Un blog creato da prolocoserdiana il 22/02/2010

SAL&ALLEGRABAND

Fra noi e voi

 
 
 
 
 
 

IL MIO MONDO, LA MIA REALTA'

Il mondo di Sal&Mary...Animali
compresi...

 
 
 
 
 
 
 

NON MI ABBANDONARE

IMMAGINE

 
 
 
 
 
 
 

AREA PERSONALE

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

LUI E' FATTO COSI'...PRENDERE O LASCIARE!!!

Post n°1108 pubblicato il 06 Dicembre 2018 da prolocoserdiana
 

IMMAGINE

Quando stamattina, intorno alle 11,30, dopo la Risonanza magnetica è stato ricondotto in camera e svegliato del tutto, le prime parole che ha pronunciato dopo essersi sollevato sul letto, sono state: - dove caxxo sono? -
A quanto mi ha riferito a pranzo mia moglie Sabrina, nonostante il pronto intervento dei due infermieri e dell'anestesista, si è stracciato la flebo dal braccio, ha tentato di scendere dal letto ed ha ribadito: - che caxxo ci faccio qui e chi mi ci ha portato?-
Fortunatamente la presenza di mia moglie e di Gaetano lo hanno rasserenato. Si è risdraiato sul letto ed ha chiesto spiegazioni. Non ricordava nulla di quanto accadutogli se non che se ne era andato a letto e si era addormentato più che sereneamente.
In tardo pomeriggio, quando con gli altri siamo andati a trovarlo era sereno e senza più flebo. Prof. Marongiu, primario del reparto, ci ha spiegato che il tutto potrebbe essere accaduto o per un forte stress o per un capriccio del polmone sinistro che alla Risonanza presenteva un leggerissima lacerazione.
Di fatto tutti i valori sono ottimali, non sono stati riscontrati danni ad organi vitali e non ed il tutto si dovrebbe definitivamente risolvere con una breve terapia per il mantenimento pressorio e dell'afflusso del sangue al cervello. Due compresse al  giorno e fra meno di 3-4 giorni verrà dimesso.
Dimenticavo...Guardando fuori dalla finestra e vedendo splendere il sole ha esclamato: - Se quando mi dimettono si rimette a piovere mi incaxxo come una belva e mi ricovero da solo -
Invertendo l'ordine dei fattori il risultato non cambia, quindi alla sarda posso concludere: mantenuto vuole uno così...capito mi avete?
Sebastian

immagine

 
 
 

ANCHE STAVOLTA E' ANDATA BENE

Post n°1107 pubblicato il 05 Dicembre 2018 da prolocoserdiana
 

IMMAGINE

Ciao a tutti-e, sono Sabrina e con immenso piacere posso comunicare che intorno alle 17,30 è stata sciolta la prognosi riservata dell'amico Sal che ora riposa serenamente. Due giorni in terapia intensiva per una iperventilazione che lo avrebbe potuto portare via per sempre. Tutto è accaduto intorno alle 03 del mattino, quando Sal ha dapprima avvertito dei forti dolori alla testa subito seguiti da un forte dolore al torace e da forti convulsioni. Subito trasportato all'ospedale Brotzu di Cagliari gli è stata riscontrata una improvvisa iperventilazione con un aumento massiccio dell'ossigeno nel sangue e una notevole riduzione dell'anidride carbonica. Intubato e trattato farmacologicamente è stato tenuto per circa 48 in coma farmacologico fino al ripristino completo della pressione, del battito cardiaco e  della piena funzionalità degli atri e ventricoli cardiaci. Sia io quanto Gaetano ci siamo costantemente dati il cambio anche perchè unici, come medici, a poter entrare in contatto diretto con lui. Ora è nella sua stanza,  riposa e domani mattina verrà sottoposto ad ulteriori accertamenti per verificare se il prolungato aumento di ossigeno nel sangue abbia provocato effetti collaterali.  A vederlo poche ore fa ci pare che tutti i valori si siano perfettamente ristabiliti. La controprova solo a domani mattina. Un ringraziamento a tutti voi per l'affetto dimostrato. Sabrina Serrau

immagine

Cortesemente chiedo di non porre ulteriori domande fino al momento in cui l'amico Sal non sarà in grado di parlare con la propria famiglia e con tutti noi. Grazie.

