Un blog creato da jammbelle il 01/04/2007

soloanapoli

Napoli è tutto un mondo a parte

 
 
 
 
 
 

NAPULE È

 
 
 
 
 
 
 

TU SI NAPULE

 
 
 
 
 
 
 

UN FIORINO

 
 
 
 
 
 
 

LA LETTERA

 
 
 
 
 
 
 

AREA PERSONALE

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

FACEBOOK

 
 
 
 
 
 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 39
 
 
 
 
 
 
 

 

 
« Messaggio #97IO CONTRO LA CAMORRA ( e... »

a domanda.... risposta !

Post n°98 pubblicato il 17 Novembre 2008 da jammbelle

erano mesi che io me lo stavo chiedendo :

ma tutta quella munnezza , è vero che lo ha tolto dalle strade di napoli ma berlusconi ....addò l'ha mise????
e ieri sera , guardavo report e ha fatto un servizio su questo argomento.
praticamente dopo l'apertura dei due siti di stoccaggio , uno ad avellino e uno a benevento , la quantità accumulata a terra e quella di nuova fattura di munnezza napoletana ha trovato una nuova collocazione finale.
quindi per adesso : niente bruciatore e un inizio di differenziata che speriamo porterà buoni frutti. la promessa del cavaliere  NAPOLI PULITA IN 58 GIORNI è stata mantenuta!!!
solo c'è un piccolo particolare . l'ordinanza di apertura dei due siti di stoccaggio è stata firmata a marzo dall'allora primo ministro prodi.
ora premettendo che i politici in generale non mi ispirano tanta fiducia ( ma nessuno ) per me sarebbe più credibile cristiano  malgioglio che racconta la sua notte di sesso con pamela anderson....

 però stavolta è proprio il caso di dirlo:

berluscò staje facenn o gallo ncoppa a munnezz!!!!

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/soloanapoli/trackback.php?msg=5908025

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
nonsolonero
nonsolonero il 18/11/08 alle 07:08 via WEB
Secondo me, invece, un piccolo distinguo politico bisogna sempre farlo, soprattutto se uno degli "attori" politici in questione risulta essere il più grande mistificatore, mitomane, bugiardo, piazzista, imbroglione, approfittatore della recente storia repubblicana d'Italia. Anch'io credo che gli uomini siano fallibili e che, soprattutto in politica, sia facile imbattersi molto più spesso in chi approfitta della posizione che occupa anziché cercare di rendersi utile al popolo. Vi è però da considerare le ideologie, le tanto bistrattate ideologie, quelle che tutti ormai mettono da parte perché ritenute morte, sepolte, vecchie e strasuperate, mischiando così il bell e il brutto, il buono e il cattivo, il diavolo e l'acqua santa, 'a merda c''a ciucculata. Ed è proprio questo che non mi sta bene. Sono un uomo di sinistra da sempre e sono pronto - per una questione di onestà intellettuale - ad ammettere che i sostantivi e gli aggettivi elencati sopra, speculari fra di loro, si trovano sia a destra che a sinistra ma, è sotto gli occhi di tutto che, ogni qual volta arriva al potere la destra, questa destra, con a capo il giullare che abbiamo come presidente del consiglio, ecco che si verificano le cose più oscene. Attenzione! Sto parlando e mi sto attenendo al nostro Paese, all'Italia. Abbiamo visto la fine che sta facendo Alitalia e soprattutto chi pagherà i debiti della compagnia; abbiamo assistito e stiamo assistendo all'attacco sconsiderato di un ministro nei confronti di una categoria pubblica come mai si era verificato, quasi come se fosse la colpevole di tutti i mali del paese; abbiamo assistito al varo di una legge talmente vergognosa da far inorridire e mi riferisco al lodo Alfano; stiamo assistendo alla distruzione della scuola pubblica e al dirottamento di fondi verso le scuole private a danno di tutta la parte di popolazione meno abbiente; stanno per mettere mano di nuovo al ministero delle Finanze perché hanno intenzione di riproporre le vetuste Intendenze di Finanze, vergogna e rappresentazione passata dell'immobilismo e del clientelismo statalista della peggior specie. Con Napoli, poi, paradossalmente, si è presentata l'occasione propizia. Lo sto dicendo da quando quel porco di Mastella ha fatto cadere il Governo passato: Berlusconi approfitterà della sua elezione e, semplicemente applicando e inasprendo quanto già deciso da Prodi, "ripulirà" Napoli facendo fare il giro del mondo alle immagini della città ripulita. Nessuno è andato mai a vedere come sono ridotti, invece, i dintorni della metropoli. Mi fermo a queste considerazioni senza andare ad argomentare sulle decisioni prese per la costruzione di un numero incredibili di centrali nucleari in Italia. Ecco perché, ideologicamente, a mio avviso, è sempre un bene distinguersi. La mano sul fuoco non la metto su nessuno, nemmeno su me stesso, nonostante abbia una grossa autostima; ma sulle ideologie, è sempre bene prendere una posizione chiara ed io griderò sempre no alla destra. Un abbraccio e scusa per il dilungo. Claudio.
 
poeta.sorrentino
poeta.sorrentino il 21/11/08 alle 20:30 via WEB
Guagliò, ammè i blog che finiscono in politica mi diventano anti-patici.
 
raggiodiluce1974
raggiodiluce1974 il 01/12/08 alle 23:10 via WEB
ciao buona settimana un bacio!
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 
 
 
 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

telefonamifracentannmoillplalau84lacasa.delmobilelon.longobardiGiuseppeLivioL2FRI80vignetorossopestifero83savydeluigi.992tommymoscaracingdgl12nando.speuroparking2014
 
 
 
 
 
 
 

ULTIMI COMMENTI

 
 
 
 
 
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

POPOLO DI EMIGRANTI

   popolo di emigranti

cu na valigia e suonne e nu cuofano e paura

songhe partute ajere pe n'avventura nova

nu treno chine e gente tutti napulitane

jamme truvanno a merica

l'america italiana.

chi parte sulo sulo e nun le pare overo

chi va cercanne casa pe isso e pa mugliera

simme arrivate nuje gente napulitane

co core ca ce tremme nun ce guardate male.

nun esseme partuto c'hamme truvato astritte

cu l'anne ca passavano e sacche sempe rotte

è sempe stato chesto nun è uno ogne tante

pecche o napulitano nasce comm'emigrante

ma a colpa pò e chi fosse cu chi c'hamma piglià

co stato ,ca politica o forse è l'aldilà

a colpa è sule a nostra cu chi te a vuò piglià

a notte tu nun duorme e faje o piano pe mbruglià.

e pò che vaje dicenne ca me si cumpagno

scinne da casa mia e faje e scippe ncoppe e tram

nu viecchio pensionato, nu giovane studente

t'arruobbe chellu poche e nun le lasse niente

vattene nun a voglia chest' amicizia toja

si stonghe accussì o vì e pure pe mezza toja

e chisto ca pò dice :te piglio a faticà

pe 12 ore o juorne o sanghe te sucà

e vide cheste mane sò mane e musicista

mò fanne pane e solde e nun sò cchiù n'artista

sono un lavoratore , songhe un comm' a tanti

simme napulitane ...popolo d'emigranti.

(l'ho scritta io dopo il primo mese a modena)