buone notizie

commenti a caldo ...anche a freddo..

Creato da paperino61to il 15/11/2008

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 90
 

 

Jimmy Dale Maestro del Honky Tonks

Post n°2486 pubblicato il 20 Luglio 2019 da paperino61to

L’artista statunitense Jimmy Dale ha iniziato a suonare professionalmente, nei club in Oklahoma e Kansas, già dall’età di 16 anni. Jimmy è cresciuto ascoltando vari tipi di musica viaggiando spesso al fianco di suo padre, Melvin Richardson, contrabbassista in Oklahoma. Nelle radici della sua famiglia troviamo anche altri musicisti: suo nonno Hubert Pearce, cugino sia dell’iconico cantante di Honky Tonk “Webb Pierce”, sia dei famosissimi musicisti country “The Wilburn Brothers”, ha suonato negli Honky Tonks

 

         

 

 

 

         

 

 

 

 

          

 

 

 

 

          

 

 

 

 

     

 

 

 
 
 

Due avvenimenti torinesi

Post n°2485 pubblicato il 15 Luglio 2019 da paperino61to

Ci sono stati due avvenimenti, seppur differenti, che hanno colpito il fine settimana del sottoscritto. la prima dolorosa, è la chiusura di Radio Flash, emittente storica di Torino. Ha accompagnato la mia adolescenza con la sua musica, li ho sentito per la prima volta gli AC/DC. Radio che non solo trasmetteva Musica con la M maiuscola, ma partecipava attivamente ai concerti che si tenevano in città, due nomi su tutti: Bob Marley e Rolling Stones. Radio attiva anche sul piano politico, era vicina al PCI. Purtroppo negli ultimi anni avevano più uscite che entrate, ed hanno dovuto cedere le frequenze ad un altra emittente. 

Restano i bei ricordi e la musica, quelli non saranno mai cancellati dalla mia mente.

Altro avvenimento di tutt'altro genere, lo spostamento del Salone dell'auto in Lombardia. Premetto che non me ne frega nulla e che come tanti cittadini pensano che il luogo dove si svolgeva non era adatto,al Parco del Valentino ( negli scorsi anni numerosi cittadini avevano protestato per l'inquinamento delle auto che non venivano calate dall'alto negli stand, inoltre nel parco svolgevano i test drive). 

Inoltre sembrano in tanti compreso l'opposizione comunale che già un certo AD defunto di una nota azienda automobilistica aveva portato via da Torino il Salone, senza che costoro, cittadini compresi avessero urlato allo scandalo.

Non faccio il difensore della Sindaca Appendino, certo è che l'hanno pugnalata alle spalle, e non credo tanto i suoi quanto il socio di maggioranza del governo con partecipazione del PD e soci. Ovviamente la scusante dell'organizzatore dell'evento non sta ne in cielo ne in terra, sapeva da tempo che avrebbero traslocato. 

Inoltre aggiungo che un certo Geronimo Laa Russa, figlio di "Raglia e scalcia" ignazio, deputato di Frateli d'italia è stato uno dei fautori dello spostamento, e sappiamo bene quanto peso abbia il padre in certe cose. 

Quello che è certo è che la Lega di Torino non alza voce su quella del loro "Capitano",perchè non è un caso che la Lombardia si accapparri Olimpiadi( errori dell'Appendino ci sono stati ma non certo da farla andare da quelle parti) e ora il Salone. Il prossimo colpo qual'è sarà? Vedremo...certo è che il Governo di sponda M5S non aiuta a spada tratta la Sindaca, mia opinione personale sia chiaro,

 
 
 

Sette note scatenate

Post n°2484 pubblicato il 13 Luglio 2019 da paperino61to

Dr. Bontempi´s Snake Oil Company  è la band che vi presento stasera.

 

       

 

 

 

        

 

 

 

 

        

 

 

 

   

 
 
 

Querelo...sorbole...querelo

Post n°2483 pubblicato il 11 Luglio 2019 da paperino61to

Io Ministro che son io, io Querelo a chi non mi va! Poi se la verità si scopre, chi se frega, Ministro intoccabile son io.

Cercando comprensione da parte vostra, questa avrebbe dovuto essere una parodia di Io vagabondo. 

Avete notato come sono permalosi i nostri politici? Se si scopre qualcosa di scheletrico nel loro armadio, partono con la parola Querelo. 

Peccato che noi mortali non possiamo, essi sono schermati da quello scudo che gli Onesti e Puri promettevano di togliere, ovvero l'Immunità parlamentare. Tra il dire e il fare però c'era di mezzo la Diciotti, vero Gigino?.

Dicevo peccato non potere usare la loro parola preferita: Querelo. Perchè quando tu mi metti alla gogna su FB, e io ricevo insulti beceri, minacce, direi che non ci vuole molto a capire chi è il Colpevole della mia situazione e purtroppo a molte persone è toccata questa sorte, ree di avere contestato sulla pagina Fb del Barabba leghista.

Staremo a vedere come finirà l'ultima vicenda di quel partito è partito con lo sologan di Roma Ladrona, ma che in tutti questi anni ha capito che essere Ladri è meglio di essere Onesti, si fa meno fatica e si guadagna di più.

Tanto, diciamocelo sinceramente, anche se venisse provata la colpevolezza, per la maggior parte della gente, sarebbe un complotto filo comunista dei giudici, un Santo, Un Messia, un Divino non farebbe mai certe cose, come prendere tonnelate di gas in cambio di interferenze russe per vincere le elezioni...o no? :-)

 
 
 

Il Pifferaio Magico

Post n°2482 pubblicato il 08 Luglio 2019 da paperino61to

Il Pifferaio Magico continua la sua sinfonia di note stonate. Note false, scritte sul pentagramma dell'odio. Gli spettatori vogliono solo quella musica, nessun'altra. 

Inutile tentare di fargli capire, ragionare, che la melodia deve essere dolce, bella, lasciare che il cuore la faccia entrare per poi comparire sul volto il sorriso. 

Nulla di tutto questo, il cuore è indurito da quelle note stonate, ripetute fino all'inverosimile, note bugiarde, che sono sotto gli occhi di tutti noi, compreso i devoti del Pifferaio. 

Uno spettacolo che va in scena da anni, sempre con lo stesso titolo: "Prima gli italiani".

Onestamente qualcuno dovrebbe spiegarmelo cosa vuol dire questo titolo?.

Un immigrato che ha la cittadinanza viene considerato"Italiano", credo di no,visto che le note del Pifferaio non fanno distinguo, basta il colore della pelle, della religione, della lingua diversa dalla nostra per essere additato come un invasore, un barbaro assetato di sangue che calerà la sua spada contro l'inerme italiano.

Un melodramma messo in scena per lucro personale, dove il Pifferaio non va mai a confrontarsi con i suoi colleghi, il rischio sarebbe che in molti capirebbero che il suo piffero suona note false. 

E allora meglio continuare con la pantomina e con il Prima gli Italiani, tanto i devoti del Pifferaio non si domandano dov'erano questi signori quando dal 2008 in avanti raccontavano di un paese che non esistava più, di gente che si suicidava per la mancanza di lavoro o debiti, di terremotati dell'Aquila che si sono aggiunti a quelli di Amatrice, italiani su italiani allo sbando chiedendo aiuto. 

Ma il Pifferaio magico sa bene queste cose, ma meglio non ricordarlo al popolo bue e ottuso e allora andiamo in scena con il melodramma, con la pantomima di chi viene qui a spacciare, rubare, violentare...porta voti molti voti, ma l'italiano continuerà ad avere la pancia vuota, le tasche vuote e nessun diritto.

Viva viva il Pifferaio Magico, signori e signore...

 
 
 
Successivi »