 

 
 
 

BLOG CHIUSO

Post n°1106 pubblicato il 04 Dicembre 2018 da prolocoserdiana
 

IMMAGINE

 
 
 

OMAGGIO A GABRIEL IMPAGLIONE

Post n°1105 pubblicato il 03 Dicembre 2018 da prolocoserdiana
 

IMMAGINE

Gabriel Impaglione è nato a Villa Sarmiento, Morón, Provincia di Buenos Aires, Argentina. (15 gennaio 1958). Poeta, giornalista e narratore. Sposato con Giovanna Mulas scrittrice.
Residente a Lanusei, Sardegna.
Impaglione è Direttore della rivista internazionale di poesia “Isla Negra”, socio fondatore e membro del Comitato Esecutivo del Movimento Mondiale della Poesia, co-fondatore del Festival Internazionale di Poesia “Parola nel mondo”.

IMMAGINE

Gabriel Impaglione e Giovanna Mulas

 

 

Ho lasciato per dopo qualche parola

Ho lasciato per dopo qualche parola
e soprattutto un lungo silenzio
che adesso solo mi brucia le mani
Desidero parlare e niente più dopo tacere
Zittire con tutta la bocca e con il corpo
Guardarmi le mani mute e perdere lo sguardo poi
su qualunque posto
dove non si trovino venditori offrendo discorsi
se non un spazio infinito che non abbia risposte
Desidero parlare dire sottolineare certe parole
perché non è vero che non si capisca l’impazienza
che parla in un’altra lingua che non fa volare pietre
dalle mani né sputa fuoco né si dispone
negli angoli propizi dell‘ora per dare il salto
decisivo
Non è vero che l’impazienza non si capisce
L’ascolto enumerare le ragioni dell’urlo
Evidenzia con la sua lampada i segnali della fame
Quei tagli di freddo nel tremore silente
Desidero parlare ripetere oltre ogni limite
certe parole parole certe luminose
come la parola rivoluzione Dirla assaporarla
come un vino alzarla al vento lanciarla
verso tutti i sensi perché non è vero che non si
capisce la parola rivoluzione
Lei nomina le cose con la semplicità di un bambino
Porta sulle sue dieci lettere la memoria dell’uomo
Desidero parlare puntare sul cuore del vuoto del secolo
la parola Libertà puntarla come uno stormo esatto
di passeri frecce di passeri spada
Raffica di canto collettivo con torcia e chitarra
Uno schizzo d’acqua pura sull’ infinito
Perché non è vero che non si capisce
Libertà
L’ascolto nel mercato e nella fabbrica
sulle piccole vie che non portano a nulla
nell’astio che stermina la gemma che ci manca
Desidero parlare prendere la parola occuparla
Imbandierare la parola
dire che è necessario abitarla
perché lei è una casa con il tavolo esteso
Perché per capire la rosa dobbiamo nominarla
Dirla ai camminatori e nelle assemblee
Scriverla sui muri e sull’aria tingere le marce
con il suo nome le camicie i pugni gli sguardi
i martelli che abbatteranno le fortezze dell’infamia
Desidero parlare armare la parola fucilare l’eufemismo
perché lei spiega il basta
ci spiega con il basta in bocca
Ho lasciato per dopo certe parole
e soprattutto un lungo silenzio
Un silenzio di stanchezze
Un silenzio di campo di battaglia travolto nel fumo dell’oblio
dove finirono ragioni e lamenti
Un silenzio d’andare in attesa della pioggia
Senza la colpa d’essere stato indifferente senza la crosta
ipocrita di chi passa senza guardare
senza gli occhi torbidi degl’inventori d’artifici
Un silenzio dove scorre un vento di papaveri
che convoca davanti ogni finestra
Un silenzio
dove la parola affili i suoi bordi per assaltare il giorno.
( Gabriel Impaglione )

immagine

Grande Gabriel...Onorati che abbia scelto la nosra meravigliosa isola.
Sal&allegraband

 
 
 

Scambio di ruoli: pochi suggerimenti per riaccendere lʼeros

Post n°1104 pubblicato il 03 Dicembre 2018 da prolocoserdiana
 

immagine

Riporto fedelmente ciò che leggo in un articolo...

La passione va rinnovata ogni giorno, perché a uccidere i rapporti molto spesso sono la noia e la scontatezza. Quindi, prima di cedere alla pigrizia della routine e della quotidianità, proviamo a ribaltare qualche granitica certezza nel nostro ménage a due. Per riaccendere l'eros bisogna provare a scoprirci sotto una luce nuova, che ci dia la possibilità di conoscerci meglio e di conoscere meglio anche il nostro partner. Pronti?
La curiosità non è solo femmina: gli esperti sostengono che le fantasie erotiche che prevedono uno scambio dei ruoli sono indice del desiderio di scoprire il corpo del partner e immedesimarsi nell'altro. Per chi  fatica a prendere decisioni, prendere in mano le redini della situazione può essere davvero straordinario: una serata all'insegna dei desideri e dei tempi dell'altro che potrebbe riservare quanlche bella sorpresa. Rompere i ruoli aiuta a ritrovare la complicità e a sentirsi liberi e felici. Molto gratificante e sicuramente un ottimo collante per una relazione in cui l'eros rimane protagonista.
Come nello sport: attività come l'arrampicata necessitano di allenamento, ma soprattutto di fiducia incondizionata nel partner, due elementi fondamentali anche nella coppia. Sapersi affidare all'altro e non avere paura di perdere il controllo è fondamentale per trovare un'armonia profonda. A letto meglio non erigere muri, ma sapersi esprimere senza condizionamenti per potersi conoscere nel profondo di una intimità che vuole essere sempre al top.
Tieni il tempo: Diverse indagini hanno da tempo evidenziato gli effetti benefici del ballo. Mai sperimentato il tango o il valzer? Oggi le scuole e i gruppi amatoriali dove sperimentare un corso sono davvero tantissimi: sfruttiamoli per accendere l'eros coinvolgendo la nostra dolce metà. Ballare allena il fisico, rassoda i tessuti e rafforza il legame di coppia, perché essere partner in pista significa capirsi al volo, muoversi in sincronia, allenarsi alla lettura dei segnali dell'altro. Migliorare l'intesa e condividere un hobby è quanto di meglio possiamo fare per svagarci e ritrovare il piacere di stare insieme, dentro e fuori le lenzuola.

immagine

Direi proprio che a questa semicazz..te ci ho sempre creduto poco o niente. Mettete semplicemente in moto il cervello e sono certo che non avrete problemi di nessun genere. Sereno inizio settimana, bye Sal

 
 
 
 
 
 
 
 
 

AMBRADISTELLE

IMMAGINE

Finalmente nuovamente fra noi...
Ciao Tina

 
 
 
 
 
 
 

FORMAGGI ARGIOLAS IL CUORE DELLA SARDEGNA



La strariccona è lei, la mia dolcissima Mary

Argiolas formaggi. Di :Maria Teresa e
Antonello Argiolas. Qualità, gusto, cuore
della Sardegna per palati raffinati. Li
trovate in tutte le Catene commerciali
italiane e straniere.

 
 
 
 
 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

saverio.anconamariarosaria.crvnina.monamourdamato.montecatinisoltanto_unsognodonpietro.giuseppelauraantonio2003neopensionatanagi51prolocoserdianamonellaccio19blaskina88francy71_12fedechiarachannelfy
 
 
 
 
 
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
 
 
 
 
 
 

CHI PUŅ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
 
 
 
 
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom