FRAMMENTI DI ME

FRAMMENTI DI ME E DEL MIO MONDO

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

 

 

 

Pensieri e ricordi

Post n°74 pubblicato il 15 Maggio 2014 da angelino45

 

 

Questo scritto appartiene  ad una donna speciale, una donna che con tanta semplicità fa vibrare il suo  e il mio cuore...il mio scricciolo...

 

Il mare, immensa distesa d'acqua, la vedi, la guardi, la tocchi..e pensi.. Cosa pensi?  Fai sgusciare lo sguardo, cerchi qualcosa che non trovi, vedi solo l'orizzonte, quella linea che congiunge il mare con il cielo. Ti perdi, sogni... e pensi... Cosa pensi ? Ogni sguardo ha pensieri e desideri diversi che non osi pronunciare, li bibisgli alla tua mente, il fascino delle onde li copre. Lo sguardo si apre, ammiri e conti le increspature delle onde.. una, due , tre, ti perdi e pensi... Cosa Pensi ? Il venticello ti scompiglia i capelli bruciati dal sole di Maggio, allunghi la mano per sistemarli, ma sai che è una battaglia persa e pensi...Cosa pensi ? Quel lieve soffio ha disegnato striature ondulate sulla sabbia, rassomiglianti a impronte srticianti. Le noti e pensi. Ora il vento si alza e sospinge le onde verso la riva, meravigliose, grandi o piccole vengono a morire ai tuoi piedi. I tuoi occhi cadono sul bagnasciuga  catturati da piccoli bagliori, sono regali del mare. Guardi, ti inchini, tocchi e raccogli belle conchiglie; una, due, tre, perdi il conto.. e pensi. Riempi le tasche, le mani e le braccia fino a rattristarti perchè non ce ne stanno più e pensi... Cosa pensi? Vorresti avere con te secchiello e paletta per rivivere quella sensazione che provavi da bambina... e pensi. Il giorno giunge al termine, arriva il tramonto, stupendo nei suoi colori.Stupendamente il cielo si tinge di  tenue striature  rosa, pallide e delicate. Più in la,  dove il sole non vorrebbe andare a dormire, il bagliore è forte e rosso incandescente. Stupida e rapita   osservi e pensi...Cosa Pensi ? Per l'ultima volta, ti volti verso il mare, è calmo e tranquillo, vuole il suo riposo. La luna che lo  accompagna attende nella notte... e pensi....

 

 
 
 

LA FELICITA'...............

Post n°73 pubblicato il 02 Gennaio 2014 da angelino45

Nevica…. i fiocchi sono grandi, soffici, sembra quasi che qualcuno si sia messo sul tetto e a manciate butta giù piccoli pezzi di bambagia . Mentre guardo questo meraviglioso spettacolo che la natura mi regala, penso per un attimo che esiste ancora un candore e che si possono provare quelle emozioni che danno come un senso di felicità… Spontaneamente mi viene da pensare che mai si è troppo giovani o troppo vecchi per la conoscenza della felicità. A qualsiasi età è bello occuparsi del benessere del nostro animo. E crescendo imparare che la felicità non e’ quella delle grandi cose. Non e’ quella che si insegue a vent’anni, quando, come gladiatori si combatte il mondo per uscirne vittoriosi…la felicità non e’ quella che affannosamente si insegue credendo che l’amore sia tutto o niente,. ..non e’ quella delle emozioni forti che fanno il “botto” e che esplodono fuori con tuoni spettacolari…Nella vita ci sono anche sofferenze, delusioni e i sogni spesso che non si realizzano. Spesso ci convinciamo che la vita sia una partita un po’ truccata e che il nostro destino sia malinconicamente segnato. Perche succede tutto questo? Da cosa ci allontaniamo così tanto da non esser in grado di vedere le cose se non dietro uno schermo di rassegnata malinconia? Abbiamo la testa piena di pensieri e di domande.. e se vogliamo ritrovare la via giusta dobbiamo svuotare la nostra mente di tutte le cose che ci abbiamo infilato dentro e che ci impediscono di fare la cosa più semplice: vivere secondo natura come un fiore… Siccome la nostra vita va avanti come la impostiamo noi, la nostra felicità dipende da noi, e quindi ognuno ha il suo particolare tipo di felicità: non esiste “la felicità”, esiste la tua felicità, la mia felicità, la felicità di ciascuna singola persona che vive nel mondo . Se si riesce a capire ciò, impari che la felicità e’ fatta di cose piccole ma preziose. Impari che l’amore e’ fatto di sensazioni delicate, di piccole scintille allo stomaco, di presenze vicine anche se lontane e impari che il tempo si dilata e che quei 5 minuti sono preziosi e lunghi più di tante ore, che sentire una voce al telefono, ricevere un messaggio inaspettato, sono piccoli attimi felici, impari che per essere sereni, bisogna conoscere i confini delle nostre possibilita' e amarci come siamo. Impari ad avere, nel cassetto e nel cuore, sogni piccoli ma preziosi….. capisci quanto sia bella e grandiosa la semplicità…..e spero che seguiti ancora a nevicare…

 
 
 

IL MIO CUORE.....

Post n°72 pubblicato il 20 Dicembre 2013 da angelino45

 

 

                  IL MIO CUORE VA'....................................

 
 
 

L'AMORE A DISTANZA.................

Post n°71 pubblicato il 18 Ottobre 2013 da angelino45

 

Penso che l'amore a distanza è un tipo di amore molto bello. Si diceva una volta che la distanza rafforzava l'amore. Anche oggi è così, anche se si hanno molti più modi di sentirsi rispetto a 20-30 anni fa, quando l'unico modo per sentirsi con la propria amata erano le lettere o il telefono. Oggi esistono le mail, le chat,  ci si incontra con molta più facilità. Molti preferiscono non iniziare una storia del genere, perchè credono che l'amore abbia anche bisogno di costante contatto fisico.
Sono d'accordo in parte, perchè è vero, ci vuole un contatto fisico, che sia un bacio, un abbraccio, o camminare mano nella mano, ma un conto è farlo ogni giorno, e una cosa farlo ogni tanto, perchè desideri quel gesto, pensi a come reagirà lei/lui, se gli piacerà, ecc. Per me l'amore a distanza è un amore puro, perchè non si sta insieme solo per avere dei contatti fisici, ma si sta con una persona perchè la si ama con quell'amore puro che quando manca  in noi, crea un grande vuoto nella nostra vita, e gli amori a distanza sono anche tra i più longevi.

Amare una persona e'.. averla senza possederla.

 

Dare il meglio di se...
senza pensare di ricevere.

 

Voler stare spesso con lei...
ma senza essere mossi dal bisogno
di alleviare la propria solitudine.

 

temere di perderla
ma senza essere gelosi.


Aver bisogno di lei...
ma senza dipendere.

Essere legati a lei...
pur essendo liberi.


Essere uno con lei...
pur essendo se stessi.

Ma per riuscire in tutto ciò

la cosa più importante da fare è...
accettarla così com'è

senza pretendere che sia come si vorrebbe.

 

 

 

 

 

 
 
 

gli ultimi fili..............

Post n°70 pubblicato il 12 Settembre 2013 da angelino45

 

strappare gli ultimi fili che tengono legati ad una persona è veramente molto difficile. Si può stare fisicamente lontani da lei, ma sentirla comunque con noi stessi, talvolta anche con un’intensità maggiore di quando era con noi e la frequentavamo. Difficile strappare questi ultimi fili, sembra che si siano insinuati dentro di noi come radici di un albero secolare nel terreno. Ma in un terreno arido anche un albero secolare prima o poi muore. La pianta dell’amore ha bisogno di essere innaffiata costantemente perché possa vivere e regalarci foglie verdi e fresche, ma finché continuerai ad annaffiare il tuo terreno con i ricordi e con le speranze, nella tua mente la pianta non morirà.
Il fatto che tu rimanga attanagliato alla convinzione che lei ti ami ancora può essere pericoloso per te, se non ci sono elementi oggettivi che confermino la possibilità che le tue supposizioni siano esatte. Non rassegnarsi all’idea che un amore finito può portare anche ad annientare se stessi, convogliando ogni propria energia nel ricordo di ciò che è stato e nella ricerca costante di conferme che l’amore perduto in realtà non è perduto affatto. La sregolazione emotiva che deriva dal lutto della perdita può portare infatti a mal interpretare certi gesti dell’altra persona (una foto appesa in camera) o certe sue parole (vi amo tutti e due). Il consiglio è quello di volere bene a te stesso e non lasciarti travolgere dal dolore, non lasciare che il vuoto che si è creato dentro di te risucchi al suo interno tutto il resto di te. Tu esisti al di là ti tutto ciò che ti circonda. Tu sei te stesso per differenza da ciò che non sei, sei tutto ciò che non ti manca. Riempi il tuo vuoto con qualcosa che parta da te e vedrai che la pianta dell’amore che nutri per te stesso rifiorirà nuovamente.

 
 
 

meglio soli che male accompagnati...

Post n°69 pubblicato il 27 Agosto 2013 da angelino45

 

 

 Si dice “Meglio soli che male accompagnati” questa è una delle mie convinzioni
... ma allora, mi chiedo, che cosa spinge delle persone a stare insieme a qualcuno che le fa solo soffrire, che le umilia senza rispetto e le tradisce? Penso che la differenza è nel lato comportamentale, mentre gli uomini che hanno subito traumi i tendono a diventare a loro volta violenti , le donne tendono a riprodurre su se stesse tale violenza, e quindi, tendono a subire più che ad infliggere.

Le persone con scarsa autostima sono le principali prede di questo tipo di dipendenza, poichè idealizzano l'amore e vi proiettano tutto, soprattutto la soluzione ai loro problemi; persone che inconsciamente chiedono al partner di “salvarle”, di dare un significato alla loro esistenza e di farle sentire bene con se stesse.  Tutte donne che addebitano la loro sofferenza alla cattiva sorte non si rendono conto che il vero male è la dipendenza affettiva, chi soffre di questo, tende a innamorarsi subito e a bruciare le tappe.
Sono donne disposte a tutto pur di essere amate, convinte di “meritarsi” un simile trattamento, incapaci di reagire e provare rabbia; chi ama troppo ha una cattiva immagine di sè, col tempo impara a trascurare i propri interessi, le proprie amicizie per canalizzare tutto intorno al proprio compagno. Conosco dei casi in cui delle persone hanno Iniziato una nuova relazione, finendo a letto giurando amore eterno ad uno sconosciuto, senza nemmeno sapere se in fondo gli era simpatico... Certamente l'amore può essere un sogno ad occhi aperti, in cui camminiamo a mezzo metro da terra e tutto sembra meraviglioso. Ma può anche trasformarsi in un incubo morboso, causando molte sofferenze a tutte e due i partner..io ne so qualcosa... Amare troppo significa, in sostanza, essere ossessionate da un uomo e chiamare questa ossessione amore, permettendole di condizionare le proprie emozioni e gran parte del loro comportamento... Significa misurare il grado del proprio amore dalla profondità del proprio tormento, costruendo una realtà ben lontana dall'ideale della coppia sana, fonte di gioia 

 

 
 
 

TRADIMENTO...............

Post n°66 pubblicato il 24 Luglio 2013 da angelino45

 

 

Una volta considerato che se una persona tradisce, vuol dire che non aveva tutto ciò di cui aveva bisogno    e quindi  non amava così tanto da resistere a una delle tante tentazioni … una volta  venuto a conoscenza  delle menzogne dette, l’inganno subito  per diversi mesi, la delusione avuta nel sapere  che l’altro  individuo ha usato due persone prendendone quello che gli conveniva, si può  perdonare?  Si dice  errare è umano, certo, ma non ci sono scuse come i soliti "momenti di debolezza" ecc.,  perchè abbiamo un cervello e prima di agire possiamo riflettere,no?  Io la penso cosi.  Se una persona è innamorata può tradire? e la risposta è NO.. Quindi, la domanda viene  da sé...come si fa a continuare una relazione con qualcuno che non ci ama  totalmente ? Ci  sono persone che addirittura perdono la loro dignità per amore e quindi subiscono, sopportano, perdonano, senza aprire bocca perché non vivono con  l’anima ma con il corpo.   E’ vero , non si perdona con l'orgoglio ma con il cuore,però  se un affronto è inaccettabile certamente forziamo l'orgoglio, perchè prenda il sopravvento sul cuore.

 
 
 

PRENDI L'AMORE..........

Post n°65 pubblicato il 28 Giugno 2013 da angelino45

 

Prendi al volo l’attimo che ti viene offerto e non ti domandare mai quello che potrebbe essere stato o quello che avresti voluto. Prendi ciò che ti viene donato, impara ad amare ogni frazione di tempo che ti viene data, ama tutto ciò che lei può darti e non chiedergli altro, in quel momento lei non può dartelo. Comprendendo tutto ciò ti renderai conto di quanto tutto può essere bello se accettato per quello che è. L’amore è un infinito rincorrersi, è un’altalena che vola in alto, è un soffrire, è uno scoprirsi piccoli e indifesi, è riconoscere i propri limiti, è accettare i limiti dell’altro. L’amore è un vortice che ci solleva dalla banalità quotidiana facendoci scoprire l’immenso potere che è in tutti noi, un potere nascosto, un potere inesauribile... è il potere dell’amore. Lasciati andare nella visione del volto di chi ami, non distorcerla, lasciati abbracciare dal calore che sprigiona questa forza, lasciati prendere dall’euforia di un sogno che pensavi potesse essere irraggiungibile e che, invece, è lì, a due passi da te. Mai porre limiti, barriere, recinti. In amore tutto è permesso, tutto è lecito l’unico limite è il rispetto più assoluto verso l’altra persona. Lascia al tuo corpo la possibilità di esprimersi ma bada bene che sia in sintonia con i tuoi desideri più veri. E se ami al di là di ogni regola, se ami ogni istante che lei rappresenta non aver paura mai di piangere, di soffrire, di morire, perché quest’amore durerà per sempre. Se ne senti il bisogno sfoga la tua rabbia, se ne senti il bisogno costruisciti un castello dove nasconderti quando ti senti terribilmente solo, trasformati in un camaleonte e osserva il mondo, il suo mondo ma mai devi desistere dall’amare. Scruta te stesso nei meandri più nascosti e scopri ogni segreto che è in te, capisci cosa vuoi realmente e se il desiderio di lei non passa non avere più dubbi, la ami immensamente. Non credere mai che una decisione presa sia irreversibile, la vita nasconde tante sorprese e ciò che trovavi vero, unico importantissimo fino a ieri non è detto che lo debba essere pure oggi. L’amore è l’unica forza che può sconvolgere ogni cosa. Non vi sono giuramenti, promesse fatte prima che non si piegano alla volontà dell’amore. Certo, mi rendo conto che all’inizio può sembrarti assurdo e scacci da te quest’idea come se fosse una cosa sporca, come se ciò potesse farti finire nel fango più torrido, ma capirai presto, se sarai sincero con te stesso, che l’amore è la forma più alta d’espressione che ogni uomo ha e, quindi, puoi fidarti di ciò che provi e lasciati prendere completamente senza nulla togliere ai tuoi principi. Se anche tu cerchi l’amore, se anche tu credi che sia l’unica espressione che possiede ogni essere per dimostrare che vive non porti inutili barriere di fronte a te, prendilo per quello che è, e non cercare, ostinatamente, quello che non può darti. Non chiedergli ciò che vorresti domani, non desiderare ciò che non hai avuto ieri, non saltare avanti e indietro lasciandoti sfuggire il destino che hai davanti. Assapora il gusto del momento che vivi in quest’attimo irripetibile, ora già potresti rimpiangerlo! Non sconfinare in inutili ideologie di un passato che senti non appartenerti più. Non volere a tutti i costi mantenere in vita un castello basato su fragili fondamenti, non attaccarti a ieri, non sognare il domani, inginocchiati dinanzi la volontà del sentimento più bello. Perché accontentarsi di una briciola di pane se si può avere l’intera pagnotta? Perché non voler vivere se ci è stata donata la vita? Ecco, rinunciare all’amore vuol dire questo, vuol dire prendersi beffa della nostra stessa vita. Se ami non devi aver paura a riconoscerlo, guarda il tuo cuore, osserva il tuo mondo a testa alta, fiero di dire: “ si, ora amo!” E’ solo, semplice amore ciò che tutti vorremmo donare ma spesso, troppo spesso non viene compreso, viene frainteso, oltraggiato, deriso, schernito... vietato! Esisti per la tua visione e non farti portare nell’aridità di un mondo che non ti appartiene. Dall’infinito di questo amore lasciati trasportare nei sogni più veri che hai, lasciati andare all’emozione del momento, fai uscire il bimbo che è in te, ridona la spontaneità al tuo essere... vivi fino in fondo questo dono meraviglioso.

 
 
 

SFOGHI E NOSTALGIA..........

Post n°64 pubblicato il 07 Giugno 2013 da angelino45

Corro indietro nel tempo, per riuscire a fermare questa sua corsa in avanti senza lasciare tregua, senza dare spazio al pensiero. Ma inesorabilmente cerco di fermarlo.
Nei miei ricordi torno indietro nel tempo; mi ritrovo bambino al tempo delle scuole elementari. Periodo pieno di spensieratezze. Pensandoci ora ricordo che in me già esisteva la lotta contro l'ipocrisia e l'egoismo. Beh... questo mio essere non mi ha mai abbandonato. Sono rimasto tale e quale e come allora combatto tutta la falsità ipocrita ed egoista. Combatto ciò che determina l'nfelicità dei più deboli.
A volte questa lotta è estenuante, ma sono sempre in prima linea. Tra tutti i miei ricordi, a volte vorrei realmente tornare indietro. Già perché col senno di poi avrei fatto evolvere certe cose in modo differente. Non mi sarei fatto trascinare da questa corsa che ogni giorno ruba minuti preziosi al nostro tempo. Mi soffermerei in quelle piccolezze che ritengo determinanti in molti frangenti di questa nostra frenetica vita. Una parola, un sorriso una carezza, donati con più sensibilità. Dire:"Ti Amo" ... "Ti Voglio Bene" in maniera più profonda e sentita, sicuramente ora mi avrebbe reso una persona ancor più sensibile di ciò che sono e che sento di essere. Non me ne faccio una colpa e non ne faccio colpa a niente e nessuno. E' stato, e ora è un altro momento. Ora è il presente.
In questo presente devo farmi la forza di soffermarmi maggiormente nelle piccole cose della vita. In quelle cose che sono determinanti per chi ha a che fare con tanta gente, per chi ha a che fare con esseri umani, con la loro sensibilità o ipocrisia.
La mia vita fatta di ricordi è il mio bagaglio, il sacco che mi porto sulle spalle, con tutta la sua pesantezza e fragilità, con ciò che mi ha reso uomo, che mi ha fatto crescere e che ancora mi insegna cose nuove, altri piccoli ma significativi passi avanti in questo cammino che affronto con lo stesso fervore, con la stessa rabbia e con un sorriso non falso, ma vero come veri sono il cielo e il mare. Ora ho solo bisogno di credere che tutto questo tormento che ho nell'anima passerà…. Ho bisogno di sognare, di fare un lungo sogno, un grande sogno, in cui ogni cosa sembra tornare al proprio posto, in cui ogni favola si realizzi, in cui le persone ti amano per come sei e ti adorano per tutto quell'amore, quella voglia di lottare che hai nel cuore ma che purtroppo a volte non viene riconosciuta...E' buffo! Penso e la mia mano continua a scrivere...forse perchè ho una gran voglia di urlare, di farla finita con i sorrisi falsi, di smetterla di credere che tutto vada per il verso giusto.In realtà non è cosi, e purtroppo non posso farci niente..Forse un giorno riuscirò a capire che è vero che dopo una tempesta torni sempre il sereno...
 Le persone che ora non ci sono più sono nel mio cuore, I ricordi del mio cammino passato rimarranno con me, con tutta la loro esperienza, per costruire un futuro, all'insegna della sconfitta dell'ipocrisia di chi sorride con falsità!

 

 
 
 

COME VOLEVASI DIMOSTRARE....

Post n°60 pubblicato il 13 Maggio 2013 da angelino45

...le tentazioni sono piu' forti dei sentimenti che si credono di provare...si dicono tante cose...retorica puramente di facciata... amore qui amore la'... e poi zac... !  bisognerebbe distinguere tra amore e attrazione, tra amore e sesso, ma non è da tutti per educazione, per valori tramandati per abitudini,avere  un'intelligenza emotiva... un saper distinguere che queste cose che ho elencato non sempre vanno a braccetto. Anche io ho sviluppato un forte senso della gelosia che tengo comunque abbastanza celato ... ci sono anche persone a cui fa piacere sentire le persone gelose e magari si arrabbiano se non lo fai.. ma alla fine essere gelosi è come un invadere le personalita' altrui, di mettere in dubbio cose piu' importanti come onesta' e fiducia e se non ci sono questi due valori...che senso ha stare insieme? purtroppo non è possibile per noi cresciuti piu' o meno tutti con valori prettamente cattolici scindere corpo e anima, per noi un tradimento equivale a un qualcosa di fisico mentre il dire avrei tradito ma non l'ho fatto perche' sto con te ... molte volte è presa come una cosa positiva. Eppure il corpo ha degli stimoli, il cuore altri, per cui anche tradendo non potremo mai provare le stesse emozioni,  lo stesso batticuore di quando la persona amata è vicina a noi. l'attrazione non è sempre amore e il tradimento non è sempre fisico. Forse è meglio un tradimento fisico ma vuoto cioè che ci avvicina ancora di piu' alla persona amata, che un tradimento mentale che ci allontana e ci separa dalla via che stiamo percorrendo... in ogni caso soltanto dalle tentazioni e dalle prove che la vita ci pone davanti riusciamo a capire cosa veramente vogliamo e a scegliere il meglio ... mai accontentarsi di un timido sole quando si puo' averne uno raggiante che scotta dentro per la vita...

 
 
 

LE LACRIME...

Post n°59 pubblicato il 02 Maggio 2013 da angelino45

 

A volte c'è un improvviso bisogno di piangere, perchè non ce la fai più, non resisti, è tutto troppo doloro e troppo pesante per un corpo solo, per un cuore solo, così alla fine, nonostante tutto il tuo impegno a trattenerle dentro, finisci per esplodere e stare male, male da morire. Forse è tutto lo stress accumulato, forse i problemi in famiglia, forse semplicemente il fatto che ogni tanto si ci sente soli, da morire. Forse perchè come dei banbini vediamo troppo in un niente. Alcune volte un motivo forse nemmeno c'è. Ma le lacrime...loro si che ci sono , ed escono tante, infinite. E’ impressionante quante lacrime possa sfornare il nostro corpo. Se le tieni dentro e non ti sfoghi, ti corrodono l'anima. Ma alla fine di ogni pianto c'è sempre quella sensazione abbastanza gradevole di libertà. Ti senti svuotato di un qualcosa che ti feriva sempre di più e ti viene da pensare che ora puoi ricominciare e lottare affinche’ un momento simile non capiti più e nel caso, trovare la forza di affrontarlo nuovamente con la testa alta e lo sguardo dritto avanti a te. Mi piace pensare che ogni lacrima racchiude parte del nostro dolore e mentre scivola sul volto bagnandolo, accarezzando l’anima porta via con se gran parte del nostro male…purtroppo però ritornano...sempre...sempre piu spesso... 

 
 
 

LE DISTANZE MENTALI...........

Post n°57 pubblicato il 12 Marzo 2013 da angelino45

 

 

 

certe volte sento delle distanze mentali nelle persone vicine...e sento vicine le persone fisicamente lontane... lungo i sentieri delle autostrade della nostra anima si annidano gli svincoli piu' misteriosi e tortuosi... gli istinti naturali ti portano lontano quando la razionalità ti ancora a terra e stai sicuro che qualsiasi cosa sceglierai ...bè non sarai contento appagato soddisfatto... la sete di provare tutto..di trovare una oasi che veramente ti completi ti assalirà... nelle decisioni nelle responsabilità spesso ti trovi nel più completo deserto...solo...sperduto...senza punti di riferimento...solo sabbia ad indicare il tuo cammino...i tuoi passi che scompaiono dopo che li hai percorsi...coperti da altra sabbia...il cervello si inceppa...mentre il sole ti entra dentro...calore intollerabile...e i dubbi ti assalgono..sopravviverò ...??? cosa è meglio per me??? Tuttavia non ci rendiamo conto dell'egoismo delle nostre scelte...di quanto pensiamo a noi stessi e alle nostre soddisfazioni me in testa...già perchè se devo mettermi in gioco...devo essere io a volerlo... anche se il gioco è duro non importa non mi tiro indietro... in un indole masochista... odio le indecisioni i dubbi le incertezze.. amo le valutazioni la diplomazia e le scelte nette e chiare e non amo chi mette la propria vita nelle mani di una persona... io la mia non la affiderei neanche a un Dio...ammesso che esista... gestisco io le cose e io ragiono… non dipende da nessuno cio' che faccio ma unicamente da me...e se riesco ad accorciare quelle distanze ...la nuova svolta è vicina...una vita  con mondi che ancora posso solo immaginare...

 

 
 
 

8 marzo

Post n°56 pubblicato il 06 Marzo 2013 da angelino45

 

 

Auguri a tutte le donne. Con la speranza che questo giorno sia sereno e sul vostro viso sia stampato un grande sorriso......ricordatevi che siete speciali e che niente vi impedirà mai di essere libere e di provare le vostre emozioni...

 
 
 

PAURA DI AMARE.....

Post n°55 pubblicato il 24 Febbraio 2013 da angelino45

 

Ci sono ben poche cose peggiori dell'orgoglio e più deleterie della paura.
La paura di amare, di lasciarsi amare, di soffrire!
Ci sono alcune cose che accadono così velocemente che nemmeno te ne rendi conto...
Ma a volte le cose che capitano tanto velocemente, ti prendono a tal punto da non farti capire più nulla...
Molte volte ci perdiamo nelle piccole cose, molte volte le cose belle che abbiamo tra le mani ci sembrano così tanto belle da sentirci quasi in dovere di trovarci un difetto a tutti i costi, per sentirsi più tranquilli, perchè la magia, le favole ci spaventano.
Troppe volte ci precludiamo la possibilità di vivere queste meraviglie,
solo per la paura di perderle, solo perchè tremiamo all'idea che ci possano
abbandonare, lasciare vuoti dopo averci riempito, dopo averci rapito e stregato.
Quante volte ognuno di noi, non ha avuto la forza di osare, solo per la paura di rimanere ferito?
La felicità è nelle nostre mani, a volte ad un passo da noi, a volte così vicina che fatichiamo perfino a vederla, la felicità ci si mostra continuamente, ci offre opportunità, ma dobbiamo avere il coraggio di prenderla, di andare oltre all'orgoglio, oltre la paura di soffrire, oltre... se non apriamo gli occhi, non potremo mai vedere.
Troppo spesso siamo noi la nostra "mancata fortuna" o sfortuna come la chiamano i più, perchè ci perdiamo nel nulla...  ma quando qualcuno ci tende la mano e cerca di tirarci fuori, ascoltiamoli,  come se fosssimo noi stessi a tendercela, senza paragonare quella mano a quella di qualcuno che in precedenza ci ha lasciato affondare nella nostra solitudine,nei nostri peggiori incubi, non commettiamo l'errore di credere che ci possano essere al mondo due persone uguali (nel male, come nel bene) è impossibile!
La perfezione non esiste,  esiste solo qualcosa (o qualcuno) che per noi più si avvicina a quello che siamo e vogliamo, quando troviamo quel qualcosa o quel qualcuno non lasciamolo andare!

 
 
 

GELOSIA IN WEB

Post n°51 pubblicato il 30 Gennaio 2013 da angelino45

 

 

 

 

ogni sentimento presente nella vita reale può essere presente anche qui... dunque anche la gelosia può esserci!  perchè no! si creano dei rapporti stretti che provocano anche queste situazioni. L’amore con la sua grande energia, per la forza che trasmette, riesce a penetrare nel cuore dell’uomo, a smuovere l’universo, a sensibilizzare gli animi ed è in grado perfino di nascere attraverso la fredda macchina del computer! Si tratta di un vero e proprio miracolo umano che la nostra razionalità fa fatica a comprendere. L’intenzione iniziale è quella di svagarsi, in maniera del tutto disinteressata finché … si rimane attratti da un nickname qualsiasi, lo si contatta per pura curiosità e inizia un’ intrigante conoscenza. Dove porterà? Molto dipende dalla predisposizione che i due utenti hanno ad aprirsi l’uno all’altro Quando il bisogno di creare legami d’affetto è reciproco anche una banale comunicazione può dar vita ad una vera e propria simpatia, spesso trasformandosi in qualcosa di più profondo. Le relazioni virtuali, anche se coperte da nick che spesso non rappresentano per nulla chi vi si cela, hanno una risonanza emotiva forte. L'immaginario è spesso più coinvolgente della realtà materiale e allora si sviluppano sentimenti a cui si danno nomi vari : amore, amicizia ed anche gelosia , cosi come ci si può sentire gratificati da un bacio virtuale o feriti da un'offesa pure virtuale.  E’ inevitabile provare dispiacere, fino a stare male,  quando si teme di perdere l’affetto, le attenzioni o il semplice godimento, per l’allontanamento di una persona, nick/avatar che, per certi aspetti, riteniamo “ nostro “, cosi come si può soffrire di gelosia nel vedere la frequentazione di altri nick in quello in cui hai riposto i tuoi sentimenti . Penso che  In questo mondo virtuale  la chiave per non soffrire di gelosia è NON paragonare quello che abbiamo  certamente, con quello che non sappiamo se hanno pure  gli altri.

 

 
 
 

LE PAROLE....

Post n°48 pubblicato il 17 Gennaio 2013 da angelino45

 

 

 

Ho finito da poco di leggere un libro che mi ha molto colpito ..."Che tu sia per me il coltello" Un libro di non facile lettura...complesso ...che a volte da' l'idea di essere un trattato filosofico..Piu' di qualche passaggio ,non lo nascondo, ho dovuto leggerlo due volte...Pero' un libro bellissimo,che e' arrivato al cuore.E mi ha fatto pensare...E' uno scambio epistolare tra due persone,un uomo e una donna ,che non si conoscono..Lui vede lei per caso mentre e' in compagnia di amici e decide di scriverle delle lettere.Questo libro mi ha fatto pensare all'importanza delle parole nella nostra vita.. Le parole sono il mezzo con cui noi comunichiamo,il mezzo che ci permette di farci conoscere...Ci sono parole capaci di farci sentire felici,parole che ci gratificano.Io per esempio adoro le parole sussurrate all'orecchio dalla persona che amo..quasi impercettibili eppure cosi' potenti....Ci sono parole capaci di ferire,soprattutto quando pensiamo di non meritarle...Ci sono persone che usano tante parole,altre che ne usano il minimo indispensabile,persone che hanno il dono della sintesi e persone che non ce l'hanno.A me piace pensare alle parole accompagnate dagli occhi...Io posso dire tante cose,i miei occhi diranno se mento o sono sincero...In questo mondo virtuale cio' non e' possibile...Io devo fidarmi delle parole che leggo...senza vedere chi le pronuncia...A me queste parole scritte fanno un po' paura anche perche'.......Alcune parole poi sono capaci di sconvolgerti la vita...Forse proprio perche' restano avvolte da un alone di mistero.Pero'.... le parole capaci di far male sono certamente quelle non dette...Quelle che caratterizzano l'indifferenza di chi resta in silenzio...Io posso scriverti un messaggio...tu non mi rispondi...Questo mi fa male.Perche' nella vita reale sarebbe come se io ti parlassi e tu guardandomi decidessi volutamente di voltarti dall'altra parte senza rispondermi.Nella vita reale ti manderei affanculo senza preoccuparmi...In questo mondo non ce la faccio.Cerco di giustificare.Sempre. Perche' ho massimo rispetto di te che sei dall'altra parte e soprattutto non posso vedere i tuoi occhi per capire... Pero' non e' cosi' semplice.Perche' le parole non dette feriscono.Serviamoci delle parole nel migliore dei modi.Evitiamo di ferire perchè poi potrebbe toccare a noi.E non e' per niente piacevole.

 
 
 

LA SENSIBILITA '....

Post n°47 pubblicato il 14 Gennaio 2013 da angelino45

 

 

 

 

Spesso lungo il cammino della mia vita ho rinvenuto nelle persone con cui ho avuto a che fare (per un motivo o per un altro, lavoro o vita privata...) una cosa che non tutti riescono a percepire e a comprendere e di conseguenza nemmeno a rapportarcisi....mi riferisco alla sensibilità, una cosa che non si compra e tantomeno si vende, è quel qualcosa che certe persone si portano dentro come fosse un'impronta, come se fosse un segno di riconoscimento o forse in taluni casi come fosse una cicatrice lasciata dal tempo....è qualcosa, la sensibilità, che non è detto che ci si nasca ma che invece compare all'improvviso quando inizi a capire che dalla vita ogni generosità non ti è dovuta, che ogni sorriso può essere una conquista o quando una ferita ti ha tagliato il cuore...forse la sensibilità la possiamo trovare all'angolo della strada, negli occhi di chi ha sofferto ma è diventato forte mantenendo un cuore dolce e per tanti è diventato come un marchio di fabbrica...Sicuramente per le persone sensibili non è affatto semplice adattarsi a questo mondo sempre più occupato da cinici calcolatori dove c'è chi riesce a programmare tutto...dalle giornate, al sesso, ai sentimenti....mentre invece queste persone vivono di precarietà e inquietudini, sogni e ideali....e per non morire dentro si affidano alle note di una canzone, ai versi di una poesia....Sono spiccatamente individualiste, fragili, spesso incapaci persino di chiedere aiuto, costrette a inventarsi delle armature per difendersi...e tutto questo lo so potrei dire con assoluta certezza perchè prima esisteva un roberto estremamente sensibile, che adesso è nascosto da qualche parte dentro di me ma e a volte torna a farsi vivo.....e allora quel sono diventerebbe un "siamo"..

 
 
 

ANNIENTARSI PER AMORE...

Post n°46 pubblicato il 07 Gennaio 2013 da angelino45

 

Annullarsi per essere gradito, calpestando se stessi e dimostrare di non avere carattere, spesso porta a sacrificare i propri ideali, a soffocare i propri sogni. Ci sono donne che si annullano per piacere ad un uomo, e viceversa, che assecondano in tutto,  pur di entrare nelle sue grazie, che si fanno piacere le stesse cose che piacciono a lui, che fanno finta di pensarla come lui, e di avere gli stessi gusti e interessi. Sono talmente prese che finiscono per mettersi in secondo piano e al centro del proprio mondo, con masochismo desiderano uomini che manco le vedono. Allora ecco che non importa più chi siamo e cosa facciamo, ma viviamo solo in funzione di chi in quel momento è il nostro centro di gravità, e non ci importa di quello che potremmo o non potremmo fare, sappiamo solo che se non c'è, ci si sente soli, perché è come se mancasse una parte di noi stessi. Al mondo ci sono persone che si sono consumate pian piano come delle candele a causa dell’amore per qualcuno. Soggetti validissimi, persone speciali che si perdono dietro a qualcuno che non le merita. Persone una spanna sopra le altre quanto a cultura, talento e capacità, che buttano ogni cosa per elemosinare un briciolo di amore. L'esperienza insegna che nelle relazioni in cui predomina la componente emotiva, l'irrazionale soverchia il lato razionale. Salvo poi ad un certo punto rendersi conto che quello che si sta facendo non è giusto, non è normale e quindi bisogna rinsavire.  Spesso ciechi e sordi davanti ai richiami della ragione, non vogliamo ascoltare nessun consiglio sensato. Sono convinto che per un sentimento o per una persona, si possa perdere completamente la testa....ma da qui, ad arrivare ad essere autolesionisti perdendo  la spina dorsale trasformandosi cosi in persone  senza dignità mi spaventa...ho come la sensazione che così  non si è MAI amato. Credo che l’interesse vero, passa per altre strade.

Annullarsi per amore fino ad accettare qualsiasi cosa, è sbagliato, ma che cosa porta un uomo o una donna a farlo? Stupidità, insicurezza o che altro?

 
 
 

TORNARE A VOLERSI BENE....

Post n°45 pubblicato il 02 Gennaio 2013 da angelino45

 

 

 

 

 

 

Quante volte abbiamo lasciato il cuore nelle storie che abbiamo vissuto? E’ come se lo avessimo perso per sempre e fatichiamo a ritrovarlo dentro di noi. Ma lui è lì in silenzio e tocca a noi farlo riprendere a battere come prima e più di prima, perché ha bisogno di vivere emozioni, di innamorarsi,  perché solo cosi vive dentro di noi. Invece abbiamo la sensazione di essere diventati insensibili, aridi, con una metafora potremmo pensare ad un deserto in cui l’oasi dove scorre l’acqua sembra irraggiungibile e siamo senza forze, perché delusi, sconfitti e il dolore, si quello fa male ed è una morsa che hai allo stomaco terribile. Quante volte incrociando sguardi ho visto tutto questo nelle persone senza che me lo raccontassero, uno smarrimento che sembra una lacrima senza tempo che scorre all’infinito senza sapere che quella lacrima diventerà un diamante da stringere fra le mani. I ricordi ci parlano, sentiamo ancora l’ombra di lui/lei su di noi, la notte diventa una pistola puntata ad una tempia e sembra che non finisca mai, piangi abbracciato ad un cuscino come un bambino e nessuno può capire il vuoto che hai dentro ma alla fine la cosa importante è rimanere sempre in piedi, perché non bisogna avere paura o vergogna di cadere, è umano, ma la forza di rialzarsi è quella che non deve mancarci mai e quando meno te lo aspetti dietro l’angolo c’e’ qualcuno che ti riscalderà l’anima. La vita è qualcosa di straordinario e le prove a cui ci sottopone sono tante e dal punto di vista sentimentale a volte ci taglia il cuore facendoci gridare dove sei! In quale abbraccio ti ritroverò? Non ha senso amare chi non si ha o non si può avere. Pensiamo di non riuscire a guarire da questa malattia. Si guarisce fidatevi, si esce fuori dal tunnel prima che ce né si possa rendere conto. Come? La risposta è dentro di noi basta solo cercarla, ma se amiamo noi stessi il percorso sarà più breve, non si tratta di avere autostima o cose del genere, ma solo volersi bene ma tanto bene e rispettarsi, ecco bisogna partire da questi due concetti e poi la strada si aprirà davanti a noi, il sole ritornerà a sorgere e i nostri occhi ritorneranno ad inumidirsi come prima e saremo nuovamente noi stessi....

 
 
 

BUON ANNO......

Post n°44 pubblicato il 29 Dicembre 2012 da angelino45

 

 

L’anno vecchio si fuma la sua ultima sigaretta, piano, assaporandone il gusto. Poi, con un’alzata di spalle, raccoglie in un sacco le sue poche cose. Qualche indumento leggero, una dozzina di vecchie foto, due o tre ricordi, una manciata di promesse non mantenute e delle piccole scatole con dentro i desideri non esauditi. E’ stanco e sporco. E’ stato molto occupato negli ultimi tempi, così tanto da non riuscire ad avere nemmeno un minuto per sé. E cosa ha ottenuto? Niente, solo saluti un po’ ipocriti e falsi sorrisi. Perché lui lo sa, era molto atteso, avevano riposto in lui aspettative, ma alla fine poche cose valide aveva lasciato. E scuote la testa rassegnato, il vecchio. Si siede e i suoi occhi diventano due fessure piccolissime, due puntini di luce tra le rughe pronunciate del volto. Lui lo sa cosa bisognerebbe dire in questi casi, ma non vuole farlo. Non può svelare il segreto a una moltitudine di persone che gli volta le spalle e guarda in avanti. Ci pensa un po’ e decide di tacere come gli anni passati hanno fatto, fronteggiando da sempre gli stessi problemi. Guarda un vecchio orologio da polso, a cui stanno per finire le batterie, e decide di mettersi in viaggio con piccoli, lenti passi. Non si volta mai, ma pensa che deve ancora fare una cosa: sussurrare due parole all’anno bambino, in quel giovane orecchio. Lo va a trovare, ancora in fasce. Così piccolo, caldo, morbido e con il fiato di latte. Gli si avvicina e quel piccolo fa una smorfia, percependo l’odore di tabacco e di chiuso che porta con se quello sconosciuto personaggio. Lo accarezza con mani callose e sussurra: “ Te ne andrai anche tu come me, pochi saluti, dopo essere stato accolto con mille luci. Tutti ti attendono, e ripongono in te molta fiducia, ma tu non sei diverso, incontrerai persone più o meno fortunate, alcune virtuose, altre meno, ma non porterai niente di nuovo, se loro non sapranno riconoscerlo e costruirselo da soli, con le proprie mani, il futuro. E’ questo, questo che ogni volta sfugge ai più… Si chiama possibilità, libero arbitrio, facoltà, decisione, occasione, anche caso, fortuna, alcuni parlano di destino…gli hanno dato molti nomi nella storia. Sono tutti ancora molto confusi lì sotto, mi sembrano api affaccendate e ronzanti, ammassate tra l’effimero e il profondo. E’ in quella confusione che ti devi inoltrare. Ti dovrei dire di aiutare i buoni e punire i cattivi, ma spesso non è così che funziona. Il resto, lo scoprirai da solo tra qualche giorno… Poi sorride e se ne va, un po’ lento nei movimenti. Il piccolo piange forte, il vagito di ogni nuovo nato, con le dita umide in bocca.    

 Vi auguro un anno che vi restituisca intatto qualche sogno.
Un anno dove ritornare a casa non dia senso di vuoto.
Un anno che regali qualche sorriso in più...
Un anno più ricco anche nelle tasche...Perché se i soldi non danno la felicità, la miseria certo non aiuta.
Vi auguro lenzuola che raccontino di voi, la passione.
Vi auguro il senso di appartenenza...
Vi auguro a ritornare a vedere, assaporare e gustare...
Vi auguro un anno di presa di coscienza e più coraggio.


Grazie per avermi seguito fin qui...Buon 2013, con chi amate se vi è possibile, se non amate o non siete più amati, vi auguro di crederci ancora...Mai nulla è tutto perduto, almeno in vita.

 

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: angelino45
Data di creazione: 03/10/2012
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIMI COMMENTI

Solo ora approdo a questo post, veramente bello e...
Inviato da: max.cc
il 02/08/2016 alle 14:01
 
Ma quanto è vero....
Inviato da: occhiverdiblu67
il 15/11/2014 alle 09:46
 
BUON INIZIO SETTIMANA ..
Inviato da: felisdgl0
il 03/11/2014 alle 09:21
 
ciao carissimo, come vedi il tempo fa le bizze e nevica...
Inviato da: tedeschina6
il 21/04/2014 alle 22:28
 
ciao carissimo,siamo a metà aprile e pensa un pò, oggi qui...
Inviato da: felisdgl0
il 16/04/2014 alle 17:03
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 

ULTIME VISITE AL BLOG

letizia_arcurimildreidverdacquagowestp070267dilenardomarcapolupezzacomunitamaangelino45nazza.martignvenezigentediscogliosolo_se_filosofaLiraMlauramita1977