buone notizie

commenti a caldo ...anche a freddo..

Creato da paperino61to il 15/11/2008

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Dicembre 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 90
 

 

Paletti

Post n°2419 pubblicato il 12 Dicembre 2018 da paperino61to

Stavo riflettendo sul mondo del lavoro e le sue richieste di manodopera, in un paese dove la percentuale di disoccupati giovanile è altissima, è veramente fantastica come i nostri governanti e imprenditori ( a qualsiasi livello) non abbiano voglia di CAPIRE che certi “Paletti” sono ridicoli e lesivi soprattutto.

Prendiamo il lavoro da Postino, quelli che fanno drin drin e urlano: Postaaaaaaa!! Oppure Raccomandataaaaa!!!

La maggior parte dei giovani che vediamo sono a tempo determinato, da tre mesi a un massimo di sei mesi. Per fare drin drin devono uscire dal liceo con il 7 come minimo, domanda spontanea: perché uno che esce con un sei non sa suonare il campanello?

Passiamo a quei ragazzi/ragazze che vediamo nei negozi o supermercati a confezionare i “pacchi regalo di Natale”? Non importa se sono ditte private o dello stesso negozio, quello che conta è il Curriculum.

Anche qui domanda spontanea: ma per fare dei pacchi regali ci vuole un curriculum, magari con 110 lode? Tra l’altro anche qui lavoro a tempo determinato, ovvero scadute le feste tutti a casa, con paga ridicola ( mia figlia anni addietro lo ha svolto) e nella speranza dei clienti a lasciare le mance.

“Cercasi personale con esperienza, servire ai tavoli”. Quante volte abbiamo letto questo tipo di cartello, magari con l’aggiunta ( per le ragazze):”Con bella presenza”.

Purtroppo le domande sorgono spontanee: se un ragazzo/a non ha mai lavorato come fa a fare esperienza? Mi sembra sensata come domanda o sbaglio? Servire ai tavoli non credo sia un’arte, idem a servire al bancone del bar. La presenza deve colpire, ed ecco allora che le ragazze devono essere delle Miss, con fisico perfetto, meglio ancora se indossano minigonne e magliette aderenti, fatevi un giro in alcuni pub o negozi e capirete di cosa parlo.

E via di questo passo, tanti paletti, dove poi arriva il tizio di turno ad esclamare con la consueta faccia da tolla: “Non si trovano giovani, e non capiamo il perché?”.

Ovviamente non parlo di figure specializzate, dove purtroppo il mondo del lavoro sta intraprendendo questa strada, l’industria 4.0 richiede sempre di più tecnici e soprattutto ingegneri della robotica( in Svezia ci sono fabbriche con pochissimo personale e molti robot per ogni tipo di lavoro).

In ogni caso noi non siamo la Svezia, quindi forse se si togliessero dei “Paletti” male non sarebbe.

 

 
 
 

Madamine permalose

Post n°2418 pubblicato il 10 Dicembre 2018 da paperino61to

Sapeste amici e amiche come sono permalose le " Madamine " del Tav. Uno le guarda in volto e nota una certa dolcezza che evapora immediatamente sentendo le loro dichiarazione dopo la manifestazione di sabato contro il Tav, contro lo spreco di denaro pubblico, contro la morte silenziosa e lenta di un noto stabilimento dell'auto ( stiamo entrando nel decimo anno di cassa integrazione intervallati da pochissimi attimi di lavoro continuativo e non per tutti i lavoratori).

Dovreste care Madamine essere grati a chi ha stampato magliette a voi dedicate, vi fanno pure pubblicità gratis. Hanno rilasciato ai mass media: " La gente è arrivata da tutta Italia, noi invece eravamo solo di Torino" denota la più totale Ignoranza e Stupidità che un essere umano possa avere.

Se voi care Madamine anzichè starvene nel salotto a bere del thè o sorseggiare caffè con biscotti, avreste fatto un giro con noi, vi sareste subito accorto che la maggior parte dei manifestanti arrivava dalla Valle di Susa e dalla nostra città. 

State serene comunque siete in buona compagnia in quando Idiozia, basta il nome e cognome ed è già una garanzia in tal senso: Sergio Chiamparino, ex sindaco e zerbino FCA.

Paragonare la piazza di Torino con quello di Roma denota tutta la sua mancanza di cervello e di volere capire e ammettere che ci sono persone ( tante) che non vogliono un treno che NON serve a nulla.

Chissà perchè le Madamine così tanto accorte al declino ( presunto) della città, non si pongono una semplice domanda: " Se le fabbriche chiudono o vengono delocalizzate, cosa ci mettiamo su quel treno?".

Ecco, forse se si risolve questo problema magari quel treno servirebbe a qualcosa. Altra domanda che NON hanno mai risposto è : " Perchè non si può usare la vecchia linea?".

In questo caso la risposta è semplice, sarebbero tagliati fuori i LOBBISTI e i loro amici.

In ogni caso care Madamine non prendetevela, se dovesse essere bloccata l'opera a voi cara, sono sicuro che i NoTav vi regalerebbero un bel trenino elettrico con tanto di vagoni, in modo che mettiate sopra le vostre tazze di caffè e con la fantasia viaggerete fino a Lione. 

Ps. i problemi reali non è il Tav, ma la messa in sicurezza di tutto il nostro territorio, ptenziare la linea ferroviaria sia regionale che no ( vedi Torino Ventimiglia), la sicurezza sulle scuole, le strade, ecc...

 
 
 

12 battute

Post n°2417 pubblicato il 08 Dicembre 2018 da paperino61to

Questa sera il rockcafè vi presenta delle leggende che hanno scritto le pagine dell'Hard rock, ma questa volta ve le propongo  nella loro  versione musicale  in 12 battute, ovvero la musica del diavolo: il blues.

 

           

 

 

 

           

 

 

 

 

          

 

 

 

        

 

 

 

     

 

 

 

 

 

       

 

 
 
 

Bacheca FCA

Post n°2416 pubblicato il 03 Dicembre 2018 da paperino61to

Illustriamo un attimo il famoso Investimento FCA, tanto strombazzato dai mass media e soprattutto Esultato dai sindacati Firmatari.

Sull’esultazione fatemi dire una cosa, essa si divide in due, la prima totalmente in Malafede, nel senso che sanno bene che questo piano di investimento comporta tante ombre e pochissime luci, ma basta che essi abbiano il loro tornaconto personale, ovvero le otto ore Quotidiane di passeggiate per lo stabilimento e tutto va benissimo non solo bene.  La seconda parte riguarda quella dell’Ignoranza ovvero la maggior dei colleghi.

5 Miliardi di investimento, la FCA….questo era il titolo a caratteri cubitali dei giornali, e dal Tg regionale e non solo, senza che pochi giornalisti si siano posti delle domande, domande che da semplice interessato mi pongo, al di là dell’appartenenza a un sindacato Inviso a FAC e agli altri Firmatari.

Se guardate gli investimenti della concorrenza, capirete subito che i 5 miliardi sono “briciole”, chiarito questo vediamo il piano modelli che mi interessa.

A Mirafiori Non arriva più il suv dell’Alfa, trasferito in un altro stabilimento (Pomigliano) ma arriverà la 500 elettrica.

Bene, la prima domanda che mi pongo dopo aver sentito la notizia è : Quando entrerà in produzione?

Risposta dell’azienda data ai sindacati senza esclusione: “ Dovrebbe essere nel 2020!” .

Sinceramente non mi sembra una risposta seria e sensata, il Dovrebbe, in una Multinazionale non esiste. Il Futuro Santo dal maglioncino blu, nel 2017 aveva dichiarato in televisione che il nuovo modello sarebbe partito verso ultimo semestre 2020 oppure primo semestre 2021.

Ed eravamo nel 2017, inoltre tenete conto che nei corsi (NON ) di formazione tenuti da alcuni mesi ( avendo finito gli ammortizzatori sociali a Mirafiori, e tenendo conto della scarsa vendita del Suv Levante, l’unico modo di non produrre vetture senza che gli operai stiano a casa non pagati è questo) hanno detto che solo di progettazione ci vorranno 18 mesi. Loro sono appena agli inizi.

Un modello solo Non impiega tutta la forza lavoro, per farvi capire meglio, la piena occupazione a Mirafiori si registrava prima dell’avvento del Santo, quando si avevano in produzione 6/7 modelli. Come minimo ci vorrebbe un altro modello.

Tra Mirafiori e Maserati di Grugliasco partiranno i restyling, peccato che alla Maserati siano già al terzo, ed in ogni caso, i suddetti restyling non venderebbero di più. Ma torniamo alla 500 elettrica, l’azienda ha già detto che la forza lavoro su questo modello sarà ridotta, quindi ipoteticamente su un numero di circa 800 addetti ne basterebbero la metà, perché il tipo di lavorazione è totalmente differente a cominciare dal motore.

Come vedete un problema inizia ad esserci e non è di poco conto.

Seconda mia domanda personale, come si fa ad esultare quando sai che la FCA chiederà cassa integrazione straordinaria in deroga per un anno ( e voci insistenti parlano  di ulteriori sei mesi)? Un sindacato serio dovrebbe preoccuparsi, visto che è dal 2008/09 che siamo in perenne integrazione con ulteriori contratti di solidarietà come alla Maserati.

Ma ahimè l’Ignoranza che vige tra i miei colleghi ve la riporto in questa frase: “Finchè pagano chi se frega, stiamo a casa, ci si riposa e se poi perdiamo qualcosa va bene lo stesso!”.

Premetto, che io sono ben contento di stare a casa, mi godo mio nipote, ma il punto da vedere è in prospettiva futura, quanto ci perdiamo sulla pensione, quanto perdiamo sui giorni di ferie, permessi e soldi in busta paga?. Basterebbero queste domande per non esultare ma incazzarsi per bene.

Altra dichiarazione dell’azienda è che sicuramente utilizzerà i licenziamenti collettivi su base volontaria e con incentivi, ovvero fuori dalle scatole prima del tempo, in sintesi accompagnamento alla pensione, con un tot di requisiti, senza è qui lo ha chiarito che Venga assunto personale in sostituzione di chi esce. Cosa vuol dire questo? Che Mirafiori lentamente la forza lavoro e produzione andrà a scemare, senza che la città di Torino e il paese se ne accorga. E io secondo voi dovrei esultare su questo piano investimento?

Terza domanda, ammesso e non concesso che la 500 venga prodotta ( io sono come San Tommaso ), sicuramente non è in vendita a prezzo abbordabile, questo lo capite anche voi, e sorge spontaneo a dire quanto ne venderà? Qui la FCA rispetto ad altre volta non ha dato cifre, si è fatta furba. Le colonnine per ricaricarle in questo paese di banane verranno costruite? Chiamparino, ex sindaco e zerbino ad Honerem di casa FCA ha dichiarato che in città verranno costruite 500 colonnine per la ricarica, detto da lui che ha solo in testa un certo treno fa ridere non solo sorridere.

Quindi ripeto le mie perplessità su questo piano, a partire dalla non piena occupazione, nel 2014 rientrano tutti al lavoro gridano i firmatari, poi nel 2018 si ripetono e ora strepitano per il 2020.

Ultima cosa, di solito il piano industriale dura cinque anni, questo parte dal 2019 e arriva fino al 2021…cosa c’è sotto? Vendita totale di FCA? Scorporo dei vari marchi? La certezza è che la Magneti Marelli è stata venduta e voci insistenti parlano anche della Comau. Chi lo sa, quello che è di certo è l’ulteriore cassa integrazione in arriva…e non finisce qui.

 
 
 

Lo swing dei Jazz Lag

Post n°2415 pubblicato il 01 Dicembre 2018 da paperino61to

Questa settimana è all'insegna dello swing italiano con i bravissimi Jazz Lag

 

         

 

 

 

          

 

 

 

           

 

 

 

 

           

 

 

 

 

       

 

 

 
 
 
Successivi »