Creato da serastellata1 il 21/05/2008

infinita

Se il tuo giro ti porta a me,o il giro mio mi porta a te una seconda sera,ragione ci sarà di vita ed estasi...

ULTIME VISITE AL BLOG

michela2604serastellata1robertovalleaaadeletanguerocortesrosannafurlanigdorisithegrouchyjokerbiondo_torinopsicologiaforensestrong_passionadriana.puccijuliakendalbal_zacGuroBo
 

ULTIMI COMMENTI

 

 

TAG

 
 

GRAZIE DEL PASSAGGIO

 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 9
 

NON ABBANDONIAMOLI

 
 
 
: martedì 26 febbraio 2008 da silvia in: Spesa ecologica Internazionale Foto & video

rapporto Nielsen sulla riduzione degli imballaggi. Foto kristintracyIl packaging sta diventando sempre di meno uno strumento di marketing. Chissà cosa pensano gli esperti del settore a leggere dati del tipo “il 49% dei consumatori abbandonerebbe le confezioni disegnate per facilitare lo stoccaggio in casa” o “un consumatore globale

Un consumatore mondiale su due abbandonerebbe il packaging per tutelare l’ambiente abbandonerebbe tutte le forme di imballaggio se questo dovesse portare benefici all’ambiente”. Secondo una ricerca Nielsen i cittadini di tutto il mondo sono sempre più preoccupati per lo spreco delle confezioni.

Quello che spero, a questo punto, è che questi dati sensibilizzino i produttori. Anche se mossi dalla logica del profitto non mi dispiacerebbe osservare un ripensamento vero sul ruolo del packaging. “I consumatori di tutto il mondo, preoccupati per la salvaguardia dell’ambiente, chiedono azioni sempre più forti e concrete ai distributori e ai produttori di beni di Largo Consumo per la protezione dell’ambiente. E se la confezione non fosse una priorità per i consumatori, è certamente una priorità crescente che l’industria alimentare non può ignorare. In diversi mercati consapevoli delle problematiche ambientali c’è un’aspettativa crescente di confezioni che minimizzano gli impatti ambientali anche se per la maggior parte dei consumatori tutto questo non necessariamente si traduce nella volontà di pagare di più.”, ha affermato Patrick Dodd, presidente della Società Nielsen Europe.

 

 

« VOGLIO DIRE CIO' CHE PENSOBUONA NOTTE A TUTTI »

EQUILIBRIO

Post n°116 pubblicato il 18 Gennaio 2012 da serastellata1

 

Per quanto tempo ce la facciamo a rimanere in equilibrio?

C'è chi nasce equilibrato,chi riesce a conquistarlo con molta fatica

E chi non lo sarà mai!

 A volte si perde, ma poi con il tempo torna.

 E' ciò che ci fa sentire in sintonia con noi stessi,

D'accordo su tutto ciò che facciamo...che diciamo...

Che ci fa stare bene ovunque e con chiunque...

E' benessere allo stato puro.

Lo immagino però come un oggetto preziosissimo e delicatissimo

Dove basta un nulla perchè s'infranga.

Abbiatene cura!

 

Manuela

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

FACEBOOK

 
 

I MIEI LINK PREFERITI

 

LA FELICITÀ



Tutti i libri del mondo
non ti danno la felicità,
però in segreto
 ti rinviano a te stesso.

 Lì c'è tutto ciò di cui hai bisogno,
 sole stelle luna.
 Perché la luce che cercavi
 vive dentro di te.

 La saggezza che hai cercato
 a lungo in biblioteca
 ora brilla in ogni foglio,
 perché adesso è tua.

Hermann Hesse

 

 
 
 

FONDAMENTALE PER L'AMBIENTE

  Olio
 Sapete dove buttare l'olio della padella dopo una frittura fatta in casa?
 Sebbene non si facciano molte fritture, quando le facciamo, buttiamo
 l'olio usato nel lavandino della cucina o in qualche scarico, vero?
 Questo è uno dei maggiori errori che possiamo commettere. Perché lo
 facciamo? Semplicemente perché non c'è nessuno che ci spieghi come farlo
 in forma adeguata.
 Il meglio che possiamo fare è ASPETTARE CHE SI RAFFREDDI e collocare
 l'olio usato in bottiglie di plastica, o barattoli di vetro, chiuderli e
 metterli nella spazzatura.
 UN LITRO DI OLIO rende non potabile CIRCA UN MILIONE DI LITRI D'ACQUA,
 quantità sufficiente per il consumo di acqua di una persona per 14 anni.
 Se poi siete così volenterosi di conferirlo ad una ricicleria pubblica
 ancora meglio, diventerà biodiesel o combustibile. Se tu scegli di inviare
 questa e-mail tuoi amici, l'ambiente ti sarà molto riconoscente!'