buone notizie

commenti a caldo ...anche a freddo..

Creato da paperino61to il 15/11/2008

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 90
 

 

Per i devoti

Post n°2494 pubblicato il 23 Agosto 2019 da paperino61to

Questo mio post lo dedico ( sempre con affetto sia chiaro) ai devoti dei 40 Ladroni, pardon, di Mister 49 Milioni e soci( rubati ai cittadini compreso voi cari devoti).

Mai come in questi giorni sento parlare da parte del Barabba la seguente frase:"Gli italiani ci chiedono di andare alle urne". 

Una grossa ed epocale Balla, gli italiani, chiedono solo stabilità, lavoro, meno tasse e un futuro per i figli e nipoti, non "urne".

Eppure sta passando questo messaggio, un refrain continuo. Come di continuo( altra Balla epocale): "Noi non siamo attaccati alla poltrona, non siamo attacati allo stipendio, ecc...".

Infatti a insaputa del vostro portafoglio vi siete trovati i 49 milioni di finanziamento pubblico, lo so...lo so..a volte capitano queste cose.

Allora se Barabba e i 40 ladroni non sono così "attacati" a queste due cose, perchè NON hanno dato le dimissioni in toto?. 

So che per i devoti non è facile rispondere, avendo il cervello in fuga da anni, ma sono convinto che anche con l'unico neurone rimasto possiate darmi la risposta.

Ma ahimè trovare dei Ladroni coerenti al giorno d'oggi è difficile, ed ecco che sembrano tanti gatti che si arrampicano sugli specchi per scivolare lentamente e impietosamente nel letamaio verde.

Non so come andrà a finire, se ci saranno votazioni o un nuovo governo, quello che so di sicuro che fino a quando i politici saranno della stazza di questi odierni, siamo a posto, che venga veramente Noè a salvarci.

 

 
 
 

Discorsi, discorsi e discorsi

Post n°2493 pubblicato il 21 Agosto 2019 da paperino61to

Non so quanti di voi hanno sentito i discorsi dei Ruba stipendi alla Camera ieri pomeriggio, non lavorando ho potuto ascoltarne qualcuno. Devo essere onesto quello del Presidente del consiglio mi è piaciuto, come quella della Taverna dei M5S, parole semplici e dirette senza fronzoli. Premetto e molti di voi lo sanno io sono per falce e martello e stop.

A proposito di falce e martello, fossi stato un senatore avrei "menato" in diretta un ex picchiatore allora iscritto al Movimento Sorci Italiani, da anni alla corte del Pregiudicato di Arcore, perchè quando parla del Partito Comunista Italiano si deve solo pulire la bocca.

Per il resto tante parole, con il Ladrone leghista che pretende di andare al voto, come tutta la destra, ma senza, ed è questa l'assurdità, di NON avere presentato ufficialmente le dimissioni di Conte, ma chieste solo a parole. Domanda ai devoti del loro capitano, ma se volete le elezioni, perchè i vostri idoli non si sono dimessi in massa? Risposta: Per la POLTRONA, ovvero i soldini che arrivano a fine mese sul loro conto corrente.

Ha parlato pure il Pinocchio Toscano, quello parla sempre, e devo dire che alcune cose mi sono piaciute, per il resto è sempre lo stesso comico pessimo di prima.

Non so come finirà, quello che mi preoccupa è che ieri qualche giornalista ha nominato l'emerito ex presidente della Repubblica, e dato che sappiamo tutti chi NON ha voluto le elezioni dopo la caduta del Pregiudicato di Arcore, non vorrei che a tirare le fila ci fosse ancora una volta il Gran Mogol, ovvero Napolitano, anche perchè siamo sinceri quello attuale è il Presindente più Inutile della storia italiana.

Sarebbe bastato un suo veto sul Ladrone leghista e non saremmo a questo punto, oppure bastava anche prenderlo per le orecchie e fargli un certo discorso chiaro, diretto e semplice: "O tu smetti di fomentare odio e razzismo o io ti rendo la vita difficile...". Ma ahimè siamo in democrazia e credo non si possa fare, peccato però.

In ogni caso faccio gli auguri a tutti gli italiani compreso me stesso per come andrà a finire, tanto parliamo chiaro, per noi poveracci non c'è mai trippa per gatto, ma solo e sempre sacrifici, lacrime e tasse, sempre e  ancora tasse.

 

 
 
 

16 agosto, la debacle dei treni

Post n°2492 pubblicato il 19 Agosto 2019 da paperino61to

Il 16 agosto per treni italia è stata una debacle. Decine di treni Cancellati dalla tratta Geniva-Ventimiglia, in barba ai tanti pendolari e turisti. L'azienda (come tutte le aziende sia chiaro) scaricano la colpa sui lavoratori ( troppi permessi, troppe ferie ecc.).

La realtà è una sola, come la maggior parte delle tratte regionali, sono da potenziare e rifare, ma in Italia, paese di corrotti e ipocriti, è meglio spendere soldi per il TAV ( panacea che risolverà i problemi del paese) che prendere atto che noi siamo il Terzo mondo in fatto di transito su rotaie. 

 
 
 

Ricordi

Post n°2491 pubblicato il 15 Agosto 2019 da paperino61to

Ricordi. Il bello di parlare con gli anziani come mio padre è ricordare i bei tempi andati, certo i miei "ricordi " possono partire dai 7/8 anni per arrivare adesso, non prima per ovvi motivi.

Oggi si ricordava i cinema che vi erano in periferia e non solo alcuni di essi sono legati a film e persone con cui sono andato a vederli. Di alcuni i nomi delle sale sfuggono, ma la maggior parte ho ben presente dove si trovavano.

Uso quel verbo, perchè purtroppo molti di loro sono chiusi da anni, trasformati in negozi o chissà altro ancora. 

L'Alba, cinema all'inizio di via Borgaro( dove abitavo in zona Madonna di Campagna), vicino al commissariato di Polizia. Con mio padere eravamo un habituè, mi portava a vedere i film dell'orrore, quelli con C.Lee e P. Cushing. Gli adorava io molto meno, ma per fargli compagnia andavo pure io e sotto sotto andavo anche per sentirmi grande come lui.

L'Edera vicino a via Cardinal Massaia, il Lutrario con a fianco la sala da ballo. Non ricordo il nome del cinema in via Chiesa della Saluta, ricordo però bene che al sabato pomeriggio mi godevo i  film di Tarzan.

Via Luini con il cinema parrocchiale, con i nonni materni ha passare l'intero pomeriggio( trasmettevano due film).

Il cinema in via Garibaldi, dove ancora la via non era pedonale ma passava il tram. Li ricordo bene di aver tentato di vedere American Graffiti, tentato non perchè non fossimo riusciti ad entrare, ma perchè da bischero avevo dimenticato gli occhiali a casa, io ero convinto che erano nella custodia( a quei tempi mi vergognavo a farmi vedere con gli occhiali). 

In via Carlo Alberto, altro cinema, altro ricordo: il film concerto dei Led Zeppelin. Due ore di coda per poi ritrovarsi seduto per terra nella sala perchè era strapiena, ma davani a Page e soci questo passava in seconda classe.

Il Bernini in corso Tassoni, oggi c'è il liceo Cavour( sede), con mia madre che ogni volta che Elvis era su quello schermo ci portava ( per la gioia di mio padre) o dei film di Jerry Lewis.

Il Corso, a pochi passi dalla stazione di Porta Nuova, chiuso da decenni, la sera prima io e la futura sposa avevamo visto un film dell'orrore( uno degli ultimi che ho guardato) e poi nella notte un incendio divampato ha reso inagibile il cinema. Trasformato negli anni in una banca.

Lo Statuto, passato alla storia per una tragedia immane per la città di Torino, 43 morti perchè il proprietario aveva bloccato le uscite di sicurezza per non fare entrare i "furbetti". 

Il Dora, ci si prendeva il bus 72 e con i nonni materni scendevano nel sottopasso di corso Regina Margherita per poi salire le scale ( ora chiuse del tutto) per andare nella via del cinema. Con gli anni poi si era trasformato in un cinema a luci rosse e infine chuso del tutto da qualche anno.

Il Jolly, situato in via Verolengo quasi angolo Corso Potenza, vicino a dove vivevano i nonni, e dove per la prima volta ero uscito di sera a vedere Tommy degli Who( a quei tempi uscire alla sera era come fare tredici).

Un tempo che non ritornerà più, sono cambiati i gusti, le persone, le mode,  i proprietari di cinema hanno dovuto fare i conti con gli incassi e spese, ma per molti di noi quel periodo e quei cinema hanno rappresentato un epoca e dove rimangono solo i ricordi che non sono pochi e che vengono portati sempre nel cuore.

 
 
 

"Uno di voi"

Post n°2490 pubblicato il 10 Agosto 2019 da paperino61to

Sono Uno di voi” grida un certo politico. Ebbene vediamo se anche noi siamo “Uno di voi”.

Partiamo dallo stipendio, chi di noi non Guadagna circa 22MILA euro netti al mese, non all’anno sia chiaro come stipendio? ( comprensivi da diaria di permanenza oltre 15 giorni a Roma, rimborsi spese). Certo se si è sfigati ti accontenti del Reddito di cittadinanza, ma la maggior parte di noi questa cifra la guadagna o no?.

Ovviamente poi si aggiunge i 14.600 euro circa più rimborsi come Senatore della Repubblica e come Europarlamentare lo stipendio pur essendo stato un “Fantasmino era intorno ai 16MILA euro, la sua pensione pur odiando Bruxelles sarà di circa 3MILA euro al mese. Bisogna anche poi assommare quella da Senatore e da Ministro chiaramente.

Potrei osare a dire che la sua pensione è come quella di un lavoratore dopo 43 anni di lavoro in fabbrica e non solo.

Altro “Uno di voi”, i famosi privilegi. Chi di noi non ha i privilegi? Vogliamo andare a vedere la squadra del cuore in Groenlandia? Nessun problema, si prende il telefono e chiediamo venga approntato il “VOLO DI STATO”. Pensare un aereo solo per noi e i nostri famigliari, conoscenti, che figata vero?

Normalmente all’aeroporto ci si va con la propria auto, ma perché perdere un privilegio? E’ tutto compreso nel pacchetto dell’”Uno di voi” e allora si usa “L’AUTO BLU”, perché prendere la propria, consumando benzina, gomme, freni, frizione ecc..?, Nel nostro privilegio è anche compresa la “SCORTA”. Chi di noi non ha la propria scorta per andare a comprare, ballare, sedersi a una console in spiaggia o andare semplicemente dal giornalaio? Per scorta Non intendo quella della suocera o della moglie sia chiaro.

“Uno di voi” anche come padre. Si sa noi genitori cerchiamo sempre di esaudire i desideri dei nostri pargoli:

 “Papà, papà, vorrei fare un giro sulla moto d’acqua”.

“Nessun problema figliolo, vuoi che affittiamo quella della spiaggia o preferisci quella Gratis  della Polizia”?

“Si, si, papy….la seconda…che bello, faccio morire di invidia i miei amici, guarda sono già pronto per un selfie”.

Infine “Uno di voi” fa marachelle come noi, ne più ne meno, chi non ha mai “preso in prestito” (uso questo termine che fa fine e non impegna) dei soldi? “Quanto mi serve…direi che 49 MILIONI mi possano bastare, al massimo se mi beccano, ne restituisco una parte in 80 Anni e risparmio pure”.

Direi che è veramente proprio Uno di noi non trovate?

 
 
 
Successivi »