Creato da Dream_Hunter il 08/09/2006

TrovaTeStesso

Ognuno di noi è in cammino per trovare se stesso ................................................... La vita e' cosi'. Non fai nemmeno in tempo a guardarti indietro che ti e' scivolata tra le mani, come la sabbia, come l'acqua del mare. Tra le dita non resta che polvere d'esistenza e i ricordi rimangono impigliati tra le unghie. Un instante tra due silenzi infiniti che urla la sua volontà di esistere, una luce nel buio che lascia una speranza per chi ci ha visto brillare. Dream Hunter

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Marzo 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 35
 

LA PORTA

Eccomi, sono qui. Davanti a quella porta chiusa da millenni.
Il tempo e la sua storia l'hanno chiusa per sempre.
Piove ancora, l'algida mano s'accosta al ligneo muro e le nocche tremanti intonano un lamento sordo.
L'eco di quella ritmica richiesta trova di nuovo quell'unica e
taciturna conferma.
Oltre, io so che si nasconde molto, molto altro:
un fuoco che arde senza scaldare nessuno; uno specchio rotto dai ricordi di un passato dannatamente presente; un orcio colmo di lacrime mai piante ed un scrigno pieno di felicita' mancata.
Con un passo lento ma sicuro volto le spalle a quell'antro di ignote paure.
E torno a vivere ove il mio destino mi porta.

E voi da quale parte della porta siete?

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: Dream_Hunter
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 50
Prov: AQ
 

 

C'è guerra e guerra

Post n°184 pubblicato il 22 Marzo 2019 da Dream_Hunter

In guerra si muore una sola volta. In poesia, figlia dei tumulti dell'anima, puo' accadere di morire o risorgere ad ogni verso.
Liberare nel vento delle parole la solitudine dell'anima o condividere l'eccesso di se' con la complicita' della meraviglia che ogni giorno la vita ci da'. Un eterno ossimoro che viaggia oltre il tempo ogni volta che scriviamo, lasciando di noi il profumo della nostra essenza e l'impronta della nostra immaginazione.

Pietro

 
 
 

Stanze

Post n°183 pubblicato il 20 Marzo 2019 da Dream_Hunter

<<Nessuno mai aprirà le porte delle stanze della tua vita. Nonostante le tue paure l'unico a possederne la chiave sei tu>>.


Pietro

 
 
 

Il fuggitivo

Post n°182 pubblicato il 09 Marzo 2019 da Dream_Hunter

<< Io, tu. Tra di noi un incolmabile vuoto fatto di occasioni mancate, di sottili differenze, di velate illusioni. Ed io a rincorrerti da sempre per le vie fatte di sogni, di bui e duri risvegli a muso duro nella realtà. Perche' non ti fermi un istante? Un solo piccolo istante per riuscire, per una volta sola, a raggiungere con la sostanza del mio essere l'insperato traguardo. Solo questo ti chiedo o mio intenso e sfuggente: desiderio! >>.


Pietro

 

 

 
 
 

La Differenza

Post n°181 pubblicato il 25 Febbraio 2019 da Dream_Hunter

Sono vissuto per anni nel silenzio credendo che questo fosse l'unica arma per difendermi dal mondo. Un silenzio sordo. Uno specchio,liscio, su cui far scivolare e riflettere il mondo senza contaminarmi. Ho scoperto poi le parole e con esse il modo di usarle. Ho scoperto che c'e' in esse una energia tale da riuscire a travalicare le distanze e a portare calore in posti così freddi che sembravano senza luce. Parole, parole ed altre parole. E' la magia di trasformare un normale pezzo di carta bianca in uno strumento capace di esprimere se stessi, di parlare, di commuovere, di ferire. Le parole sanno di te, di quello che sai ma, soprattutto, di quello che sei. Costano poco ma riescono, se dette con i giusti sentimenti, a fare quella cosa che io chiamo : la mia piccola parte di felicità. Sono molto, molto altro ancora e non basterebbe tutta la mia vita per finire di scriverle. Parlate dunque, parlate sempre e non lasciate che il silenzio vi privi della gioia di comunicare voi stessi attraverso questo ineguagliabile mezzo di espressione. Una parola in più può salvare il mondo, una in meno lasciarci nel dubbio di non averlo fatto.

 

Pietro

 
 
 

Lavori in corso

Post n°180 pubblicato il 13 Febbraio 2019 da Dream_Hunter

A volte mi capita di immaginare la mia vita come un enorme cantiere in cui si scava, si costruisce, si preparano impalcature ed armature. Certi giorni capisci, guardando cio' che hai appena costruito, che l'architetto non era poi cosi' in vena quando l'ha progettato. Poi rifletti un attimo ed esclami: ma l'architetto sono io! E allora giù a demolire e riprogettare e ricostruire il nuovo. Siamo per nostra natura imperfetti ed inclini ad errare. Talvolta impariamo dai nostri errori, altre, ci ostiniamo a ripeterli con cura e pedissequamente.
Chiamatelo carattere, forma mentis, o semplicemente "noi stessi". Questo però è  tutto ciò che abbiamo per costruire nel nostro cantiere. Mi correggo. Abbiamo altro. Abbiamo la possibilita' di incontrare altri "architetti", di ascoltare le loro idee, di migliorare le nostre in base alle altre esperienze o addirittura di metterle insieme per costruire qualcosa di piu' grande e diverso. Si tratta quindi, non di rinunciare alle nostre idee, ma di ampliarle, dargli una veste diversa, farne nascere altre che siano frutto di un sano e costruttivo confronto che da frutti per entrambi gli interlocutori.
Non ci resta che cominciare ad allargare la nostra comunità di costruttori per migliorare noi stessi e trovare quelle soluzioni a cui, da soli, non saremo mai arrivati.


Ciao, Pietro

 
 
 
Successivi »
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Dream_Hunterdonadam68divinacreatura59hyponoianina.monamourNuvola_volaambradistellemastro.zeromiriade159solitudinesparsasoltanto_unsognoMalvenutaDiana.Gradit0molto.personale
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

I SOGNI CI AIUTANO A CAPIRE CHI SIAMO


I sogni a volte ci fanno capire molte cose che la realta' ci nasconde profondendoci dosi di normalita' e di abitudine. Eccone uno, "tradotto" per l'occasione in parole, che mi ha dato da pensare e mi ha fatto riflettere molto.  

Buona Lettura.


" E'se fosse vero!!!" - esclamo' con uno sguardo attonito rivogendosi al suo inusuale e muto interlocutore mentre si guardava allo specchio.Purtoppo lo era. La sua immagine non era piu' la stessa, stentava a riconoscere quei tratti nuovi, cosi' profondamente diversi da quello a cui era abituato a vedere. Non piu' quello sguardo sicuro e determinato ma solo due piccole fessure stampate sul suo viso che a stento facevano passare il senso della vita intorno a lui. Le sue mani, un tempo forti e capaci, non riuscivano neppure a girare l'ultima pagina di quel libro che lo aveva condotto in un luogo al confine tra se stesso ed il tempo, tra la voglia di essere qualcuno diverso ed una realta' piena di "perfezione" che non gli dava tregua. Quelle paure che per tutta la vita lo avevano accompagnato, emergendo episodicamente ad ogni bivio importante, erano ormai padrone incontrastate del suo essere. Un gigante di argilla sotto la pioggia che si sgretolava ad ogni goccia tornando ad essere materia informe e non piu' eletta a sfidare il mondo.

 

LA NOSTRA STORIA

La nostra storia

Caducità dell'essere, confine tra sottili speranze ed immensi dolori. Gioie, poche, quelle si. Ma se dell'universo siamo piccoli spilli allora e per una volta sola, pungiamo l'orgoglio del tempo e viviamo. Un attimo, un soffio di vento, un solo battito di ciglia, tutto è solo per noi. Delle piccole cose facciamo tesoro, delle grandi osserviamo l'ombra scorrere sul nostro esile fiore. Lasciamoci andare a piccoli sorsi di felicità: in fondo non abbiamo mai nulla da perdere a riscrivere la storia, la nostra.