Creato da: meninasallospecchio il 28/04/2012
un concept blog (non so che voglia dire, ma mi sembra figo)

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

orchideapois0luci600suarez65sparusolavittoriormarinovincenzo1958cassetta2giamposacchiIlViolinistaSulTettomarabertowlalistadeidesideri79debby.1971MAGNETHIKANeVeRmInD89NefesAnima
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 44
 

 

 
« Galateo del bloggerIl puzzle »

A proposito della Bignardi

Post n°301 pubblicato il 04 Febbraio 2014 da meninasallospecchio

Ieri sono andata a fare un giro sulla pagina Facebook di Daria Bignardi. Non è neanche sua, nel senso che non è gestita da lei, è una specie di pagina dei fan. E' piena di insulti.

Antefatto: venerdì scorso la Bignardi invita al suo programma Le invasioni barbariche, su la 7, il deputato Cinque Stelle Di Battista. Gli fa un'intervista normalissima, con domande che tendono a metterlo in diffcoltà, come si fa sempre con i politici. Di Battista risponde in maniera efficace, facendo un'ottima figura. Da ultimo la Bignardi gli fa una domanda personale, chiedendogli se non si senta in imbarazzo per il fatto che suo padre dichiari ai giornali la sua mai rinnegata fede fascista. Di Battista risponde ancora appropriatamente e senza mostrare alcun segno di difficoltà.

L'ospite successivo è Corrado Augias, giornalista e conduttore di dichiarata appartenenza politica. Augias esprime un apprezzamento personale per Di Battista, ma ne critica duramente il metodo politico, le sue risposte all'intervista e il movimento 5S in generale, ravvisando similitudini con lo squadrismo fascista.

Che Augias sia oggetto delle contumelie dei grillini non mi stupisce. Ma il fatto che lo sia  anche la Bignardi lo trovo sorprendente, prima ancora che inqualificabile. Seguo la Bignardi da anni e lei ha sempre usato lo stesso metodo con tutti i suoi ospiti. Non ha fatto con Di Battista niente di diverso da quello che ha fatto con tutti gli altri politici in 10 anni di trasmissione. Non è mai stata tenera con nessuno. E' una specie di mistress e quando le persone sono intervistate da lei, non si capisce come e perché, ma vuotano il sacco, anche e soprattutto di cose personali. Poi se ne rammaricano: "Mi ha fatto dire, mi ha fatto fare...", ma de che? Alemanno mostrò la croce celtica che aveva al collo, salvo poi pentirsi di averlo fatto. Monti fece una figura del cazzo prendendo in braccio il cagnolino, salvo poi lamentarsi di essere stato vittima di un agguato. La settimana scorsa c'era ospite Renzi: non so se gli imbecilli che la insultano sulla sua bacheca hanno visto la trasmissione, ma l'intervista è stata decisamente ostile, francamente più ostile di quella a Di Battista. Ma Renzi non si è fatto mettere sotto. E neanche Di Battista. Le si contesta la domanda sul padre fascista, ma a me non sembra niente di che. Non si capisce perché vogliano essere più realisti del re, quando lo stesso Di Battista ha risposto senza battere ciglio.

Eppure la bacheca Facebook ridonda di offese che tirano in ballo il suo suocero "assassino". La Bignardi è sposata con Luca Sofri, anche lui giornalista e figlio di Adriano Sofri, condannato in tre gradi per l'omicidio Calabresi; senza prove, con la sola testimonianza dell'esecutore materiale. Per me Adriano Sofri è un mite intellettuale che ci regala punti di vista profondi e laterali, ma questa è la mia opinione: Sofri è stato condannato con sentenza definitiva, quindi ufficialmente è un assassino, che peraltro non si è sottratto al carcere, come hanno fatto tanti altri. Ma che c'entra la Bignardi? Lei faceva l'intervista. Se poi un giorno dovesse andare ospite in un talk show, magari qualcuno le chiederà se avere un suocero "assassino" le provoca qualche disagio, e lei sicuramente non avrà difficoltà a rispondere. La domanda a Di Battista ci stava, è un talk show di intrattenimento e lei ha sempre fatto domande personali, a tutti gli ospiti.

Mentana, suo collega alla 7, non ha speso una parola in suo favore. Mi chiedo se, visto quello che succede, la gente non cominci ad avere paura di esporsi, o forse fa più figo cavalcare l'onda e, come sta succedendo in questi giorni, annegare le offese nel solito mare magnum del "lo fanno tutti".

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog