buone notizie

commenti a caldo ...anche a freddo..

Creato da paperino61to il 15/11/2008

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 90
 

 

« Adriano CoverJamboree Senigallia 2019 (1) »

Casa editrice a sua Insaputa

Post n°2467 pubblicato il 06 Maggio 2019 da paperino61to

Dopo l’appartamento a sua Insaputa dell’allora ministro Scajola, ecco che arriva l’Editore a sua insaputa. Questa volta tocca al Ministro degli Interni. Il soggetto in questione viene intervistato da una giornalista, la quale a sua volta affida il resoconto a una casa editrice, la Altaforte Edizioni.

Questa casa editrice è diretta da Francesco Polacchi( Pregiudicato, condannato in via definitiva a un anno e 4 mesi nel 2010 per scontri avvenuti in Piazza Navona nel 2008, durante una manifestazione di protesta contro la Riforma Gelmini indetta dagli studenti, il Polacchi  faceva parte di Blocco studentesco di estrema destra che si opponeva in modo non certo democratico a chi contestava), inoltre è titolare del marchio Pivert, quello dell'ormai famoso giubbotto indossato dallo stesso Salvini allo stadio Olimpico di Roma durante la finale di Coppa Italia Juventus-Milan e finito, a sua volta, al centro di polemiche.

Questa casa editrice è vicina a CasaPound, il quale la maggioranza degli italiani( spero ) sappiamo cosa significa questa sigla. Il diretto interessato, ovvero il Ministro degli Interni ha detto che lui non sapeva nulla della casa editrice e che non conosce il Polacchi e che Casapound non sa cosa sia.

Strano visto che lo hanno visto e immortalato insieme a questi soggetti, e ancora più strano che alle domande di certi giornalisti ( vedi Scanzi del Fatto quotidiano) Non risponda mai in merito ai suoi amici di CasaPound, ne tantomeno ne prende le distanze.

Certo che un Ministro degli Interni che gli pubblicano un libro a sua Insaputa, non da molte garanzie in fatto di sicurezza o sbaglio? Purtroppo i tanti “Insaputi” la politica ne è piena, forse, dico forse sarebbe il caso di farne piazza pulita. Credo che basta già quello che fanno per aggiungere altra presa in giro.

Ps. Questa casa editrice è presente al Salone del Libro, onestamente e coerentemente se ero indeciso andarci per via del costo del biglietto e del fatto che agli stand non hai sconti sui libri, con questa Loro scelta mi hanno tolto dall’indecisione: NON ci vado !!

 

 

 

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog