sinistra reazionaria, Guanda

Alberto Filippi e Paolo Collo (a cura di), Guevariana, Einaudi

Juan Rulfo, Pedro Pàramo, Einaudi

Marco De Marco, L'altra metà della storia, Guida

Umberto Galimberti, L'ospite inquietante, Feltrinelli

 

LO SCASSINATORE DELLE PAROLE

E' difficile scrivere?                                                                    immagine

No niente affatto.

Tutto quello che occorre è un perfetto orecchio,  

un'intensità assoluta,

una devozione al proprio lavoro simile a quella di un prete per il suo Dio,

il fegato di uno scassinatore

e nessuna coscienza

tranne in quello che si scrive:

poi è fatta!

(Ernest Hemingway)

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

ULTIMI COMMENTI

Grazzie!
Inviato da: Légumes au jardin
il 02/08/2013 alle 17:01
 
Se passi di qua ... un saluto!
Inviato da: amoildeserto
il 07/09/2009 alle 10:56
 
ogni tanto ti fai vivo? buone feste e buona strada...
Inviato da: DONNADISTRADA
il 22/01/2009 alle 22:28
 
In effetti augurare buone feste è fortemente riduttivo:...
Inviato da: vi_di
il 10/01/2009 alle 23:31
 
auguri auguri
Inviato da: Anonimo
il 02/01/2009 alle 15:31
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

prolocozafferanaariel63msantiago.gamboacara.callademocrito_1975Margot982Cristina_Brasibellezza_dell_animailgenioeintiltninokenya1valealbertoconsorziopalermoelisabettateghilgigliola18erica.moroni
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom