Creato da miriam1mt il 28/11/2011

LA VITA COS'E'???

Una felicità che finora l'uomo non ha mai conosciuto: la felicità di un dio colmo di potenza e d'amore, di lacrime e di riso, una felicità che, come il sole alla sera, non si stanca di effondere doni della sua ricchezza inestinguibile e li sparge nel mare, e come il sole, soltanto allora si sente assolutamente ricca, quando anche il più povero pescatore rema con un remo d'oro! Questo sentimento divino si chiamerebbe, allora -umanità!

 

« Stalking/ Invia più di 7...Papa: basta sangue in Si... »

Sesso e potere invadono Venezia

Post n°3098 pubblicato il 08 Settembre 2012 da miriam1mt
 

Sabato, 8 settembre 2012 - 09:39:00

"E' un film di donne per le donne" lo afferma Brian De Palma che a Venezia porta "Passion" film fuori concorso che, nel corso della proiezione anteprima stampa, ha ricevuto un'accoglienza tiepida. Il thriller sexy vede contrapposte in un rapporto morboso Noomi Rapace e Rachel McAdams, donne in carriera a tutti i costi. In conferenza stampa, però, De Palma e Noomi Rapace, bellissima in tailleur pantalone bianco e l'autore della colonna sonora, Pino Donaggio sono stati salutati da un lungo applauso. "Sono due ottimi personaggi di donne - ha spiegato il regista di 'Vestito per uccidere' - sono stato fortunato perché Noomi e Rachel si conoscevano già e poi il bacio della morte che Noomi dà a Rachel, wow!". Il film di De Palma è un remake di "Crime d'amour" di Alain Corneau girato in tempi di record (39 giorni) in Germania. "Per quanto riguarda il film originale - ha aggiunto il regista - ho pensato che avrei potuto migliorare ancora la trama mantenendo segreta l'identità dell'assassina, inoltre ho potuto mettere il balletto de l'"Après-midi d'un faune" di Debussy e quindi la mia firma". Noomi Rapace ha raccontato la genesi del suo personaggio e il piacere di poter lavorare con Rachel McAdams. " Isabelle è una donna difficile da capire, è mentalmente è a pezzi, è come se avesse una rottura dentro di sé. Ha reazioni ritardate perché tiene tutto dentro di sé. Per prepararmi al ruolo ho lavorato con medico che si occupa di malattie mentali. Volevo lavorare con Rachel perché penso sia fantastica. Ho pensato fosse un sogno entrare in un rapporto tra due donne, non solo amiche, due donne che alzano sempre la posta del gioco, una spirale che gira sempre più in fretta e in profondità. E'un ruolo che è arrivato fino alla mia anima, ho fatto sogni folli con lato oscuro che è durato per giorni".

COMENCINI, UN GIORNO SPECIALE: L'ATTACCO ALL'ITALIA DEL BUNGA BUNGA - Periferia di Roma. Per Gina e Marco è un giorno importante. Lei, spinta, quasi costretta, vestita e truccata dalla madre, deve andare a incontrare l’onorevole Balestra, un politico influente che potrebbe aiutarla nel suo sogno di diventare attrice. Sia lei che – soprattutto – la madre sanno cosa potrebbe costare quell’aiuto. Lui è l’autista mandato a prenderla, che ha ottenuto quel lavoro grazie ai favori che in tanti anni di sacrificio sua madre ha fatto a un prete. Balestra però ha degli impegni improvvisi, e rinvia di ora in ora l’appuntamento. Tempo che i due ragazzi usano per annusarsi, studiarsi, conoscersi, parlarsi, forse anche innamorarsi. In un lungo giorno speciale durante il quale passano dalla periferia al centro della città, due mondi opposti, entrambi squallidi e affascinanti al tempo stesso. Quando Balestra chiama, Gina e Marco sono cambiati, vedremo quanto. “Un giorno speciale”, tratto dal romanzo “Il cielo con un dito” di Claudio Bigagli, come si capisce nasce dalle squallide cronache sul cosiddetto bunga-bunga, dalle ragazze che non capiscono, come dice la regista (che è anche animatrice del movimento “Se non ora quando”), che “quella che sembra una libertà di utilizzo del corpo femminile è in realtà una parodia della libertà”. Un film che punta il dito contro quel potere che di queste ragazze approfitta, “ed è una cosa – sottolinea Comencini - che non riguarda solo il Palazzo, ma anche la questione del potere maschile in generale. In qualsiasi ambito: cinema compreso”. Ai margini di questo potere, sempre in attesa di qualche chiamata, ci sono i giovani precari, senza lavoro e senza futuro, con sogni effimeri e ambizioni soffocate, con famiglie incapaci di aiutarli quando non proprio “complici” di quel potere, che però dimostrano anche di essere capaci di vivere e pensare diversamente, in modo più sano, finché la realtà non li schiaffeggia. Tema, dicevamo, importante, che non va lasciato solo alle cronache e che il cinema fa bene ad indagare, dice sempre la regista. Ma questo film, ben recitato dai due giovani protagonisti, vive quasi esclusivamente della forza dell’universo reale e urticante al quale rimanda, e di poco altro.

Spring Breakers 5

Guarda la gallery

Laetitia Casta venezia

Guarda la gallery

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/sassolinoxxccvv/trackback.php?msg=11562579

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
dionisiosparacio
dionisiosparacio il 13/10/12 alle 18:38 via WEB
Passo per darti il mio saluto e augurarti buon Sabato e serena Domenica.
 
dionisiosparacio
dionisiosparacio il 07/11/12 alle 21:32 via WEB
La speranza
Quando anche tutto sembrerà perduto e la navicella naufragare, spera; La speranza è un dono che sembra a volte morire, ma ecco che rivive, la speranza è pianta che spesso soffre di tempesta, ma poi riprende, baciata dal sole.

E’ la speranza, la radice di tutto che Dio sempre sosterà, la volontà che a noi non manchi mai!
Dionisio

 
dionisiosparacio
dionisiosparacio il 15/11/12 alle 20:14 via WEB
UN SALUTO AFFETTUOSO DIONISIO
 
dionisiosparacio
dionisiosparacio il 10/12/12 alle 20:44 via WEB
Torno e qui sono, per sperare che tutto vada bene un sincero saluto Dionisio
 
dionisiosparacio
dionisiosparacio il 16/12/12 alle 11:54 via WEB
Che la gioia dell’attesa inondi i cuori di tutti gli uomini affinché ognuno possa dare il proprio contributo per un mondo migliore
Buona Domenica Dionisio
 
dionisiosparacio
dionisiosparacio il 22/12/12 alle 20:50 via WEB
“Un pane più grande del sole; dorato, profumato la venuta del Bambin Gesù”
S'io facessi il fornaio, vorrei cuocere un pane così grande da sfamare tutta, tutta la gente che non ha da mangiare.

Un pane più grande del sole; dorato, profumato come le viole; un pane così verrebbero a mangiarlo dall'India e dal Chilì i poveri, i bambini, i vecchietti, gli uccellini.
Buon Natale Dionisio

 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
Citazioni nei Blog Amici: 83
 

Non abbandonate gli animali

 

NO STALKING

Anche  le  donne  possono  commettere

questo  reato  penale

con la  scusa di  essere  sincere

e  di  essere  veritiere

perseguitano  insultano

giudicano e condannano

denuncia  subito  alla  Polizia 

 

 

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

 

 

 

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: miriam1mt
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 59
Prov: EE
 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 

AREA PERSONALE

 

ULTIME VISITE AL BLOG

nik88nqnaufragodiuraganocekkodelucaalexascsSguardo_delle_stellegattoselavaticoeregnaudlubopostella821s.morettibluastroquercio1950danielott8bimbobravo0